MAR - Museo Archeologico Romano Positano

MAR - Museo Archeologico Romano Positano Pagina Ufficiale della Villa Romana di Positano
(41)

Dal primo aprile il Museo Archeologico Romano di Positano sarà aperto dalle ore 9 alle ore 21, offrendo ai visitatori l'...
02/04/2024

Dal primo aprile il Museo Archeologico Romano di Positano sarà aperto dalle ore 9 alle ore 21, offrendo ai visitatori l'opportunità di partecipare ai tour guidati durante l'intero arco della giornata. 🌸
Con il riscaldarsi delle giornate ricordiamo, inoltre, che all'interno del museo la temperatura è di circa 15 °C, raccomandiamo quindi un abbigliamento adeguato. ❄️

31/03/2024
Dai particolari dell'affresco romano è possibile notare dettagli curiosi che ci indicano le usanze culinarie antiche e q...
28/03/2024

Dai particolari dell'affresco romano è possibile notare dettagli curiosi che ci indicano le usanze culinarie antiche e quali dovevano essere i cibi preferiti dai romani. Molte informazioni provengono dalle fonti scritte ed effettivamente trovano riscontro con quello che è stato rappresentato sulle pareti del triclinio. I romani amavano il buon cibo, carni e formaggi erano particolarmente diffusi, oltre a verdure e pescato fresco. Nel pinax della parete nord si può notare un volatile ed alcuni cestini con dei formaggi, mentre lungo il muro orientale sono stati raffigurati dei pesci tipici dei nostri mari.

Tra il registro superiore e quello mediano, che caratterizzano la parete affrescata, si scorgono elementi architettonici...
26/03/2024

Tra il registro superiore e quello mediano, che caratterizzano la parete affrescata, si scorgono elementi architettonici spesso appena percettibili tra i pesanti tendaggi verdi. Colonne, podi e bassi muretti danno un senso di profondità e prospettiva, mentre altri elementi sono più lineari: in questo caso, ad esempio, si nota una porzione di balaustra caratterizzata da una decorazione a squame.

Buona domenica delle Palme! 🌿Condividiamo oggi l'immagine della cd. Cripta Medievale situato (attualmente) in corrispond...
24/03/2024

Buona domenica delle Palme! 🌿
Condividiamo oggi l'immagine della cd. Cripta Medievale situato (attualmente) in corrispondenza dell'altare maggiore della Chiesa di Santa Maria Assunta. Il luogo è particolarmente suggestivo, caratterizzato da diverse fasi di frequentazione che ne hanno fortemente modificato l'aspetto originario. Secondo alcuni potrebbe trattarsi dell'antico luogo di culto, parte dell'abbazia benedettina dedicata a Santa Maria.

Le medagliette devozionali costituiscono la componente più numerosa. Per i credenti avevano il potere di assicurare la p...
22/03/2024

Le medagliette devozionali costituiscono la componente più numerosa. Per i credenti avevano il potere di assicurare la protezione celeste dalle tentazioni, dalle malattie e nelle catastrofi naturali, spesso erano il simbolo della devozione personale in un santo particolare. Tradizionalmente erano portate al collo o cucite sugli abiti, nelle sepolture potevano essere aggiunte alla corona del rosario tramite un cordoncino.

✍ R. Iaccarino

Le prime ceramiche invetriate con vetrina al piombo sono apparse probabilmente nel II o III sec. a.C. nella Siria del No...
20/03/2024

Le prime ceramiche invetriate con vetrina al piombo sono apparse probabilmente nel II o III sec. a.C. nella Siria del Nord, tuttavia evidenze certe di attività produttive ed il grande sviluppo di questi materiali sono riferibili al periodo tardo Ellenistico- prima età romana, approssimativamente al I sec. a.C.
Le ceramiche invetriate si diffondono velocemente nel Mediterraneo Occidentale e già in età Augustea, oltre ai materiali d'importazione, sono presenti piccole produzioni in Italia e in Gallia. Tali produzioni sono tuttavia di piccola entità e i rinvenimenti di ceramica invetriata nei contesti archeologici sono scarsi.

✍️ I. Angelini

La grande eruzione del 79 d.C. raggiunse e seppellì aree anche molto lontane dal Vesuvio, conservando non solo Pompei, E...
18/03/2024

La grande eruzione del 79 d.C. raggiunse e seppellì aree anche molto lontane dal Vesuvio, conservando non solo Pompei, Ercolano e Stabia, ma anche ville marittime, fattorie, canali di irrigazione e acquedotti, frutteti e vigneti, porti, gruppi di fuggiaschi, fino a tracce estremamente volatili, quali ad esempio proprio a Positano, l'impronta di un velarium (copertura mobile in tessuto).

✍️ G. Di Maio, M. A. Iannelli

"Partendo dal piano di calpestio della cripta si è entrati dal tetto della villa, rimuovendo prima le coltri di durece, ...
16/03/2024

"Partendo dal piano di calpestio della cripta si è entrati dal tetto della villa, rimuovendo prima le coltri di durece, poi le falde del tetto in crollo realizzate in capriate lignee con tegole e coppi, poi grandi porzioni di murature in crollo realizzate in opus reticulatum, fino a raggiungere i riquadri superiori affrescati di un ambiente triclinare."

✍️ Di Maio G. - Iannelli M. A.

Tra i reperti romani rinvenuti nella sala triclinare vi sono alcuni scudi di serratura in bronzo. Con il passare dei sec...
14/03/2024

Tra i reperti romani rinvenuti nella sala triclinare vi sono alcuni scudi di serratura in bronzo. Con il passare dei secoli questi affascinanti meccanismi divennero sempre più raffinati e con incastri ed ingranaggi sempre più complessi, per la cui realizzazione c'era bisogno della manodopera di fabbri e artigiani esperti. Se ne possono ammirare diversi esempi nel museo, caratterizzati dalla toppa a forma di "L".

Il pavone è uno degli animali più rappresentati nell'affresco romano del triclinio di Positano. Per i romani era un anim...
12/03/2024

Il pavone è uno degli animali più rappresentati nell'affresco romano del triclinio di Positano. Per i romani era un animale legato a Giunone e veniva allevato sia per la bontà delle carni e delle uova, che per la sua bellezza.
Con il cristianesimo lo si ritrova nelle prime attestazioni artistiche quale simbolo di vita eterna e di risurrezione.

Nei locali della Casa Comunale, nella parte alta del paese, sono esposte alcune maioliche rinvenute nelle cripte della C...
10/03/2024

Nei locali della Casa Comunale, nella parte alta del paese, sono esposte alcune maioliche rinvenute nelle cripte della Chiesa di Santa Maria Assunta. I materiali sono stati oggetto di pulizia negli anni passati e ricomposti in pannelli per essere visibili al pubblico. E' probabile che alcuni tappeti maiolicati costituissero parte dell'antico pavimento dei locali ecclesiastici.

Oggi festeggiamo tutte le donne, con questa bellissima rappresentazione proveniente dall'affresco della villa romana e r...
08/03/2024

Oggi festeggiamo tutte le donne, con questa bellissima rappresentazione proveniente dall'affresco della villa romana e rinvenuta in frammenti. 🌼
All'interno di un tondo è stato raffigurato il delicato volto di una giovane donna, caratterizzato da lineamenti delicati e con la bocca socchiusa. A lato si trova un fanciullo con lo sguardo rivolto verso lo spettatore.

La musealizzazione del   ha tenuto in considerazione le diverse evidenze archeologiche poste su differenti livelli. Le p...
06/03/2024

La musealizzazione del ha tenuto in considerazione le diverse evidenze archeologiche poste su differenti livelli. Le passerelle in vetro temperato e corten permettono infatti di ammirare le varie stratificazioni senza barriere ottiche, avendo quindi una visione a 360° del sito archeologico emerso in fase di scavo.

Questa mattina le nostre archeologhe Paola Cobalto e Giovanna Tedesco sono state ospiti delle scuole di Positano e Praia...
04/03/2024

Questa mattina le nostre archeologhe Paola Cobalto e Giovanna Tedesco sono state ospiti delle scuole di Positano e Praiano per raccontare, ai ragazzi delle prime medie, la storia della nostra villa.
Il corso fa parte di un ciclo di lezioni su arte, cultura, storia e tradizione del territorio organizzato dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana e giunto alla seconda edizione.
Tramite le immagini, i ragazzi hanno potuto imparare alcune curiosità sulle origini di Positano e sui primi abitanti che scelsero la baia come luogo di villeggiatura per la costruzione di una sfarzosa villa. 🤓

Ricordiamo a tutti i visitatori che il Museo Archeologico Romano di Positano è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle o...
02/03/2024

Ricordiamo a tutti i visitatori che il Museo Archeologico Romano di Positano è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 16, con tour guidati in italiano e in inglese. Durante la visita potrete scoprire le meraviglie nascoste sotto il suolo di Positano e ammirare le vestigia di epoca romana, medievale e moderna.

📩 info: www.marpositano.it

Nel Museo Archeologico di Positano sono custoditi interessanti reperti di epoca romana, che incuriosiscono adulti e bamb...
29/02/2024

Nel Museo Archeologico di Positano sono custoditi interessanti reperti di epoca romana, che incuriosiscono adulti e bambini. Tra questi ci sono alcuni attrezzi edili, probabilmente utilizzati a seguito del terremoto che interessò l'area nel 62 d.C.
Nella foto potete ammirare parte di una sega a doppia impugnatura utilizzata per tagliare tronchi d'albero e travi.

Finora non è ancora ben chiaro quale ruolo svolgesse in antico l’ambiente sacro collocato al disotto del presbiterio del...
27/02/2024

Finora non è ancora ben chiaro quale ruolo svolgesse in antico l’ambiente sacro collocato al disotto del presbiterio della chiesa superiore, dedicata a Santa Maria nel 1159. Le ripetute trasformazioni che la struttura ha subito nel corso dei secoli impediscono di stabilire se in origine fosse una vera e propria chiesa, oppure se fungesse da cripta all’edificio soprastante. Il corpo principale si compone di due navate, coperte da volte a botte e separate da archi che scaricano su colonne di marmo.

Intorno alla metà del I sec. d.C., la villa era in corso di restauro per i danni prodotti dal sisma del 62 e per un prob...
25/02/2024

Intorno alla metà del I sec. d.C., la villa era in corso di restauro per i danni prodotti dal sisma del 62 e per un probabile passaggio di proprietà intervenuto nel frattempo. Il terremoto divenne occasione per riproporre una nuova e ricca veste agli ambienti di rappresentanza, come testimonia una delle sale da pranzo della villa, il lussuoso triclinium venuto alla luce nella cripta.

Nel pinax che orna la parete orientale dell'ambiente triclinare della villa romana, si scorge una scena mitologica carat...
23/02/2024

Nel pinax che orna la parete orientale dell'ambiente triclinare della villa romana, si scorge una scena mitologica caratterizzata da tre personaggi. I due a sinistra si ritrovano spesso nelle rappresentazioni di epoca romana: il centauro Chirone e un Achille fanciullo. La terza figura è controversa, in quanto anomala e molto rara associata ai due personaggi. In questo caso, in base alle caratteristiche iconografiche, è stata identificata quale Dioniso, Bacco per i romani.

Particolarmente interessante è comprendere come doveva apparire il paesaggio positanese nei secoli passati. Riusciamo a ...
21/02/2024

Particolarmente interessante è comprendere come doveva apparire il paesaggio positanese nei secoli passati. Riusciamo a ricostruire alcune informazioni sull'economia e la popolazione attraverso lo studio dei vecchi catasti. Sappiamo infatti che le colture più attestate erano gli ulivi, i carrubi e alberi da frutto, in gran parte composti da agrumi. Le terre incolte a Positano erano caratterizzate per lo più da castagneti e querceti, questi ultimi particolarmente utili per le ghiande, impiegate per l'alimentazione dei maiali.

Tra il campanile e la palma, in Piazza Flavio Gioia, si trova il punto di incontro per i tour guidati del museo. Costegg...
19/02/2024

Tra il campanile e la palma, in Piazza Flavio Gioia, si trova il punto di incontro per i tour guidati del museo. Costeggiando il campanile, infatti, si scorge la porta del sito archeologico, che dà accesso alla cripta superiore e all'area in cui è stato rinvenuto il triclinio.

Entrando nel triclinio si resta abbagliati dalla bellezza dei colori degli affreschi, mentre in pochi notano la porzione...
17/02/2024

Entrando nel triclinio si resta abbagliati dalla bellezza dei colori degli affreschi, mentre in pochi notano la porzione di muro che si trova sotto i propri piedi. Si tratta di una parete crollata e collassata all'interno dell'ambiente scavato, per questo visibile attualmente sotto le passerelle. I colori sono sgargianti e, in base al tipo di decorazione, sembrerebbe essere pertinente ad una sala differente.

La cripta superiore, parte del Museo Archeologico di Positano, è stata allestita come ambiente espositivo e ospita attua...
15/02/2024

La cripta superiore, parte del Museo Archeologico di Positano, è stata allestita come ambiente espositivo e ospita attualmente alcuni reperti provenienti dalle operazioni di scavo dell'ambiente romano. Gli elementi sono posizionati in vetrine realizzate appositamente e che, in alcuni casi, riprendono le forme degli oggetti custoditi al loro interno. 🧐

Buona festa degli innamorati a tutti! 💕Oggi festeggiamo l'amore in tutte le sue forme, quello verso una persona cara, un...
14/02/2024

Buona festa degli innamorati a tutti! 💕
Oggi festeggiamo l'amore in tutte le sue forme, quello verso una persona cara, un animale domestico, nei confronti dell'arte, della cultura, della poesia, della natura...

"Si vis amari, ama"
(Se vuoi essere amato, ama) ♥️

La storia di Positano è molto antica e complessa, fatta di vestigia, tradizioni e ricordi. Durante il Medioevo nacque qu...
13/02/2024

La storia di Positano è molto antica e complessa, fatta di vestigia, tradizioni e ricordi. Durante il Medioevo nacque qui un monastero benedettino dedicato a Santa Maria, la cui presenza ci è riportata da alcuni documenti, il più antico risalente al X secolo d.C.
La data di fondazione dell'abbazia è tuttora sconosciuta, ma sappiamo che è stata un'istituzione particolarmente prospera soprattutto nel Bassomedioevo. Alcuni reperti assegnabili a quei secoli sono ancora visibili nel centro storico di Positano, anche se gran parte è purtroppo scomparso.

Il Museo Archeologico Romano di Positano è un museo molto particolare. I visitatori restano estasiati alla vista dei col...
11/02/2024

Il Museo Archeologico Romano di Positano è un museo molto particolare. I visitatori restano estasiati alla vista dei colori degli affreschi, le pareti ancora perfettamente erette dopo duemila anni, le luci che illuminano il percorso. Ciò che veramente sorprende è il poter passeggiare sui reperti antichi, "calpestando" le tracce di storia e potendo osservare "sotto i propri piedi" le caratteristiche del sito.

Il quartiere di Liparlati è conosciuto da molti per la presenza della chiesa dedicata a San Giacomo. In pochi sanno che ...
09/02/2024

Il quartiere di Liparlati è conosciuto da molti per la presenza della chiesa dedicata a San Giacomo. In pochi sanno che a poca distanza dalla ca****la Settecentesca si trovava una chiesa più antica, già in stato di rudere nell'Ottocento, consacrata a San Sebastiano. La sua presenza ci è testimoniata da una visita pastorale risalente al XVI secolo che documenta anche l'esistenza di dipinti raffiguranti la Madonna con Bambino e Santi.

All'ingresso del museo si trova uno dei reperti più preziosi e significativi tra quelli rinvenuti nel triclinio romano: ...
07/02/2024

All'ingresso del museo si trova uno dei reperti più preziosi e significativi tra quelli rinvenuti nel triclinio romano: si tratta di una lucerna di I sec. d.C. realizzata in ceramica invetriata e ornata dalla testa di Medusa e due protomi equine.

Una porzione della parete orientale della villa romana non è stata del tutto scavata, infatti la parte corrispondente al...
05/02/2024

Una porzione della parete orientale della villa romana non è stata del tutto scavata, infatti la parte corrispondente al pannello laterale sud e una piccola porzione di quello centrale sono ancora ricoperti dal fango eruttivo che non è stato possibile rimuovere per motivi statici. E' possibile però per noi immaginare come doveva apparire l'altra parte della parete tramite confronti con il muro ovest: apparivano infatti speculari, per donare simmetria all'ambiente.

Indirizzo

Piazza Flavio Gioia, 7
Positano
84017

Orario di apertura

Lunedì 09:00 - 21:00
Martedì 09:00 - 21:00
Mercoledì 09:00 - 21:00
Giovedì 09:00 - 21:00
Venerdì 09:00 - 21:00
Sabato 09:00 - 21:00
Domenica 09:00 - 21:00

Telefono

+393312085821

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando MAR - Museo Archeologico Romano Positano pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a MAR - Museo Archeologico Romano Positano:

Video

Condividi

MAR POSITANO

L’incanto della Storia, sulla quale tutto il mondo contemporaneo passeggia dagli anni ’60 del secolo scorso. Proprio al centro della nostra città, la Villa Romana si impone oggi come testimonianza delle meraviglie del passato e come volano per una nuova immagine di Positano, che si afferma, anche e soprattutto, quale crogiuolo d’arte e cultura. La tenacia e la caparbietà della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, antesignana nella scoperta e nella valorizzazione della Domus di Positano, hanno consentito che venisse alla luce tale tesoro, dando concreta dimostrazione dell’importanza rivestita dalla nostra città nei secoli, crocevia di popoli, civiltà e culture. A loro il merito di aver posto questo straordinario ritrovamento non solo come baluardo per il recupero della rilevanza storico-artistica assunta da Positano nei secoli, ma anche come eccezionale possibilità di studio antropologico e culturale. La sensibilità dei nostri Amministratori Regionali ha altresì permesso la riqualificazione di tale patrimonio storico-artistico, che consentirà a Positano di imporsi nel panorama turistico mondiale non solo quale luogo di straordinaria bellezza naturale, ma anche come tappa fondamentale per la conoscenza delle meravigliose vestigia del nostro passato. La Villa Romana è la prova tangibile che Positano è realmente, da sempre, luogo privilegiato d’otium, ristoro non solo per il corpo, ma, soprattutto, per la mente. Essa è sinonimo della grandezza di Positano. Quella grandezza che è stata da sempre intesa come semplice bellezza naturale, ma che da oggi si veste di una profonda e inestimabile importanza culturale.

The charm of history, on which the whole contemporary world has been walking since the 60s of the last century. Right in the center of our city, the Roman Villa stands today as a testimony of past wonders and as they fly for a new image of Positano, which is affirmed, above all, as a melting pot of art and culture. The tenacity and stubbornness of the Superintendence for the Archaeological Heritage of Salerno, precursor in the discovery and enhancement of the Domus of Positano, have allowed this treasure to come to light, giving concrete proof of the importance of our city over the centuries, crossroads of peoples , civilizations and cultures. To them the merit of having placed this extraordinary charm not only as a bulwark for the recovery of the historical-artistic importance assumed by Positano over the centuries, but also as an exceptional possibility of anthropological and cultural study. The sensitivity of our Regional Administrators has also allowed the redevelopment of this historical and artistic heritage, which will allow Positano to impose itself on the world tourism scene not only as a place of extraordinary natural beauty, but also as a fundamental step for the knowledge of the wonderful vestiges of our past. The Roman Villa is a tangible proof that Positano has always been a privileged place of otium, a refreshment not only for the body, but above all for the mind. It is synonymous of the grandeur of Positano. That greatness that has always been understood as a simple natural beauty, but that nowadays has a profound and inestimable cultural importance.

Musei nelle vicinanze


Altro Positano musei

Vedi Tutte

Potrebbe piacerti anche