TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno

TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno Benvenuti sulla pagina FB di TrasiMemo, Banca della Memoria del Trasimeno

Missione TrasiMemo è un progetto di “attivazione” delle memorie, di riconoscimento e di tutela dei patrimoni culturali di comunità, messi in valore grazie alla costruzione partecipata di un archivio virtuale e mediante alcune installazioni museali. Il progetto contribuisce a restituire “risonanza” e “visibilità” ai saperi artigianali nella zona del lago Trasimeno; documenta le pratiche, i processi culturali e i contesti sociali legati alla loro fruizione collettiva, così da riconoscerne una pubblica funzione sociale. È pensato per far parlare i saperi artigianali attraverso l’uso delle forme espositive che caratterizzano la museografia etnografica contemporanea: raccontare le persone, le loro storie, i loro mondi, lasciando alla materialità degli oggetti il ruolo di intermediario simbolico. Le persone che hanno lavorato e che lavorano in questo territorio trovano così uno spazio dove raccontare le proprie vite di artigiani, di bricoleur, di hobbisti, di appassionati collezionisti, di restauratori, di artisti e di inventori e dove progettare future prospettive professionali. TrasiMemo non vuole essere un deposito della memoria, ma uno spazio pubblico di coinvolgimento educativo, ludico e di dibattito, in cui residenti e visitatori possano riconoscersi e confrontarsi. Un osservatorio privilegiato per l’apprendistato di sguardi competenti sui saperi artigianali del Trasimeno e sui processi di costruzione delle tradizioni ad essi connesse. L'allestimento museale L’esposizione evoca lo spazio di un archivio all’interno del quale non si cercano documenti o volumi, ma storie e pratiche collegate a quattro ambiti artigianali: ferro e metalli, legno, cotto, tessile. Quattro scrivanie, una per ogni tema, guardano rispettivamente quattro grandi pannelli, che fungono da guida per orientarsi nell’archivio. Il visitatore è invitato a “utilizzare” l’esposizione per scoprire gli stralci di memorie che si nascondono nei tablet, nei cassetti delle scrivanie, nella cassettiera archivio, nella grande parete stampata. Grazie alla visita virtuale e alla visita fisica si possono riconoscere i segni del lavoro artigianale che caratterizzano esplicitamente il paesaggio circostante, per apprezzarne complessità e fragilità. Palazzo Baldeschi La Banca della Memoria è ospitata nello splendido palazzo storico nel centro del borgo di Paciano. Qui è possibile ricevere aggiornamenti sulle attività del Paese presso l'Ufficio Informazioni posto proprio al primo piano. Oltre l'allestimento museale di Trasimemo, l'edificio accoglie lo spazio di consultazione della Banca online con tutti i contenuti di approfondimento, una postazione di accesso a internet gratuito, i laboratori per attività didattiche, di scambio di saperi ed esperienziali, la biblioteca comunale, la sala conferenze e il giardino panoramico. Informazioni generali www.trasimemo.it [email protected] Tel: (39) 075830186 int 4 075830430 3311170780 ORARI DI APERTURA Dal lunedì alla domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19

Frontiera Lavoro
07/06/2019

Frontiera Lavoro

Mercoledì sera si è svolto il primo Forum di comunità Paciano - Città della Pieve, al fine di stimolare discussioni partecipative riguardo il welfare di comunità e far emergere le fragilità sociali contemporanee ed eventuali linee di approfondimento riguardo azioni concrete da mettere in campo da analizzare.

Questa azione rientra nella parte di animazione territoriale prevista dal Progetto “I patrimoni museali del Trasimeno per un welfare di comunità. La democratizzazione della cultura a partire da “TrasiMEMO Arts & Crafts”.
Il progetto vede il coinvolgimento di giovani e giovanissimi con disagio psichico e cognitivo in attività pratiche all’interno dei musei demo etnoantropologici del territorio:
☑️ TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno
☑️il Museo di storia naturale e del territorio Verri di Città della Pieve
☑️ il Museo del Vetro Piegaro
☑️il Museo della Pesca di San Feliciano

----
👉 Un grazie speciale a:
- Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia
- Usl Umbria 1 distretto del Trasimeno per il continuo sostegno e supporto professionale

Comune di Paciano
Comune di Città della Pieve
Comune di Piegaro
Comune di Magione

__
www.frontieralavoro.it

Grazie a tutti i partecipanti!

Provincia di Perugia
05/06/2019

Provincia di Perugia

📌Tornano i campi estivi diffusi di “Estate a Paciano”, gestiti dall'associazione SiripArte.

🎨 🌞Quattro settimane, dal 17 giugno al 12 luglio, durante le quali i ragazzi dai 5 ai 12 anni sperimenteranno, divertendosi, il rapporto tra arte e scienza, affrontando varie tematiche proposte durante i quattro moduli: arte e orto, il mistero dei frattali, osservare la natura, il bello dell'energia.

‼️Novità di questa edizione l’ingresso dell'associazione Third Millennium Foundation che si occupa di diffondere la "consapevolezza" ambientale.

➡️Per saperne di più leggi il comunicato: https://bit.ly/2Z66jF7

#CittadinoeProvincia
Comune di Paciano TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno SiripArte Monica Giacomelli Mencarelli Solidea Third Millennium Foundation - Centro Terzo Millennio

Provincia di Perugia
24/05/2019

Provincia di Perugia

A Paciano beni culturali e servizi turistici a portata di smartphone.
E’ in corso di installazione nel piccolo borgo del Trasimeno una serie di supporti (cartelli, piastrelle in ceramica e paline) dotati di Qrcode per una visita interattiva del territorio. Si tratta di un progetto curato dall’Amministrazione comunale, di supporto all'accoglienza turistica, e realizzato con il Programma PUC 3. Un’iniziativa, spiegano dal Comune, “pensata per permettere di leggere il nostro paesaggio attraverso i moderni, e facili da utilizzare, Qrcode”. Il visitatore potrà leggere dal proprio smartphone la descrizione del bene culturale, vedere i contenuti fotografici, in alcuni casi video collegamenti alla Banca della Memoria, come per la passeggiata del paese in compagnia del fabbro Sandro Belardinelli, scomparso qualche anno fa. File multimediali, testi poetici, collegamenti esterni di approfondimento sugli autori o i benefattori edificatori delle opere rendono più ricca e interessante la scoperta di Paciano.
In Piazza Santa Maria è stato collocato il nuovo e coloratissimo cartello con la mappa del paese; opera dell'artista Köbi Wiesendanger che con questo lavoro ha fatto omaggio a Paciano del suo personale e innovativo tratto.
I principali monumenti storici e artistici del paese sono stati inoltre dotati di paline esterne, mentre all'interno del centro storico i turisti troveranno piccole e delicate piastrelle in ceramica, realizzate dall'artigiana Solidea Mencarelli (in collaborazione con grafica The Lab) con indicato il nome del monumento e un codice qr.
Si tratta di un progetto realizzato a più mani e voci in quanto si avvale della collaborazione e della consulenza di molti soggetti e privati cittadini. Dalla Galleria Nazionale dell'Umbria al FAI Trasimeno, al professor Mario Tosti, alle insegnanti dell'Istituto Comprensivo, al Parroco, ai singoli cittadini particolarmente legati al territorio come Oriano Spadoni, la poetessa Oriana Visparelli e la pittrice Giuseppina Ascanio e chi ha fornito contenuti unici, inediti, corretto i testi e dato consigli (Leslie Busby, Vanessa Correro, Daniele Fattorini, Renzo Guerrini, Anna Maria Lorenzoni, Marie Claire Nepi, Marisa Biscaro Parrini, Rita Peppicelli, Maria Grazia Orlandi, Lorenzo Santucci, Cristiana Sargentini, Gabriella Torelli, Antonio Tomassoni, English Studio, Sistema Museo e Leslie Busby hanno curato le traduzioni). Le immagini, preziose nei contenuti web, sono state un collage di donazioni a firma del compianto Tim Holt, di Tiziano Agabitini, Ilario Balestro, Leslie Busby, Manuela di Candido, Sara Guazzeroni, Margareth Leon, Luisa Marchesini.
#CittadinoeProvincia
Comune di Paciano TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno

Provincia di Perugia
21/05/2019

Provincia di Perugia

Gli infioratori di Paciano tra i migliori maestri italiani a Pietra Ligure, per festeggiare i cento anni di vita del Circolo Giovane Ranzi, soggetto organizzatore della manifestazione. Anche il borgo umbro ha preso recentemente parte alle cerimonie liguri insieme ad altri 43 paesi italiani e 8 città europee provenienti da Spagna, Portogallo, Austria, Polonia e Germania.
Ottocento maestri infioratori che hanno occupato con i lavori tutte le strade del centro storico della città con opere di alta qualità.
L’evento ha coinciso con la sesta edizione della rassegna d’infiorate artistiche. Una manifestazione molto riuscita a giudicare dai numeri. Oltre 60 mila presenze nel week end dedicato ai fiori. Altissimo il livello artistico dei tappeti floreali, variegate le tecniche utilizzate, TV nazionali a testimoniare l’evento, giornalisti da fuori regione, istituzioni pubbliche presenti al gran completo, a partire dal presidente della Regione Liguria. Foltissima la rappresentanza dei soci Infioritalia e tra questi come detto il gruppo di Paciano che da tempo ormai sta affinando la propria tecnica e si sta ritagliando uno spazio di tutto rispetto tra gli artisti del petalo.
#CittadinoeProvincia
Gruppo Infioratori Paciano

Sabato 18 e Domenica 19 per celebrare la magia del teatro con Associazione culturale IL Futuro e la memoria Paciano
18/05/2019

Sabato 18 e Domenica 19 per celebrare la magia del teatro con Associazione culturale IL Futuro e la memoria Paciano

Gioco, improvvisazione e movimento. Dopo nove mesi di laboratori teatrali, per i trenta tra bambini e ragazzi dei corsi curati dall’Associazione culturale “Il futuro e la memoria” di Paciano è tempo di mostrare al pubblico le competenze acquisite e il frutto delle proprie fatiche.
Fine settimana all’insegna dei saggi teatrali nel piccolo borgo del Trasimeno dove sabato 18 maggio alle ore 21 e domenica 19 alle ore 17,30, all’interno del Teatro comunale, saranno presentati tre diversi spettacoli: “A spasso col mostro”, interpretato dai bambini di 4 e 5 anni; “Il teatrino delle meraviglie” che vedrà protagonisti bambini di 5 e 6 anni; “Momo e i ladri del tempo” con ragazzi dagli 8 ai 16 anni.
Per la regista Daniela Del Buono l’esperienza condotta durante l’anno con questi giovani è molto gratificante in quanto gli allievi dimostrano grande passione e interesse per le proposte dell’Associazione. “Il metodo adottato – spiega Del Buono – è puramente laboratoriale affinché il loro approccio al genere teatrale coinvolga tutta la persona: corpo, anima e mente. Quest’anno inoltre ci siamo concentrati molto sulle emozioni”.
Intanto, mentre i più piccoli si apprestano ad entrare in scena, gli allievi più grandi stanno ancora lavorando all’allestimento dello spettacolo che come di consueto sarà presentato in piazza a metà estate.
#CittadinoeProvincia
Comune di Paciano Associazione Culturale Il Futuro e la Memoria Daniela Del Buono

Grazie alle amiche di Libri Parlanti per aver lavorato insieme al progetto #TrasiMemo.Infanziainbibliiteca brave anche t...
16/05/2019

Grazie alle amiche di Libri Parlanti per aver lavorato insieme al progetto #TrasiMemo.Infanziainbibliiteca brave anche tutte le nostre volontarie. Un grazie dall'istituto Comprensivo Paciano, Panicale e Piegaro e alle insegnanti di Paciano e Panicale per aver sperimentato con noi questa attività

Sono solo alcuni dei momenti del progetto “Che buono al Trasimemo” che ha visto coinvolti i bambini della scuola materna di Paciano e di Panicale. Un’esperienza divertente e formativa per i piccoli e per i grandi. Grazie a tutti, maestre, nonne, mamme che ci hanno supportato e sopportato. Con Monica Fanicchi e Maria Grazia Virgilio

Le originali recensioni di Marina Wiesendanger, scrittrice, stilista e grande viaggiatrice, diventano ora una guida turi...
10/05/2019

Le originali recensioni di Marina Wiesendanger, scrittrice, stilista e grande viaggiatrice, diventano ora una guida turistica. Un volume, dal titolo “Tanti saluti”, in cui confluiscono le conoscenze, l’ironia e il fascino di una donna poliedrica, che da milanese doc ha da tempo eletto la campagna pacianese quale sua seconda casa. E proprio a Paciano Wiesendanger ha scelto di presentare la sua ultima creatura letteraria, appunto il libro “Tanti saluti”, collage di appunti e recensioni legati alle sue più significative esperienze di viaggio. Esperienze rilette attraverso la sua lente critica, interessata alle più disparate curiosità e diversità dei luoghi visitati.
L’appuntamento è per sabato 11 maggio alle ore 16 nel giardino di Palazzo Baldeschi, in cui il libro sarà presentato nell’ambito di una divertente performance, a cui prenderanno parte oltre all’autrice, l'editore Antonio Tombolini, "Radio Serena" (che una volta al mese ospita l’intervento di Marina) con i suoi conduttori Carla Latini e Luca Tortuga, e i ristoratori del luogo.
Le recensioni di Marina Wiesendanger escono dall’ordinario per diventare acute osservazioni che danno spazio alle sensazioni e ai sentimenti che si provano soggiornando in un hotel o visitando per la prima volta una località turistica. Ecco che il libro diventa una guida a tutti gli effetti che parla di cibo, di mare e belle città, con qualche foto scattata dalla stessa autrice a mò di cartolina da donare ai lettori.
Alla presentazione di sabato prossimo anche rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Paciano.
#CittadinoeProvincia
Comune di Paciano TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno Marina Wiesendanger

Le originali recensioni di Marina Wiesendanger, scrittrice, stilista e grande viaggiatrice, diventano ora una guida turistica. Un volume, dal titolo “Tanti saluti”, in cui confluiscono le conoscenze, l’ironia e il fascino di una donna poliedrica, che da milanese doc ha da tempo eletto la campagna pacianese quale sua seconda casa. E proprio a Paciano Wiesendanger ha scelto di presentare la sua ultima creatura letteraria, appunto il libro “Tanti saluti”, collage di appunti e recensioni legati alle sue più significative esperienze di viaggio. Esperienze rilette attraverso la sua lente critica, interessata alle più disparate curiosità e diversità dei luoghi visitati.
L’appuntamento è per sabato 11 maggio alle ore 16 nel giardino di Palazzo Baldeschi, in cui il libro sarà presentato nell’ambito di una divertente performance, a cui prenderanno parte oltre all’autrice, l'editore Antonio Tombolini, "Radio Serena" (che una volta al mese ospita l’intervento di Marina) con i suoi conduttori Carla Latini e Luca Tortuga, e i ristoratori del luogo.
Le recensioni di Marina Wiesendanger escono dall’ordinario per diventare acute osservazioni che danno spazio alle sensazioni e ai sentimenti che si provano soggiornando in un hotel o visitando per la prima volta una località turistica. Ecco che il libro diventa una guida a tutti gli effetti che parla di cibo, di mare e belle città, con qualche foto scattata dalla stessa autrice a mò di cartolina da donare ai lettori.
Alla presentazione di sabato prossimo anche rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Paciano.
#CittadinoeProvincia
Comune di Paciano TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno Marina Wiesendanger

Da Palazzo Baldeschi di Paciano a Palazzo Baldeschi di Perugia TrasiMemo ospite di @icomregioneumbria
08/05/2019

Da Palazzo Baldeschi di Paciano a Palazzo Baldeschi di Perugia TrasiMemo ospite di @icomregioneumbria

Ruolo di primo piano per TrasiMemo nel processo di costituzione del Sistema Museale Nazionale.
La Banca della memoria del Trasimeno è stata chiamata a rappresentare il sistema dei musei locali umbri nell’ambito del recente incontro promosso a Palazzo Baldeschi di Perugia dal Coordinamento Regionale Umbria di ICOM Italia (l’organizzazione dei musei e dei professionisti museali). L’evento, organizzato con la collaborazione della Fondazione Ranieri di Sorbello, della Fondazione Orintia Carletti Bonucci e con il patrocinio della Regione Umbria, è inserito nella serie di incontri dedicati al processo di costituzione del Sistema Museale Nazionale (SMN). Gli incontri, aperti a tutti, hanno il compito di far luce sul costituendo SMN, tracciarne le criticità e le potenzialità, grazie anche all’apporto dei veri protagonisti della riforma, i musei. Essi infatti sono chiamati a portare esperienze, perplessità e spunti su tali tematiche, che saranno raccolti e fatti propri dalla comunità di ICOM Italia in un rapporto di costruttiva collaborazione con le realtà museali umbre.
Dopo il tema del lavoro e dei ruoli professionali nei musei affrontato nell’incontro di febbraio, è stata la volta di uno degli argomenti più importanti e complessi: regolamento, statuto e status giuridico dei musei. L’incontro si è svolto lunedì scorso nella suggestiva Sala dei Legisti della Fondazione Carletti-Bonucci a Palazzo Baldeschi, nel cuore del centro storico perugino.
A rappresentare i musei locali sono stati il POST - Museo della Scienza Perugia, il Museo archeologico nazionale dell’Umbria e come detto TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno. A illustrare l’esperienza di quest’ultima è stato Daniele Parbuono, antropologo e membro del Comitato tecnico-scientifico dello stesso progetto. Parbuono ha descritto la struttura museale che ha sede a Paciano e ha riferito di quanto fin qui compiuto nell’opera di tutela dei patrimoni culturali di comunità e di conservazione dei saperi artigianali della zona del lago Trasimeno.
#CittadinoeProvincia
TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno Comune di Paciano

Provincia di Perugia
07/05/2019

Provincia di Perugia

Un laboratorio sensoriale e creativo per raccontare la vita dei pescatori e l’ambiente lacustre.
Attivato anche il quarto e ultimo dei laboratori previsti dal progetto “I patrimoni museali del Trasimeno per un welfare di comunità. La democratizzazione della cultura a partire da “TrasiMEMO Arts & Crafts”, che coinvolge i poli museali di Città della Pieve, Magione, Paciano e Piegaro e che si rivolge ai pazienti del Centro di Salute Mentale del Trasimeno.
E’ partito lunedì mattina, presso il Museo della pesca di San Feliciano, il laboratorio “Lago da toccare”, strettamente collegato all’ambiente naturale lacustre e all’attività che maggiormente lo rappresenta, ovvero la pesca.
Il progetto “I patrimoni museali del Trasimeno per un welfare di comunità”, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia nell’ambito del Bando “Idee welfare 2018”, impiega giovani e giovanissimi con disagio psichico e cognitivo in attività pratiche all’interno dei musei demo etnoantropologici del territorio (Museo del vetro, Museo di storia naturale e del territorio Verri, TrasiMemo e appunto Museo della pesca). L’obiettivo è quello di utilizzare i patrimoni culturali quali luoghi e mezzi attraverso i quali superare l’isolamento sociale a cui i soggetti più svantaggiati spesso sono destinati.
Il laboratorio attivato a San Feliciano, della durata complessiva di sei mesi (con incontri bisettimanali), prevede attività di pittura, scultura e incisione ispirate ai colori, profumi e sensazioni trasmesse dall’ambiente circostante. I partecipanti inoltre, anche con l’intervento dell’Associazione Filet a Modano, potranno manipolare canne, reti e altri materiali naturali e partecipare a dimostrazioni pratiche per la realizzazione di reti da pesca. Inoltre, in collaborazione con la Cooperativa dei pescatori del Trasimeno, avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo della pesca vera e propria. Infine una sezione sarà dedicata alla fotografia analogica.
Lunedì mattina i partecipanti sono stati accolti all’interno del Museo della pesca dai tutor Federica Volpi e Bartek Truszkowski che, con l’ausilio del pescatore di professione Rino Cocchini, li hanno accompagnati in una approfondita visita guidata al Museo. Presenti anche il direttore del Csm del Trasimeno Gianfranco Salierno e la coordinatrice dei laboratori Giulia Balestro di Frontiera Lavoro.
#CittadinoeProvincia
Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia Comune di Magione Sistema Museo Frontiera Lavoro Gianfranco Salierno TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno

Indirizzo

Via Francesco Mario Sensini
Paciano
06060

Orario di apertura

Lunedì 10:00 - 18:00
Martedì 10:00 - 18:00
Mercoledì 10:00 - 18:00
Giovedì 10:00 - 18:00
Venerdì 10:00 - 18:00
Sabato 10:00 - 18:00
Domenica 10:00 - 18:00

Telefono

393311170780

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a TrasiMemo Banca della Memoria del Trasimeno:

Video

Digitare

Musei nelle vicinanze