RAM radioartemobile e Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea

  • Casa
  • Italia
  • Rome
  • RAM radioartemobile e Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea

RAM radioartemobile e Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea RAM radioartemobile - www.radioartemobile.it
Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea OdV - www.zerynthia.it

Normali funzionamento

WEEKLY #18 - Martedì 2 Novembre Francesco Fonassi alle 19:00 su www.radioartemobile.it/weekly/ Francesco Fonassi – Weste...
02/11/2021

WEEKLY #18 - Martedì 2 Novembre Francesco Fonassi alle 19:00 su www.radioartemobile.it/weekly/

Francesco Fonassi – Western Ghats / Mapusa / Mumbai (1h Radio Edit) India, 2016 ‘Radio edit da registrazioni di campo e configurazioni di diffusione ambientale effettuate in India nell’aprile 2016: recitativo veda (Shalesh BR, Aldona); canti religiosi femminili (Ponda/Bardez); reamping notturni da trombe acustiche nella foresta pluviale Western Ghats; spring festival, processione (Mapusa), radio tests e divertissements (Mumbai).

BIO: Francesco Fonassi (b. 1986, Italy) is a sonic artist, researcher and musician working in the field of sound based performances, transmission/transmedial art and experimental music. His work, developed through actions, recordings, environmental configurations, radio transmissions, listening sessions, sculptural prototypes and the creation of audiovisuals and sensory spaces, has been featured in institutions, museums, festivals and independent spaces in Europe, Asia and United States. He runs with colleagues an experimental venue/studio/radio-platform in Brescia, Italy - Spettro - where he co-curates and organizes programs of concerts and sound performances. As musician (synthesist, improviser, composer) and in addition of his solo music production, he’s currently part of several projects such as the avant-world duo Interlingua, the electronic trio Chorus Abstracta, a reel-to-reel tape machines duo with the producer Marta Salogni, and an experimental duo with artist/musician Canedicoda.

Arnoldo Mosca Mondadori e Carlo Crivelli in visita alla mostra Orizzonte degli eventi Felice Levini al Museo Bilotti
29/10/2021

Arnoldo Mosca Mondadori e Carlo Crivelli in visita alla mostra Orizzonte degli eventi Felice Levini al Museo Bilotti

📣📣📣 Il gran giorno è arrivato! 🍾 Oggi alle 16:00 verrà inaugurata la mostra di Felice Levini "Orizzonte degli eventi" a ...
27/10/2021

📣📣📣 Il gran giorno è arrivato!

🍾 Oggi alle 16:00 verrà inaugurata la mostra di Felice Levini "Orizzonte degli eventi" a cura di Zerynthia – Associazione per l’Arte contemporanea OdV.

📆 Da domani 28 ottobre, presso il Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese, sarà possibile visitare la mostra.

Un percorso nella poetica dell’artista romano attraverso una selezione delle sue opere: sculture, carte, dipinti e ceramiche🎨🎨🎨

📲📲📲 Continuate a seguire il nostro profilo per maggiori informazioni!

#zerynthia #felicelevini #museocarlobilotti #roma #inaugurazione
#museocarlobilotti
#igersroma #art #arte #pittura #villaborghese #artista #painting #ottobre #eventi #people #modernart #ceramiche #eventiaroma #italia

Alcuni momenti dell’inaugurazione della mostra di Felice Levini “orizzonte degli eventi” presso il Museo Carlo Bilotti -...
27/10/2021
Watch this reel by zerynthia_contemporaryart on Instagram

Alcuni momenti dell’inaugurazione della mostra di Felice Levini “orizzonte degli eventi” presso il Museo Carlo Bilotti - Aranciera di Villa Borghese

1 Likes, 0 Comments - Zerynthia and RAM (@zerynthia_contemporaryart) on Instagram: “Felice Levini “Orizzonte degli eventi” Museo Carlo Bilotti - Roma Organizzazione Zerynthia #art…”

WEEKLY/RAM #17 | tuesday 26th October ofAndy Moor - The Ex Avarice music by Andy Moor & Guests Podcast out at 19.00 on w...
26/10/2021

WEEKLY/RAM #17 | tuesday 26th October of
Andy Moor - The Ex
Avarice music by Andy Moor & Guests
Podcast out at 19.00 on www.radioartemobile.it/weekly/

"I made a selection of pieces of music that I am working on or have wokrked on in the last 2 years ...mostly in collaboration with othre musicians or poets. Its work in progress.most of these pieces will change and develop over the next 2 years."

AVARICE

1. NEW GASBAH - Andy Moor
2. MINGIEDE – with Colin Maclean
3. BRAIN SLUMPING with Yannis Kyriakides
4. CASSINI with Marion Coutts
5. TARTAN with Genevive Murphy & Yannis Kyriakides
6. CAMERA with Yannis Kyriakides
7. AVARICE – Andy Moor feat Vijay Prashad
8. TRICKY CELLO guitar – Andy Moor
9. SOMETHING – with Anne-James Chaton
10 . LA MACHINE – with Anne-James Chaton

Andy Moor born in London in 1962, lives in Amsterdam – is a founding member of Dog Faced Hermans 1986-1995 in Edinburgh Scotland, a founding member of Kletka Red 1996-2004 and continues to be a full time member of The Ex since 1990. Guitarist, photographer, composer of music for various projects and for film scores and involved in duo collaborations with sound poet Anne-James Chaton, DJ and author DJ/Rupture, saxophonist John Butcher and composer and electronic musician Yannis Kyriakides. He also has ongoing projects with improvisation groups Lean Left with Terrie Ex , Ken vandermark and P**l Nilssen Love and Thermal with John Butcher and Thomas Lehn and a duo with Christine Abdelnour. More recently he has begun working with his partner dancer and choreographer Valentina Campora , also with Scottish composer and performer Genevieve Murphy , drummer Frank Rosaly and commences a project in 2021 with Anne-James Chaton, Dj Rupture and data artist Josh Begley based on stories from the USA.

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese la mostra Felice Levini “𝘰𝘳𝘪𝘻𝘻𝘰𝘯𝘵𝘦 𝘥𝘦𝘨𝘭𝘪 𝘦𝘷𝘦𝘯𝘵𝘪”🗓 Da giovedì 28 ottobre un perc...
21/10/2021

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese la mostra Felice Levini “𝘰𝘳𝘪𝘻𝘻𝘰𝘯𝘵𝘦 𝘥𝘦𝘨𝘭𝘪 𝘦𝘷𝘦𝘯𝘵𝘪”

🗓 Da giovedì 28 ottobre un percorso nella poetica dell’artista romano attraverso una selezione delle sue opere: sculture, carte 🎴 dipinti 🖼 e ceramiche 🥣

#zerynthia #felicelevini #museocarlobilotti #roma

#igersroma #art #arte #pittura #villaborghese #artista #painting #ottobre #eventi #people #modernart #ceramiche #eventiaroma #italia

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese la mostra Felice Levini “𝘰𝘳𝘪𝘻𝘻𝘰𝘯𝘵𝘦 𝘥𝘦𝘨𝘭𝘪 𝘦𝘷𝘦𝘯𝘵𝘪”

🗓 Da giovedì 28 ottobre un percorso nella poetica dell’artista romano attraverso una selezione delle sue opere: sculture, carte 🎴 dipinti 🖼 e ceramiche 🥣

#zerynthia #felicelevini #museocarlobilotti #roma

#igersroma #art #arte #pittura #villaborghese #artista #painting #ottobre #eventi #people #modernart #ceramiche #eventiaroma #italia

WEEKLY#16/RAM oggi 19 Ottobre @Marco Caizzi "TRAPPOLA PER GRANCHI Vol.I" alle 19.00 su: https://www.radioartemobile.it/w...
19/10/2021

WEEKLY#16/RAM oggi 19 Ottobre @Marco Caizzi "TRAPPOLA PER GRANCHI Vol.I" alle 19.00 su: https://www.radioartemobile.it/weekly/

"Che cos'è una trappola per granchi? i granchi si muovono lateralmente per cui per intrappolarli bisogna usare dei ritmi regolari, ma laterali a volte pure noiosi. Questo è un mix creato apposta cercando di tracciare diagonali ritmiche non troppo storte con eventuali spruzzate melodiche per attrarre e zigrinature di caos per disorientare. Ancora non sono riuscito a catturarli." Marco Caizzi

Marco Caizzi è un musicista, producer e DJ, sperimentatore di nuovi linguaggi che si muove con disinvoltura tra musica, informatica e comunicazione. Suona i synth a nome PikkioMania nei Rainbow Island. Escogita nuovi modi di fare psichedelia interdimensionale ed esplorare altri mondi, è ascoltatore bulimico di musica e appassionato di videogiochi, scrivendo occasionalmente di entrambi. Ama fare e ballare dj set di sviaggi e riddims. In passato autore del podcast RadioDio, dal 2016 fa parte del collettivo Distant Future. Attualmente produce la trasmissione radiofonica in podcast "Tempo Fuor di Sesto" su RadioRaheem. Da sempre ha il suo quartier generale a Roma.

WEEKLY RAM oggi 12 ottobre ore 19:00 ACCHIAPPASHPIRT –  miscelakasetëSu www.radioartemobile.it/weekly/ACCHIAPPASHPIRT Il...
12/10/2021

WEEKLY RAM oggi 12 ottobre ore 19:00 ACCHIAPPASHPIRT – miscelakasetë
Su www.radioartemobile.it/weekly/
ACCHIAPPASHPIRT

Il mixtape in esclusiva per RAM contiene una serie di tracce inedite su album ufficiali : alcune tratte da performance dal vivo, da collaborazioni con artisti di diverse discipline. Altre edite solamente in compilation di artisti vari online, altre ancora anteprime di futuri lavori di cui non si sa ancora gli sviluppi. In tutti i casi si tratta di esperimenti poetico sonori che variano dal radio poema alla poesia binaurale, fino alla contaminazione con footwork e casiotune. I brani, accumulati in varie fasi della storia del duo, sono volutamenti privi di data nel tentativo di suggerire un ascolto atemporale e astorico, in una narrazione ipnopompica attraverso la macchina del tempo della voce.

Acchiappashpirt is a collaboration between the albanian poet Jonida Prifti and the italian sound artist Stefano Di Trapani – a sound and video poetry/poetronic project formed in 2008. Inspired by the ouija board concept “Poetry pilots the electronic sound through wirings and feedbacks and so turns it into poetry itself. Their concept is inspired by the ouija board, which is oral communication as a path to paranormal activities that passes through the linguistic Babel, used to free the sense”.(Mapo magazine/Albania). They played at several experimental and poetry festivals as “I quattro elementi” (Italian Culture Institute - Madrid, 2019), “Mediterranea 18 Young Artists Biennale" (Tirana/ Durres Albania 2017), "Zuma Fest" (Milan 2017), "Summit of Braillé Satellité" (Lithuania, 2017), Poetitaly” (Teatro Palladium 2015, Rome),“Scrittura degli echi” (2015 Rome, Maxxi Museum), “Thalassa festival” (Roma 2015), “Generazione y” (Roma, Maxxi Museum 2014),Secret anarchy garden (2013 - UK), Colour out of space (2013 - UK) etc. They manage the international sound poetry minfestival "Poesia Carnosa" in Rome.

All setted for tomorrow❗️🗓 On Saturday October 9th, the opening day of the installation by artist Fabrice Hyber 🖌 🌳 ——E'...
08/10/2021

All setted for tomorrow❗️
🗓 On Saturday October 9th, the opening day of the installation by artist Fabrice Hyber 🖌 🌳
——
E' tutto pronto per domani, 🗓 sabato 9 ottobre, giorno dell'inaugurazione dell'installazione dell'artista Fabrice Hyber 🖌 🌳

07/10/2021

Let's look closely 👁 at the implementation process of the artist Fabrice Hyber's Installation, the "Le Chêne et les Noyers" 🌳 by Zerynthia Association for Contemporary Art Odv, that the Foundation No Man’s Land, will open on 9th October.
——
Uno sguardo più da vicino 👁 al processo di realizzazione dell'Installazione dell'artista Fabrice Hyber "Le Chêne et les Noyers" 🌳 a cura di Zerynthia Associazione per l’Arte Contemporanea OdV che la Fondazione No Man’s Land, inaugurerà il prossimo 9 ottobre.

#nomanslandfoundation #fabricehyber #art #zerynthia

Today we want to show you a scene from the backstage of the event that will be inaugurated on 9 October by the No Man’s ...
06/10/2021

Today we want to show you a scene from the backstage of the event that will be inaugurated on 9 October by the No Man’s Land Foundation.

The artist Fabrice Hyber 🖌 in his laboratory, working on the ceramics 🥣 that will be exhibited at the Acerbo Museum of Castelli’s Ceramics.
Stay tuned❗️
——
Oggi vogliamo mostrarvi una scena del dietro le quinte dell'evento che verrà inaugurato il 9 ottobre dalla Fondazione No Man’s Land.

L'artista Fabrice Hyber 🖌 in laboratorio mentre lavora alle ceramiche 🥣 che saranno esposte al museo Acerbo delle Ceramiche di Castelli 📍

👉🏻 Continuate a seguirci per essere aggiornati sull'evento.

📸 ©️ Gino di Paolo

#art #installation #event #fabricehyber #ramradioartemobile

S𝘢𝘵𝘶𝘳𝘥𝘢𝘺 9 O𝘤𝘵𝘰𝘣𝘦𝘳 - SAVE THE DATE❗️The No Man’s Land Foundation will inaugurate the permanent site-specific installatio...
05/10/2021

S𝘢𝘵𝘶𝘳𝘥𝘢𝘺 9 O𝘤𝘵𝘰𝘣𝘦𝘳 - SAVE THE DATE❗️

The No Man’s Land Foundation will inaugurate the permanent site-specific installation of Fabrice Hyber "Le Chêne et les Noyers" by Zerynthia Association for Contemporary Art Odv.

The empowerment of the territory keeps on! It started in 2016 with the great project No Man’s Land realized by Yona Friedman with Jean-Baptiste Decavèle from which the Foundation takes its name.

👉🏻 Follow us in the coming days in this gorgeous trip that will take us to Saturday, October 9 with the inauguration of the installation 🌳
——
Work in Progress per Sabato 9 ottobre❗️

La Fondazione No Man’s Land, inaugurerà l’installazione site-specific permanente di Fabrice Hyber "Le Chêne et les Noyers" a cura di Zerynthia Associazione per l’Arte Contemporanea OdV.

Prosegue il percorso di sviluppo del territorio, iniziato nel 2016 con il grande progetto No Man's Land realizzato da Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle da cui la Fondazione prende il suo nome.

👉🏻 Continuate a seguirci nei prossimi giorni in questo percorso narrativo che ci porterà a sabato 9 ottobre con l'inaugurazione dell'installazione 🌳

#art #installation #fabricehyber #zerynthiaassociazioneperlartecontemporanea

S𝘢𝘵𝘶𝘳𝘥𝘢𝘺 9 O𝘤𝘵𝘰𝘣𝘦𝘳 - SAVE THE DATE❗️

The No Man’s Land Foundation will inaugurate the permanent site-specific installation of Fabrice Hyber "Le Chêne et les Noyers" by Zerynthia Association for Contemporary Art Odv.

The empowerment of the territory keeps on! It started in 2016 with the great project No Man’s Land realized by Yona Friedman with Jean-Baptiste Decavèle from which the Foundation takes its name.

👉🏻 Follow us in the coming days in this gorgeous trip that will take us to Saturday, October 9 with the inauguration of the installation 🌳
——
Work in Progress per Sabato 9 ottobre❗️

La Fondazione No Man’s Land, inaugurerà l’installazione site-specific permanente di Fabrice Hyber "Le Chêne et les Noyers" a cura di Zerynthia Associazione per l’Arte Contemporanea OdV.

Prosegue il percorso di sviluppo del territorio, iniziato nel 2016 con il grande progetto No Man's Land realizzato da Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle da cui la Fondazione prende il suo nome.

👉🏻 Continuate a seguirci nei prossimi giorni in questo percorso narrativo che ci porterà a sabato 9 ottobre con l'inaugurazione dell'installazione 🌳

#art #installation #fabricehyber #zerynthiaassociazioneperlartecontemporanea

WEEKLY 5 ottobre 2021www.radioartemobile.it/weekly/ Claudio Libero Pisano – Onze ansBande à part  - Jean Luc Godard, 196...
05/10/2021

WEEKLY 5 ottobre 2021
www.radioartemobile.it/weekly/

Claudio Libero Pisano – Onze ans

Bande à part - Jean Luc Godard, 1964 ; Vivre sa vie – Jean Luc Godard, 1962 ; Ascenseur pour l'échafaud – Louis Malle, 1958 ; Bande à part – Jean Luc Godard, 1964 ; Le mépris – Jean Luc Godard, 1963 ; La Sirène du Mississipi – François Truffaut, 1969 ; En cas de malheur – Claude Autant-Lara, 1962 ; Cléo de 5 à 7 - Agnès Varda, 1962 ; Vivre sa vie – Jean Luc Godard, 1962 ; Hiroshima mon amour – Alain Resnais, 1959 ; Tirez Sur Le Pianiste - François Truffaut, 1960 ; La vérité – Henri Georges Clouzot, 1962 ; Le Feu Follet - Louis Malle, 1963 ; Les demoiselles de Rochefort – Jacques Demy, 1967.

Claudio Libero Pisano vive a Roma, insegna Museologia del Contemporaneo presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel corso degli anni si è occupato di restauro e musei. Ha diretto il CIAC – Centro Internazionale per l’Arte Contemporanea di Genazzano (RM) – dal 2007 al 2017. Svolge attività di curatore di mostre in ambito prevalentemente istituzionale.

Claudio Libero Pisano lives in Rome, teaches Contemporary Museology at the Academy of Fine Arts in Rome. Over the years he has been involved in restoration and museums. He directed the CIAC - International Center for Contemporary Art of Genazzano (RM) - from 2007 to 2017. He is a curator of exhibitions in a mainly institutional context.

WEEKLY 5 ottobre 2021
www.radioartemobile.it/weekly/

Claudio Libero Pisano – Onze ans

Bande à part - Jean Luc Godard, 1964 ; Vivre sa vie – Jean Luc Godard, 1962 ; Ascenseur pour l'échafaud – Louis Malle, 1958 ; Bande à part – Jean Luc Godard, 1964 ; Le mépris – Jean Luc Godard, 1963 ; La Sirène du Mississipi – François Truffaut, 1969 ; En cas de malheur – Claude Autant-Lara, 1962 ; Cléo de 5 à 7 - Agnès Varda, 1962 ; Vivre sa vie – Jean Luc Godard, 1962 ; Hiroshima mon amour – Alain Resnais, 1959 ; Tirez Sur Le Pianiste - François Truffaut, 1960 ; La vérité – Henri Georges Clouzot, 1962 ; Le Feu Follet - Louis Malle, 1963 ; Les demoiselles de Rochefort – Jacques Demy, 1967.

Claudio Libero Pisano vive a Roma, insegna Museologia del Contemporaneo presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel corso degli anni si è occupato di restauro e musei. Ha diretto il CIAC – Centro Internazionale per l’Arte Contemporanea di Genazzano (RM) – dal 2007 al 2017. Svolge attività di curatore di mostre in ambito prevalentemente istituzionale.

Claudio Libero Pisano lives in Rome, teaches Contemporary Museology at the Academy of Fine Arts in Rome. Over the years he has been involved in restoration and museums. He directed the CIAC - International Center for Contemporary Art of Genazzano (RM) - from 2007 to 2017. He is a curator of exhibitions in a mainly institutional context.

Indirizzo

Via Conte Verde, 15
Rome
00185

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando RAM radioartemobile e Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a RAM radioartemobile e Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea:

Video

About

RAM radioartemobile, founded by Dora Stiefelmeier and Mario Pieroni in 2003, is a platform for contemporary art dedicated to sound research and exhibitive activity. RAM realises exhibitions and art projects in collaboration with both public and private spaces all over the world, juxtaposing visual and sound art. In 2004 RAM founded at its roman headquarters the SAM SoundArtMuseum, a permanent archive of sound art works. The RAM sound archive and the SoudArtMuseum are available on-line. The entire activity of RAM radioartemobile is documented at www.radioartemobile.it .

RAM radioartemobile, fondata da Dora Stiefelmeier e Mario Pieroni nel 2003, è una piattaforma per l’arte contemporanea dedicata alla ricerca sonora e all’attività espositiva. RAM realizza mostre e progetti d’arte collaborando con spazi pubblici e privati in tutto il mondo, coniugando arte visiva e sonora. RAM dal 2004 ha costituito presso la sede romana il SAM SoundArtMuseum, un archivio permanente di opere di Sound Art. L'archivio sonoro RAM e il SoundArtMuseum sono consultabili liberamente online. Tutta l'attività di RAM radioartemobile è documentata su www.radioartemobile.it.

Musei nelle vicinanze


Altro Museo di arte contemporanea Rome

Vedi Tutte

Commenti

An audio-essay dedicated to the work of Alvin Curran built around his performance at the Terme di Caracalla, covering his entire musical career. He discusses the forces which lead his music outside of the concert hall, including how a serendipitous call from students occupying their faculty in 1975 helped him to reconceive collective improvisation.
COMUNICATO STAMPA Le stade du miroir una performance di Maurizio Cesarini a cura di Milena Becci Titolo: Le stade du miroir Artista: Maurizio Cesarini A cura di: Milena Becci Data: sabato 25 maggio 2019 ore 18 Luogo: Teatro Santa Sofia, via Santa Maria dell'Olmo, Moresco (FM) Direzione Artistica: Andrea Giusti Patrocinio: Comune di Moresco - Assessorato alla Cultura - Pro Loco di Moresco Graphic Design : Monica Simoni Sponsor: Cantina CASTRUM MORISCI Info: Tel_0734 259983 / Cell_351 5199570 Web site_www.comune.moresco.fm.it [email protected] Facebook_www.facebook.com/TorreMorescoCentroArtiVisive/ Instagram_www.instagram.com/torre_moresco/ Sabato 25 maggio alle ore 18 il secondo appuntamento della nuova stagione espositiva del TOMAV - Torre di Moresco Centro Arti Visive con Le stade du miroir, una performance di Maurizio Cesarini a cura di Milena Becci. Per un’unica giornata il TOMAV, con la direzione artistica di Andrea Giusti, si sposta a pochi metri dalla torre eptagonale che ospita solitamente le mostre in calendario per andare ad incontrare un altro dei gioielli del piccolo borgo marchigiano di Moresco (FM), il Teatro Santa Sofia. Ex chiesa eretta in suolo lateranense, come conferma la pergamena conservata nella Sala Consiliare del Municipio, dal 2015 ospita il Teatrino Comunale con i suoi cinquanta posti. All’interno si può godere della vista degli affreschi di scuola veneziana divenuti oggi una sorta di allestimento scenico che appare dietro al tendone purpureo del piccolo palco. Si narra che la chiesa fu costruita in ricordo ed onore della Santa Martire Sofia uccisa brutalmente e divenuta comprotettrice del paese. Sarà questa il 25 maggio l’ambientazione entro la quale si svolgerà la performance di Maurizio Cesarini, artista marchigiano che sin dagli anni Settanta lavora sul concetto di ruolo, sia culturale che politico e sociale, attraverso un immaginario spesso legato al travestitismo.
COMUNICATO STAMPA Nulla che non sia ovunque di Luca Piovaccari Titolo: Nulla che non sia ovunque Artista: Luca Piovaccari A cura di: Milena Becci Inaugurazione: sabato 11 maggio 2019 ore 18,30 Luogo: TOMAV- Torre di Moresco Centro Arti Visive - Piazza Castello, Moresco (FM) Direzione Artistica: Andrea Giusti Durata: 11-12/05/2019 Orari di apertura: ore 18-20 Patrocinio: Comune di Moresco - Assessorato alla Cultura - Pro Loco di Moresco Graphic Design : Monica Simoni Info: Tel_0734 259983 / Cell_351 5199570 Web site_www.comune.moresco.fm.it [email protected] Facebook_www.facebook.com/TorreMorescoCentroArtiVisive/ Instagram_www.instagram.com/torre_moresco/ Sabato 11 maggio alle ore 18 prende il via la nuova stagione espositiva del TOMAV - Torre di Moresco Centro Arti Visive con Nulla che non sia ovunque, personale di Luca Piovaccari a cura di Milena Becci. La caratteristica torre eptagonale, sede del TOMAV, ospita dalla fine del 2010, con la direzione artistica di Andrea Giusti, proposte artistiche e culturali che si presentano sui quattro piani della costruzione risalente al XII secolo e ubicata nel centro storico del piccolo borgo marchigiano di Moresco. Il Centro Arti Visive inaugura sabato 11 maggio la sua nona stagione espositiva accogliendo le opere fotografiche di Luca Piovaccari e presentando un nuovo format dal titolo TAW_TOWERARTWEEKEND che prevede un'unica apertura di due giornate, nel weekend appunto, della mostra. Nulla che non sia ovunque spalancherà quindi le porte della stagione espositiva sabato 11 e domenica 12 maggio con una sorta di flash show in cui, oltre alla visione delle opere, sarà possibile godere della presenza dell’artista che parlerà al e con il pubblico della propria ricerca, costituendo un valore aggiunto fondamentale nella costruzione di una relazione diretta tra i visitatori e l’arte contemporanea. Luca Piovaccari rintraccia l’eccezionale ed eroico vivere quotidiano nel mito delle cose di tutti giorni inseguendo la poetica dell’insignificante nello sguardo che si posa su ciò che ci sta intorno, dal pezzo di terra al ciuffo d’erba che cresce nell’asfalto. Nulla che non si possa trovare ovunque, scrive Piovaccari, ma anche l’attenzione verso i margini che possono diventare un cosmo. Ricorda, attraverso lo scatto fotografico, autori come Luigi Di Ruscio, marchigiano di Fermo, a cui idealmente ha pensato per costruire questo suo intervento al TOMAV di Moresco. […] Nulla che io non abbia in un altro/ e che un altro non abbia in me […] scrive il poeta: vincere paure e diffidenze verso l’altro significa trasformare il mondo in un posto migliore e mutare un luogo insignificante in un posto meraviglioso attraverso un semplice scatto diventa magia. Nulla che non sia ovunque vorrà rappresentare questa visione, questa volontà di convertire il margine in centralità attraverso lavori che riorganizzano lo sguardo, paesaggi interiori su acetati trasparenti e a toni spesso monocromi. L’esaltazione della poetica della fragilità si esterna nella fotografia in bianco e nero per mezzo di pellicole sovrapposte che hanno il sapore dell’ignoto e si svelano delicate dal primo all’ultimo piano della torre che ospita il Centro Arti Visive ricollegandosi alla natura circostante. Nulla che non sia ovunque di Luca Piovaccari a cura di Milena Becci inaugura sabato 11 maggio alle ore 18 e sarà visitabile anche domenica 12 maggio dalle ore 18 alle ore 20.
Call for artists Tema: Global Warming & Guerra dell’Acqua: la tua visione del futuro Partecipazione gratuita aperta a tutte le arti (pittura, scultura, video, musica, poesia…) Numero di opere inviate: max 3 Deadline: Gennaio 2018 I lavori selezionati saranno permanentemente esposti sulla web art gallery Lys d’Or Invia I tuoi lavori con: nome dell’artista, email, sito web, link social a [email protected]