Clicky

Museo degli Innocenti

Museo degli Innocenti Il Museo degli Innocenti custodisce il patrimonio della più antico luogo dedicato dell'infanzia, da

Il Museo degli Innocenti custodisce il patrimonio della più antico luogo dedicato dell'infanzia, da 600 anni attivo per i diritti dei bambini.

Normali funzionamento

➡️ 𝐓𝐢𝐧𝐨 𝐢𝐥 𝐍𝐨𝐜𝐞𝐧𝐭𝐢𝐧𝐨 protagonista dei laboratori della 𝐁𝐨𝐭𝐭𝐞𝐠𝐚 𝐝𝐞𝐢 𝐑𝐚𝐠𝐚𝐳𝐳𝐢👉 Sono due gli appuntamenti con il protagonist...
24/01/2023

➡️ 𝐓𝐢𝐧𝐨 𝐢𝐥 𝐍𝐨𝐜𝐞𝐧𝐭𝐢𝐧𝐨 protagonista dei laboratori della 𝐁𝐨𝐭𝐭𝐞𝐠𝐚 𝐝𝐞𝐢 𝐑𝐚𝐠𝐚𝐳𝐳𝐢
👉 Sono due gli appuntamenti con il protagonista del volume di pensato dall’Istituto per accompagnare i più piccoli alla visita del “E l’altra metà serberò io”, la mostra sui segnali di riconoscimento in corso al Museo degli Innocenti: il primo è per 𝐯𝐞𝐧𝐞𝐫𝐝𝐢̀ 𝟐𝟕 𝐠𝐞𝐧𝐧𝐚𝐢𝐨 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝟏𝟕 e 𝐢𝐥 𝐬𝐞𝐜𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐬𝐚𝐛𝐚𝐭𝐨 𝟐𝟖 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝟏𝟎.
🔎 La 𝐁𝐨𝐭𝐭𝐞𝐠𝐚 𝐝𝐞𝐢 𝐑𝐚𝐠𝐚𝐳𝐳𝐢 dal 2006 propone visite guidate didattiche e laboratori educativi alle scuole otre ad educational per gli insegnanti e attività dedicate alle famiglie.
👉 Per informazioni sui laboratori e prenotazioni tel. 055.5274578 (dalle 14 alle 17.30) e [email protected]

👏Bambini!!! Venite a scoprire i tesori dell’Archivio Storico dell' Istituto degli Innocenti👉In contemporanea con la most...
13/12/2022

👏Bambini!!! Venite a scoprire i tesori dell’Archivio Storico dell' Istituto degli Innocenti

👉In contemporanea con la mostra “E l’altra metà serberò io” abbiamo organizzato un laboratorio per portarvi in un mondo davvero emozionante!

🥳Sarà un divertentissimo viaggio insieme a Tino il Nocentino, il nostro bambino che dovrà essere accudito, accompagnato ed accolto proprio come facciamo da sempre all’Istituto degli Innocenti!

📅I laboratori sono previsti domani e mercoledì prossimo, 14 e 21 dicembre, per poi tornare a gennaio. Per tutte le informazioni e per le prenotazioni https://www.museodeglinnocenti.it/bottega-dei-ragazzi/

👉Qual è il ruolo dei musei e del patrimonio culturale nella costruzione di nuove narrative capaci di riconoscere la dive...
12/12/2022

👉Qual è il ruolo dei musei e del patrimonio culturale nella costruzione di nuove narrative capaci di riconoscere la diversità e favorire il dialogo interculturale? Come possono i musei mettere in risonanza la propria identità e le proprie collezioni con voci e sguardi che provengono dal margine, favorendo la riflessione a partire da identità marginalizzate e sotto rappresentate?

✍️Saranno questi i temi di “Musei e Decolonialità”, due giornate di studio (15 e 16 dicembre) che hanno come sottotitolo “Pratiche per un dialogo critico e polifonico sul passato e sul futuro”.

Si tratta di un seminario per discutere e confrontarsi, partendo dall’esperienza maturata dal progetto Amir (Accoglienza Musei Inclusione Relazione) sulla natura stessa del museo, un tempo emblema della cultura occidentale e oggi possibile luogo per le comunità in trasformazione.

👩‍🏫Coinvolti in questa esperienza anche il Museo degli Innocenti e la sua direttrice scientifica, Arabella Natalini, che modererà il panel “Pratiche decoloniali nell’arte contemporanea” venerdì pomeriggio.

👇È prevista la possibilità di seguire gli interventi in streaming: per tutte le informazioni www.amirproject.com

🖐Il modo perfetto per entrare nelle emozioni delle festività: prosegue fino al 31 gennaio 'E l'altra metà serberò io', l...
03/12/2022
E l'altra metà serberò io - Museo degli Innocenti

🖐Il modo perfetto per entrare nelle emozioni delle festività: prosegue fino al 31 gennaio 'E l'altra metà serberò io', la mostra dedicata ai segnali di riconoscimento degli Innocenti, una selezione degli oltre 40mila oggetti che hanno accompagnato i bambini al momento del loro ingresso in Istituto.

🎟La mostra è visitabile ogni giorno dalle 9.00 alle 19.00 e nel bookstore troverete anche “La moneta spezzata: una storia di Tino il Nocentino”, una pubblicazione pensata appositamente per accompagnare la visita dei più piccoli ed il cui ricavato andrà per progetti di solidarietà dell’Istituto.

👇 Clicca per maggiori informazioni:

Al via la mostra dedicata ai segnali di riconoscimento dell’antico Ospedale, una selezione dei 40mila oggetti che hanno accompagnato i bambini al momento del loro ingresso in Istituto. Un patrimonio fra i più ricchi al mondo nel suo genere.   Monete e medaglie, ma anche accessori votivi, quali r...

🖐E l’altra metà serberò io: prosegue fino al 31 gennaio la mostra dedicata ai segnali di riconoscimento degli Innocenti,...
23/11/2022

🖐E l’altra metà serberò io: prosegue fino al 31 gennaio la mostra dedicata ai segnali di riconoscimento degli Innocenti, una selezione degli oltre 40mila oggetti che hanno accompagnato i bambini al momento del loro ingresso in Istituto.

👉Un commovente viaggio tra mille emozioni: paura e speranza, rammarico per un abbandono e auspicio di garantire un futuro migliore, dolore e gioia. Tutto attraverso medaglie, monete o semplicemente un bottone. La memoria di un mondo che grazie all’Istituto degli Innocenti ha saputo resistere e diventare sempre più forte.

🎟La mostra è visitabile ogni giorno dalle 9.00 alle 19.00 e nel bookstore troverete anche “La moneta spezzata: una storia di Tino il Nocentino”, una pubblicazione pensata appositamente per accompagnare la visita dei più piccoli ed il cui ricavato andrà per progetti di solidarietà dell’Istituto.

👇 Maggiori informazioni su https://www.museodeglinnocenti.it/mostre/e-laltra-meta-serbero-io/

🫂 La mostra E l’altra metà serberò io, allestita al Museo fino al 30 gennaio 2023, porta i visitatori alla scoperta dei ...
11/11/2022

🫂 La mostra E l’altra metà serberò io, allestita al Museo fino al 30 gennaio 2023, porta i visitatori alla scoperta dei segnali di riconoscimento degli esposti, quei piccoli oggetti indossati da bambini e bambine al momento del loro arrivo nell’antico Ospedale.

🪙 È significativo che, nelle credenze magico-religiose delle campagne, molti di questi oggetti fossero ritenuti benefici, alla stregua di amuleti, e capaci di salvaguardare chi li indossava da pericoli e influssi maligni.

➡ Se siete curiosi di scoprirli con una visita al Museo cliccate qui: https://bit.ly/3DnQakm

📿 Sapete che la presenza dei segnali all'Archivio storico degli Innocenti è documentata sin dai primi registri del Quatt...
09/11/2022

📿 Sapete che la presenza dei segnali all'Archivio storico degli Innocenti è documentata sin dai primi registri del Quattrocento, quando l’usanza di abbandonare i bambini con «contrassegni» beneauguranti acquisì agli Innocenti una finalità amministrativa fondamentale?

🎗 Nei secoli dell’abbandono anonimo, infatti, tali elementi andavano a rappresentare per i Nocentini (i piccoli ospiti della struttura) la sola prova tangibile delle loro origini e una sorta di “documento di identità” necessario al futuro riconoscimento da parte dei genitori. Per questo motivo erano spesso oggetti spezzati, o doppi, facilmente riscontrabili con le metà serbate nel frattempo dalle famiglie.

👉 Potrete scoprire questo e molto altro visitando la mostra E l’altra metà serberò io in corso fino al 30 gennaio 2023 al Museo in piazza Santissima Annunziata a Firenze.

➡ Qui tutte le info: https://bit.ly/3DnQakm

❗️Sold out per l'appuntamento di domani al Museo dal titolo I Racconti dell'Arte a cura di Sergio Gaddi della società Ar...
08/11/2022

❗️Sold out per l'appuntamento di domani al Museo dal titolo I Racconti dell'Arte a cura di Sergio Gaddi della società Arthemisia.

Si tratta di una serie di conferenze gratuite aperte a tutti, che raccontano la mostra Escher in programma fino al 26 marzo 2023 in maniera semplice e comprensibile.

🗣 Con un racconto coinvolgente si ha la possibilità di conoscere più da vicino il visionario genio che con i suoi enigmi ottici, le costruzioni impossibili e le metamorfosi ha da sempre appassionato il pubblico e influenzato generazioni di artisti e creativi.

➡️ Per rimanere aggiornati sulla mostra e su tutti gli eventi del Museo, clicca qui: https://www.museodeglinnocenti.it/

🎗 Monete e medaglie, accessori votivi come rosari, brevi e croci, o oggetti di uso generico come monili, bottoni e nastr...
06/11/2022

🎗 Monete e medaglie, accessori votivi come rosari, brevi e croci, o oggetti di uso generico come monili, bottoni e nastri.

👶 C'è tutto questo, ma soprattutto le storie che attraverso questi piccoli oggetti raccontano le vite dei bambini e delle bambine al momento del loro arrivo nell’antico Ospedale dove erano lasciati con l’intento di assicurarne la sopravvivenza, nella mostra E l’altra metà serberò io allestita al Museo fino al 30 gennaio 2023 .

ℹ️ Per tutte le info clicca qui: https://bit.ly/3DnQakm

👩‍👧Fino al 31 gennaio nei nostri spazi resterà allestita la mostra “E l’altra metà serberò io” dedicata ai segnali di ri...
04/11/2022

👩‍👧Fino al 31 gennaio nei nostri spazi resterà allestita la mostra “E l’altra metà serberò io” dedicata ai segnali di riconoscimento dell’antico Ospedale degli Innocenti di Firenze.

Un’esposizione ricca di storie ed emozioni!

ℹ️ Per tutte le info clicca qui: https://www.museodeglinnocenti.it/mostre/

🥈 “E l’altra metà serberò io”: dal 4 novembre al 31 gennaio 2023 al Museo degli Innocenti di Firenze.Al via la mostra de...
03/11/2022

🥈 “E l’altra metà serberò io”: dal 4 novembre al 31 gennaio 2023 al Museo degli Innocenti di Firenze.

Al via la mostra dedicata ai segnali di riconoscimento dell’antico Ospedale, una selezione dei 40mila oggetti che hanno accompagnato i bambini al momento del loro ingresso in Istituto.

👶 “E l’altra metà serberò io. I segnali di riconoscimento dell’Ospedale degli Innocenti”, è il titolo dell'esposizione sui segnali di riconoscimento, i piccoli oggetti lasciati ai bambini e alle bambine al momento del loro affidamento all’Istituto, al quale erano consegnati con l’intento di assicurarne la sopravvivenza.

L’Archivio storico degli Innocenti ne custodisce oltre 40mila, un patrimonio fra i più ricchi al mondo nel suo genere, da cui sono stati selezionati quelli in esposizione, corredati da pannelli illustrativi, rigorosi dal punto di vista scientifico ma accessibili anche al grande pubblico perché l’obiettivo dell’esposizione è la divulgazione della conoscenza di un patrimonio unico da tutelare, valorizzare e trasmettere alle nuove generazioni.

👉 Di questi 40mila ne sono stati selezionati 70 e fra questi per la prima volta è visibile il bigliettino più antico conservato in Istituto e mai mostrato al pubblico prima, quello di Tommaso Domenico lasciato in Istituto il 21 dicembre 1449, ma c'è anche uno dei più antichi segnali custoditi dall’Istituto, quello della piccola Riccarda, una bambina di circa un anno, consegnata agli Innocenti da una serva della Compagnia del Bigallo il 6 febbraio 1771.

La mostra “E l’altra metà serberò io. I segnali di riconoscimento dell’Ospedale degli Innocenti” è stata pensata al fine anche di sensibilizzare i visitatori su un grande progetto conservativo e di digitalizzazione dei segnali che l’Istituto ha intenzione di intraprendere grazie anche al sostegno della Fondazione Istituto degli Innocenti Ets la quale sosterrà il progetto realizzando iniziative di fundraising.

ℹ Tutti i dettagli della mostra qui: https://bit.ly/3Wx0T4O

🖼 Dal 4 novembre al 31 gennaio 2023 al Museo degli Innocenti la mostra “E l’altra metà serberò io. I segnali di riconosc...
01/11/2022

🖼 Dal 4 novembre al 31 gennaio 2023 al Museo degli Innocenti la mostra “E l’altra metà serberò io. I segnali di riconoscimento dell’Ospedale degli Innocenti”.

👉🏻 L’esposizione, dedicata ai segnali di riconoscimento dell’antico Ospedale, propone una selezione dei 40mila oggetti che hanno accompagnato i bambini al momento del loro ingresso in Istituto: monete e medaglie, ma anche accessori votivi.

👉🏻 Un patrimonio fra i più ricchi al mondo nel suo genere custodito nell’Archivio storico degli Innocenti.

ℹ️ Per tutte le info clicca qui: https://bit.ly/3DnQakm

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️👨‍🎨Una delle opere più importanti del Museo degli Innocenti è l’Adorazione dei Magi di Domenico Ghi...
24/10/2022

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️

👨‍🎨Una delle opere più importanti del Museo degli Innocenti è l’Adorazione dei Magi di Domenico Ghirlandaio, pittore fiorentino tra i protagonisti del Rinascimento.

🎨Opera di straordinario valore artistico e narrativo, evoca molto della storia dell’Istituzione. La committenza è rappresentata dal Priore Francesco Tesori e da figure riccamente vestite, probabilmente ritratti di personalità dell’Arte della Seta. Il pittore firma l’opera con il suo autoritratto. Alla scena assistono inginocchiati San Giovanni Battista, patrono di Firenze, e San Giovanni Evangelista, patrono dell’Arte, insieme a due piccoli martiri della Strage degli Innocenti. La presenza di uomini al lavoro indica forse l’edificazione dell’Ospedale.

➡ Per pianificare la tua visita e conoscere le nostre opere clicca qui: https://bit.ly/3ezevuY

👨‍🎨Escher al Museo degli Innocenti: fino al 26 marzo un’occasione imperdibile👉La grande mostra dedicata al geniale artis...
20/10/2022

👨‍🎨Escher al Museo degli Innocenti: fino al 26 marzo un’occasione imperdibile

👉La grande mostra dedicata al geniale artista olandese Maurits Cornelis Escher arriva al Museo degli Innocenti di Firenze dal 20 ottobre al 26 marzo 2023.

Scoperto dal grande pubblico negli ultimi anni, Escher è diventato uno degli artisti più amati in tutto il mondo, tanto che le mostre a lui dedicate hanno battuto ogni record di visitatori.

👧🧒In tutte le sezioni della mostra sono stati inoltre collocati giochi ed installazioni pensati appositamente per far conoscere Escher ai più piccoli, una caratteristica che avvicina ancora di più l’esposizione all’Istituto degli Innocenti: per bambine, bambini, adolescenti e per le scuole del territorio fiorentino ci sono anche delle proposte didattiche realizzate nella Bottega dei Ragazzi del Museo degli Innocenti. “Giocando con Escher” è il laboratorio per le scuole dell’Infanzia e per la Primaria. Cinque, invece, le visite guidate, in base all’età degli alunni e al grado scolastico: “Cacciatori di forme” è il percorso pensato appositamente per le scuole dell’infanzia, “Escherland” per le Primarie, “Artematica” per le Secondarie di Primo Grado e “Forma Mentis” per le Secondarie di Secondo Grado.

A queste si aggiungono le visite guidate rivolte a tutti e che abbinano l’esposizione del grande artista olandese e quella del Museo degli Innocenti.

➡️Tutte le informazioni sulla mostra su https://bit.ly/3goh57y

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️🏛 La galleria del Museo venne edificata tra il 1436 e il 1438 da Francesco Della Luna, la galleria ...
17/10/2022

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️

🏛 La galleria del Museo venne edificata tra il 1436 e il 1438 da Francesco Della Luna, la galleria al di sopra del porticato di ingresso è costituita da un grande ambiente con copertura a capriate, da una sala dedicata all’esposizione delle pale d’Altare provenienti dalla chiesa di Santa Maria degli Innocenti e dagli spazi del Coretto.

🖼 La collezione contiene alcuni capolavori di artisti di grande rilievo, tra i quali Domenico Ghirlandaio, Luca e Andrea della Robbia, Sandro Botticelli, Piero di Cosimo, ma anche di artisti cresciuti agli Innocenti e avviati alla pittura dal priore Vincenzo Borghini, come Vincenzo Ulivieri, Giovan Battista Naldini e Francesco Morandini (detto il Poppi.) Il Coretto ospita una splendida collezione di tabernacoli e sculture vestite legate alle pratiche devozionali delle ragazze e donne degli Innocenti.

➡ Per saperne di più sulla storia del museo e sulle sue opere clicca qui: https://bit.ly/3yhLdYo

🕍 𝓛𝓪 𝓼𝓽𝓸𝓻𝓲𝓪 𝓭𝓮𝓵 𝓜𝓾𝓼𝓮𝓸 🕍 👉 L’Ospedale (all’epoca detto anche Spedale) viene inaugurato il 5 febbraio del 1445 con l’ingre...
12/10/2022

🕍 𝓛𝓪 𝓼𝓽𝓸𝓻𝓲𝓪 𝓭𝓮𝓵 𝓜𝓾𝓼𝓮𝓸 🕍

👉 L’Ospedale (all’epoca detto anche Spedale) viene inaugurato il 5 febbraio del 1445 con l’ingresso della prima neonata, alla quale viene dato il nome di Agata Smeralda, in onore della santa del giorno.

👦👧 La struttura offriva accoglienza a bambine e bambini lasciati anonimamente all’ingresso. Al loro arrivo venivano affidati alle cosiddette “balie di casa” per poi essere consegnati a balie di campagna, retribuite per allattarli. Terminato lo svezzamento, alcuni di loro restavano con la nuova famiglia, altri rientravano agli Innocenti.

📖 I bimbi maschi ricevevano un’istruzione di base per poi essere mandati nelle botteghe ad apprendere un mestiere. Dal 1552 al 1580, il priore Vincenzo Borghini realizza un innovativo progetto educativo che prevede per loro lo studio della musica e della pittura, oltre che l’insegnamento dell’abaco.

🪡 Alle bambine, che imparavano appena a leggere e scrivere, veniva invece insegnato a cucire e tessere. Spesso andavano a servizio presso una famiglia per costruirsi la dote col salario. Nel XVII secolo viene creato un luogo attrezzato con i telai per permettere alle ragazze di lavorare all’interno della casa.

➡ Per conoscere nel dettaglio la storia del Museo clicca qui: https://bit.ly/3rmRYnX

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️👦👧I protagonisti della storia del museo sono i “nocentini”, le bambine e i bambini di varie età che...
10/10/2022

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️

👦👧I protagonisti della storia del museo sono i “nocentini”, le bambine e i bambini di varie età che venivano accolti dall’Ospedale.

Li possiamo vedere ritratti, all’interno del percorso storia, nascosti sotto il grande mantello della Madonna degli Innocenti: i bimbi ancora in fasce sono sorretti dai fanciulli che indossano tuniche bianche, mentre i più grandi, vestiti di nero, hanno l’immagine del putto in fasce cucito sulla casacca, ad indicare la loro appartenenza alla grande famiglia degli Innocenti.

➡ Per maggiori informazioni sui percorsi museali e sulle sue opere clicca qui: https://bit.ly/3R6a34c

👏Domenica vi aspettiamo al Museo…con tutta la famiglia!🎯Il 9 ottobre è infatti la Giornata nazionale delle famiglie al M...
07/10/2022

👏Domenica vi aspettiamo al Museo…con tutta la famiglia!

🎯Il 9 ottobre è infatti la Giornata nazionale delle famiglie al Museo FAMU Famiglie al museo , il cui tema quest’anno è “Diversi ma uguali”, legato all’importanza dell’inclusione e dell’accessibilità, una giornata in cui i musei si animano di iniziative dedicate ai più piccoli, per incuriosirli e farli appassionare alle tante storie che i luoghi di cultura possono raccontare, al di là di ogni differenza.

🫂Anche il nostro museo partecipa all’iniziativa e sarebbe bellissimo se tutti insieme cogliessimo questa occasione per parlare della diversità – culturale, fisica, cognitiva – come strumento indispensabile di inclusione sociale, ovvero un museo ed una società che sappiano essere realmente accoglienti per tutti!

🎟Per scoprire tutto sull’iniziativa https://www.museopertutti.org/diversi-ma-uguali/, noi intanto vi aspettiamo domenica dalle 11.00 alle 18.00 ricordandovi che anche in questa occasione sarà attivo il biglietto Family, ovvero 2 adulti e 2 bambini potranno visitare il Museo degli Innocenti a 10 euro

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️👉All’esterno del Museo sono presenti dei meravigliosi Putti in fasce realizzati da Andrea della Rob...
03/10/2022

🖼️ 𝓛𝓮 𝓷𝓸𝓼𝓽𝓻𝓮 𝓸𝓹𝓮𝓻𝓮 🖼️

👉All’esterno del Museo sono presenti dei meravigliosi Putti in fasce realizzati da Andrea della Robbia, scultore e ceramista italiano di grande fama, ma qual è la loro storia?

Nel 1487 furono inserite le dieci figure dei Putti in fasce negli oculi al di sopra del loggiato sulla facciata di Filippo Brunelleschi. Due di questi sono esposti in galleria per motivi di conservazione, in seguito all’importante restauro magistralmente effettuato dall’Opificio delle Pietre dure tra il 2015 e il 2016.

La loro presenza nella collezione permette al visitatore di poterli osservare da vicino, ammirane la finezza dell’esecuzione nonché la reale dimensione non percepibile dalla piazza. Sono realizzati con la tecnica della terracotta invetriata, ottimale per restare alle intemperie senza subire danni. Lo testimonia la permanenza di oltre sei secoli all’esterno in buone condizioni. Andrea raffigura i putti con sguardo sereno, alcuni nell’atto di liberarsi dalle fasce. I bianchi corpi dei bambini risaltano rispetto al fondo blu cobalto. L’immagine dei Putti in fasce è diventata nel tempo il simbolo dell’Ospedale.

➡ Clicca qui per scoprire i percorsi espositivi e le meravigliose opere in essi contenuti: https://bit.ly/3rmRYnX

Indirizzo

Piazza Santissima Annunziata, 12
Florence
50122

Orario di apertura

Lunedì 11:00 - 18:00
Mercoledì 11:00 - 18:00
Giovedì 11:00 - 18:00
Venerdì 11:00 - 18:00
Sabato 11:00 - 18:00
Domenica 11:00 - 18:00

Telefono

+390552037122

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Museo degli Innocenti pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Museo degli Innocenti:

Video

IL MUSEO

Si trova nel complesso monumentale che comprende l’edificio progettato da Filippo Brunelleschi, primo esempio dell’architettura rinascimentale.

Il percorso di visita permette di scoprire un patrimonio culturale unico al mondo perché profondamente legato all'attività svolta in favore dei bambini.

L’unità tra opere, architettura, memoria documentaria testimonia una storia mai interrotta di accoglienza e aiuto all'infanzia e alle famiglie e una continuità tra l’antico Ospedale e l’Istituto, oggi Azienda pubblica di servizi alla persona impegnata a promuovere i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza attraverso attività di gestione di servizi educativi e di accoglienza, formazione, ricerca, documentazione.


Altro Museo di storia Florence

Vedi Tutte

Commenti

Dal 16 al 21 marzo si svolge la “Settimana d’azione contro il razzismo”, appuntamento tradizionale dell’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, in concomitanza con la Giornata Mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali fissata il 21 marzo dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Per l'occasione, Amir - accoglienza, musei, inclusione, relazione organizza la visita tematica “Il mestiere di madre” al Museo degli Innocenti.
Un’inedita visita che, a partire dalla storia di Monna Chiara, prima balia di cui si ha notizia certa, vi accompagnerà alla scoperta della centralità del ruolo femminile agli Innocenti confrontandolo con le realtà dei paesi d'origine dei mediatori AMIR.

📌Vi aspettiamo venerdì, 18 marzo alle 15.30!
➡Informazioni e prenotazioni: www.amirproject.com

Amir project دعونا نجتمع في المتحف
Nell’ambito della “Settimana d’azione contro il razzismo”, che si svolge dal 16 al 21 marzo, Amir - accoglienza, musei, inclusione, relazione organizza la visita tematica “Il mestiere di madre” al Museo degli Innocenti.

Un’inedita visita che, a partire dalla storia di Monna Chiara, prima balia di cui si ha notizia certa, vi accompagnerà alla scoperta della centralità del ruolo femminile agli Innocenti confrontandolo con le realtà dei paesi d'origine dei mediatori AMIR.

➡Vi aspettiamo venerdì, 18 marzo alle 15.30!
📌Informazioni e prenotazioni: www.amirproject.com


Amir project دعونا نجتمع في المتحف
Dal 16 al 21 marzo si svolge la “Settimana d’azione contro il razzismo”, appuntamento tradizionale dell’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali in occasione della Giornata Mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali, fissata il 21 marzo dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Nell'ambito della manifestazione, Amir - accoglienza, musei, inclusione, relazione - a cui l'Istituto degli Innocenti aderisce con il proprio museo - propone un ricco e articolato programma, quest’anno alla sua seconda edizione, dal titolo Inform Perform Trasform, Ri-visitare il patrimonio culturale, che si propone di esplorare le dinamiche che la presenza di soggetti e narrative finora esclusi attivano nelle politiche museali di valorizzazione e trasmissione del sapere.

➡Per scoprire il programma: www.amirproject.com

Amir project دعونا نجتمع في المتحف MUSEI DI TUTTI - Firenze Fiesole Istituto degli Innocenti
Alla scoperta dei musei partner della Rete MUSEI DI TUTTI - Firenze Fiesole!

📌 Giovedì 13 gennaio alle ore 20:40 lo speciale di “The Square” dedicato alla mostra di Jenny Saville su Sky Arte!
Che storia celano le pergamene trecentesche con trascrizioni della Commedia custodite nell'Archivio storico dell'Istituto degli Innocenti?

In occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante, la mostra "Una eredità inaspettata" espone nove pergamene di versi della Commedia, pagine manoscritte appartenenti ad un codice trecentesco, conservate nell’Archivio storico dell’Istituto degli Innocenti.

Con questo video, che arricchisce l'offerta in mostra, speriamo di accompagnarvi alla scoperta di questi documenti, per la prima volta presentati al pubblico ed esposti fino al 28 dicembre 2021 al Museo degli Innocenti nella Sala San Giovanni.

700 Dante Firenze
Nell’anno delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante, l'Istituto degli Innocenti presenta al pubblico per la prima volta nove pergamene di versi della Commedia, pagine manoscritte appartenenti ad un codice trecentesco, conservate nell’Archivio storico.

La mostra, "Una eredità inaspettata - I frammenti della Commedia dantesca nell’Archivio dell’Istituto degli Innocenti", realizzata grazie al prezioso lavoro di cura e ricerca quotidianamente condotto nell’Archivio Storico e la capacità propositiva e comunicativa assicurata dal Museo degli Innocenti, è visitabile nella Sala San Giovanni dal 18 novembre al 28 dicembre 2021.

Per prenotazioni ed informazioni:
055 2037122
[email protected]

Entrare nei musei e nei luoghi d’arte accompagnati da punti di vista inediti e prospettive originali è un'occasione per avviare un dialogo sulle diversità culturali che hanno contribuito ad arricchire di simboli e di significati la storia dell’arte occidentale!

Vi aspettiamo il 10 novembre alle 11:00 al Museo degli Innocenti con Amir project دعونا نجتمع في المتحف per scoprire la storia del più antico Istituto di accoglienza per l'infanzia del mondo, un luogo unico che unisce passato e presente nel segno della tutela dei diritti dei minori.

MUSEI DI TUTTI - Firenze Fiesole
Saville trascende i limiti tra figurativo e astratto, tra informale e gestuale, riuscendo a trasfigurare la cronaca in un’immagine universale, un umanesimo contemporaneo che rimette al centro della storia dell’arte la figura, sia essa un corpo o un volto, per dare immagine alle forze che agiscono dentro e contro di noi.

Nei due dipinti presentati nella Pinacoteca del Museo degli Innocenti è racchiusa la concezione della figura femminile in relazione alla maternità: Byzantium (2018) esplora una diversa versione di Pietà in cui il lavoro grafico accompagnato da interventi di colore assai risentiti sembra non essersi fermato alla ricerca della giusta posa, seguendo altresì il movimento dei corpi.

Byzantium, 2018 Oil on canvas 194.3 x 239.1 cm
© Jenny Saville. All rights reserved, DACS 2021. The George Economou Collection. Photo: Mike Bruce. Courtesy the artist and Gagosian

Museo Novecento Firenze Gagosian MUSE Firenze Opera del Duomo di Firenze Istituto degli Innocenti Casa Buonarroti Firenze
Saville trascende i limiti tra figurativo e astratto, tra informale e gestuale, riuscendo a trasfigurare la cronaca in un’immagine universale, un umanesimo contemporaneo che rimette al centro della storia dell’arte la figura, sia essa un corpo o un volto, per dare immagine alle forze che agiscono dentro e contro di noi.

Nei due dipinti presentati nella Pinacoteca del Museo degli Innocenti è racchiusa la concezione della figura femminile in relazione alla maternità. Tra la Madonna col Bambino (1445-50 ca.) di Luca della Robbia e la Madonna col Bambino e un angelo (1465-76) opera giovanile di Botticelli, il grande quadro The Mothers (2011) di Jenny Saville, di forte impatto evocativo, rivela il fulminante cortocircuito atemporale di questa tematica, accolta in un edificio dove, fin dai tempi del progetto di Brunelleschi, si è avvertito il bisogno di un impegno nell’accoglienza dei bambini abbandonati e nella promozione e tutela dei diritti dell’infanzia.

The Mothers, 2011 - Oil and charcoal on canvas 270 x 220 cm
© Jenny Saville. All rights reserved, DACS 2021. Collection of Lisa and Steven Tananbaum. Photo: Mike Bruce. Courtesy the artist and Gagosian

Museo Novecento Firenze Gagosian MUSE Firenze Opera del Duomo di Firenze Istituto degli Innocenti Casa Buonarroti Firenze
x

Altro Museo di storia Florence (vedi tutte)

Museo Arqueológico Nacional de Florencia Museo Archeologico (Florencia) Museo de' Medici Museo Archeologico Nazionale di Firenze Opificio delle Pietre Dure Opificio delle pietre dure Fondazione Scienza e Tecnica e Planetario di Firenze Galleria dell'Accademia Galeria da Academia de Belas Artes de Florença Museo Nazionale di San Marco Sarah Cater - Tour Guide Museo dell'Opera di Santa Maria del Fiore Museo di Firenze com'era Museo dell'Opera del Duomo