Gallerie dell'Accademia di Venezia

Gallerie dell'Accademia di Venezia Il museo ospita la più ricca collezione di dipinti veneziani e veneti Artisti che influenzarono tutta la storia della pittura europea.
(436)

Il complesso monumentale delle Gallerie dell'Accademia occupa oggi la prestigiosa sede della Scuola Grande di Santa Maria della Ca**tà, una delle più antiche confraternite laiche della città. Ne fanno parte integrante anche l'omonima chiesa di Santa Maria e il monastero dei Canonici Lateranensi, realizzato da Andrea Palladio. Il museo ospita la più ricca collezione di dipinti veneziani e veneti, d

al Trecento bizantino e gotico agli artisti del Rinascimento, Bellini, Carpaccio, Giorgione, Veronese, Tintoretto e Tiziano per arrivare a Giambattista Tiepolo e ai vedutisti settecenteschi, Canaletto, Guardi, Bellotto, Longhi.

Gallerie dell'Accademia di Venezia | Giorno della Memoria | 27 gennaio 2024
27/01/2024

Gallerie dell'Accademia di Venezia | Giorno della Memoria | 27 gennaio 2024





“Le verità di Venezia. Non v’è città in Italia che abbia parti e singoli gruppi di edifici così perfetti  come quelli di...
25/01/2024

“Le verità di Venezia. Non v’è città in Italia che abbia parti e singoli gruppi di edifici così perfetti come quelli di Venezia: ma non v’è altra città che debba così tanto all’immaginazione” - John Ruskin

“A Venezia con Ruskin” di Emma Sdegno è una meditazione sulla città, un dialogo con la sua architettura e una dichiarazione d’amore raccontati in oltre 100 immagini. Il volume è disponibile nel nostro bookshop.

⁠ ⁠ ⁠ ⁠

Il concetto di 𝙫𝙖𝙣𝙞𝙩𝙖𝙨 con cui si apre il libro biblico dell'𝘌𝘤𝘤𝘭𝘦𝘴𝘪𝘢𝘴𝘵𝘦 è associato per eccellenza al genere della 𝗻𝗮𝘁𝘂...
24/01/2024

Il concetto di 𝙫𝙖𝙣𝙞𝙩𝙖𝙨 con cui si apre il libro biblico dell'𝘌𝘤𝘤𝘭𝘦𝘴𝘪𝘢𝘴𝘵𝘦 è associato per eccellenza al genere della 𝗻𝗮𝘁𝘂𝗿𝗮 𝗺𝗼𝗿𝘁𝗮. In Europa questa si afferma come forma autonoma solamente nel Cinquecento, godendo di grande fortuna nel secolo successivo, in particolar modo tra Fiandre e Paesi Bassi.

In queste regioni, scosse dalla Riforma protestante e dalla guerra degli ottant'anni contro il dominio asburgico, la morale religiosa sottesa alle prime nature morte mutò in una 𝗿𝗮𝗽𝗽𝗿𝗲𝘀𝗲𝗻𝘁𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗮𝗶 𝘁𝗼𝗻𝗶 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗹𝗮𝗶𝗰𝗶, sebbene nella sostanza il messaggio fosse rimasto sostanzialmente lo stesso.

Proprio da Anversa arriva il nostro dipinto, in cui ogni cosa è un simbolo che serve a ricordare all'osservatore la provvisorietà dell'esistenza. La scena è dominata da un grande teschio, dietro cui possiamo vedere una composizione di fiori in procinto di appassire, una candela quasi spenta e una bolla di sapone. Sono tutte 𝗮𝗹𝗹𝗲𝗴𝗼𝗿𝗶𝗲 𝗽𝗶𝘂𝘁𝘁𝗼𝘀𝘁𝗼 𝗲𝘀𝗽𝗹𝗶𝗰𝗶𝘁𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗯𝗿𝗲𝘃𝗶𝘁𝗮̀ 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝘃𝗶𝘁𝗮 𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗯𝗲𝗹𝗹𝗲𝘇𝘇𝗮. 💀🥀🕯️

In ultima istanza, per 𝗩𝗲𝗿𝗲𝗻𝗱𝗮𝗲𝗹 neanche l'arte sembra essere un antidoto a questa ineluttabile eventualità, come invece spesso si augurano pittori e poeti.

Scrivici nei commenti se condividi questa visione con l'artista o sei convinto che in qualche modo il tempo possa essere sfidato.

📷 Nicolaes van Verendael, 𝘈𝘭𝘭𝘦𝘨𝘰𝘳𝘪𝘢 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘷𝘢𝘯𝘪𝘵𝘢̀, 1679
𝗦𝗧𝗢𝗥𝗜𝗘 𝗗'𝗔𝗥𝗧𝗘 | 𝗩𝗔𝗡𝗜𝗧𝗔𝗦 𝗩𝗔𝗡𝗜𝗧𝗔𝗧𝗨𝗠 💀

Le opere più celebri tra quelle delle Gallerie sono indubbiamente quelle realizzate dai grandi pittori del rinascimento ...
19/01/2024

Le opere più celebri tra quelle delle Gallerie sono indubbiamente quelle realizzate dai grandi pittori del rinascimento veneziano. Tuttavia le collezioni del nostro museo continuano ben oltre il termine di questa fortunata stagione artistica, proseguendo fino a Ottocento inoltrato. Ci piacerebbe portare visibilità a periodi, soggetti, storie e artisti meno noti, accompagnandovi in 𝘂𝗻 𝗽𝗲𝗿𝗰𝗼𝗿𝘀𝗼 𝗻𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗚𝗮𝗹𝗹𝗲𝗿𝗶𝗲 𝗰𝗵𝗲 𝗻𝗼𝗻 𝘁𝗶 𝗮𝘀𝗽𝗲𝘁𝘁𝗶.

Sebbene l'arte religiosa la faccia da padrona, complice la storia di come venne formata la nostra collezione, abbiamo una serie di opere di soggetto profano o letterario, come questo 𝘉𝘢𝘤𝘤𝘢𝘯𝘢𝘭𝘦 di 𝗦𝗲𝗯𝗮𝘀𝘁𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗥𝗶𝗰𝗰𝗶. Pittore tra i più celebri del suo tempo, Ricci fu tra i primi artisti veneziani a godere di quella fama internazionale che ne farà quasi 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗲 𝘀𝘂𝗽𝗲𝗿𝘀𝘁𝗮𝗿 𝗻𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗰𝗼𝗿𝘁𝗶 𝗶𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮𝗻𝗲 𝗲𝗱 𝗲𝘂𝗿𝗼𝗽𝗲𝗲 per tutto il Settecento.

La fortuna di Ricci arriverà a ritorcerglisi contro, almeno per quanto riguarda questo dipinto: durante il regime fascista venne 𝗲𝘀𝗽𝗼𝗿𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗶𝗹𝗹𝗲𝗴𝗮𝗹𝗺𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗶𝗻 𝗚𝗲𝗿𝗺𝗮𝗻𝗶𝗮 per arricchire la collezione personale di Göring. Tornerà in Italia solo nel 1948, grazie all'attività di recupero di 𝗥𝗼𝗱𝗼𝗹𝗳𝗼 𝗦𝗶𝘃𝗶𝗲𝗿𝗼.

📷 Sebastiano Ricci, 𝘉𝘢𝘤𝘤𝘢𝘯𝘢𝘭𝘦 𝘪𝘯 𝘰𝘯𝘰𝘳𝘦 𝘥𝘪 𝘗𝘢𝘯, 1716 c.
𝗟𝗘 𝗚𝗔𝗟𝗟𝗘𝗥𝗜𝗘 𝗖𝗛𝗘 𝗡𝗢𝗡 𝗧𝗜 𝗔𝗦𝗣𝗘𝗧𝗧𝗜 | 𝗗𝗔𝗡𝗭𝗘 𝗘 𝗕𝗔𝗖𝗖𝗔𝗡𝗔𝗟𝗜 💃🕺


La 𝗿𝗶𝗻𝘂𝗻𝗰𝗶𝗮 𝗮𝗶 𝗯𝗲𝗻𝗶 𝘁𝗲𝗿𝗿𝗲𝗻𝗶, la presa di coscienza della transitorietà della vita, il rifiuto della bellezza e delle 𝘃𝗮𝗻...
17/01/2024

La 𝗿𝗶𝗻𝘂𝗻𝗰𝗶𝗮 𝗮𝗶 𝗯𝗲𝗻𝗶 𝘁𝗲𝗿𝗿𝗲𝗻𝗶, la presa di coscienza della transitorietà della vita, il rifiuto della bellezza e delle 𝘃𝗮𝗻𝗶𝘁𝗮̀ sono temi cari all'arte cristiana.

I santi eremiti, coloro che per un periodo si erano allontanati fisicamente dalla vita civile proprio come rinuncia a qualsiasi agio, fornivano un soggetto perfetto per veicolare questo messaggio.

In questa pala di 𝗕𝗮𝘀𝘀𝗮𝗻𝗼 troviamo Girolamo nel deserto, intento a meditare sulle scritture e sul crocifisso. Come la clessidra, il teschio ai suoi piedi è un macabro promemoria della 𝗯𝗿𝗲𝘃𝗶𝘁𝗮̀ 𝗱𝗲𝗹 𝘁𝗲𝗺𝗽𝗼 che si passa sulla Terra. Tanto agli occhi dei francescani cui era destinata l'opera quanto a quelli dei fedeli, l'eternità promessa da Cristo forniva l'ovvia contrapposizione e in ultima istanza l'unico rimedio a questa presa di coscienza.

📷 Jacopo Bassano, 𝘚𝘢𝘯 𝘎𝘪𝘳𝘰𝘭𝘢𝘮𝘰 𝘦 𝘭𝘢 𝘔𝘢𝘥𝘰𝘯𝘯𝘢 𝘪𝘯 𝘨𝘭𝘰𝘳𝘪𝘢, 1569
𝗦𝗧𝗢𝗥𝗜𝗘 𝗗'𝗔𝗥𝗧𝗘 | 𝗩𝗔𝗡𝗜𝗧𝗔𝗦 𝗩𝗔𝗡𝗜𝗧𝗔𝗧𝗨𝗠 💀

Disegna le Gallerie ✍️🎨✨ Con questo freddo di gennaio viene proprio voglia di riposarsi acciambellati come questo  cagno...
12/01/2024

Disegna le Gallerie ✍️🎨✨

Con questo freddo di gennaio viene proprio voglia di riposarsi acciambellati come questo cagnolino nel "Miracolo dell'Acqua" di Bassano, ma se invece vi va di uscire perché non ve**re a disegnare alle Gallerie dell'Accademia? 🐶

Prendi ispirazione dalle nostre opere per dare spazio alla tua creatività e posta il tuo disegno usando l'hashtag ti ricondivideremo!
Se hai bisogno di tips chiedi al personale e scopri i nostri laboratori di disegno!

🎨 Miracolo dell'Acqua
Jacopo Bassano (Bottega di)
1567 circa

La monumentale pala barocca, proveniente dall'altare maggiore della demolita chiesa di San Daniele, raffigura l'episodio...
11/01/2024

La monumentale pala barocca, proveniente dall'altare maggiore della demolita chiesa di San Daniele, raffigura l'episodio biblico in cui il profeta scampa alla condanna a morte grazie all'intercessione divina, che rende mansueti i leoni.
Il giovane rappresentato da Pietro da Cortona non appare minimamente turbato dalla presenza dei docili felini e rivolge la sua attenzione unicamente all'apparizione celeste sopra di sé.
Al di fuori dei miracoli, tuttavia, i leoni restano animali selvatici ed estremamente pericolosi, e non suggeriamo in alcun modo di andare a carezzarli come sembra fare il nostro profeta!
Come questi leoni, sono molti gli animali con cui è meglio avere a che fare solo a distanza, ma per fortuna il mondo multimediale in cui viviamo ci permette di farlo. Al contrario, hai animali domestici? Raccontacelo nei commenti e, se non sono troppo grandi, sappi che al museo sono i benvenuti!

📷 Pietro da Cortona, Daniele nella fossa dei leoni, 1663-64
ARTE E NATURA | LEONI IN LAGUNA 🦁

La concezione secondo la quale i personaggi di un'opera devono sembrare dell'epoca in cui è ambientata la scena arriva m...
05/01/2024

La concezione secondo la quale i personaggi di un'opera devono sembrare dell'epoca in cui è ambientata la scena arriva molto tardi nell'arte occidentale: prima del XIX secolo capita non di rado di incontrare figure vestite con abiti appartenenti a periodi differenti, come questi personaggi della corte di Erode.
L'uomo in rosso indossa un completo aderente alla moda contemporanea, mentre le figure che gli stanno a fianco sono vestite all’antica, con loriche e mantelli basati sulle sculture classiche.
Quello che ai nostri occhi potrebbe apparire come una fastidiosa incoerenza non era affatto un problema per il pubblico dell'epoca; al contrario, il rimando alla contemporaneità serviva proprio a sottolineare l'universalità di quanto raccontato nei dipinti.
Vieni a trovarci per scoprire gli altri abiti indossati dai personaggi delle nostre opere d’arte e commenta con l'outfit che ti ha colpito di più! Oppure scatta un selfie con l'opera, taggaci e usa l'hashtag

📷 Bonifacio de' Pitati, Strage degli innocenti, 1536 c.
🧵 TRAME D'ARTE | TUTTI I COLORI DEL ROSSO

Vi ricordiamo che domenica 7 gennaio 2024, l’ingresso al museo è gratuito!Durante le giornate con ingresso gratuito non ...
03/01/2024

Vi ricordiamo che domenica 7 gennaio 2024, l’ingresso al museo è gratuito!

Durante le giornate con ingresso gratuito non è prevista la prenotazione e si entrerà in ordine di arrivo. Sarà garantito l’accesso privilegiato salta fila ai possessori della Membership card del museo, a coloro che possiedono il biglietto agevolato del Dorsoduro Museum Mile e ai possessori della tessera ICOM.

L’iniziativa promossa dal MiC prevede, in tutta Italia, l’ingresso in tutti i musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali. 🏛

Vi aspettiamo! ☺️






Da sempre l'arte parla di noi e si prefigge di raffigurare il proprio tempo.Il tema della 𝘕𝘢𝘵𝘪𝘷𝘪𝘵𝘢̀ ad esempio permette ...
29/12/2023

Da sempre l'arte parla di noi e si prefigge di raffigurare il proprio tempo.
Il tema della 𝘕𝘢𝘵𝘪𝘷𝘪𝘵𝘢̀ ad esempio permette alla comunità dei fedeli di vedersi rappresentata nell'opera, talvolta come unità familiare nell'intimità della 𝘚𝘢𝘤𝘳𝘢 𝘍𝘢𝘮𝘪𝘨𝘭𝘪𝘢 e in altri casi come società nelle 𝘈𝘥𝘰𝘳𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪.
Qui i tre personaggi di Bassano giunti ad ammirare Gesù Bambino sono uno specchio dell'epoca: rappresentano al contempo le tre età dell'uomo, diverse condizioni sociali e differenti approcci alla preghiera.
C'è un'opera che ti fa sentire rappresentato? Condividilo con noi nei commenti!

📷 Jacopo Bassano, Adorazione dei pastori, 1548 c.
STORIE D'ARTE | PREPARATIVI PER LE FESTE ✨

Scoprendo le Gallerie | Visite guidate ✨🎨Tanti nuovi appuntamenti per scoprire la collezione d'arte veneta e Veneziana d...
27/12/2023

Scoprendo le Gallerie | Visite guidate ✨🎨

Tanti nuovi appuntamenti per scoprire la collezione d'arte veneta e Veneziana delle Gallerie dell'Accademia!
Primo appuntamento sabato 30 dicembre 2023 📆 per chiudere l'anno esplorando la bellezza del museo!

ore 15 Pietro Longhi e il Settecento
ore 17 Bellini, Giorgione Tiziano: il grande secolo della pittura veneziana

Per tutte le date di Gennaio 2024 consultare il sito:

https://www.gallerieaccademia.it/scoprendo-le-gallerie-visite-guidate-dicembre-2023-gennaio-2024

20/12/2023

Buone Feste dalle Gallerie dell'Accademia! ✨🎄

Antonio Zona ritrae qui l'incontro tra Tiziano, pittore anziano e affermato, e Paolo Veronese, giovane artista emergente, circondati da un gruppo di curiosi e dalla città di Venezia.

Le Gallerie dell’Accademia, spazio di creatività, aperto all’incontro tra passato e presente, tra luoghi e persone, augurano buone Feste e un sereno anno nuovo alla propria comunità!

Antonio Zona
Incontro di Paolo Caliari giovinetto con Tiziano sul ponte della Paglia
1847-1861

Oggi diamo per scontato che le persone siano libere di vestirsi come preferiscono, ma sapevi che quando regnava la Seren...
14/12/2023

Oggi diamo per scontato che le persone siano libere di vestirsi come preferiscono, ma sapevi che quando regnava la Serenissima non era così? In particolare le persone più ricche e potenti, i patrizi, dovevano sottostare a una serie di leggi volte a contrastare l'esibizione di abiti lussuosi, per enfatizzare la retorica repubblicana entro cui i nobili veneziani dovevano muoversi. Ad esempio, era severamente vietato esporre pellicce.
Questo non fermava però i patrizi veneti dal mostrare la propria ricchezza: i tre camerlenghi ritratti da Tintoretto indossano le pesanti toghe di velluto rosso richieste dalla legge, riuscendo però ad aggirare le norme mostrando l'imbottitura di ermellino fuoriuscire dai bordi e dalle ampie maniche.
Vieni anche tu alle Gallerie a scoprire come ci si vestiva nel rinascimento e scatta una foto all'outfit che vorresti tornasse di moda! Poi taggaci e usa l'hashtag

📷 Jacopo Tintoretto, Madonna dei Tesorieri, 1566-67
🧵 TRAME D'ARTE | TUTTI I COLORI DEL ROSSO

Pittore caravaggesco, Giocatori di scacchi, 1610-20 c.Una delle attività tradizionali di moltissime famiglie italiane, d...
11/12/2023

Pittore caravaggesco, Giocatori di scacchi, 1610-20 c.

Una delle attività tradizionali di moltissime famiglie italiane, durante le festività, è di riunirsi davanti a un tavolo a giocare, che sia la tombola, le carte, Monopoly o uno dei numerosissimi altri giochi con cui decidiamo di passare il tempo.

Non possiamo sapere se anche i nostri due scacchisti seicenteschi stessero ingannando il tempo tra un pranzo coi parenti e l'apertura dei regali, probabilmente no, ciononostante questo dipinto testimonia la fortuna del soggetto dei giocatori tra i seguaci di Caravaggio.

Il pittore lombardo e i suoi emuli avranno il grande merito di sdoganare la pittura di genere, ovvero la rappresentazione di soggetti che non fossero sacri, storici o mitologici. Spesso questi dipinti nascondono messaggi moraleggianti sotto spaccati della vita quotidiana di uomini e donne dell'epoca.

E a te cosa piace giocare durante le festività? Scrivilo in un commento qui sotto!

STORIE D'ARTE | PREPARATIVI PER LE FESTE ✨

SAVE THE DATE | 📅 Martedì 5 dicembre ore 17 | Giovanni Fara, «I Tedeschi a Venezia mostrano l'opera migliore di tutta la...
01/12/2023

SAVE THE DATE | 📅 Martedì 5 dicembre ore 17 |

Giovanni Fara, «I Tedeschi a Venezia mostrano l'opera migliore di tutta la città». Sul soggiorno veneziano di Albrecht Dürer, fra testimonianze coeve e ricostruzioni storiografiche.

Non perdetevi l'ultimo appuntamento con le conferenze dedicate alla mostra “Tiziano 1508: agli esordi una luminosa carriera”.

Sarà ospite alle Gallerie dell’Accademia il Prof. Giovanni Fara, storico dell’arte che ci parlerà del soggiorno veneziano di Albrecht Dürer.

Ecco come partecipare: l’ingresso è libero e gratuito accedendo al museo dalle ore 16:45 del giorno stesso dell’evento.

Vi aspettiamo numerosi!

© Albrecht Durer, Visione di Sant'Eustachio, 1500-1502 ca., Firenze, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, "su concessione del Ministero della Cultura"








Vi ricordiamo che domenica 3 dicembre 2023, l’ingresso al museo è gratuito!Durante le giornate con ingresso gratuito non...
30/11/2023

Vi ricordiamo che domenica 3 dicembre 2023, l’ingresso al museo è gratuito!

Durante le giornate con ingresso gratuito non è prevista la prenotazione e si entrerà in ordine di arrivo. Sarà garantito l’accesso privilegiato salta fila ai possessori della Membership card del museo, a coloro che possiedono il biglietto agevolato del Dorsoduro Museum Mile e ai possessori della tessera ICOM.

L’iniziativa promossa dal MiC prevede, in tutta Italia, l’ingresso in tutti i musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali. 🏛

Vi aspettiamo! 🙂






28/11/2023

⚫️⚫️ Consigli del bookshop⁠ ⚫️⚫️

AUDIO DA COLLEZIONE

Per l'ultima settimana di apertura della mostra “Tiziano 1508. Agli esordi di una luminosa carriera” oggi vi proponiamo un estratto dall'audioguida “I protagonisti del Cinquecento a Venezia” a tema Tiziano.

L’audioguida, che copre tutto il percorso espositivo del museo, è disponibile presso il bookshop delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, anche in inglese, francese, tedesco e spagnolo.

E non dimenticate: avete tempo fino al 3 dicembre per visitare la mostra temporanea alle Gallerie dell'Accademia sugli esordi del giovane Tiziano, vi aspettiamo!

⁠ ⁠ ⁠ ⁠ Marsilio Arte

25/11/2023

Se hai bisogno d'aiuto, non aspettare. Non sei sola.

La Gallerie dell'Accademia di Venezia aderiscono alla campagna del Ministero della Cultura "Io ci sono, Noi ci siamo 2023" in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Nonunadimeno

Indirizzo

Campo Della Ca**tà Dorsoduro N. 1050 – Venezia
Venice
30123

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Gallerie dell'Accademia di Venezia pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Gallerie dell'Accademia di Venezia:

Video

Condividi

Digitare

Musei nelle vicinanze