Parco archeologico del Colosseo

Parco archeologico del Colosseo Il Parco archeologico del Colosseo comprende Foro Romano-Palatino, Domus Aurea, Colosseo

La Domus del Vicus Tuscus è stata scoperta tra il Foro Romano e il Palatino, nei pressi degli Horrea Agrippiana.Dietro g...
05/01/2024

La Domus del Vicus Tuscus è stata scoperta tra il Foro Romano e il Palatino, nei pressi degli Horrea Agrippiana.

Dietro gli Horrea, tra i magazzini e le pendici del colle Palatino la domus si sviluppa a più piani, probabilmente articolata a terrazze e caratterizzata, in uno dei suoi ambienti, da uno straordinario rivestimento parietale in mosaico cosiddetto “rustico”.

Se ne parla domattina su Rai Radio 1 nel programma : ai microfoni di Paola D’Urso racconteranno la scoperta il Direttore del PArCo Alfonsina Russo e la funzionaria archeologa Roberta Alteri.

Appuntamento dalle 8.30 su .
Troppo presto?
Appena disponibile condivideremo anche il podcast 😉


museitaliani Ministero della Cultura

 🗡GLADIATORI NELL’ARENATRA COLOSSEO E LUDUS MAGNUSTra gli oggetti esposti nella mostra allestita nei sotterranei del Col...
04/01/2024



🗡GLADIATORI NELL’ARENA
TRA COLOSSEO E LUDUS MAGNUS

Tra gli oggetti esposti nella mostra allestita nei sotterranei del Colosseo, che comprende sia reperti antichi che ricostruzioni moderne, si distingue una lapide, o stele per usare il termine tecnico, in calcare, posta da una liberta, cioè una schiava liberata, al suo benemerito ex padrone circa 1.800 anni fa.

In prestito dal Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, fu rinvenuta qualche decennio fa in una necropoli situata lungo antica via Annia, dove era infissa nel terreno per mezzo del dente alla sua estremità inferiore.
Al centro, in una alta nicchia, è il defunto raffigurato come un gladiatore armato di tutto punto.

Nella porzione sottostante, entro una cornice, è la dedica “D(is) M(anibus) Q(uinti) Sossi Albi, myrmillonis. Sossia Iusta, lib(erta), patron(o) benemerenti” che significa: “Agli Dei Mani di Quintus Sossius Albus, mirmillone. La liberta Sossia al patrono benemerito”.

L’iscrizione è rilevante perché ha permesso di sciogliere non pochi dubbi circa la classe dei mirmilloni, che erano forse tra i gladiatori più popolari, e il loro l’armamento, questione sulla quale, in precedenza, non c’era assolutamente accordo tra gli studiosi.
Inoltre, restituisce interessanti informazioni circa la condizione giuridica e sociale dei gladiatori.
Questi erano in genere schiavi, identificati sulle epigrafi funerarie da nomi limitati al solo cognome.
I “tria nomina” (tre nomi: prenome, gentilizio e cognome) scolpiti sulla pietra indicano, invece, che Quintus Sossius Albus era un uomo libero, sebbene liberto, cioè anche lui schiavo affrancato, mancando la filiazione, cioè la menzione del nome di suo padre.
Il possesso di una schiava, inoltre, indica che godeva di un discreto livello economico, riflesso anche dalla qualità̀ del monumento.

Quello che invece non sappiamo, e forse mai sapremo, perché non espresso nello stile conciso dell’iscrizione, è il motivo che suscitò in Sossia il sentimento di riconoscenza nei confronti del suo patrono e se tra i due ci fu mai un rapporto di tipo affettivo oltre che di proprietà.
Ci piace però fantasticare, nel clima di questi giorni, che le parole non scritte tacciano la gratitudine per aver ricevuto lei il dono più prezioso e desiderabile: la concessione della libertà.

📌 La mostra è visitabile tutti i giorni in orario diurno con il biglietto Full Experience Arena e Sotterranei e in orario notturno nell’ambito delle visite del ciclo (da martedì a sabato, fino al 6 Gennaio 2024)


museitaliani Ministero della Cultura

🗡️ Gli anfiteatri senza gladiatori 🗡️ Giovedì 11 Gennaio 2024, alle ore 16.30, la Curia Iulia ospita la conferenza a cur...
04/01/2024

🗡️ Gli anfiteatri senza gladiatori 🗡️

Giovedì 11 Gennaio 2024, alle ore 16.30, la Curia Iulia ospita la conferenza a cura di Cinzia Vismara (Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale).

Accanto all’evento espositivo “Gladiatori nell’Arena. Tra Colosseo e Ludus Magnus”, ideato e realizzato dal Parco archeologico del Colosseo con la curatela di Alfonsina Russo, Federica Rinaldi, Barbara Nazzaro e Silvano Mattesini, è in programma un ciclo di otto incontri e conferenze che intendono fare il punto con esperti del settore sui temi evidenziati nella esposizione, partendo dalle novità sugli studi del Ludus Magnus, approfondendo gli aspetti giuridici della gladiatura, le immagini e le fonti antiche fino ad arrivare ad un focus sulle donne gladiatrici e sulla percezione moderna del gladiatore nel mondo del cinema, del fumetto e dell’intrattenimento tout court.

Introduce
Alfonsina Russo, Direttore del Parco archeologico del Colosseo

Interviene
Cinzia Vismara, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale

INGRESSO DA LARGO DELLA SALARA VECCHIA

*****

📌 Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti via eventbrite → https://11gennaio_conferenzegladiatori.eventbrite.it
posti individuali riservati per i titolari della Membership Card

🖥️ L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming su questa pagina

museitaliani Ministero della Cultura

DOMENICA GRATUITA 🗓  Il Parco archeologico del Colosseo aderisce alla   con due opzioni di visita:🎟️ Percorso Colosseo, ...
04/01/2024

DOMENICA GRATUITA 🗓

Il Parco archeologico del Colosseo aderisce alla con due opzioni di visita:
🎟️ Percorso Colosseo, Foro Romano e Palatino
🎟️ Percorso Fori Imperiali, Foro Romano e Palatino

INGRESSO AL COLOSSEO DALLE ORE 8.30
INGRESSO AL FORO ROMANO E AL PALATINO DALLE ORE 9.00
ULTIMO INGRESSO ORE 15.30
CHIUSURA CANCELLI ORE 16.30

📌 I biglietti NON SI PRENOTANO e potranno essere ritirati, in ordine di arrivo, presso la biglietteria in piazza del Colosseo, situata nelle vicinanze del Tempio di Venere e Roma, e presso la biglietteria di Largo della Salara Vecchia.
Trova le biglietterie qui: https://bit.ly/biglietterie_Colosseo

🎟 I biglietti saranno validi nella giornata di domenica 7 Gennaio 2024
Durante le giornate gratuite anche i possessori di Membership Card e di Roma Pass potranno ritirare i biglietti gratuiti presso la biglietteria, in ordine di arrivo.

🏛 COSA SI POTRA' VISITARE:
• Colosseo, Foro Romano, Palatino; sarà aperta nel Museo del Foro Romano presso il complesso di Santa Maria Nova la sezione permanente della mostra evento "Giacomo Boni. L'alba della modernità".

⛪️ SARA' INOLTRE POSSIBILE ACCEDERE ALLA CHIESA DI SANTA FRANCESCA ROMANA DIRETTAMENTE DAL PORTALE SITUATO ALL'INTERNO DEL PArCo, NEI PRESSI DELL'ARCO DI TITO

⛔ COSA RESTERA' CHIUSO:
• Per ragioni di tutela e quindi in osservanza del contingentamento non sarà possibile accedere nel Colosseo all’ascensore panoramico e ai livelli superiori né ai settori dell’arena e degli ipogei al Colosseo, né alla mostra “La Colonna Traiana. Il racconto di un simbolo”.
• Per la stessa ragione resteranno chiuse tra Foro Romano e Palatino le Uccelliere Farnese, il Ninfeo della Pioggia, il Tempio di Romolo, la Curia Iulia, i siti SUPER (Casa di Augusto, Santa Maria Antiqua, Aula Isiaca con Loggia Mattei, Museo Palatino).

LA DOMUS TIBERIANA SARA’ APERTA E INTERAMENTE PERCORRIBILE. RESTERANNO CHIUSE LE SALE ESPOSITIVE


museitaliani Ministero della Cultura

  ⚜️Splendori Farnesiani. Il Ninfeo della Pioggia ritrovato. La Camera delle meraviglie Farnese. “Si esce da questa Gall...
03/01/2024



⚜️Splendori Farnesiani. Il Ninfeo della Pioggia ritrovato.

La Camera delle meraviglie Farnese.

“Si esce da questa Galleria per entrare in una più piccola dove, in diversi stipi di ebano, si trovano variegate curiosità, sia in cristallo che in agata, in ambra, pezzi di intaglio, di avorio, orologi…”
Con queste parole il conte di Caylus, in visita a Parma nel 1714, descrive la “Galleria delle Cose Rare Farnese” nel palazzo Ducale della Pilotta, creata a fine Seicento da Ranuccio II, sesto duca di Parma e Piacenza, che vi riunì le opere provenienti dalle diverse residenze farnesiane.
In una sorta di “Camera delle meraviglie” in cui si custodivano “naturalia” e “mirabilia”, opere d'arte e di natura, con l'intento di suscitare stupore, sorpresa e ammirazione, erano conservati in dieci credenzoni oggetti rari e preziosi in cristallo, avorio, c***o, pietre preziose, oggetti di oreficeria, bronzi, ambre.

Alcune di queste opere, oggi nelle collezioni del Museo e Real Bosco di Capodimonte, sono esposte qui in mostra a testimonianza della cultura effimera e immateriale dei Farnese: oggetti preziosi, come la brocchetta in agata e la coppa in cristallo di rocca, ottenuti lavorando un unico blocco di minerale con grande maestria e abilità tecniche, o i piatti in maiolica di Urbino decorati a raffaellesche, realizzati con un impasto ceramico molto apprezzato e utilizzato nelle tavole reali perché si riteneva non alterasse il sapore dei cibi.
O ancora, per concludere, due manufatti intagliati nella noce di cocco, come la tazza biansata da cioccolata, che testimoniano l’interesse collezionistico dei Farnese per oggetti di curiosità di provenienza esotica.

📍DOVE: Ninfeo della Pioggia e Uccelliere Farnesiane sul Palatino
🕒 QUANDO: tutti i giorni dalle 9.00 alle 16.00 (ultimo ingresso ore 15.45)
🎟️ Ingresso con qualsiasi biglietto in corso di validità


museitaliani Ministero della Cultura

Lunedì 8 Gennaio 2024 alle ore 16.30 la Curia Iulia ospita la conferenza “Iside, regina del mare” a cura di Laurent Bric...
03/01/2024

Lunedì 8 Gennaio 2024 alle ore 16.30 la Curia Iulia ospita la conferenza “Iside, regina del mare” a cura di Laurent Bricault, Professore presso l’Université Toulouse II Jean Jaurès.

Sul suolo egiziano, che l’ha vista nascere, la dea Iside è più interessata alle piene del Nilo che alle onde del mare. Quando però il Mediterraneo diviene il cuore pulsante dell’oikoumene ellenistica, la dea compare accanto ad Afrodite, ai Dioscuri e a Poseidone come una delle principali potenze divine che sovraintendono il mondo marino. Signora del mare, è lei che garantisce una navigazione sicura; è lei che protegge i marinai e le navi, comprese quelle che trasportano regolarmente il grano da Alessandria per l’approvvigionamento di Roma.

La popolarità di questa nuova funzione di “Signora delle onde” incoraggia gli uomini a porre sotto i suoi auspici la grande festa dell’apertura della navigazione, nel mese di marzo, caratterizzata da processioni grandiose e animate che vengono descritte minuziosamente dallo scrittore Apuleio nel II sec. d.C, nella sua opera “Le Metamorfosi”. Le navi portano il suo nome e la sua immagine di dea navigans si diffonde nello spazio e nel tempo. Nel XIX secolo a Parigi, Iside è ancora la Regina del mare. Si dipana così, sulla scia di Iside, un racconto straordinario che attraversa più di due millenni.

Introduce
Alfonsina Russo, Direttore del Parco archeologico del Colosseo

Interviene
Laurent Bricault, Université Toulouse II Jean Jaurès

INGRESSO DA LARGO DELLA SALARA VECCHIA

*****

📌 Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti via eventbrite → https://amatoiside_8gennaio.eventbrite.it
posti individuali riservati per i titolari della Membership Card

🖥️ L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming su questa pagina


museitaliani Ministero della Cultura

🌙 È la prima settimana dell’anno ma l’ultima per il ciclo di visite   che, dopo oltre 200 serate nel 2023, termina il 6 ...
02/01/2024

🌙 È la prima settimana dell’anno ma l’ultima per il ciclo di visite che, dopo oltre 200 serate nel 2023, termina il 6 Gennaio 2024.

Visite a partire da questa sera e fino a sabato con turni dalle 18.00 e fino alle 22.00 (ultimo ingresso ore 20.30). Link per la prenotazione nel primo commento ⤵️

🚩 Ecco qui un riepilogo degli orari utile per programmare la visita al PArCo:
• ogni giorno il Colosseo (SOLO IL COLOSSEO) apre alle 8.30
• dalle 9.00 apre con orario regolare tutto il PArCo: Foro Romano, Palatino, Fori Imperiali
• l'ultimo ingresso è alle 15.30 mentre i cancelli chiudono alle 16.30
• gli specifici orari dei siti SUPER sono indicati in prossimità degli stessi siti e sulla pagina https://bit.ly/colosseum_super
• anche La Domus Aurea è aperta tutti i giorni ma con orario 9.15-17.15 con ultimo ingresso alle 16.00

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI:
• la Domus Tiberiana è aperta tutti i giorni e sempre accessibile e percorribile. Per visitare le sale espositive del Museo della Domus Tiberiana è necessario avere uno dei seguenti biglietti o card:
- Full Experience
- Forum Pass SUPER
- Membership Card
- la Curia Iulia è aperta il sabato, la domenica e il lunedì per qualunque tipologia di biglietto con accesso alla mostra “Copernico e la rivoluzione del mondo” incluso

Un link nel primo commento vi guiderà al sito ufficiale per ogni altra informazione su orari e ingressi

Vi aspettiamo!


museitaliani 🌙 Ministero della Cultura

“Il 2024 inizia con la cultura, c’è una forte richiesta di bellezza all’interno della quale sono richiestissimi i nostri...
01/01/2024

“Il 2024 inizia con la cultura, c’è una forte richiesta di bellezza all’interno della quale sono richiestissimi i nostri musei e parchi archeologici: noi proviamo a intercettare questa grande domanda di bellezza e di cultura migliorando la qualità dei nostri servizi con le aperture straordinarie ma anche con le tante cose che stiamo realizzando: qui al Colosseo, per esempio, abbiamo aperto la Domus Tiberiana e l’ascensore panoramico che consente l’accesso al terzo ordine”.

Lo ha dichiarato il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, nel corso della sua visita di questa mattina al Parco archeologico del Colosseo in cui ha ringraziato personalmente lavoratori e lavoratrici che hanno reso possibile l’apertura straordinaria.


museitaliani Ministero della Cultura

🎉 APERTURA STRAORDINARIA 1° GENNAIO 2024Lunedì 1° Gennaio 2024 il Parco archeologico del Colosseo sarà aperto al pubblic...
30/12/2023

🎉 APERTURA STRAORDINARIA 1° GENNAIO 2024

Lunedì 1° Gennaio 2024 il Parco archeologico del Colosseo sarà aperto al pubblico

Orari: dalle 8.30 alle 16.30
Ultimo ingresso ore 15.30

🎟️Biglietti acquistabili online e presso le biglietterie aperte in piazza del Colosseo e in Largo della Salara Vecchia

Trova le biglietterie qui: https://bit.ly/biglietterie_Colosseo

🏛 COSA SI POTRA' VISITARE:
• Colosseo, Foro Romano, Palatino; sarà aperta nel Museo del Foro Romano presso il complesso di Santa Maria Nova la sezione permanente della mostra evento "Giacomo Boni. L'alba della modernità".

⛔ COSA RESTERA' CHIUSO:
• Per ragioni di tutela e quindi in osservanza del contingentamento non sarà possibile accedere nel Colosseo all’ascensore panoramico e ai livelli superiori né ai settori dell’arena e degli ipogei al Colosseo, né alla mostra “La Colonna Traiana. Il racconto di un simbolo”.

• Per la stessa ragione resteranno chiuse tra Foro Romano e Palatino le Uccelliere Farnese, il Ninfeo della Pioggia, il Tempio di Romolo, la Curia Iulia, i siti SUPER (Casa di Augusto, Santa Maria Antiqua, Aula Isiaca con Loggia Mattei, Museo Palatino) e la Domus Tiberiana.

• La Domus Aurea sarà chiusa al pubblico.

—————

🎉EXTRAORDINARY OPENING 1st JANUARY 2024

On Monday 1st January 2024 the Colosseum Archaeological Park will be open to the public

Opening hours: 8.30 am to 4.30 pm
Last entrance at 3.30 pm

🎟️Tickets available online and at the ticket offices open in Piazza del Colosseo and Largo della Salara Vecchia.

Find the ticket offices here: https://bit.ly/biglietterie_Colosseo

🏛 WHAT YOU CAN VISIT:
- Colosseum, Roman Forum, Palatine; the permanent section of the exhibition-event 'Giacomo Boni. The Dawn of Modernity' will be open in the Museum of the Roman Forum at the Santa Maria Nova complex

⛔ WHAT WILL REMAIN CLOSED:
• For preservation reasons, and therefore in observance of the quota, it will not be possible to enter the Colosseum at the panoramic lift and the upper levels, nor the sectors of the arena and the hypogea at the Colosseum, nor the exhibition “La Colonna Traiana. The tale of a symbol’.

• For the same reason the Farnese Bird Houses, the Nymphaeum of the Rain, the Temple of Romulus, the Curia Iulia, the SUPER sites (House of Augustus, Santa Maria Antiqua, Aula Isiaca with Loggia Mattei, Palatine Museum) and the Domus Tiberiana will remain closed between the Roman Forum and the Palatine.

• The Domus Aurea will be closed.


museitaliani 🎉 Ministero della Cultura

🌙 L’Amato di IsideNerone, la Domus Aurea e l’EgittoIl culto di Iside fu introdotto a Roma nel II secolo a.C. La sua cres...
29/12/2023

🌙 L’Amato di Iside
Nerone, la Domus Aurea e l’Egitto

Il culto di Iside fu introdotto a Roma nel II secolo a.C. La sua crescente popolarità è testimoniata dalla costruzione, verso la fine del I secolo a.C., dell’Iseo nel Campo Marzio, il più importante santuario dedicato alla dea al di fuori della terra dei faraoni.

La pratica dei culti egizi non fu, ad ogni modo, priva di controversie. I Romani avevano guardato da sempre con sospetto alla devozione, in particolare, degli animali. Tra il II e il I secolo a.C., in generale, l’influenza della religione egizia fu oggetto di ripetute critiche e la venerazione delle sue divinità fu considerata sconveniente e sovversiva.
Augusto (27 a.C.–14 d.C.), pur non disdegnandoli affatto, prese diversi provvedimenti contro i culti stranieri. Non si trattava ovviamente di ostracizzare Iside divenuta, già da tempo e a tutti gli effetti, una dea romana. La sua azione politica mirava piuttosto a sottolineare quella che, sotto Nerone (54-68 d.C.), il filosofo Seneca definirà come la natura “alienigena” cioè, “nata altrove”, “straniera” ma non estranea. E se esisteva qualcosa di orrendo agli occhi dei Romani, questa era senza dubbio la venerazione di un dio sotto forma animale.
Ancora Tiberio (14-37 d.C.), perseguitò i seguaci di Iside giustiziando i suoi sacerdoti e distruggendo il tempio della dea, a seguito anche della scandalosa vicenda amorosa che vide coinvolta la matrona Paulina con un tale Decius Mundus, abilmente travestitosi da Anubi, avvenuta nottetempo e probabilmente nello stesso Iseo Campense, nel 19 d.C. Delle drastiche misure adottate da Tiberio potrebbero essere testimoni i frammenti delle statue egizie presenti in mostra ritrovate presumibilmente nel fiume Tevere, nei pressi dell’Isola Tiberina.
Il santuario fu poi ricostruito, e probabilmente ampliato, da Domiziano (81-96 d.C.), che ad Iside fu invece profondamente devoto da quando era riuscito a sfuggire all’attacco dei seguaci di Vitellio sul Campidoglio mascherandosi proprio da sacerdote isiaco.

A partire dalla metà del I secolo d.C., il culto delle divinità egizie era diffuso in tutto l’Impero romano per raggiungere il suo apice nei due secoli successivi, fino a che la diffusione del Cristianesimo non ne ridusse l’influenza e l’Editto dei Tre Imperatori, nel 380 d.C., non vietò definitivamente la pratica di tutti i culti pagani.

📌 La Domus Aurea è visitabile tutti i giorni della settimana dalle 9.15 alle 17.15, con ingresso da Viale Serapide, secondo le seguenti modalità:

• Dal lunedì al giovedì: visita guidata alla mostra
Ambienti visitabili: Sala Ottagonale e complesso radiale, Cortile Pentagonale, Grande Criptoportico e vani adiacenti

• Dal venerdì alla domenica: visita guidata alla mostra + Domus Aurea Experience (installazione in realtà virtuale all’interno della Sala della Volta Dorata)
Ambienti visitabili: Sala Ottagonale e complesso radiale, Cortile Pentagonale, Grande Criptoportico e vani adiacenti, Sala della Volta Dorata


museitaliani Ministero della Cultura

⏳️Lo Sguardo del Tempo. Il Foro Romano in età modernaRoma, 1600.La città, centro del Cattolicesimo e della cultura baroc...
28/12/2023

⏳️Lo Sguardo del Tempo. Il Foro Romano in età moderna

Roma, 1600.

La città, centro del Cattolicesimo e della cultura barocca, è la “communis patria” per gli italiani degli Antichi Stati, gli stranieri, i diplomatici, i viaggiatori e gli uomini di cultura di tutta Europa. Dalla metà dal XVI secolo la città dei papi della Riforma Cattolica si trasforma nella Roma trionfante delle chiese, dei grandi palazzi, dei giardini, delle fontane e delle strade magnifiche e moderne.

Foro Romano e Palatino rimangono ancora ai margini della città abitata, assumendo l’aspetto di un paesaggio unico al mondo. Sul Palatino, cinti da mura, si ergono gli Horti Farnesiani, tra i più celebri giardini al mondo. Nel Foro Romano il percorso trionfale di Carlo V viene trasformato in un grande viale alberato, le chiese sono rinnovate in forme del tardo rinascimento o del barocco, lo spazio viene lasciato libero al transito delle greggi e delle mandrie (Campo Vaccino) e alla vita quotidiana del popolo romano.

Di questo scenario si fanno interpreti molti degli artisti dell’epoca, con diverse sensibilità. Poussin, Lorrain e Dughet lo declinano in chiave eroica, pastorale, classica. I pittori Bamboccianti (soprattutto olandesi, fiamminghi e francesi) ne osservano gli aspetti quotidiani, realistici, popolari. Il Foro Romano, col suo prodigioso equilibrio tra memoria e natura, diviene tra le vedute più conosciute e amate d’Europa.

📍DOVE: Tempio di Romolo
🕒 QUANDO: tutti i giorni dalle 9.00 alle 15.30
🎟️ Ingresso con qualsiasi biglietto in corso di validità

🎉 APERTURA STRAORDINARIA 1° GENNAIO 2024Lunedì 1° Gennaio 2024 il Parco archeologico del Colosseo sarà aperto al pubblic...
28/12/2023

🎉 APERTURA STRAORDINARIA 1° GENNAIO 2024

Lunedì 1° Gennaio 2024 il Parco archeologico del Colosseo sarà aperto al pubblico

Orari: dalle 8.30 alle 16.30
Ultimo ingresso ore 15.30

🎟️Biglietti acquistabili online e presso le biglietterie aperte in piazza del Colosseo e in Largo della Salara Vecchia

Trova le biglietterie qui: https://bit.ly/biglietterie_Colosseo

🏛 COSA SI POTRA' VISITARE:
• Colosseo, Foro Romano, Palatino; sarà aperta nel Museo del Foro Romano presso il complesso di Santa Maria Nova la sezione permanente della mostra evento "Giacomo Boni. L'alba della modernità".

⛔ COSA RESTERA' CHIUSO:
• Per ragioni di tutela e quindi in osservanza del contingentamento non sarà possibile accedere nel Colosseo all’ascensore panoramico e ai livelli superiori né ai settori dell’arena e degli ipogei al Colosseo, né alla mostra “La Colonna Traiana. Il racconto di un simbolo”.

• Per la stessa ragione resteranno chiuse tra Foro Romano e Palatino le Uccelliere Farnese, il Ninfeo della Pioggia, il Tempio di Romolo, la Curia Iulia, i siti SUPER (Casa di Augusto, Santa Maria Antiqua, Aula Isiaca con Loggia Mattei, Museo Palatino) e la Domus Tiberiana.

• La Domus Aurea sarà chiusa al pubblico.

—————

🎉EXTRAORDINARY OPENING 1st JANUARY 2024

On Monday 1st January 2024 the Colosseum Archaeological Park will be open to the public

Opening hours: 8.30 am to 4.30 pm
Last entrance at 3.30 pm

🎟️Tickets available online and at the ticket offices open in Piazza del Colosseo and Largo della Salara Vecchia.

Find the ticket offices here: https://bit.ly/biglietterie_Colosseo

🏛 WHAT YOU CAN VISIT:
- Colosseum, Roman Forum, Palatine; the permanent section of the exhibition-event 'Giacomo Boni. The Dawn of Modernity' will be open in the Museum of the Roman Forum at the Santa Maria Nova complex

⛔ WHAT WILL REMAIN CLOSED:
• For preservation reasons, and therefore in observance of the quota, it will not be possible to enter the Colosseum at the panoramic lift and the upper levels, nor the sectors of the arena and the hypogea at the Colosseum, nor the exhibition “La Colonna Traiana. The tale of a symbol’.

• For the same reason the Farnese Bird Houses, the Nymphaeum of the Rain, the Temple of Romulus, the Curia Iulia, the SUPER sites (House of Augustus, Santa Maria Antiqua, Aula Isiaca with Loggia Mattei, Palatine Museum) and the Domus Tiberiana will remain closed between the Roman Forum and the Palatine.

• The Domus Aurea will be closed.


museitaliani 🎉Ministero della Cultura

 👩🏻‍🤝‍👩🏼 KORAI_Mattia Bosco • PROROGATA 🚩 Sarà possibile visitare la mostra   fino a domenica 3 Marzo 2024Mattia Bosco, ...
27/12/2023


👩🏻‍🤝‍👩🏼 KORAI_Mattia Bosco • PROROGATA

🚩 Sarà possibile visitare la mostra fino a domenica 3 Marzo 2024

Mattia Bosco, nato a Milano nel 1976 in una famiglia di pittori, vive e lavora tra la città natìa e le montagne dell’Ossola.
In seguito a un corso di studi in Filosofia presso l’Università Statale di Milano, si dedica alla scultura, apprendendone le tecniche da una sperimentazione diretta dei materiali. Inizia dalla ceramica e approda a quello che a oggi appare senz’altro il suo materiale d’elezione: la pietra.
Il suo lavoro comincia sempre nelle cave, dove la ricerca si dirige sugli scarti del lavoro estrattivo. La visione che sviluppa nel corso di più di un decennio lo porta a considerare la creazione artistica come un atto collaborativo tra il soggetto e l’oggetto e a vedere una continuità tra l’idea e la materia, mettendo in questione la distinzione stessa tra Uomo e Natura. Le sue creazioni sono state esposte alla Triennale di Milano, al Museo Tinguely di Basilea, al Frieze Sculpture Park di Londra e sono presenti in numerose collezioni private.

Oggi 13 sculture dell’artista, appostitamente realizzate per gli straordinari ambienti del Tempio di Venere e Roma, prendono vita nel Parco archeologico del Colosseo, evocando nel marmo antichi splendori.

📍DOVE: Tempio di Venere e Roma
🕒 QUANDO: tutti i giorni dalle 9.00 alle 16.00 (ultimo ingresso ore 15.30)
🎟️ Ingresso con qualsiasi biglietto in corso di validità

📸 Giuseppe D’Aleo


museitaliani 👩🏻‍🤝‍👩🏼Ministero della Cultura

🧒🏻👧🏽 ATTIVITÀ GRATUITA PER BAMBINI 👦🏼👧🏻Questi sono i bellissimi disegni di Iside realizzati durante il primo laboratorio...
27/12/2023

🧒🏻👧🏽 ATTIVITÀ GRATUITA PER BAMBINI 👦🏼👧🏻

Questi sono i bellissimi disegni di Iside realizzati durante il primo laboratorio tematico in Domus Aurea per bambine e bambini insieme all'archeologa Francesca Iannarilli!

Giovedì 28 Dicembre 2023, alle ore 15.00, replichiamo e sono disponibili ancora un paio di posti per la nuova attività "La musica di Iside: riproduci un sistro".

Il laboratorio è gratuito e prevede una visita guidata gratuita per il bambino e un accompagnatore.
Indicato dai 6 ai 12 anni

📍 Ingresso da via della Domus Aurea

SI PREGA CORTESEMENTE DI VOLER PRENOTARE *SOLO* SE ACCOMPAGNATI DA BAMBINI

Prenota qui ⤵️
https://28dicembre_domusaurea.eventbrite.it


museitaliani Sed - Centro per i servizi educativi Ministero della Cultura

26/12/2023

🎶 Nella Curia Iulia illuminata da proiezioni di stelle, pianeti e luci cosmiche risuonano chiare e profonde le note della tradizione napoletana grazie alla performance di Luca Rossi (voce e tammorra), Giovanni Parillo (pianoforte, fisarmonica e voce) e il danzatore Andrea De Siena in occasione della manifestazione "Musei in Musica" dello scorso Novembre.

La serata ha registrato il tutto esaurito per ciascuna delle tre performance previste e abbiamo pensato di riviverla insieme a tutti voi: un regalo per tutto il pubblico che ci segue online e per quanti, già presenti quella sera, ne conservano il ricordo

* Le proiezioni e le opere allestite in Curia Iulia sono parte della mostra "Copernico e la rivoluzione del mondo", disponibile fino al 29 Gennaio 2024.
** è la manifestazione promossa da Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, organizzata da Zètema Progetto Cultura


museitaliani 🎶 Ministero della Cultura

🎄Auguri di Buon Natale da tutti noi!Un ringraziamento ai colleghi e alle colleghe che oggi hanno garantito l’apertura st...
25/12/2023

🎄Auguri di Buon Natale da tutti noi!

Un ringraziamento ai colleghi e alle colleghe che oggi hanno garantito l’apertura straordinaria del Colosseo e a quanti di noi oggi continuano a presidiare, come ogni giorno, Foro Romano e Palatino

📸 Silvio Costa


museitaliani Ministero della Cultura

25/12/2023
24/12/2023

Nella chiesa di Santa Maria Antiqua

CONCERTO DI MUSICA BIZANTINA
ΜΥΣΤΗΡΙΟΝ ΞΕΝΟΝ

CORO SAN BASILIO IL GRANDE

Direttore: Fratel Clemente Corsaro o.s.b.i.

introduce
Alfonsina Russo, Direttore del Parco archeologico del Colosseo

Presenta
Angelo Viticchiè

intervengono
Antonella Rotondi – Archeologa
Padre Francesco De Feo - Egumeno del Monastero di Santa Maria di Grottaferrata

24/12/2023

Dopo la "scomparsa del Colosseo" dell'anno scorso, ecco la nuova avventura natalizia del nostro Giulio Limone, sempre a spasso nel PArCo!

Sul colle Palatino, nei giardini del convento di San Bonaventura, lo aspetta un nuovo amico, Lucio Cappero. Ma è disperato: perchè, che succede? C'è forse un mostro dietro l'angolo? Sì, e ha un nome buffissimo, lo stesso nome del leggendario mostro che terrorizzava gli antichi pastori del colle Palatino! Scopriamolo insieme a Giulio Limone!

Realizzato da: Arte dei Piccoli
Storia e testi originali: Micaela Carbonara e Fabrizia Puca
Illustrazioni: Giallomiele
Montaggio: Matteo Lucernari
Coordinamento: Andrea Schiappelli
"Lucio Cappero" è un charachter del PArCo (Silvio Costa)

Versione a stampa: Edizioni Parco archeologico del Colosseo

A cura del Servizio Educazione Didattica e Formazione del PArCo.
Andrea Schiappelli (responsabile), Francesca Boldrighini, Silvio Costa, Silvia D'Offizi, Elena Ferrari, Francesca Ioppi, Federica Rinaldi


museitaliani Ministero della Cultura Sed - Centro per i servizi educativi

🎄EVENTI SPECIALI ONLINE PER I GIORNI DI NATALETutti i video saranno pubblicati su questa pagina e sul canale YouTube del...
24/12/2023

🎄EVENTI SPECIALI ONLINE PER I GIORNI DI NATALE

Tutti i video saranno pubblicati su questa pagina e sul canale YouTube del Parco archeologico del Colosseo

🎁 24 Dicembre, ore 16.00:
"Capperi, che storia!"
La nuova avventura natalizia del nostro Giulio Limone, sempre a spasso nel PArCo. A cura del Servizio Educazione Didattica e Formazione del PArCo.

🎁 24 Dicembre, ore 21.00
Concerto di musica bizantina ΜΥΣΤΗΡΙΟΝ ΞΕΝΟΝ
tenuto dal Coro SanBasilio IlGrande presso la Chiesa di Santa Maria Antiqua

🎁 26 Dicembre, ore 21.00
Concerto di Luca Rossi (voce e tammorra) con Giovanni Parillo (pianoforte, fisarmonica e voce) registrato in Curia Iulia in occasione dell’evento


museitaliani Ministero della Cultura

🎄 APERTURA STRAORDINARIA 25 DICEMBRE 2023Lunedì 25 Dicembre 2023 sarà aperto al pubblico unicamente il COLOSSEO Orari: d...
24/12/2023

🎄 APERTURA STRAORDINARIA 25 DICEMBRE 2023

Lunedì 25 Dicembre 2023 sarà aperto al pubblico unicamente il COLOSSEO

Orari: dalle 9.00 alle 13.00
Ultimo ingresso ore 12.00

🎟️ Biglietti acquistabili online e presso la biglietteria aperta in piazza del Colosseo

I biglietti acquistati il 24 e il 25 Dicembre potranno essere utilizzati per la visita (un solo ingresso) dell'area archeologica del Foro Romano-Palatino martedì 26 Dicembre 2023
Per ragioni di tutela e quindi in osservanza del contingentamento non sarà possibile accedere all’ascensore panoramico e ai livelli superiori né ai settori dell’arena e degli ipogei al Colosseo, né alla mostra “La Colonna Traiana. Il racconto di un simbolo”

—————-

🎅🏻 EXTRAORDINARY OPENING 25 DECEMBER 2023

On Monday 25 December 2023 only the COLOSSEUM will be open to the public

Opening hours: 9.00 a.m. to 1.00 p.m.
Last entrance for 12.00 noon

🎟️ Tickets will be available online and at the ticket office open in Colosseum Square

Tickets purchased on 24 and 25 December can be used for the visit (one admission only) of the archaeological area of the Roman Forum-Palatine on Tuesday 26 December 2023
For preservation reasons, and therefore in observance of the quota, it will not be possible to enter the panoramic lift and the upper levels, nor the sectors of the arena and the hypogea at the Colosseum, nor the exhibition “La Colonna Traiana. The narration of a symbol”


museitaliani Ministero della Cultura

Indirizzo

Piazza Di Santa Maria Nova 53
Rome
00186

Orario di apertura

Lunedì 09:00 - 16:30
Martedì 09:00 - 16:30
Mercoledì 09:00 - 16:30
Giovedì 09:00 - 16:30
Venerdì 09:00 - 16:30
Sabato 09:00 - 16:30
Domenica 09:00 - 16:30

Telefono

+390639967700

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Parco archeologico del Colosseo pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Parco archeologico del Colosseo:

Video

Condividi

La nostra storia / Our story

Ci occupiamo della tutela, della gestione e della valorizzazione dell’area archeologica centrale di Roma.

Il Parco archeologico del Colosseo comprende le aree del Foro Romano e del Palatino, la Domus Aurea, il Colosseo. Con oltre 7 milioni di visite, il Parco è il luogo della cultura tra i più visitati al mondo.

Scopri le iniziative e le novità su www.parcocolosseo.it. Inizia ora la tua visita al Parco archeologico del Colosseo QUI

We daily take care, manage and protect the central archaeological area of Rome, for everyone to experience and enjoy our heritage.


Altro Rome musei

Vedi Tutte