Museo Archeologico Alto Mugello

Museo Archeologico Alto Mugello Il museo documenta il passato più antico e meno noto del territorio delle alte valli dei fiumi Lamo

Un bellissimo sabato d’autunno 🍁 Tantissimi sono stati i bambini che hanno visitato la mostra al museo QUANDO I DELFINI ...
15/10/2023

Un bellissimo sabato d’autunno 🍁

Tantissimi sono stati i bambini che hanno visitato la mostra al museo QUANDO I DELFINI NUOTAVANO NELLA VALLE DEL SENIO 🐬 e partecipato al laboratorio TRACCE DI OCEANO SUI MONTI 🐚 🏔️. È sempre una grande soddisfazione vedere così tanta partecipazione e coinvolgimento.
Grazie a bimbi e genitori, a Valentina, Elisabetta, Vera, Andrea e Alfredo che hanno reso possibile tutto questo.

Alla prossima 🔜 Biblioteca Palazzuolo Ufficio Turistico Palazzuolo sul Senio

Ciao bambini !🤗Vi aspettiamo per un divertente laboratorio "TRACCE DI OCEANO SUI MONTI" all'insegna di argilla, conchigl...
02/10/2023

Ciao bambini !🤗

Vi aspettiamo per un divertente laboratorio "TRACCE DI OCEANO SUI MONTI" all'insegna di argilla, conchiglie e manualità.

📆Sabato 14 ottobre alle ore 16,00 in piazza E. Alpi all'ingresso del Museo.

Per info e prenotazioni rivolgersi alla Biblioteca Comunale.

La partecipazione è gratuita 🎉💯

DIVINO 😎🍷Noi siamo ciò che facciamo: la storia di Efestofabbro, lavoratore, artigiano, divino.Nato dall’unione tra Era e...
01/10/2023

DIVINO 😎🍷

Noi siamo ciò che facciamo: la storia di Efesto

fabbro, lavoratore, artigiano, divino.

Nato dall’unione tra Era e Zeus, contro ogni aspettativa, soprattutto della madre, nasce tutt’altro che bello.
La storia di Efesto comincia tragicamente: a causa del brutto aspetto viene scagliato giù dall’Olimpo, da sua madre Era, che lo scaraventa nelle profondità del mare.
Si ritrova in un luogo lontano e diverso, dove viene accolto da Eorinome e Teti due ninfe del mare. Nell’ambiente marittimo Efesto però si ritrova e inizia la sua vera vita, sviluppando grandi capacità nell’arte della metallurgia, realizzando armi e gioielli. Fornirà le armi di Achille e nella tradizione romana, sotto il nome di Vulcano, le armi di Enea.
Svelando la propria natura, il suo nome si diffonde, arrivando fino all’Olimpo, in particolare agli occhi di Era, che desidera per se i gioielli di Efesto.
In questa occasione Efesto, mosso dal rancore nei confronti della madre, supera se stesso, donandole un trono. Ma il trono nasconde un inganno: la dea infatti viene incatenata.
Tutti gli dei chiedono ad Efesto di liberarla, lui acconsente in cambio di qualcosa che non ha mai posseduto: la bellezza. Esige in sposa Afrodite. Gli dei acconsentono. Ma la bellezza di Afrodite non poteva rimanere a lungo a fianco di Efesto, che viene tradito dalla stessa con Ares.
Nel tempo Efesto capisce che l’Olimpo non è il suo posto. Decide infatti di andare in un posto dove potersi sentire realizzato completamente: in un vulcano in compagnia dei ciclopi.

📌Sabato 23 settembre 2023 ore 16.30 verrà inaugurata la mostra QUANDO I DELFINI NUOTAVANO NELLA VALLE DEL SENIO🐬.L'apert...
19/09/2023

📌Sabato 23 settembre 2023 ore 16.30 verrà inaugurata la mostra QUANDO I DELFINI NUOTAVANO NELLA VALLE DEL SENIO🐬.

L'apertura sarà introdotta dalla conferenza del Dott. Sami Marco, che ha condotto gli studi e le operazioni diagnostiche sulle vertebre al fine della loro identificazione🔍.

VI ASPETTIAMO🎉

05/08/2023

Questa sera alle ore 21,00 🌜

La conferenza ‘Incastellamento in Romagna Toscana: indagini preliminari nel Castrum Susinanae’ 🏰

si svolgerà presso

📍La Biblioteca Comunale di Palazzuolo sul Senio 📕

a causa delle condizioni meteorologiche 🌧️

Vi aspettiamo 🌟

🗓️ Sabato 5 agosto ore 21,00📍giardino del Museo Archeologico Alto Mugello 📕 Marika Delli Pizzi presenterà la sua tesi ‘I...
27/07/2023

🗓️ Sabato 5 agosto ore 21,00

📍giardino del Museo Archeologico Alto Mugello

📕 Marika Delli Pizzi presenterà la sua tesi ‘Incastellamento in Romagna Toscana: indagini preliminari nel Castrum Susinanae’

Vi aspettiamo 🌟

Come ogni anno tornano le NOTTI DELL'ARCHEOLOGIA 🌔Vi aspettiamo SABATO 15 LUGLIO, ore 21, nel giardino del museo con un’...
01/07/2023

Come ogni anno tornano le NOTTI DELL'ARCHEOLOGIA 🌔

Vi aspettiamo SABATO 15 LUGLIO, ore 21, nel giardino del museo con un’interessante conferenza sul tema del benessere tra tempo e cultura ✨💆

Cari amici siamo lieti di partecipare all'iniziativa lanciata dall'Associazione culturale Palazzuolo per le Arti CASTELL...
01/07/2023

Cari amici siamo lieti di partecipare all'iniziativa lanciata dall'Associazione culturale Palazzuolo per le Arti CASTELLI E CASTELLACCI 🏰

Partecipate numerosi a queste bellissime proposte culturali 🤩

Ci vediamo sabato 15 luglio 🌞

Nuovo appuntamento con DIVINO ⚡️Oggi entriamo nel mondo degli specchiIL MITO DI TAGETE NELLO SPECCHIO DELL’ARUSPICINASec...
06/06/2023

Nuovo appuntamento con DIVINO ⚡️

Oggi entriamo nel mondo degli specchi

IL MITO DI TAGETE NELLO SPECCHIO DELL’ARUSPICINA

Secondo la tradizione, e come ricorda Cicerone, Tagete emerge dalla terra, nell’ager Tarquiniensis. La rivelazione degli insegnamenti, nonché della scienza dell’aruspicina, avviene presso “locis sacris”, quei luoghi naturali ed incontaminati, che in seguito alla sua rivelazione divennero sacri. La rilevazione viene fatta da questa creatura dal duplice aspetto di bambino e vecchio. L’aspetto di Tagete racchiude infatti una verità intrinseca, ovvero il principio e la fine della vita, in due fasi note: l’infanzia e la vecchiaia.

Nello specchio dell’aruspicina da Tarquinia, viene raffigurata una scena rituale di tradizione prettamente etrusca. Tagete, in veste di aruspice, si mostra in forma di fanciullo mentre scruta con attenzione un fegato che tiene nella mano sinistra. Il rito fa riferimento alla consegna degli insegnamenti aruspici dal divino all’uomo: da Tagete a Tarconte.
Intorno a lui le divinità solari (Veltune, Ucernei, Avle Tarxunus e Rathlth) assistono in silenzio al rito.

Come il duplice aspetto del divino richiama il ciclo della vita, in questo caso forte è il richiamo al ciclo del giorno : l’aurora con Thesan, il mezzogiorno con Veltune e il tramonto con Rath.

Amico museo 2023 🏡 🏛️NEL MONDO DEGLI ORIGAMI 🎏Grazie ai genitori e ai bambini che hanno partecipato al laboratorio.Un ri...
04/06/2023

Amico museo 2023 🏡 🏛️

NEL MONDO DEGLI ORIGAMI 🎏

Grazie ai genitori e ai bambini che hanno partecipato al laboratorio.
Un ringraziamento speciale alla , a Valentina e Maya che hanno realizzato queste belle attività per i bimbi e a ❤️🧡💛💚💙

Bambini e genitori vi aspettiamo per AMICO MUSEO 2023 🏡vi aspettiamo con ARTE IN CARTA 📃un divertente e creativo laborat...
29/05/2023

Bambini e genitori vi aspettiamo per AMICO MUSEO 2023 🏡

vi aspettiamo con ARTE IN CARTA 📃un divertente e creativo laboratorio alla scoperta del mondo degli origami

📆sabato 3 giugno 2023 ore 15,00 presso la Biblioteca di Palazzuolo sul Senio (Fi)

Vi aspettiamo😊

Cari amici 🌻siamo stati assenti per un po' con la nostra rubrica ma siamo pronti a ripartire🎉NUOVO APPUNTAMENTO CON DIVI...
28/05/2023

Cari amici 🌻siamo stati assenti per un po' con la nostra rubrica ma siamo pronti a ripartire🎉

NUOVO APPUNTAMENTO CON DIVINO 🍷

oggi vi parliamo di ...

MANIA, FOLLIA E TENEBRE 🌬🌒

La figura emblematica di Mania personificava la follia e le tenebre. Madre degli spiriti della notte, dei Lares e Manes (antenati spiriti), viene ricordata come una divinità oscura e propizia ai sacrifici umani. Plinio e Plutarco la ricordano come una figura tenebrosa. Legata agli inferi viene spesso rappresentata al fianco del coniuge Mantus con il quale presiedeva l’aldilà.

Non di rado associata alle Erinni, come loro, angosciava gli spiriti degli umani colpevoli di gravi colpe.

In Grecia, associata alla dea Greca Lissa, incarna il furore e gli impulsi ribelli. Pausania menziona la costruzione di santuario in Arcadia realizzato in suo onore.

Nella mitologia romana è sempre legata all’impetuosità e agli spiriti ma sappiamo che Varrone le dedica parole meno dure che la rendono meno oscura di quanto non sia stata in precedenza.

Un grazie immenso a tutte le persone che si sono attivate in questo stato di emergenza garantendo tutto il necessario al...
20/05/2023

Un grazie immenso a tutte le persone che si sono attivate in questo stato di emergenza garantendo tutto il necessario alla popolazione 💜🧡💚 🏡 🏔️

Alcuni scatti di UNA NOTTE NELLA CAPANNA 🛖 🌌Grazie  per il contribuito 🌟
14/05/2023

Alcuni scatti di UNA NOTTE NELLA CAPANNA 🛖 🌌
Grazie per il contribuito 🌟

Come ogni anno saremo presenti per la NOTTE EUROPEA DEI MUSEI 🌜Sabato 13 Maggio potrete visitare la nostra bellissima ca...
09/05/2023

Come ogni anno saremo presenti per la NOTTE EUROPEA DEI MUSEI 🌜
Sabato 13 Maggio potrete visitare la nostra bellissima capanna allestita🌠 ( tempo permettendo) e il museo ! 🏺

VI ASPETTIAMO NUMEROSI 🤩

L'evento, gratuito, si svolgerà dalle ore 20,00 alle ore 23,00.

NUOVO APPUNTAMENTO CON DIVINO 🍷oggi vi parliamo di ...AITA, IL DIO DELL’AVERNO 🐺🔥Aita, dio dell’oltretomba si presenta c...
03/05/2023

NUOVO APPUNTAMENTO CON DIVINO 🍷

oggi vi parliamo di ...

AITA, IL DIO DELL’AVERNO 🐺🔥

Aita, dio dell’oltretomba si presenta come un giovane energico e barbuto solitamente abbigliato con una pelle di lupo posta sul capo e ricadente sulle spalle. Siede sul trono al fianco della consorte Phersipnai stringendo uno scettro serpentino. Raramente compare nelle rappresentazioni tombali etrusche se non Nella Tomba dell’Orco II di Tarquinia e nella tomba Golini I di Orvieto.
Nella prima presiede un simposio negli inferi mentre nella seconda è introdotto in una nèkyia ( nel senso greco) ovvero un rituale, popolato da eroi greci e demoni etruschi, nel quale si evocano i morti a scopo profetico.
Compare anche in alcune statuette umbre, come giovane demone, con pelle di cane o di lupo.
Tra la fine del III e il II a. C. compare come dio barbato, privo di attributi particolare.
Il suo antenato è individuato dio della morte Caulu(s), che viene ricordato in alcuni testi e in particolare in una iscrizione votiva su una statuetta bronzea di canide. Anch’esso perciò stringe un legame con la figura del lupo. Aita da lui riprende proprio il copricapo a testa di lupo. L’iscrizione tinia calusna, conservata su un piatto recuperato nel tempio del Belvedere di Orvieto , potrebbe richiamare Caulu(s) o forse il già, ormai ellenizzato, dominatore aldilà Aita.

DIVINO ⚡️CAVTHA:LA METAMORFOSI DEL NOME E L’IDENTIFICAZIONE DEL GENERESi tratta di una divinità solare femminile attesta...
25/04/2023

DIVINO ⚡️
CAVTHA:LA METAMORFOSI DEL NOME E L’IDENTIFICAZIONE DEL GENERE

Si tratta di una divinità solare femminile attestata in diversi contesti archeologici di ambito etrusco. Primo tra tutti, il santuario di Pyrgi, ha restituito numerose attestazioni (che occupano un arco temporale che va dalla fine del VI a tutto il V a.C ) di due varianti del nome: Cavtha a Cautha.
È a tutti gli effetti un’evoluzione del nome che ha come obiettivo la semplificazione dello stesso. Un ulteriore cambiamento, che vede la mutazione dell’appellativo in Catha, compare tra il IV e il III a. C come si nota nel fegato di Piacenza. Questo sembra proprio richiamare la natura solare della dea.

Da un dizionario enciclopedico botanico redatto intorno al IV a. C si estrapolano alcune informazioni utili all’identificazione di Catha come dea solare. Si trova infatti il termine etrusco di un fiore kautà(m) con il corrispondente latino solis oculus, letteralmente occhio del sole.

Nel IV secolo è dimostrata l’introduzione nel culto di una divinità solare maschile, Usil (che segue un’iconografia greca) riprodotta spesso seguendo il modello di Helios. Questa novità non pregiudica l’adorazione della dea Cautha che proseguirà per tutto il III a. C

Un importante cambiamento si attesta in uno specchio inciso da Orbetello, risalente al III a.C., dove vengono rappresentati due episodi legati al viaggio del Sole. Qua compare una didascalia, caθesan, traducibile in “Sol Matutinus” o “Sol Genitor”. Si ipotizza quindi un adattamento della divinità solare etrusca al genere maschile come ormai era uso in tutto il Mediterraneo.

Divino 🍷 ⚡️ Oggi vi parliamo di ARTUME Artume, conosciuta anche come Aritimi o Artames, viene identificata nel mito etru...
11/04/2023

Divino 🍷 ⚡️

Oggi vi parliamo di

ARTUME

Artume, conosciuta anche come Aritimi o Artames, viene identificata nel mito etrusco come dea della notte, delle luna e della morte. Trova la sua corrispondente greca in Artemide e romana in Diana. Artume assume talvolta l’aspetto di cacciatrice legata alla natura e alla foresta, trovando quindi una valido confronto con l’esempio greco e romano. Poco notizie si hanno su di lei se non che fosse la probabile fondatrice della città di Arezzo.
Parlando sempre di città è interessante ricordare come Artimino, comune toscano nella provincia di Prato, sia un nome teoforico, derivato da Artume o sede di un culto locale della dea.

07/04/2023

Cari amici il museo sarà aperto
domani ore 15-18 e lunedì ore 10-12 /15-18

tutte le domeniche di aprile ore 15-18

PRIMO APPUNTAMENTO CON DIVINO 🍷⚡️APLU Aplu, divinità nota in tutta l’Etruria, viene venerata nel pantheon etrusco e molt...
05/04/2023

PRIMO APPUNTAMENTO CON DIVINO 🍷⚡️

APLU

Aplu, divinità nota in tutta l’Etruria, viene venerata nel pantheon etrusco e molteplici sono templi, tombe e statuette in suo onore. Il nome è probabilmente associato alla forma latina di Apollo, vista l’assenza della n finale ( che ne giustificherebbe la derivazione greca).
Il suo centro di culto fu Veio, dove nel VI a .C. , sorse un tempio in suo onore.

È in questo frangente che emerge un Aplu rappresentato come un giovane arciere solitamente con lunga capigliatura.

Sempre dalla metà del VI secolo si vede spesso accompagnato da seguaci alati che in tale scenario assumono una funzione simile a quella dei demoni della morte, creando quindi una stretta relazione tra il dio e la tematica del trapasso.

Nel corso del V subisce l’immagine una totale trasformazione entrando in stretto contatto con la sfera dionisiaca. La corona d’alloro diventa uno dei suoi segni distintivi. L'alloro simbolo di purificazione, salvezza e libertà. L’apollo portatore di morte lascia quindi il posto a quello che ci è più noto in ambito greco e romano, una virtuosa divinità delle arti.

Cari amici siamo lieti di presentarvi la nostra nuova rubrica settimanale. 🔱DIVINO… mitologia a sorsi! 🍷⚡️Divino è il nu...
03/04/2023

Cari amici siamo lieti di presentarvi la nostra nuova rubrica settimanale. 🔱

DIVINO… mitologia a sorsi! 🍷⚡️

Divino è il nuovo frizzante appuntamento settimanale, dove avrete l’occasione di curiosare tra le storie delle più celebri divinità che hanno popolato il mondo antico. Confronti e scontri tra storia e leggenda.

Stay tuned!

Cari amici è arrivata la primavera🌺 Noi siamo pronti con tantissime novità!👏 Per inaugurare questa stagione in fiore🌷 vi...
20/03/2023

Cari amici è arrivata la primavera🌺

Noi siamo pronti con tantissime novità!👏

Per inaugurare questa stagione in fiore🌷 vi lasciamo con una piccola delizia che parla di Flora.

" La dèa del fiorire e della primavera, corrisponde , nelle sue rappresentazioni, a Clori , Ora della primavera. Il culto di questa dea è de' più antichi di Roma : fu introdotto ai tempi di Tito Tazio o di Numa, dal quale sembra le fosse deputato un flamine. Dal 28 aprile fino al
1 ° di maggio si celebravano le feste Floralia , feste di letizia nelle quali si incoronavano di fiori le porte delle case e nei conviti si copriva il desco di fiori. Le donne portavano in questi giorni, per indicare lo svariato fiorire dei prati, vesti di varii colori, cosa che in altri tempi non era permessa , e gli uomini ornati di ghirlande, da vansi a far buon tempo e a licenziosi sollazzi ".

( Ov. F. 5 , 183 e seg. )

28/01/2023

Sandro Bassi - Antefatto: nel novembre 2008 un palazzolese, Gianfranco Menghetti, rinvenne nel fosso di Visano, poco a monte del paese, una pietra grossa (quasi 10 kg!) che lo incuriosì per l’inusuale forma cilindrica e la superficie diversa da quella dei normali ciottoli di arenaria. Depositato...

🎉
19/12/2022

🎉

PALAZZUOLO SUL SENIO - È stato inaugurato ieri, domenica 18 dicembre, nello spazio museale del Palazzo dei Capitani di Palazzuolo sul Senio il progetto MA.AM, ovvero il “Magazzini Museo Archeologico Alto Mugello”. Ad introdurre al pubblico presente questa nuova realtà Giada Pieri, presidente d...

Cari amici 🎈 Vi aspettiamo domenica 18 dicembre alle ore 10.30 🗓 presso la biblioteca 📕 per la presentazione del progett...
13/12/2022

Cari amici 🎈
Vi aspettiamo domenica 18 dicembre alle ore 10.30 🗓 presso la biblioteca 📕 per la presentazione del progetto MA.AM - Magazzini Museo Archeologico Alto Mugello 🏺. Il progetto, finanziato dal Ministero della Cultura , ha visto una prima fase di studio ed analisi di 5 pezzi, ed una seconda fase di esposizione finale e valorizzazione di questi in una nuovissima vetrina, che verrà inaugurata per l’occasione 🎉.

In seguito alla presentazione ci sposteremo al museo per inaugurare la vetrina 🥳.

Grazie al contributo di La CIA cooperativa di comunità Biblioteca Palazzuolo Ufficio Turistico Palazzuolo sul Senio Esplora Museo Ministero della cultura

Grazie a tutti i bimbi che con entusiasmo e creatività ✍️ hanno partecipato al laboratorio Avventure tra le 12 fatiche d...
16/11/2022

Grazie a tutti i bimbi che con entusiasmo e creatività ✍️ hanno partecipato al laboratorio Avventure tra le 12 fatiche di Ercole 🦁 🏛 in occasione di AVVENTURE TRA LE PAGINE 2022

Ci vediamo al prossimo laboratorio 🚀

Cari amici 🎈Per quest’anno abbiamo organizzato un divertentissimo laboratorio , in occasione di AVVENTURE TRA LE PAGINE ...
03/11/2022

Cari amici 🎈
Per quest’anno abbiamo organizzato un divertentissimo laboratorio , in occasione di AVVENTURE TRA LE PAGINE 2022 📖, in collaborazione con .

AVVENTURE TRA LE 12 FATICHE DI ERCOLE 💪🦁🏛

Vi aspettiamo domenica 13 novembre alle ore 15,00 in biblioteca 📚 🥳

🍁 Cari amici come ogni anno, il nostro territorio, in questo periodo ci regala colori magici che appieno simbolizzano l'...
18/10/2022

🍁 Cari amici come ogni anno, il nostro territorio, in questo periodo ci regala colori magici che appieno simbolizzano l'autunno 🍂

Proprio per questo abbiamo deciso di proporvi, il sesto reperto, l'ascia dei Prati Piani.

La morfologia pianeggiante e l’alta quota della zona hanno facilitato, nel corso del tempo, da una parte il compimento di infrequenti insediamenti, probabilmente di piccola entità, dall’altra hanno contribuito alla conservazione delle deposizioni archeologiche a causa della scarsa evoluzione morfologica 🌲

Notevole è il ritrovamento di un’ascia mesolitica in pietra levigata di una singolare forma. Questa presenta una scanalatura sulle due facce, che probabilmente facilitava l’immanicamento che si pensa fosse stato a cappio.

COME ADOTTARLA ? 🤗
Inviaci 📥 un racconto/aneddoto/storia/disegno sull'ascia a [email protected] o attraverso le nostre pagine Instagram/Facebook
Condividi 💻 il post sui tuoi canali social
DIFFONDIAMO IL NOSTRO PATRIMONIO 🏡

In occasione di FAMU 2022 👨‍👩‍👧‍👦 domenica 9 ottobre alle ore 15,00 vi aspettiamo per il nostro laboratorio TUTTI O NESS...
26/09/2022

In occasione di FAMU 2022 👨‍👩‍👧‍👦 domenica 9 ottobre alle ore 15,00 vi aspettiamo per il nostro laboratorio TUTTI O NESSUNO IL CIELO È UNO 🚀🌌 con Geronimo Stilton 🐭

Il laboratorio è completamente gratuito ed aperto ai bimbi dai 3 agli 11 anni.

Sarà itinerante; partirà dalla biblioteca 📕 per poi concludersi nel museo archeologico 🏺 .

Vi aspettiamo 🤗

Cari Amici! Dopo un periodo di meritate ferie 🏝 torniamo operativi conADOTTA UN REPERTO 🏺SETTEMBRE 2022 🍃Il quinto reper...
13/09/2022

Cari Amici! Dopo un periodo di meritate ferie 🏝 torniamo operativi con
ADOTTA UN REPERTO 🏺
SETTEMBRE 2022 🍃

Il quinto reperto che vi proponiamo è la staffa dal Castello di Visano.

Un oggetto di notevole interesse , grandissima invenzione medievale, è stata donata al nostro museo da Virgilio Visani. Il manufatto proviene dal castello di Visano situato nelle vicinanze di Palazzuolo sul Senio.
Il castello di Visano in origine era in possesso della famiglia Ubaldini. Lo troviamo poi citato nel testamento di Maghinardo Pagani.
La staffa costituisce un elemento di grande interesse nell’ambito dell’equipaggiamento militare medievale. Ancora oggi per molti studiosi è oggetto di dibattito in merito alle trasformazioni che il suo impiego apportò nelle modalità di condurre e cavalcare il cavallo e di combattere.

COME ADOTTARLA ? 🤗
Inviaci 📥 un racconto/aneddoto/storia/disegno sulla staffa a [email protected] o attraverso le nostre pagine Instagram/Facebook
Condividi 💻 il post sui tuoi canali social
DIFFONDIAMO IL NOSTRO PATRIMONIO 🏡

Sabato sera si è svolto l’ultimo incontro di un pezzo di storia 🏺. Un ringraziamento speciale 🙏 al Professor Andrea Tiri...
22/08/2022

Sabato sera si è svolto l’ultimo incontro di un pezzo di storia 🏺. Un ringraziamento speciale 🙏 al Professor Andrea Tirincanti per la conferenza sul pugnale a cinquedea 🏰 e all’intervento musicale del Settimino Mascagni 🎶.

Il ciclo si conclude con il sorriso sulle labbra 😃, dato dall’impegno, la dedizione e la passione di musicisti, relatori ed organizzatori.
Far conoscere il patrimonio in una piccola comunità 🏡 può sembrare un’impresa ma l’interesse della popolazione ha contributo a rendere questo evento eccezionale 🚀 .
GRAZIE A TUTTI 🌟

Cari amici 🎈 Vi aspettiamo sabato 20 agosto alle ore 18,00 🗓 in Piazza Ettore Alpi per l’ultimo appuntamento di UN ‘ PEZ...
16/08/2022

Cari amici 🎈

Vi aspettiamo sabato 20 agosto alle ore 18,00 🗓 in Piazza Ettore Alpi per l’ultimo appuntamento di UN ‘ PEZZO’ DI STORIA 🏺 ⛰

Straordinaria serata al chiaro di luna 🌜 nel giardino 🪴 del Museo Archeologico.Protagonisti del quarto incontro di un “p...
08/08/2022

Straordinaria serata al chiaro di luna 🌜 nel giardino 🪴 del Museo Archeologico.

Protagonisti del quarto incontro di un “pezzo” di storia: Duo Silva e la musica popolare del primo novecento 💃 ed Enrico Cirelli e la maiolica arcaica 🏺.

Ringraziamo tutti per la partecipazione 🌟

Cari amici 😍Domenica 7 agosto 2022 ore 20,30 vi aspettiamo per il quarto incontro di un "PEZZO" di storia nel giardino d...
02/08/2022

Cari amici 😍
Domenica 7 agosto 2022 ore 20,30 vi aspettiamo per il quarto incontro di un "PEZZO" di storia nel giardino del Museo🎉
Avremo il piacere di ospitare Duo Silva ed il Professor Enrico Cirelli, direttore del Museo Archeologico, che ci parlerà della Maiolica Arcaica.
Vi aspettiamo numerosi💯!!

Bellissima giornata ieri, in occasione del terzo incontro di un pezzo di storia, organizzato dal Museo delle Genti di Mo...
01/08/2022

Bellissima giornata ieri, in occasione del terzo incontro di un pezzo di storia, organizzato dal Museo delle Genti di Montagna, in particolare da Daniela Poli e Iacopo Menghetti.
Una splendida domenica in compagnia del Professor Alberto Baltoni, le musiche di Chiara Trallori ed Eva Mabellini e tutta la comunità di Palazzuolo Sul Senio.

Ringraziamo tutti per la partecipazione!
Ci vediamo al prossimo incontro :)

Questo fine settimana non perdetevi queste bellissime iniziative 🏰 🏃⛰Castelli, buon cibo, trekking e natura 💚
29/07/2022

Questo fine settimana non perdetevi queste bellissime iniziative 🏰 🏃⛰
Castelli, buon cibo, trekking e natura 💚

Domenica 31 Luglio 2022, in collaborazione con il Museo delle Genti di Montagna, avrà luogo, il terzo incontro di UN “PE...
27/07/2022

Domenica 31 Luglio 2022, in collaborazione con il Museo delle Genti di Montagna, avrà luogo, il terzo incontro di UN “PEZZO” DI STORIA 🏺 🏡 🎶
Vi aspettiamo 🥳

Ieri sera si è svolto il secondo incontro di “UN PEZZO” DI STORIA🏺 🎶 Ringraziamo di cuore 🤍 Copper&Zinc per l’intervento...
25/07/2022

Ieri sera si è svolto il secondo incontro di “UN PEZZO” DI STORIA🏺 🎶
Ringraziamo di cuore 🤍 Copper&Zinc per l’intervento musicale, la Dott.sa Chiara Mattioli per la conferenza sulla Kylix etrusca e tutti i partecipanti 🙏
Ci vediamo al prossimo incontro 🎈

Cari amici 🎈Vi aspettiamo DOMENICA 24 LUGLIO alle ore 20.30, in Piazza del Crocifisso, in compagnia della Dott.sa Chiara...
18/07/2022

Cari amici 🎈
Vi aspettiamo DOMENICA 24 LUGLIO alle ore 20.30, in Piazza del Crocifisso, in compagnia della Dott.sa Chiara Mattioli e Copper & Zinc, per il secondo incontro di un PEZZO DI STORIA📖 🎵

Sabato in occasione delle FESTE MEDIEVALI 🛡 e LE NOTTI DELL’ARCHEOLOGIA 🏺 si è svolta la conferenza “Monete e Castelli. ...
18/07/2022

Sabato in occasione delle FESTE MEDIEVALI 🛡 e LE NOTTI DELL’ARCHEOLOGIA 🏺 si è svolta la conferenza “Monete e Castelli. La presenza monetale dei Guidi e degli Ubaldini nei secoli bassomedievali” 🏰

Un viaggio 🧳 🪙 numismatico alla scoperta del nostro territorio 🏔

Ringraziamo Francesco per la presentazione del suo splendido lavoro e tutti i partecipanti
🤍💛💚🧡💙

Indirizzo

PALAZZO DEI CAPITANI Piazza Ettore Alpi, 4
Palazzuolo Sul Senio

Sito Web

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Museo Archeologico Alto Mugello pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Video

Condividi

Digitare


Altro Palazzuolo Sul Senio musei

Vedi Tutte

Potrebbe piacerti anche