Parco archeologico del Colosseo

Parco archeologico del Colosseo Il Parco archeologico del Colosseo comprende Foro Romano-Palatino, Domus Aurea, Colosseo. Con oltre 7 milioni di ingressi, il sito è tra i più visitati al mondo.

Normali funzionamento

🌙 #LaLunasulColosseo è la visita guidata notturna dedicata al nuovo itinerario dei sotterranei, appositamente illuminati...
30/07/2021

🌙 #LaLunasulColosseo è la visita guidata notturna dedicata al nuovo itinerario dei sotterranei, appositamente illuminati per rendere ancora più emozionante il percorso nel cuore della macchina dello spettacolo dei gladiatori.

Si parte dall’ingresso Valadier sulla piazza del Colosseo e dal fornice Nord, anticamente l'ingresso principale degli imperatori.
Dopo la sosta presso l'ingresso della Porta Libitinaria si discende nei sotterranei per il racconto della costruzione e del funzionamento di corridoi, darsene e camere di manovra, montacarichi e ascensori. Risalendo dalle scale sotto la Porta Trionfale si cammina poi lungo la cosiddetta "galleria di servizio", per passare davanti all'Edicola della Via Crucis e alla Croce per conoscere la storia post antica e la riscoperta dell'area ipogea dall'Ottocento.

Visite a partire dalle ore 20.00 con prenotazione online ⤵️
https://parcocolosseo.it/visite-guidate/la-luna-sul-colosseo-2021-sotterranei/

#museitaliani
museitaliani 🌙 Ministero della cultura

🌙 #LaLunasulColosseo è la visita guidata notturna dedicata al nuovo itinerario dei sotterranei, appositamente illuminati per rendere ancora più emozionante il percorso nel cuore della macchina dello spettacolo dei gladiatori.

Si parte dall’ingresso Valadier sulla piazza del Colosseo e dal fornice Nord, anticamente l'ingresso principale degli imperatori.
Dopo la sosta presso l'ingresso della Porta Libitinaria si discende nei sotterranei per il racconto della costruzione e del funzionamento di corridoi, darsene e camere di manovra, montacarichi e ascensori. Risalendo dalle scale sotto la Porta Trionfale si cammina poi lungo la cosiddetta "galleria di servizio", per passare davanti all'Edicola della Via Crucis e alla Croce per conoscere la storia post antica e la riscoperta dell'area ipogea dall'Ottocento.

Visite a partire dalle ore 20.00 con prenotazione online ⤵️
https://parcocolosseo.it/visite-guidate/la-luna-sul-colosseo-2021-sotterranei/

#museitaliani
museitaliani 🌙 Ministero della cultura

Cerimonia di apertura del #G20Cultura nell’arena del Colosseo. Sono intervenuti il Presidente del Consiglio dei Ministri...
29/07/2021

Cerimonia di apertura del #G20Cultura nell’arena del Colosseo.
Sono intervenuti il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, il Ministro della Cultura Dario Franceschini, la Direttrice Generale dell’UNESCO Audrey Azoulay e il Direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco.

Video, documenti e servizio fotografico disponibili sul sito del Ministero della cultura ⤵️
https://cultura.gov.it/g20cultura

#laCulturaUnisceilMondo #G20 #G20Italy
G20 Italy

Cerimonia di apertura del #G20Cultura nell’arena del Colosseo.
Sono intervenuti il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, il Ministro della Cultura Dario Franceschini, la Direttrice Generale dell’UNESCO Audrey Azoulay e il Direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco.

Video, documenti e servizio fotografico disponibili sul sito del Ministero della cultura ⤵️
https://cultura.gov.it/g20cultura

#laCulturaUnisceilMondo #G20 #G20Italy
G20 Italy

#CaputMundi 🌍Sapevate che fino agli anni Venti del secolo scorso sulla sommità del Palatino si trovava una villa in stil...
29/07/2021

#CaputMundi 🌍

Sapevate che fino agli anni Venti del secolo scorso sulla sommità del Palatino si trovava una villa in stile neogotico, costruita sui resti del palazzo imperiale, celebrata dallo scrittore francese Stendhal come una delle cose notevoli da vedere a Roma?

Innalzata alla fine del XIV secolo tra la Domus Flavia e lo Stadio Palatino in mezzo ad una vigna come modesta casa di campagna della famiglia Stati, nel Cinquecento la villa passò in proprietà delle più importanti famiglie romane che continuarono a scegliere il colle sul quale era nata Roma come luogo residenziale. Conosciuta come Villa Mattei al Palatino o Villa Stati-Mattei, prese il nome di Villa Mills nell'Ottocento quando fu acquistata dallo scozzese Charles Mills. Fu in questo periodo che, aggiunti pinnacoli, merli, archi a sesto acuto e pagode cinesi, la villa assunse un caratteristico e non poco eccentrico aspetto neogotico. Simbolo del rapporto spesso conflittuale tra passato e presente, fu ammirata fino al 1927 quando, sull'onda del nuovo impulso nelle ricerche archeologiche seguito all'unità d'Italia, Alfonso Bartoli, responsabile degli scavi del Foro Romano e del Palatino, ne riprese la demolizione, già iniziata da Giacomo Boni, per riportare alla luce le strutture del palazzo imperiale che la villa custodiva sotto di sé.

Ne restano oggi, oltre alla preziosa documentazione fotografica, una piccola loggia, nota come Loggia Mattei, decorata da Baldassarre Peruzzi o dalla sua bottega intorno al 1520, e l'edificio che ospita il Museo Palatino, costruito nel 1868 come convento e trasformato da Bartoli in antiquario per conservare i materiali restituiti dagli scavi.
Per approfondire ulteriormente l’argomento è possibile consultare il percorso “Palatium. Abitare sul Palatino dalla fondazione di Roma all’età moderna” sul nostro sito ufficiale → https://parcocolosseo.it/percorsi/palatium-abitare-sul-palatino-dalla-fondazione-di-roma-all-eta-moderna/

Questa immagine, proveniente dagli archivi di Palazzo Braschi, è un contributo al racconto corale che stiamo realizzando con la Soprintendenza Speciale Roma, il Museo Nazionale Romano, il Parco Archeologico dell'Appia Antica e il Parco Archeologico di Ostia Antica per celebrare i 160 anni dell’Unità d’Italia e il centocinquantesimo anniversario della proclamazione di Roma Capitale.

Arrivederci alla prossima settimana con un nuovo scatto d’epoca!

#ThrowbackThursday #museitaliani #CaputItaliae #ilPArConline museitaliani Ministero della cultura

#CaputMundi 🌍

Sapevate che fino agli anni Venti del secolo scorso sulla sommità del Palatino si trovava una villa in stile neogotico, costruita sui resti del palazzo imperiale, celebrata dallo scrittore francese Stendhal come una delle cose notevoli da vedere a Roma?

Innalzata alla fine del XIV secolo tra la Domus Flavia e lo Stadio Palatino in mezzo ad una vigna come modesta casa di campagna della famiglia Stati, nel Cinquecento la villa passò in proprietà delle più importanti famiglie romane che continuarono a scegliere il colle sul quale era nata Roma come luogo residenziale. Conosciuta come Villa Mattei al Palatino o Villa Stati-Mattei, prese il nome di Villa Mills nell'Ottocento quando fu acquistata dallo scozzese Charles Mills. Fu in questo periodo che, aggiunti pinnacoli, merli, archi a sesto acuto e pagode cinesi, la villa assunse un caratteristico e non poco eccentrico aspetto neogotico. Simbolo del rapporto spesso conflittuale tra passato e presente, fu ammirata fino al 1927 quando, sull'onda del nuovo impulso nelle ricerche archeologiche seguito all'unità d'Italia, Alfonso Bartoli, responsabile degli scavi del Foro Romano e del Palatino, ne riprese la demolizione, già iniziata da Giacomo Boni, per riportare alla luce le strutture del palazzo imperiale che la villa custodiva sotto di sé.

Ne restano oggi, oltre alla preziosa documentazione fotografica, una piccola loggia, nota come Loggia Mattei, decorata da Baldassarre Peruzzi o dalla sua bottega intorno al 1520, e l'edificio che ospita il Museo Palatino, costruito nel 1868 come convento e trasformato da Bartoli in antiquario per conservare i materiali restituiti dagli scavi.
Per approfondire ulteriormente l’argomento è possibile consultare il percorso “Palatium. Abitare sul Palatino dalla fondazione di Roma all’età moderna” sul nostro sito ufficiale → https://parcocolosseo.it/percorsi/palatium-abitare-sul-palatino-dalla-fondazione-di-roma-all-eta-moderna/

Questa immagine, proveniente dagli archivi di Palazzo Braschi, è un contributo al racconto corale che stiamo realizzando con la Soprintendenza Speciale Roma, il Museo Nazionale Romano, il Parco Archeologico dell'Appia Antica e il Parco Archeologico di Ostia Antica per celebrare i 160 anni dell’Unità d’Italia e il centocinquantesimo anniversario della proclamazione di Roma Capitale.

Arrivederci alla prossima settimana con un nuovo scatto d’epoca!

#ThrowbackThursday #museitaliani #CaputItaliae #ilPArConline museitaliani Ministero della cultura

29/07/2021
G20 Cultura - MAKING OF

Dietro le quinte dei preparativi nell’arena del Colosseo che questa sera ospiterà la Riunione dei Ministri della Cultura del #G20 presieduta dal Ministro Dario Franceschini - pagina ufficiale.
Interverrà il Presidente del Consiglio Mario Draghi.

La cerimonia di apertura è prevista per le ore 19.00 in diretta su Rainews.it e sul canale YouTube del Ministero della cultura.

G20 CULTURA | LA CULTURA UNISCE IL MONDO
Roma, 29 – 30 luglio

+++ AVVISO +++Giovedì 29 Luglio il Colosseo ospiterà la cerimonia di apertura della Ministeriale del #G20Cultura.L'anfit...
28/07/2021

+++ AVVISO +++

Giovedì 29 Luglio il Colosseo ospiterà la cerimonia di apertura della Ministeriale del #G20Cultura.
L'anfiteatro resterà chiuso al pubblico mentre l'area del Foro Romano-Palatino sarà aperta fino alle ore 17.15 (ultimo ingresso ore 16.15).
L'ultima visita in Domus Aurea è invece prevista alle ore 16.30.

La cerimonia sarà trasmessa in diretta in streaming a partire dalle ore 18.00 sul canale YouTube del Ministero della cultura e su Rainews.it.

+++ AVVISO +++

Giovedì 29 Luglio il Colosseo ospiterà la cerimonia di apertura della Ministeriale del #G20Cultura.
L'anfiteatro resterà chiuso al pubblico mentre l'area del Foro Romano-Palatino sarà aperta fino alle ore 17.15 (ultimo ingresso ore 16.15).
L'ultima visita in Domus Aurea è invece prevista alle ore 16.30.

La cerimonia sarà trasmessa in diretta in streaming a partire dalle ore 18.00 sul canale YouTube del Ministero della cultura e su Rainews.it.

Fervono i preparativi per il #G20Culture la cui inaugurazione si terrà proprio nell'arena del Colosseo nel tardo pomerig...
28/07/2021
Foro Romano, Risplende L'arco Di Settimio Severo Con Il Restauro "Bio"

Fervono i preparativi per il #G20Culture la cui inaugurazione si terrà proprio nell'arena del Colosseo nel tardo pomeriggio di domani e non abbiamo la possibilità di dedicarci alla consueta diretta del mercoledì. Ma certamente non vi lasciamo senza aggiornamenti dai nostri cantieri!

Abbiamo pensato di condividere con voi questo bel contributo di Laura Larcan girato nei giorni scorsi sui ponteggi dell'Arco di Settimio Severo che, come sapete, è oggetto in questo momento di manutenzione straordinaria.
E altrettanto straordinarie e innovative sono le procedure che qui raccontiamo e che siamo in procinto di attivare per tutelare il monumento che Settimio Severo innalzò nel 203 d.C. per celebrare le vittorie sui Parti.

Ci rivediamo prestissimo su questi schermi con molte novità "bio"! ;)

#ilPArCoGreen #museitaliani
museitaliani 🌿 Ministero della cultura

Video Andrea Giannetti/Ag.Toiati

⚡ Dal Palatino a Villa Farnesina: le Logge e i loro affreschi ⚡Meno di 5 km ci separano dalla meta dei nostri #Percorsif...
27/07/2021

⚡ Dal Palatino a Villa Farnesina: le Logge e i loro affreschi ⚡

Meno di 5 km ci separano dalla meta dei nostri #PercorsifuoridalPArCo di oggi. Partendo dalla Loggia Mattei sul Palatino (qui il post → https://www.facebook.com/parcocolosseo/posts/3096891150543118) abbiamo idealmente attraversato la città per giungere ad ammirare un'altra Loggia, quella di Galatea nella Villa Farnesina.

📖 Il Colle Palatino viene ricordato soprattutto per lo splendore dell’epoca dei Cesari ma anche nei secoli successivi fu scelto come dimora da importanti famiglie (per saperne di più consulta il percorso "Palatium. Abitare sul Palatino dalla fondazione di Roma all'età moderna" disponibile qui → https://parcocolosseo.it/percorsi/palatium-abitare-sul-palatino-dalla-fondazione-di-roma-all-eta-moderna/).
In questa penultima tappa del nostro percorso, ci troviamo nella Loggia Stati-Mattei costruita nei primi anni del Cinquecento proprio sul colle sfruttando spazi esistenti della Domus Augustana, parte della residenza imperiale.
La Loggia è ciò che resta della Villa fatta erigere dalla famiglia Stati sul colle Palatino e doveva affacciarsi sul giardino, secondo lo schema tipico delle abitazioni romane extraurbane della fine del Quattrocento.
Ancora oggi possiamo ammirarla con le forme di un tempo: un portico con tre colonne ioniche di reimpiego su cui si impostano quattro archi a tutto sesto, decorata con grottesche su fondo bianco chiaramente ispirate al mondo classico ed alle decorazioni della Domus Aurea (dai un'occhiata al sito ufficiale della mostra "Raffaello e la Domus Aurea. L'invenzione delle grottesche" qui → https://raffaellodomusaurea.it/).
La composizione pittorica, geometricamente scompartita per il necessario adattamento ad uno spazio già esistente, adottò soluzioni prospettiche ben studiate: nelle lunette troviamo raffigurazioni di Apollo, Atena e delle Muse, mentre nelle vele sono inseriti medaglioni con i dodici segni zodiacali su fondo blu. Staccati e venduti intorno al 1856-1860, essi furono ricollocati in situ solo nel 1989 grazie ad un accordo con il Metropolitan Museum of Art di New York. Le pareti della Loggia erano ornate da otto scene mitologiche che riprendevano racconti delle Metamorfosi di Ovidio e narravano il mito di Venere: esse furono asportate a partire dal 1846 e vendute all’Ermitage di San Pietroburgo dove si trovano tuttora. Gli affreschi risalgono con molta probabilità al 1520, momento in cui Cristoforo Stati si interessò alla costruzione e decorazione della Loggia affidandola, come testimoniano diverse fonti scritte, a Baldassarre Peruzzi che, all’inizio della sua carriera, fu collaboratore di Raffaello. Dal maestro colse il linguaggio utilizzato nella stufetta vaticana del cardinal Bibbiena, realizzata pochi anni prima dalla scuola di Raffaello, come risulta particolarmente evidente nelle scene raffiguranti Venere.
La famiglia Mattei entra nella storia della Loggia nel 1560 dopo aver acquistato dagli Stati la vigna, con lo scopo di formare un unico grande possedimento. Il passaggio di proprietà determinò modifiche strutturali anche agli affreschi della Loggia come testimonia la sostituzione dello stemma Stati con quello dei nuovi proprietari Mattei.

Curiosamente Peruzzi, circa un decennio prima, era già stato incaricato di progettare l’architettura e la decorazione ad affresco di un’altra Loggia non lontana da qui, sull’altra sponda del Tevere: la Loggia di Galatea a Villa Farnesina. Commissionata agli inizi del Cinquecento dal banchiere di origine senese Agostino Chigi, essa rappresenta una delle più nobili e armoniose realizzazioni del Rinascimento italiano. Nella Loggia di Galatea il committente volle amplificare la sua immagine realizzando una ideale autobiografia: così il Peruzzi raffigurò sulla volta l’oroscopo di Agostino Chigi e il suo tema natale con divinità planetarie e costellazioni extra-zodiacali, lasciando intuire il fausto destino del committente nella favorevole congiuntura degli astri. Le lunette con sfondo blu e scene mitologiche furono invece affrescate da Sebastiano del Piombo e i motivi decorativi tratti in prevalenza dalle Metamorfosi di Ovidio; un altro punto in comune con la Loggia Palatina che, nelle scene raffiguranti Venere, si ispirava alla stessa fonte antica. L’augurio di un nuovo amore, invece, si ritrova nella scena con ciclope Polifemo innamorato della bella Galatea – che dà anche il nome alla Loggia - rispettivamente realizzati da Sebastiano del Piombo e Raffaello.
I legami storico culturali che già nel Cinquecento intercorrevano tra le due Logge sono stati oggi ulteriormente valorizzati dall’accordo firmato tra il PArCo e l’Accademia Nazionale dei Lincei. Le due istituzioni si sono impegnate a collaborare per 4 anni per la ricerca, la promozione e la fruizione del proprio patrimonio con progetti condivisi (qui la notizia → https://parcocolosseo.it/press_kit/firmato-laccordo-quadro-tra-il-parco-archeologico-del-colosseo-e-laccademia-nazionale-dei-lincei/).
Una delle prime iniziative, già in corso, è proprio la digitalizzazione ad alta risoluzione delle due Logge.

📌 Per informazioni sulla Accademia Nazionale dei Lincei vi invitiamo a visitare il sito ufficiale https://www.lincei.it/it.
#ilPArCofuoridalPArCo #museitaliani
museitaliani ♦️ Ministero della cultura ♦️ Visit Lazio

#G20CULTURE | LA CULTURA UNISCE IL MONDOIl programma dell'incontro che avrà luogo a Roma giovedì 29 e venerdì 30 Luglio ...
27/07/2021

#G20CULTURE | LA CULTURA UNISCE IL MONDO
Il programma dell'incontro che avrà luogo a Roma giovedì 29 e venerdì 30 Luglio 2021.

#G20Cultura #G20Italy

G20 CULTURE | LA CULTURA UNISCE IL MONDO | 29 - 30 LUGLIO, ROMA

IL PROGRAMMA

• La tutela e la promozione di cultura e settori creativi come motori per una crescita sostenibile ed equilibrata: la cultura è stata gravemente colpita dalla pandemia; ma proprio essa aiuta ad affrontare le pressioni e i crescenti divari economici, sociali ed ecologici, contribuendo alla rigenerazione delle nostre economie e delle nostre società, pesantemente colpite da Covid-19. Agli operatori del settore culturale occorre assicurare il sostegno necessario perché continuino ad essere linfa vitale delle nostre società.

• Proteggere il patrimonio culturale contro i rischi, compresi i disastri naturali, il degrado ambientale ed il cambiamento climatico, la distruzione deliberata e il saccheggio, il traffico illecito di beni culturali. Identificare potenziali azioni comuni e coordinate per rafforzare la salvaguardia e la promozione del patrimonio culturale. Italia e UNESCO in questo senso continueranno a lavorare assieme ed hanno annunciato il progetto “Task Force Italia su invito di UNESCO”.

• Transizione digitale e nuove tecnologie per la cultura, attraverso la promozione della trasformazione digitale e tecnologica nei settori culturali e creativi come nuove forze trainanti per la crescita, facilitando l’accesso universale e la partecipazione alla cultura e promuovendo la diversità culturale.

• Costruire capacità attraverso la formazione per affrontare la complessità del mondo contemporaneo e le sfide proprie del settore culturale, tra cui la rapida digitalizzazione, la transizione verde ed il cambiamento demografico, e per contribuire a raggiungere gli obiettivi internazionali di sviluppo sostenibile.

• Affrontare il cambiamento climatico attraverso la cultura. Gli eventi avversi causati dal cambiamento climatico mettono in pericolo il patrimonio culturale. D’altra parte è proprio il settore culturale ad offrire strumenti per contribuire alla mitigazione ed all’adattamento al cambiamento climatico, in particolare grazie allo sviluppo di tecnologie innovative di osservazione e monitoraggio.

#G20Culture #MiC #G20 #G20Cultura #G20Italy #G2Italia

Indirizzo

Piazza Di Santa Maria Nova 53
Rome
00186

Metro B - Fermata Colosseo; Bus 51, 85, 87 - Via dei Fori Imperiali; Tram 3 - Via Celio Vibenna

Orario di apertura

Lunedì 09:30 - 19:15
Martedì 09:30 - 19:15
Mercoledì 09:30 - 19:15
Giovedì 09:30 - 19:15
Venerdì 09:30 - 19:15
Sabato 09:30 - 19:15
Domenica 09:30 - 19:15

Telefono

+390639967700

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Parco archeologico del Colosseo pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Parco archeologico del Colosseo:

Video

La nostra storia / Our story

Ci occupiamo della tutela, della gestione e della valorizzazione dell’area archeologica centrale di Roma.

Il Parco archeologico del Colosseo comprende le aree del Foro Romano e del Palatino, la Domus Aurea, il Colosseo. Con oltre 7 milioni di visite, il Parco è il luogo della cultura tra i più visitati al mondo.

Scopri le iniziative e le novità su www.parcocolosseo.it. Inizia ora la tua visita al Parco archeologico del Colosseo QUI

We daily take care, manage and protect the central archaeological area of Rome, for everyone to experience and enjoy our heritage.

Musei nelle vicinanze


Altro Museo di storia Rome

Vedi Tutte