Museo Luigi Bellini

Museo Luigi Bellini Dal 1756 Galleria Privata Bellini, nel cuore di Firenze
(13)

20/11/2020
Buon Halloween 🎃
31/10/2020

Buon Halloween 🎃

Fridays for FutureSiamo ancora in tempo
15/03/2019

Fridays for Future
Siamo ancora in tempo

Save the planet

A tutte le bellissime donne della Collezione Bellini: madonne fiorentine, madri generose, eroine del mito, guerriere  e ...
08/03/2019

A tutte le bellissime donne della Collezione Bellini: madonne fiorentine, madri generose, eroine del mito, guerriere e dee dell'amore.

"Ella si va, sentendosi laudare,
benignamente d’umiltà vestuta;
e par che sia una cosa venuta
da cielo in terra a miracol mostrare.

Mostrasi sì piacente a chi la mira,
che dà per li occhi una dolcezza al core,
che ‘ntender no la può chi no la prova;

e par che de la sua labbia si mova
un spirito soave pien d’amore,
che va dicendo a l’anima: Sospira."

(Dante Alighieri)

Auguri a tutte voi, meravigliose creature
08/03/2019

Auguri a tutte voi, meravigliose creature

8 DONNE E UN MISTERO
Street art in giro per Firenze, un omaggio alle donne da un anonimo artista.
In quale vie della città sono state viste le 8 superdonne?

07/03/2019

🕰 Memories - 1959 Dopo mesi di lunga e meticolosa organizzazione apre i battenti, il 10 settembre, la prima edizione della Biennale fiorentina grazie al meticoloso impegno dei fratelli Bellini coadiuvati dai membri dell' Associazione Antiquari d'Italia, nata appositamente in quell'anno.
📷 Un successo di pubblico senza eguali, suggellato dalla visita privata del Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi, il giorno precedente la chiusura.

https://www.galleriabellini.com/la-nostra-storia/
04/03/2019

https://www.galleriabellini.com/la-nostra-storia/

A Firenze - e in molte altre città d’Italia e del mondo - dovunque si incontrino amatori colpiti dal fascino spirituale dell’ antichità, appassionati collezionisti di oggetti d’arte, persone interessate agli avvenimenti estetici e finanziari del mercato artistico, basta pronunziare questo ...

21/02/2019

🕰️ Memories - 1953 Luigi Bellini, mercante d'arte, in un periodo storico di grande ripresa economica, organizza in Firenze una mostra cui prendono parte gli antiquari italiani e che si rivelerà essere l'ispiratrice della Biennale fiorentina.

14/02/2019

"Roder si sentì il cor d’ascosa lima;
Roder si sentì il core, e a poco a poco
Tutto infiammato d’amoroso fuoco"

Ludovico Ariosto, L'Orlando Furioso, Canto XIX, 26

10/12/2018
16/11/2018

Cavallo d'acciaio.

https://www.galleriabellini.com/bellini-in-the-world/
09/10/2018

https://www.galleriabellini.com/bellini-in-the-world/

E' con immensa gioia che vi presento “Miracle: the Bellini Family and the Renaissance”, la più attesa e innovativa mostra d’arte sul Rinascimento Italiano che sia mai stata realizzata in Cina e che inaugureremo il prossimo 27 settembre presso l'Himalayas Museum di Shanghai. Dopo due anni di f...

Il sorriso enigmatico della Monna Lisa? Ma quale mistero, la Gioconda è felice!Noi la vediamo così: con un grande sorris...
04/10/2018

Il sorriso enigmatico della Monna Lisa?
Ma quale mistero, la Gioconda è felice!

Noi la vediamo così: con un grande sorriso (rigorosamente sdentato) aperto sul viso, un filo di rimmel sulle ciglia scure e i fiori che le germogliano nel petto :)




Violante Bellini Sveva Bellini Changbei Wu

Flag of Italy
04/10/2018

Flag of Italy

Chen YeMatita su cartoncino"Santa martire"Tribute to Renaissance, 2 ottobre 2018
04/10/2018

Chen Ye
Matita su cartoncino
"Santa martire"

Tribute to Renaissance, 2 ottobre 2018

Uguali, no?!
04/10/2018

Uguali, no?!

con Yan Blusseau e Moradi Il Sedicente
03/10/2018

con Yan Blusseau e Moradi Il Sedicente

Tribute to RenaissancePomeriggio di estemporanea di disegno e laboratorio creativo. Perché l'arte vista attraverso gli o...
03/10/2018

Tribute to Renaissance

Pomeriggio di estemporanea di disegno e laboratorio creativo.
Perché l'arte vista attraverso gli occhi dei bimbi è una cosa meravigliosa!!!

Grazie a Luigi Bellini Violante Bellini Sveva Bellini Moradi Il Sedicente Yan Blusseau

I capolavori dei Maestri del Rinascimento visti con gli occhi dei bambini e riprodotti su carta con tanta fantasia.Non p...
02/10/2018

I capolavori dei Maestri del Rinascimento visti con gli occhi dei bambini e riprodotti su carta con tanta fantasia.
Non perdete di visitare la collezione di 100 disegni che abbiamo selezionato, venite a trovarci questo pomeriggio alle ore 17,00.
Vi accoglieremo con una deliziosa merenda!
Vi aspettiamo!

01/10/2018

Visto che in molti mi chiedono dove si trovi questo o quell'altro animale, ho disegnato una mappa che indica tutti quelli ancora presenti e visibili. Buona caccia!

CACCIA ALLE CREATURE DALL'ARNO, APERTURA STRAORDINARIA STAGIONE VENATORIA 2018 Il 2 ottobre dalle ore 15,00, qui ⬇️Armat...
28/09/2018

CACCIA ALLE CREATURE DALL'ARNO, APERTURA STRAORDINARIA STAGIONE VENATORIA 2018
Il 2 ottobre dalle ore 15,00, qui ⬇️

Armatevi di carta e tante matite ✏️✏️✏️, le bestiole del Moradi Il Sedicente si cacciano solo così

Alle ore 17.00, terminata la caccia, vi aspettiamo con una gustosissima merenda al Museo Luigi Bellini per l'evento inaugurale della mostra "Saluto al Rinascimento" curata da Violante Bellini Sveva Bellini Luigi Bellini

Visto che in molti mi chiedono dove si trovi questo o quell'altro animale, ho disegnato una mappa che indica tutti quelli ancora presenti e visibili. Buona caccia!

27/09/2018

Saluto al Rinascimento Dalla Cina, mostra collettiva di giovani artisti La China Art Weekly, rivista al primo posto nel settore dell’arte in Cina, che conta 1 milione di lettori, ha fondato una innovativa piattaforma di comunicazione, formazione e scambio culturale per i più giovani: la Green Man...

Saluto al Rinascimento Dalla Cina, mostra collettiva di giovani artisti Una selezione di disegni ispirati al Rinasciment...
26/09/2018

Saluto al Rinascimento
Dalla Cina, mostra collettiva di giovani artisti

Una selezione di disegni ispirati al Rinascimento, realizzati da oltre 100 bambini della città cinese di Hangzhou, verranno esposti il giorno 2 ottobre 2018 al Museo Bellini, in Lungarno Soderini 5, dalle ore 17.00 alle 20.00.

Per gli aspiranti artisti cinesi e per tutti i bambini che vorranno partecipare è stata ideata una caccia alle fantastiche “Creature dal fiume” dell’artista fiorentino Moradi Il Sedicente, un’avventura che si inoltrerà per le vie del quartiere Oltrarno.
I ragazzi, muniti di carta e matite, si cimenteranno durante il percorso in un laboratorio creativo, allo scopo di catturare le creature disegnandole sui loro fogli.
La caccia, che inizierà alle ore 15.00, passerà dalla bottega dell’artista Moradi Il Sedicente in via delle Caldaie n. 11 rosso e terminerà al Museo Bellini.

Vi aspettiamo numerosi!

18/09/2018

Mostra di Ivy Chaung al Museo Bellini Love - Sunshine Life Firenze

Vi aspettiamo numerosi, domani alle 17.30 per inaugurare la  Mostra personale Ivy Chaung“Love sunshine life“ Museo Luigi...
14/09/2018

Vi aspettiamo numerosi, domani alle 17.30 per inaugurare la Mostra personale Ivy Chaung“Love sunshine life“ Museo Luigi Bellini

con Luca Xie

10/09/2018

Massimo Listri documenta nelle sue fotografie spettacolari biblioteche in giro per il mondo, catturandone l'immortale bellezza.

Sabato 15 settembre alle ore 17,30, inauguriamo la mostra dell'artista Ivy Chaung "LOVE: Sunshine in life" con Luca Xie
10/09/2018

Sabato 15 settembre alle ore 17,30, inauguriamo la mostra dell'artista Ivy Chaung "LOVE: Sunshine in life"

con Luca Xie

06/09/2018

Una pittrice che appartiene alla primavera Ci sono pittori che hanno caratteristiche che li accomunano chiaramente alle quattro stagioni. Van Gogh appartiene, per esempio, all'estate; Ivy Chaung è una pittrice che appartiene, d'altro canto, alla primavera. La calda estate, le foglie autunnali che s...

Indirizzo

Lungarno Soderini 5
Florence
50124

Orario di apertura

Lunedì 10:00 - 13:00
15:00 - 19:00
Martedì 10:00 - 13:00

Telefono

+39 055214031

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Museo Luigi Bellini pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Museo Luigi Bellini:

Video

Condividi

La nostra storia

La Collezione Privata Bellini

A Firenze, dovunque si incontrino amatori colpiti dal fascino spirituale delle antichità, basta pronunziare questo nome - “i Bellini” - perché l’immaginazione si ritrovi sulle rive dell’Arno dantesco, davanti alla dimora che appartenne alla famiglia Soderini.

È qui che vivono “i Bellini” dal 1756, in antica intimità con i fondi-oro, i capolavori degli artisti del Quattrocento e del Rinascimento: un affresco della scuola di Giotto, un busto di Donatello, un ritratto del Tintoretto, una Madonna dei Della Robbia, un bronzo di Giambologna.

Musei nelle vicinanze


Altro Florence musei

Vedi Tutte

Commenti

👍👍👍👍👍
A Firenze - e in molte altre città d’Italia e del mondo - dovunque si incontrino amatori colpiti dal fascino spirituale delle antichità, appassionati collezionisti di oggetti d’arte, persone interessate agli avvenimenti estetici e finanziari del mercato artistico, basta pronunziare questo nome - “i Bellini” - perché l’immaginazione facendo un volo di qualche metro o di qualche centinaio di chilometri si ritrovi sulle rive dell’Arno dantesco, davanti alla dimora che appartenne alla famiglia Soderini, o vada a raggiungere, attraverso la poesia dorata delle colline, i grandi alberi, le vecchie pietre e la massa severa del castello di Marignolle.

E’ qui che vivono “i Bellini” dal 1756, in antica intimità con i fondi-oro, i capolavori degli artisti del Quattrocento e del Rinascimento, le ceramiche lumeggiate di Maestro Giorgio da Gubbio, i piccoli bronzi di Donatello, di Filarete, di Tiziano Aspetti o del Riccio, le arcaiche sculture lignee. E’ qui che si incontrano i Bellini circondati dai festoni policromi robbiani, gli arazzi della manifattura medicea, le casse nuziali decorate in pastiglia, le austere cattedre, le aggraziate savonarole, le credenze, le “fratine”, le cassapanche, gli specchi: oggetti creati, nei secoli, da artisti ed artigiani toscani che, pur non avendo un marchio di fabbrica, nondimeno firmarono le loro opere con l’inimitabile e inconfondibile eleganza della linea e della decorazione.

I Bellini, ovvero dinastie di grandi e antiche famiglie, appassionatamente legate alle creazioni artistiche del passato; una galleria universalmente conosciuta, un antiquariato nobile e raffinato, fedele ad una linea classica, che non si lascia sedurre dalla moda passeggera dell’oggetto curioso, né attirare dalle facili seduzioni del bric-à-brac.
Uno sguardo sapiente ed amoroso, unito a quel gusto raffinato che fu appannaggio degli uomini del Rinascimento, ha saputo scoprire, in luoghi vicini e lontani, velati dalla polvere dell’abbandono, oggetti di grande importanza: ed ora lo stesso sguardo li ammira, nelle belle sale del museo sul Lungarno Soderini, con l’emozione - fatta di amore e passione - dei veri antiquari che, prima di essere mercanti, sono amatori, collezionisti, “malati” d’arte e di antichità.

Una folla di fantasmi, un mondo di tempi lontani, rivive in un fantastico arredamento, tra pareti degne di un museo, e resuscita un glorioso passato: qui un affresco della scuola di Giotto, là un busto di Donatello, un ritratto del Tintoretto, una Madonna dei Della Robbia, un bronzo di Giambologna, una ceramica di Xanto Avelli da Rovigo, un arazzo gotico, un armadio scolpito dal Sansovino.

Non è dato sapere quale sia stato il Bellini che, messi gli occhi su di un capolavoro dei secoli trascorsi, sia stato vittima - per primo - del “colpo di fulmine”. Esistono dei Bellini che furono antiquari nel XVIII secolo: ma eventuali ricerche genealogiche non potrebbero aggiungere niente di più al prestigio della illustre famiglia fiorentina, dalla quale discende Luigi Bellini, padre di Beppe e Mario Bellini. Due nomi legati a importanti cariche nel mondo degli antiquari italiani (associazioni, sindacati, mostre). Così che il giornalista che ha spesso occasione di passare le frontiere e che - ad una mostra di Delft, a una vendita di Londra, o in una galleria antiquaria della parigina “ rive gauche” - si trova spesso incaricato di riportare in patria “tanti saluti a Beppe e Mario” - i Bellini del tempo ai il Bellini di oggi - che dimenticano facilmente le loro cariche e i loro titoli.

Il nonno, Luigi Bellini Sr. possedeva in via della Spada un negozio che era anche un luogo d’incontri, dove molti andavano per parlare di arte antica, oltre che per trattare affari. Sono una moltitudine coloro che, un po’ ovunque, conservano il ricordo dei Bellini; infaticabili scopritori di capolavori antichi che restituivano alla vita, valorizzandoli, non dimenticando peraltro l’arte contemporanea. I Bellini furono sostenitori ed amici (con le mostre di Palazzo Ferroni) di numerosi artisti moderni di cui alcuni gli restano debitori del primo riconoscimento pubblico ottenuto, del primo scalino della loro ascesa. I Bellini non hanno mai voluto staccarsi dalla città di Firenze, dalle rive dell’Arno. E fu proprio per l’Arno, per il glorioso fiume dantesco, che combatterono anche una battaglia: quella per quel gioiello che è Ponte a Santa Trinita, che la guerra aveva distrutto e che i fiorentini volevano ricostruire “dov’era e com’era”, con l’appassionata fermezza di cui parlò il mondo intero.

Attualmente la Galleria Bellini - Collezione Privata- è stata aperta al pubblico per volontà di Luigi Bellini, appartenente all'undicesima generazione della famiglia Bellini di Firenze.

Museo Luigi Bellini