Museo Galileo

Museo Galileo Istituto internazionale di ricerca in storia della scienza | Custodi di un inestimabile patrimonio di strumentazione scientifica, tra cui gli unici due telescopi di Galileo giunti fino a noi.
(329)

Worldwide known institution for research in the History of Science | Home to an outstanding collection of scientific instruments and to the only two surviving Galileo’s telescopes.

Normali funzionamento

🛠 #scienzaeartigianato Pietre che diventano strumenti per creare bellissimi paesaggi, ritratti, scene di vita quotidiana...
02/09/2021
La pittura di pietra. L’antica arte del commesso fiorentino

🛠 #scienzaeartigianato
Pietre che diventano strumenti per creare bellissimi paesaggi, ritratti, scene di vita quotidiana o nature morte con colori molto vividi: di cosa stiamo parlando? Di opere realizzate con l'antica tecnica del #commessofiorentino, amata e incentivata dai membri della famiglia dei Medici già dal Quattrocento.

Guarda il video 👇
https://www.youtube.com/watch?v=zjhLpJREDgs&t=11s

Attività progettata nell'ambito del progetto ‘Colazione al museo. Le botteghe della scienza 2020’ rivolto a giovani e adulti, incentrato sul recupero della m...

✋ Oggi, ore 11: SPERIMENTIAMO IL MUSEO!Vi siete mai chiesti come funziona il "bizzarro" paradosso meccanico, che sembra ...
31/08/2021

✋ Oggi, ore 11: SPERIMENTIAMO IL MUSEO!

Vi siete mai chiesti come funziona il "bizzarro" paradosso meccanico, che sembra sfidare la forza di gravità?
Venite a scoprirlo!

📸 Foto (di repertorio): Museo Galileo

✋ Oggi, ore 11: SPERIMENTIAMO IL MUSEO!

Vi siete mai chiesti come funziona il "bizzarro" paradosso meccanico, che sembra sfidare la forza di gravità?
Venite a scoprirlo!

📸 Foto (di repertorio): Museo Galileo

#Estate2021 ⛱Ultime attività estive al Museo Galileo!Non farti sfuggire l'occasione di vedere le nostre collezioni con u...
27/08/2021

#Estate2021 ⛱
Ultime attività estive al Museo Galileo!
Non farti sfuggire l'occasione di vedere le nostre collezioni con una guida 😉
Ecco il calendario degli appuntamenti, che terminano l'11 settembre.
👉 https://www.museogalileo.it/.../2117-e-state-al-museo...

#Estate2021 ⛱
Ultime attività estive al Museo Galileo!
Non farti sfuggire l'occasione di vedere le nostre collezioni con una guida 😉
Ecco il calendario degli appuntamenti, che terminano l'11 settembre.
👉 https://www.museogalileo.it/.../2117-e-state-al-museo...

#accaddeoggi  #25agosto Sapevate che aerei e automobili sono l’ideale per proteggersi dai fulmini? Entrambi si comportan...
25/08/2021

#accaddeoggi #25agosto

Sapevate che aerei e automobili sono l’ideale per proteggersi dai fulmini? Entrambi si comportano infatti come gabbie di Faraday, così chiamate in onore del suo inventore, Michael Faraday, uno dei maggiori fisici ottocenteschi, la cui scomparsa avvenne oggi nel 1867.

La gabbia di Faraday è una sorta di involucro metallico che quando viene elettrizzato consente alle cariche di distribuirsi unicamente sulla superficie esterna senza penetrare all’interno.

👇https://catalogo.museogalileo.it/biografia/MichaelFaraday.html

#accaddeoggi #25agosto

Sapevate che aerei e automobili sono l’ideale per proteggersi dai fulmini? Entrambi si comportano infatti come gabbie di Faraday, così chiamate in onore del suo inventore, Michael Faraday, uno dei maggiori fisici ottocenteschi, la cui scomparsa avvenne oggi nel 1867.

La gabbia di Faraday è una sorta di involucro metallico che quando viene elettrizzato consente alle cariche di distribuirsi unicamente sulla superficie esterna senza penetrare all’interno.

👇https://catalogo.museogalileo.it/biografia/MichaelFaraday.html

“CHIMICA FANTASTICA”Domani alle 21.30 al Festival Scienza Fantastica  di SpotornoMarco Ciardi e Silvano Fuso alla guida ...
23/08/2021

“CHIMICA FANTASTICA”
Domani alle 21.30 al Festival Scienza Fantastica di Spotorno
Marco Ciardi e Silvano Fuso alla guida di un affascinante viaggio tra mirabolanti scoperte, sostanze e reazioni… generate dalla fantasia 🤩

Ecco il trailer 👉 https://youtu.be/CsVSq1p4OPM

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=222573436545878&id=100063796680073

SCIENZA FANTASTICA 2021 - 9^ EDIZIONE
Spotorno, Martedì 24 agosto Comune di Spotorno Scienza Fantastica
Ore 21,30 - Sala Convegni Palace:

“CHIMICA FANTASTICA” con Marco Ciardi e Silvano Fuso
Da Atlantide a Wolverine, passando per l’alchimia, un affascinante viaggio tra mirabolanti scoperte, sostanze, formule e reazioni …generate dalla fantasia.

(La prenotazione non è obbligatoria ma è comunque gradita per snellire le procedure di ingresso. Inviare una mail a [email protected] oppure un messaggio WhatsApp al numero +39.347.2292495 indicando a quale evento siete interessati e quante persone partecipano)

📚 Da oggi la biblioteca è nuovamente aperta dal lunedì al venerdì con orario 9.30-16.30.Per maggiori informazioni 👉 http...
23/08/2021

📚 Da oggi la biblioteca è nuovamente aperta dal lunedì al venerdì con orario 9.30-16.30.

Per maggiori informazioni
👉 https://www.museogalileo.it/it/biblioteca-e-istituto-di-ricerca/biblioteca-e-archivi/informazioni-biblioteca/20-apertura-e-distribuzione.html

*****

📚 Our library has reopened: Monday through Friday from 9.30-16.30.

For more info
👉 https://www.museogalileo.it/en/library-and-research-institute/library/information-library/726-opening-and-distribution.html

📚 Da oggi la biblioteca è nuovamente aperta dal lunedì al venerdì con orario 9.30-16.30.

Per maggiori informazioni
👉 https://www.museogalileo.it/it/biblioteca-e-istituto-di-ricerca/biblioteca-e-archivi/informazioni-biblioteca/20-apertura-e-distribuzione.html

*****

📚 Our library has reopened: Monday through Friday from 9.30-16.30.

For more info
👉 https://www.museogalileo.it/en/library-and-research-institute/library/information-library/726-opening-and-distribution.html

#parlanodinoi Grazie a Glance Hotel in Florence!
20/08/2021

#parlanodinoi
Grazie a Glance Hotel in Florence!

“Con fasci di luce belle e splendenti, parleranno sempre di te le stelle”

Agosto 1609 - Galileo Galilei mostra il funzionamento del telescopio. Lo strumento, composto di due lenti incastrate in un tubo di legno, consentì allo scienziato l’osservazione dei paesaggi lunari, dei satelliti di Giove, della Via Lattea e delle macchie solari.

Per questa ed altre sensazionali scoperte, visita il Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza, Piazza dei Giudici, Firenze.

Walking distance: 1,5 Km

________
#galileogalilei #takeaglance
#firenzemuseum #exploreflorence #italianscience #historyandscience #visitflorenceitaly
#sciencemuseum #telescope

Virtual Wednesdays at the Fine Arts Museums of San Francisco🗓️ August 18, 2021⏰ 5:00 pm – 5:45 pm (US time) // Art, Scie...
17/08/2021
[Part 2] Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures

Virtual Wednesdays at the Fine Arts Museums of San Francisco
🗓️ August 18, 2021
⏰ 5:00 pm – 5:45 pm (US time) //
Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures (Part 2) by Giovanni Di Pasquale.

👉 https://legionofhonor.famsf.org/calendar/part-2-art-science-and-mythology-wine-ancient-mediterranean-cultures

Domestication of the wild grapevine was a fundamental step in the history of agriculture and civilization. A product of nature and, above all, of mankind, wine is the protagonist of incredible stories dating back to the origin of the Mediterranean civilization.

#accaddeoggi  #16agosto 🌎Nasceva oggi nel 1650 Vincenzo Maria Coronelli, Cartografo e Cosmografo della Repubblica di Ven...
16/08/2021

#accaddeoggi #16agosto
🌎Nasceva oggi nel 1650 Vincenzo Maria Coronelli, Cartografo e Cosmografo della Repubblica di Venezia.
Pubblicò globi celesti e terrestri di varie dimensioni e fu uno dei maggiori rappresentanti dell'arte sfereografica italiana, riscuotendo la stima di molti studiosi a livello internazionale.
Tra gli altri meritano menzione, oltre ai mappamondi conservati presso il Museo Galileo, i globi monumentali, interamente manoscritti, costruiti tra il 1681 e il 1683 per il Re di Francia Luigi XIV (1638-1715).

#accaddeoggi #16agosto
🌎Nasceva oggi nel 1650 Vincenzo Maria Coronelli, Cartografo e Cosmografo della Repubblica di Venezia.
Pubblicò globi celesti e terrestri di varie dimensioni e fu uno dei maggiori rappresentanti dell'arte sfereografica italiana, riscuotendo la stima di molti studiosi a livello internazionale.
Tra gli altri meritano menzione, oltre ai mappamondi conservati presso il Museo Galileo, i globi monumentali, interamente manoscritti, costruiti tra il 1681 e il 1683 per il Re di Francia Luigi XIV (1638-1715).

Domani, 15 agosto, il Museo è regolarmente aperto dalle 9.30 alle 18.00. Passate il Ferragosto con noi! ***********Visit...
14/08/2021

Domani, 15 agosto, il Museo è regolarmente aperto dalle 9.30 alle 18.00.
Passate il Ferragosto con noi!
***********
Visit us tomorrow, August 15, we are regularly open from 9.30 to 18!

Domani, 15 agosto, il Museo è regolarmente aperto dalle 9.30 alle 18.00.
Passate il Ferragosto con noi!
***********
Visit us tomorrow, August 15, we are regularly open from 9.30 to 18!

Grazie Fondazione Beic!
11/08/2021

Grazie Fondazione Beic!

"Tutto ciò che esiste nell'universo è frutto del caso e della necessità. " Democrito

Phaenomena
Aratus : Solensis (circa 315 a.C.-circa 240 a.C.)
Leiden, Officina Plantiniana, 1600
https://bit.ly/3BnXkDl
Museo Galileo #histsci #Astronomia #astronomy

La prima parte della presentazione "Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures" di Giovanni d...
10/08/2021
Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures \ Part 1

La prima parte della presentazione "Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures" di Giovanni di Pasquale è ora disponibile sul canale YouTube del Fine Arts Museums di San Francisco.

The first part of the presentation "Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures" by Giovanni di Pasquale is now available on the YouTube channel of the Fine Arts Museums of San Francisco.

👉 https://www.youtube.com/watch?v=Sb2igN7qtCg

Domestication of the wild grapevine was a fundamental step in the history of agriculture and civilization. A product of nature and, above all, of mankind, wi...

🔺 Giornata di studi della Società Italiana di Storia della Scienza 🗓️ 10 settembre 2021⏰ 14.30-17.00🗣️ "Strumenti a disp...
09/08/2021

🔺 Giornata di studi della Società Italiana di Storia della Scienza
🗓️ 10 settembre 2021
⏰ 14.30-17.00
🗣️ "Strumenti a disposizione degli studiosi: le teche Favaro e Caverni"
🗣️ "Il Museo Galileo si racconta: i progetti di ricerca"

👉 https://bit.ly/SeminarioSISS

Partecipazione online previa iscrizione 👇
https://bit.ly/SeminarioSISS_iscr

🔺 Giornata di studi della Società Italiana di Storia della Scienza
🗓️ 10 settembre 2021
⏰ 14.30-17.00
🗣️ "Strumenti a disposizione degli studiosi: le teche Favaro e Caverni"
🗣️ "Il Museo Galileo si racconta: i progetti di ricerca"

👉 https://bit.ly/SeminarioSISS

Partecipazione online previa iscrizione 👇
https://bit.ly/SeminarioSISS_iscr

🤚 Giovedì 5 agosto 2021 ⏰ 10.30I SEGRETI DELLA CARTAUltimi posti per il secondo appuntamento proposto dalla Rete Musei W...
04/08/2021

🤚 Giovedì 5 agosto 2021 ⏰ 10.30
I SEGRETI DELLA CARTA

Ultimi posti per il secondo appuntamento proposto dalla Rete Musei Welcome nell'ambito del ciclo estivo di Arti e scienze.
Un incontro a due voci, a cura di Museo Galileo e Casa Buonarroti Firenze

Prenotazioni all'indirizzo [email protected]

🤚 Giovedì 5 agosto 2021 ⏰ 10.30
I SEGRETI DELLA CARTA

Ultimi posti per il secondo appuntamento proposto dalla Rete Musei Welcome nell'ambito del ciclo estivo di Arti e scienze.
Un incontro a due voci, a cura di Museo Galileo e Casa Buonarroti Firenze

Prenotazioni all'indirizzo [email protected]

Virtual Wednesdays at the Fine Arts Museums of San Francisco🗓️ August 4, 2021⏰ 5:00 pm – 5:45 pm (US time) // Art, Scien...
03/08/2021

Virtual Wednesdays at the Fine Arts Museums of San Francisco
🗓️ August 4, 2021
⏰ 5:00 pm – 5:45 pm (US time) //
Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures (Part 1) by Giovanni Di Pasquale.
Part 2 --> August 18, 2021

👉 https://legionofhonor.famsf.org/calendar/art-science-and-mythology-wine-ancient-mediterranean-cultures

Virtual Wednesdays at the Fine Arts Museums of San Francisco
🗓️ August 4, 2021
⏰ 5:00 pm – 5:45 pm (US time) //
Art, Science, and Mythology of Wine in Ancient Mediterranean Cultures (Part 1) by Giovanni Di Pasquale.
Part 2 --> August 18, 2021

👉 https://legionofhonor.famsf.org/calendar/art-science-and-mythology-wine-ancient-mediterranean-cultures

#Estate2021 ⛱Continuano per tutto agosto le visite guidate al Museo Galileo!Non farti sfuggire l'occasione di vedere le ...
01/08/2021

#Estate2021 ⛱
Continuano per tutto agosto le visite guidate al Museo Galileo!
Non farti sfuggire l'occasione di vedere le nostre collezioni con una guida 😉

Ecco il calendario degli appuntamenti
👉 https://www.museogalileo.it/it/eventi-e-news/2117-e-state-al-museo-galileo.html

#Estate2021 ⛱
Continuano per tutto agosto le visite guidate al Museo Galileo!
Non farti sfuggire l'occasione di vedere le nostre collezioni con una guida 😉

Ecco il calendario degli appuntamenti
👉 https://www.museogalileo.it/it/eventi-e-news/2117-e-state-al-museo-galileo.html

🌒🌓🌔 Nel 1971 la Nasa organizzò la nona missione spaziale Apollo 15 con l’obiettivo di esplorare e mappare la superficie ...
31/07/2021
Hammer and feather drop on moon

🌒🌓🌔 Nel 1971 la Nasa organizzò la nona missione spaziale Apollo 15 con l’obiettivo di esplorare e mappare la superficie lunare.

🚀 Nel corso della missione, tra il 30 luglio e il 2 agosto, il comandante David Scott decise di rendere omaggio a Galileo con un piccolo esperimento: fece cadere nello stesso momento un martello e una piuma che, a causa della trascurabile atmosfera lunare, toccarono il terreno contemporaneamente.

Riuscì così a dimostrare, 4 secoli dopo, la teoria galileiana sull'accelerazione dei gravi.

In 1971, astronaut David Scott re-created Galileo's famous experiment on the moon by dropping a hammer and a feather simultaneously. Please support wonders o...

La mostra "L’Elba di Giorgio Roster" è visitabile tutti i giorni dalle 18 alle 20 (fino al 15 settembre).Fino al 5 agost...
30/07/2021

La mostra "L’Elba di Giorgio Roster" è visitabile tutti i giorni dalle 18 alle 20 (fino al 15 settembre).

Fino al 5 agosto sarà aperta anche dalle 21 alle 23 con visite guidate a cura della Cooperativa Alké.

https://greenreport.it/news-partner/inaugurata-la-mostra-dello-scienziato-fotografo-giorgio-roster-a-forte-inglese/

greenreport.it InfoPark Arcipelago Toscano

La mostra "L’Elba di Giorgio Roster" è visitabile tutti i giorni dalle 18 alle 20 (fino al 15 settembre).

Fino al 5 agosto sarà aperta anche dalle 21 alle 23 con visite guidate a cura della Cooperativa Alké.

https://greenreport.it/news-partner/inaugurata-la-mostra-dello-scienziato-fotografo-giorgio-roster-a-forte-inglese/

greenreport.it InfoPark Arcipelago Toscano

#SaveTheDate 🗓️29 luglio ⏰18.30Marco Ciardi e Antonella Gasperini presentano "Il pianoforte di Einstein | Vite e storie ...
26/07/2021

#SaveTheDate
🗓️29 luglio ⏰18.30
Marco Ciardi e Antonella Gasperini presentano "Il pianoforte di Einstein | Vite e storie in bilico tra Firenze, Europa e America".

📍OLA – Oltrarno Libri e Autori. Salotto letterario, piazza del Carmine, Firenze.

Estate Fiorentina Hoepli - La Grande Libreria Online

#SaveTheDate
🗓️29 luglio ⏰18.30
Marco Ciardi e Antonella Gasperini presentano "Il pianoforte di Einstein | Vite e storie in bilico tra Firenze, Europa e America".

📍OLA – Oltrarno Libri e Autori. Salotto letterario, piazza del Carmine, Firenze.

Estate Fiorentina Hoepli - La Grande Libreria Online

📢 Apre domani 22 luglio, presso il Forte Inglese di Portoferraio, la mostra “L’Elba di Giorgio Roster. La trasformazione...
21/07/2021

📢 Apre domani 22 luglio, presso il Forte Inglese di Portoferraio, la mostra “L’Elba di Giorgio Roster. La trasformazione del paesaggio tra Otto e Novecento negli scatti dello scienziato fotografo” 📷

👉 https://bit.ly/Roster_IsolaElba

Parco Nazionale Arcipelago Toscano Elbareport Quotidiano Infoelba - Informazioni sull'Isola d'Elba

📢 Apre domani 22 luglio, presso il Forte Inglese di Portoferraio, la mostra “L’Elba di Giorgio Roster. La trasformazione del paesaggio tra Otto e Novecento negli scatti dello scienziato fotografo” 📷

👉 https://bit.ly/Roster_IsolaElba

Parco Nazionale Arcipelago Toscano Elbareport Quotidiano Infoelba - Informazioni sull'Isola d'Elba

Un’interessante dimostrazione sperimentale, quella presentata dai ragazzi dell’Accademia Giovani per la Scienza, che ha ...
16/07/2021

Un’interessante dimostrazione sperimentale, quella presentata dai ragazzi dell’Accademia Giovani per la Scienza, che ha fatto rivivere l’acceso dibattito sul galleggiamento dei corpi che vide impegnati Galileo e Ludovico Delle Colombe.

Grazie di aver condiviso con noi i risultati della vostra ricerca!

👉 https://www.museogalileo.it/it/eventi-e-news/2130-accademia-giovani-per-la-scienza.html

Per saperne di più sul dibattito 👇
https://www.museogalileo.it/it/museo/esplora/incontra-galileo/31-opere/455-discorso-intorno-alle-cose-che-stanno-in-sull-acqua-1612

13/07/2021

🤚 SAVE THE DATE!

Non vorrete certo perdervi i divertenti scambi di battute tra Galileo e la Piera, vero?
L'appuntamento è a Villa Galileo!

🗓 15 e 16 luglio 2021
🕕 ore 18.00
📍 Pian dei Giullari, 42 - Firenze

Con Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze

Info e prenotazioni 👉 https://bit.ly/36wXDgJ

📢 Nuovo Direttore Scientifico al Museo Galileo!Marco Ciardi, ordinario di Storia della scienza e delle tecniche presso l...
12/07/2021

📢 Nuovo Direttore Scientifico al Museo Galileo!
Marco Ciardi, ordinario di Storia della scienza e delle tecniche presso l'Università di Firenze, raccoglie il testimone da Paolo Galluzzi, che per quasi 40 anni ha diretto l’istituzione, e affianca Roberto Ferrari, Direttore Esecutivo dal febbraio 2021.
👉 https://www.museogalileo.it/it/eventi-e-news/2128-nuovo-direttore-scientifico.html
***
Marco Ciardi is our new Scientific Director!
Full Professor of the History of Science and Technology at the University of Florence, he picks up the baton from Paolo Galluzzi – who directed the institution for almost 40 years – and joins Roberto Ferrari, Executive Director since last February.
👉 https://www.museogalileo.it/en/events-and-news/2129-a-new-scientific-director.html

📢 Nuovo Direttore Scientifico al Museo Galileo!
Marco Ciardi, ordinario di Storia della scienza e delle tecniche presso l'Università di Firenze, raccoglie il testimone da Paolo Galluzzi, che per quasi 40 anni ha diretto l’istituzione, e affianca Roberto Ferrari, Direttore Esecutivo dal febbraio 2021.
👉 https://www.museogalileo.it/it/eventi-e-news/2128-nuovo-direttore-scientifico.html
***
Marco Ciardi is our new Scientific Director!
Full Professor of the History of Science and Technology at the University of Florence, he picks up the baton from Paolo Galluzzi – who directed the institution for almost 40 years – and joins Roberto Ferrari, Executive Director since last February.
👉 https://www.museogalileo.it/en/events-and-news/2129-a-new-scientific-director.html

Indirizzo

Piazza Dei Giudici, 1
Florence
50122

Orario di apertura

Lunedì 09:30 - 18:00
Martedì 09:30 - 13:00
Mercoledì 09:30 - 18:00
Giovedì 09:30 - 18:00
Venerdì 09:30 - 18:00
Sabato 09:30 - 18:00
Domenica 09:30 - 18:00

Telefono

+39 055 265 311

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Museo Galileo pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Museo Galileo:

Video

Musei nelle vicinanze


Altro Museo di storia Florence

Vedi Tutte

Commenti

In RISPOSTA ad una gentile amica che mi ha chiesto maggiore CHIAREZZA, una SINTESI veloce, sull’esegesi Dantesca messa in scena da VITTORIO SERMONTI: ma io direi anche da altri commentatori. Ebbene questo RISPONDO, inoltrando la risposta anche a chi già ne sentiva il bisogno, oppure a chi, se mai!, la meritasse. “Sì, sì. Voglio dire che a Vittorio Sermonti importava molto dire, esporre!, quello che già tutti sapevano su DANTE, ma non assolutamente approfondire i problemi lasciati irrisolti nei secoli dalla Critica Dantesca. E se tali PROBLEMI fossero rimasti IRRISOLTI poiché così storicamente aveva desiderato la CURIA ROMANA…???!!! Ossia come, con queste parole, UGO FOSCOLO designa la santa INQUISIZIONE già simboleggiata da Dante nella “lupa” de lo inferno…?! Ebbene in questo caso Vittorio Sermonti avrebbe fatto l’avvocato d’Ufficio della santa Inquisizione. Nooo..???!!! E invece è proprio da mettere in conto: anche se il Sermonti sarebbe stato tutt’altro che l’unico. Se certi problemi capitali, esiziali!, della Critica Dantesca fossero rimasti irrisolti nei secoli per paura della “lupa”, continuare a lasciarli irrisolti, cioè NON TENTARE di venirne fuori, potrebbe risultare per Dante stesso, molto, moltissimo, NOCIVO ed OFFENSIVO! E a me Dante preme. Io sono certo che scoprire quello che ha detto Dante, per Dante stesso è ontologicamente, ontogeneticamente, capitale. Da risultare uno: o vivo, o morto. Anche se a comportarsi in tale deplorevole maniera, ossia da lasciare Dante morto lì per terra dov’è in mezzo ad idee insufficienti, per non dire sconce, fosse stato Vittorio Sermonti, o Roberto Benigni. Sì, sì! poiché vorrebbe significare FREGARSENE di DANTE e dare importanza esclusivamente al discorsino, per quanto bene impostato, dotto, divertente, piacevole fino allo sdolcinato, che uno fosse riuscito a mettere in piedi, o mandare in onda. Ovviamente per le ottime capacità personali, cioè effettivamente anche invidiabili, possedute dalla persona in oggetto, che una persona possiede personalmente, ma che nulla hanno a che fare con la vera verità esegetica, con i contenuti dell’Opera dantesca. Un’opera composta per salvare la parte migliore ed autentica del Medioevo: quella fondata sulle dieci scienze di allora gerarchicamante costituite (Convivo, II, XIII, 8) e in cui le ultime quattro e maggiormente MAGNIFICENTI giocavano un ruolo decisivo. Uno si faccia bello, se puo’!, con qualche altro autore, a me viene d’impeto alla mente, ma non con Dante, se Dante stesso avesse detto cose assai più gradi di quelle messe in evidenza da qualcuno: e poi a questo qualcuno, qualcun altro, cioè me!, gliele avesse ben ricordate. Con Dante ridotto così da secoli è disdicevolmente imbarazzante occuparsi di lui in maniera comune e ordinaria: ossia senza evidenziare le INTERROGAZIONI esistenti nella sua Opera e tentare una soluzione. Vorrebbe dire uccidere un uomo morto, quando Dante aspetta invece da secoli di ve**re resuscitato. Questo non si fa! Orbene, se questa mia affermazione è afferrabile all’impronta; se se ne afferra subito il senso, allora occuparsi di DANTE senza partire da dove inizia la sua alta e fascinate lezione, cioè l’insegnamento da lui volutoci impartire per la nostra salvezza, per la salvezza della nostra cultura e civiltà, per me è: VERGOGNA...!!! Il Sermonti, su Dante, ha fatto la figura di ROBERTO BENIGNI: un’assoluta FIGURACCIA poiché da come i due si sono mossi emerge subito chiara la loro INTENZIONE nell’affrontarlo. Farsi belli di lui, soprattutto! e poi esclusivamente per quello che di lui è stato parzialmente apprezzato: cioè dopo averlo gambizzato. Così comportandosi, lo hanno occultato e, occultandolo!, lo hanno TRADITO: non era il caso propria dalla fine del XX secolo in poi e dopo le mie scoperte. Io, un tale ATTEGGIAMENTO, posso capirlo, tollerarlo, in Aldo Vallone, in Francesco Mazzoni, in Patrick Boyde, ecc. ecc., che hanno masticato, rivoltato, spulciato, cercato di abbellire DANTE, fin dalla loro infanzia, ossia per professione e al fine di carriera. Ma NON posso TOLLERARLO in chi la carriera l’aveva già fatta e, su Dante, si voleva riposare utilizzando la SCENA già conquistata, già guadagnata meritevolmente in precedenza, ma attraverso altri interessi, o divertenti preoccupazioni. Così non si fa, non si deve fare! Questi!, cioè loro, per me sarebbe stato giusto e lodevole che avessero fatto sul serio cercando dunque di SCOPRIRE, e non di RICOPRIRE, le verità rimaste nascoste per secoli: ne avrebbero avute le possibilità, la scena, e invece hanno tirato a campare. Ma chi sa, appunto!, che godììo, che ebbrezza, per la Curia romana, ossia per ciò che ancor oggi rimane in piedi della mentalità della santa Inquisizione. In primis OPPOSIZIONE alle settima scienza Dantesca: l’Astrologia tolemaica del settimo cielo di Saturno che, controllando con essa stessa la virtus esercitata dai pianeti durante il loro moto e rilevabile attraverso le RIVOLUZIONI SINODICHE, o i loro ASPETTI COL SOLE, anche in Dante serve poi a giustificare meravigliosamente la bontà e magnificenza di dioverse situazioni, ed episodi. La COMMEDIA e la VITA NUOVA hanno un senso ed uno scopo, contengono un messaggio, hanno delle coordinate SPIRITUALI, ontologico-vissute, BEN più ALTE e PROFONDE di quello che è stato loro attribuito dalla critica fino ad oggi, cioè per sette secoli: e già lo aveva intuito Giovanni Papini in “Dante vivo” del 1933. La Commedia e la Vita Nuova esigono per prima cosa che la Scienza più importate e ultima, la “Divina Scienza”, fra le dieci gerarchicamente costituite (Convivio, II, XIII, 8), cioè quella maggiormente magnificente, risulti essere, obbligatoriamente! la nostra SACRA LITURGIA e, di riflesso, anche quella di tutte le possibili religioni. E questo non risulta affatto: sono tutti caduti in buca. Se uno sbaglia questa, è logico e naturale che vada poi tutto a farsi friggere. E se io da decenni me ne lamento approfittando di qualche situazione che presta il fianco a che io mi faccia sentire: io lo faccio e do il mio ALTOLÀ, domandando anzi che qualcuno, potendo, elevi la contravvenzione. Io sono stato il primo a accertare scientificamente, con reperti empirici ed osservazioni, dopo diversi anni di faticosi studi, che la TEOLOGIA LITURGICA è in Dante e nel suo medioevo, ma anche nella classicità, la Scienza più importante, qualificante e ultima: Vittorio Sermonti e Roberto Benigni, FREGANDOSENE altamente: e non riesco a mandarlo giù. Devo andare dallo psichiatra…??? Ma poi, e ancor più chiaramente, c’è l’INCIPIT della VITA NUOVA e l’INCIPIT della COMMEDIA che da sette secoli aspettano la risoluzione dei loro rispettivi ENIGMI. “Risoluzione” che metterebbe subito in luce le ultime quattro scienze: Astrologia del settimo cielo; la Metafisica dell’ottavo; la Filosofia di Pitagora sotto il cristianesimo del nono Cielo cristallino, acqueo e di Maria; e la sacra Liturgia cristiana del decimo cielo, l’Empireo. E io non posso sopportare che un giornalista, un professore di minor calibro, un noto e ottimo presentatore TV, il migliore degli attori oggi sulla scena, ecc., ecc., decida di affrontare DANTE ex novo, cioè da verginello senza macchia perché non ancora compromesso con il sistema, cioè con i Dantisti, senza subito buttarsi ai piedi dei problemi posti dall’Incipit della Commedia e della Vita nuova. E tanto Sermonti, che Benigni, non si sono buttati; non l’hanno fatto pur essendo da me stati sollecitati a comportarsi bene. Cioè “bene” come risulta anche andando a leggere, su Google, la rivista “Sotto il Velame” di Torino, dell’Associazione Studi Danteschi e Tradizionali, diretta da Renzo Guerci. Lo capiscio, però…!!! Un amico su Facebook non può dire su Dante, pèèè!, che subito trova Giovangualberto a fargli la tara e le mossacce. Mahhh? Allora perdonatemi. - INTERVISTA di “TV Canale 10” di Umberto Cecchi a Giovangualberto Ceri andata in onda per la prima volta il MARTEDÌ 11 Marzo 2008; Copia e incolla LINKEM su Internet):
In RISPOSTA ad una gentile amica che mi ha chiesto maggiore CHIAREZZA, una SINTESI veloce, sull’esegesi Dantesca messa in scena da VITTORIO SERMONTI: ma io direi anche da altri commentatori. Ebbene questo RISPONDO, inoltrando la risposta anche a chi già ne sentiva il bisogno, oppure a chi, se mai!, la meritasse. “Sì, sì. Voglio dire che a Vittorio Sermonti importava molto dire, esporre!, quello che già tutti sapevano su DANTE, ma non assolutamente approfondire i problemi lasciati irrisolti nei secoli dalla Critica Dantesca. E se tali PROBLEMI fossero rimasti IRRISOLTI poiché così storicamente aveva desiderato la CURIA ROMANA…???!!! Ossia come, con queste parole, UGO FOSCOLO designa la santa INQUISIZIONE già simboleggiata da Dante nella “lupa” de lo inferno…?! Ebbene in questo caso Vittorio Sermonti avrebbe fatto l’avvocato d’Ufficio della santa Inquisizione. Nooo..???!!! E invece è proprio da mettere in conto: anche se il Sermonti sarebbe stato tutt’altro che l’unico. Se certi problemi capitali, esiziali!, della Critica Dantesca fossero rimasti irrisolti nei secoli per paura della “lupa”, continuare a lasciarli irrisolti, cioè NON TENTARE di venirne fuori, potrebbe risultare per Dante stesso, molto, moltissimo, NOCIVO ed OFFENSIVO! E a me Dante preme. Io sono certo che scoprire quello che ha detto Dante, per Dante stesso è ontologicamente, ontogeneticamente, capitale. Da risultare uno: o vivo, o morto. Anche se a comportarsi in tale deplorevole maniera, ossia da lasciare Dante morto lì per terra dov’è in mezzo ad idee insufficienti, per non dire sconce, fosse stato Vittorio Sermonti, o Roberto Benigni. Sì, sì! poiché vorrebbe significare FREGARSENE di DANTE e dare importanza esclusivamente al discorsino, per quanto bene impostato, dotto, divertente, piacevole fino allo sdolcinato, che uno fosse riuscito a mettere in piedi, o mandare in onda. Ovviamente per le ottime capacità personali, cioè effettivamente anche invidiabili, possedute dalla persona in oggetto, che una persona possiede personalmente, ma che nulla hanno a che fare con la vera verità esegetica, con i contenuti dell’Opera dantesca. Un’opera composta per salvare la parte migliore ed autentica del Medioevo: quella fondata sulle dieci scienze di allora gerarchicamante costituite (Convivo, II, XIII, 8) e in cui le ultime quattro e maggiormente MAGNIFICENTI giocavano un ruolo decisivo. Uno si faccia bello, se puo’!, con qualche altro autore, a me viene d’impeto alla mente, ma non con Dante, se Dante stesso avesse detto cose assai più gradi di quelle messe in evidenza da qualcuno: e poi a questo qualcuno, qualcun altro, cioè me!, gliele avesse ben ricordate. Con Dante ridotto così da secoli è disdicevolmente imbarazzante occuparsi di lui in maniera comune e ordinaria: ossia senza evidenziare le INTERROGAZIONI esistenti nella sua Opera e tentare una soluzione. Vorrebbe dire uccidere un uomo morto, quando Dante aspetta invece da secoli di ve**re resuscitato. Questo non si fa! Orbene, se questa mia affermazione è afferrabile all’impronta; se se ne afferra subito il senso, allora occuparsi di DANTE senza partire da dove inizia la sua alta e fascinate lezione, cioè l’insegnamento da lui volutoci impartire per la nostra salvezza, per la salvezza della nostra cultura e civiltà, per me è: VERGOGNA...!!! Il Sermonti, su Dante, ha fatto la figura di ROBERTO BENIGNI: un’assoluta FIGURACCIA poiché da come i due si sono mossi emerge subito chiara la loro INTENZIONE nell’affrontarlo. Farsi belli di lui, soprattutto! e poi esclusivamente per quello che di lui è stato parzialmente apprezzato: cioè dopo averlo gambizzato. Così comportandosi, lo hanno occultato e, occultandolo!, lo hanno TRADITO: non era il caso propria dalla fine del XX secolo in poi e dopo le mie scoperte. Io, un tale ATTEGGIAMENTO, posso capirlo, tollerarlo, in Aldo Vallone, in Francesco Mazzoni, in Patrick Boyde, ecc. ecc., che hanno masticato, rivoltato, spulciato, cercato di abbellire DANTE, fin dalla loro infanzia, ossia per professione e al fine di carriera. Ma NON posso TOLLERARLO in chi la carriera l’aveva già fatta e, su Dante, si voleva riposare utilizzando la SCENA già conquistata, già guadagnata meritevolmente in precedenza, ma attraverso altri interessi, o divertenti preoccupazioni. Così non si fa, non si deve fare! Questi!, cioè loro, per me sarebbe stato giusto e lodevole che avessero fatto sul serio cercando dunque di SCOPRIRE, e non di RICOPRIRE, le verità rimaste nascoste per secoli: ne avrebbero avute le possibilità, la scena, e invece hanno tirato a campare. Ma chi sa, appunto!, che godììo, che ebbrezza, per la Curia romana, ossia per ciò che ancor oggi rimane in piedi della mentalità della santa Inquisizione. In primis OPPOSIZIONE alle settima scienza Dantesca: l’Astrologia tolemaica del settimo cielo di Saturno che, controllando con essa stessa la virtus esercitata dai pianeti durante il loro moto e rilevabile attraverso le RIVOLUZIONI SINODICHE, o i loro ASPETTI COL SOLE, anche in Dante serve poi a giustificare meravigliosamente la bontà e magnificenza di dioverse situazioni, ed episodi. La COMMEDIA e la VITA NUOVA hanno un senso ed uno scopo, contengono un messaggio, hanno delle coordinate SPIRITUALI, ontologico-vissute, BEN più ALTE e PROFONDE di quello che è stato loro attribuito dalla critica fino ad oggi, cioè per sette secoli: e già lo aveva intuito Giovanni Papini in “Dante vivo” del 1933. La Commedia e la Vita Nuova esigono per prima cosa che la Scienza più importate e ultima, la “Divina Scienza”, fra le dieci gerarchicamente costituite (Convivio, II, XIII, 8), cioè quella maggiormente magnificente, risulti essere, obbligatoriamente! la nostra SACRA LITURGIA e, di riflesso, anche quella di tutte le possibili religioni. E questo non risulta affatto: sono tutti caduti in buca. Se uno sbaglia questa, è logico e naturale che vada poi tutto a farsi friggere. E se io da decenni me ne lamento approfittando di qualche situazione che presta il fianco a che io mi faccia sentire: io lo faccio e do il mio ALTOLÀ, domandando anzi che qualcuno, potendo, elevi la contravvenzione. Io sono stato il primo a accertare scientificamente, con reperti empirici ed osservazioni, dopo diversi anni di faticosi studi, che la TEOLOGIA LITURGICA è in Dante e nel suo medioevo, ma anche nella classicità, la Scienza più importante, qualificante e ultima: Vittorio Sermonti e Roberto Benigni, FREGANDOSENE altamente: e non riesco a mandarlo giù. Devo andare dallo psichiatra…??? Ma poi, e ancor più chiaramente, c’è l’INCIPIT della VITA NUOVA e l’INCIPIT della COMMEDIA che da sette secoli aspettano la risoluzione dei loro rispettivi ENIGMI. “Risoluzione” che metterebbe subito in luce le ultime quattro scienze: Astrologia del settimo cielo; la Metafisica dell’ottavo; la Filosofia di Pitagora sotto il cristianesimo del nono Cielo cristallino, acqueo e di Maria; e la sacra Liturgia cristiana del decimo cielo, l’Empireo. E io non posso sopportare che un giornalista, un professore di minor calibro, un noto e ottimo presentatore TV, il migliore degli attori oggi sulla scena, ecc., ecc., decida di affrontare DANTE ex novo, cioè da verginello senza macchia perché non ancora compromesso con il sistema, cioè con i Dantisti, senza subito buttarsi ai piedi dei problemi posti dall’Incipit della Commedia e della Vita nuova. E tanto Sermonti, che Benigni, non si sono buttati; non l’hanno fatto pur essendo da me stati sollecitati a comportarsi bene. Cioè “bene” come risulta anche andando a leggere, su Google, la rivista “Sotto il Velame” di Torino, dell’Associazione Studi Danteschi e Tradizionali, diretta da Renzo Guerci. Lo capiscio, però…!!! Un amico su Facebook non può dire su Dante, pèèè!, che subito trova Giovangualberto a fargli la tara e le mossacce. Mahhh? Allora perdonatemi. - INTERVISTA di “TV Canale 10” di Umberto Cecchi a Giovangualberto Ceri andata in onda per la prima volta il MARTEDÌ 11 Marzo 2008; Copia e incolla LINKEM su Internet): http://www.youtube.com/watch?v=wV4vEG15yjA