MUSEO DI SAN MARCO Firenze

MUSEO DI SAN MARCO Firenze Celebre nel mondo per i dipinti di e le memorie di Fa parte della Direzione Musei della Toscana, Ministero della Cultura.

Il Museo di San Marco, istituito nel 1869, ha sede negli spazi quattrocenteschi del convento domenicano di San Marco a Firenze. È celebre nel mondo per i dipinti di Beato Angelico e le memorie di Savonarola.

Ieri, 30 gennaio 2024, gli studenti dell’Istituto Alberghiero Aurelio Saffi - Firenze hanno aperto le porte alla cittadi...
31/01/2024

Ieri, 30 gennaio 2024, gli studenti dell’Istituto Alberghiero Aurelio Saffi - Firenze hanno aperto le porte alla cittadinanza con una Masterclass Sala e vendita, Accoglienza Turistica, Enogastronomia e Prodotti dolciari artigianali, e offerto, con l’entusiasmo e la competenza che li contraddistinguono, due visite guidate pomeridiane all’interno Cenacolo di Andrea del Sarto.
Ecco alcune immagini del pomeriggio nel Cenacolo.

museitaliani Ministero della Cultura


Lo scorso 19 gennaio, nella Biblioteca monumentale di Michelozzo, è stato presentato "Sant'Antonino Pierozzi nel Museo d...
31/01/2024

Lo scorso 19 gennaio, nella Biblioteca monumentale di Michelozzo, è stato presentato "Sant'Antonino Pierozzi nel Museo di San Marco", il Quaderno di studi dedicato a Sant’Antonino nel quinto centenario della sua canonizzazione (1523-2023), edito da Sillabe Editore e finanziato dai Friends of Florence.

Sul blog del Museo di San Marco i video della presentazione, dove sono intervenuti Stefano Casciu, Direttore regionale Musei della Toscana, Alessia Bettini, Vicesindaca di Città di Firenze, Angelo Tartuferi, Direttore del Museo di San Marco, Massimo Mancini OP, docente alla Facolta' Teologica dell'Emilia-Romagna, Francesco Salvestrini, docente di Storia Medievale all’Università degli Studi di Firenze e Aldo Galli, docente di Storia dell’Arte Moderna all’Università di Trento.

https://museodisanmarco.blog/2024/01/31/santantonino-pierozzi-nel-museo-di-san-marco-i-video-della-presentazione-del-nuovo-quaderno-di-studi/

museitaliani Ministero della Cultura

San Marco - Firenze Frati Domenicani di Santa Maria Novella Frati Domenicani - Provincia Romana di Santa Caterina da Siena



Lo scorso 19 gennaio, nella Biblioteca monumentale di Michelozzo, è stato presentato Sant’Antonino Pierozzi nel Museo di San Marco, il Quaderno di studi dedicato a Sant’Antonino nel quinto ce…

“L'Olocausto è una pagina del libro dell’umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria”Primo Levim...
26/01/2024

“L'Olocausto è una pagina del libro dell’umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria”
Primo Levi

museitaliani
Ministero della Cultura





Di Sant'Antonino Pierozzi si è appena celebrato il quinto centenario dalla sua canonizzazione (1423-2023). Il Museo di S...
18/01/2024

Di Sant'Antonino Pierozzi si è appena celebrato il quinto centenario dalla sua canonizzazione (1423-2023). Il Museo di San Marco gli ha reso omaggio con la pubblicazione di un Quaderno di studi, due restauri e una doppia mostra.

Antonino fu priore del convento di San Marco negli anni della fondazione medicea, arcivescovo di Firenze e riformatore dell'ordine domenicano nel solco del carisma di Santa Caterina da Siena. Ma non solo. Fu anche «un paziente raccoglitore e compendiatore di fonti (nella "Summa Theologiae" paragona il suo lavoro a quello di una formica), nonché un abile divulgatore, più pastore che astratto teologo».

Due recenti pubblicazioni, una nuova edizione di “Opera a ben vivere” (2023) e una nuova ristampa di “Storia breve di S. Caterina da Siena terziaria domenicana” (2023), sono il punto di partenza per un saggio critico in cui Alessandro Santini analizza puntualmente la sua figura di scrittore morale e il legame profondo e poco esplorato della sua spiritualità con la pittura teologica di Beato Angelico.

È il modo in cui anche il nostro blog gli rende omaggio.

Buona lettura!

museitaliani Ministero della Cultura



San Marco - Firenze Frati Domenicani di Santa Maria Novella

Al termine delle celebrazioni per il quinto centenario (1523-2023) della canonizzazione di Antonino Pierozzi, fondatore del convento di San Marco e vescovo di Firenze, mi fa piacere segnalare due i…

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quadern...
17/01/2024

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quaderno di San Marco n. 5, dedicato a Sant'Antonino Pierozzi.

Il 2023 è stato l’anno del quinto centenario dalla sua canonizzazione, avvenuta il 31 maggio 1523. Per celebrarlo, nel convento dove fu priore e visse (ora Museo), è stata restaurata, con il finanziamento dei Friends of Florence, la grande tela che lo rappresenta ai piedi del Crocifisso, attribuita a Piero del Pollaiolo.

Nel Quaderno di San Marco, curato da Angelo Tartuferi e edito da Sillabe Editore, si dà conto dei restauri della tela di Piero del Pollaiolo e del busto in terracotta col ritratto del Santo attribuito a Baccio da Montelupo; del nuovo allestimento della cella dove Antonino abitò; e di una mostra nel Refettorio piccolo sull'iconografia di Sant'Antonino, visitabile fino al 30 marzo 2024.

Alla Presentazione interverranno Stefano Casciu, Direttore Regionale Musei della Toscana; Angelo Tartuferi, Direttore del Museo di San Marco; Simonetta Brandolini d'Adda, presidente dei Friends of Florence; Massimo Mancini OP, docente di Storia della Chiesa della Facolta' Teologica dell'Emilia-Romagna; Francesco Salvestrini, docente di Storia Medievale all'Università degli Studi di Firenze; Aldo Galli, docente di Storia Moderna all'Università di Trento.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

museitaliani Ministero della Cultura






San Marco - Firenze
Accademia di Belle Arti di Firenze

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quadern...
17/01/2024

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quaderno di San Marco n. 5, dedicato a Sant'Antonino, curato da Angelo Tartuferi e edito da Sillabe Editore

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Il 2023 è stato l’anno del quinto centenario dalla canonizzazione di Antonino Pierozzi, avvenuta il 31 maggio 1523. Per celebrarlo nel convento (ora Museo) dove visse e operò, è stata restaurata, con il finanziamento dei Friends of Florence, la tela che lo rappresenta ai piedi del Crocifisso, attribuita a Piero del Pollaiolo.

Nell’attesa della presentazione del 19 gennaio, vi proponiamo il video del 2 febbraio 2023, con il commento a caldo della restauratrice Lisa Venerosi Pesciolini davanti alla tela con “Sant’Antonino ai piedi del Crocifisso”, appena smontata dalla sua cornice originale, prima del restauro.

Buona visione!

museitaliani Ministero della Cultura








San Marco - Firenze

Lisa Venerosi Pesciolini, restauratrice, interviene sulla tela attribuita a Piero del Pollaiolo raffigurante "Sant'Antonino ai piedi del Crocifisso", nel gio...

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quadern...
16/01/2024

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quaderno di San Marco n. 5, dedicato a Sant'Antonino.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Il 2023 è stato l’anno del quinto centenario dalla canonizzazione di Antonino Pierozzi, avvenuta il 31 maggio 1523. Per celebrarlo a San Marco, nel convento (ora Museo) in cui visse e di cui fu priore, è stata restaurata, con il finanziamento dei Friends of Florence, la tela che lo rappresenta ai piedi del Crocifisso, attribuita a Piero del Pollaiolo.

Nell’attesa della presentazione del 19 gennaio, vi proponiamo il video dello scorso 2 febbraio 2023, con il commento a caldo di Angelo Tartuferi, Direttore del Museo di San Marco, davanti alla tela con “Sant’Antonino ai piedi del Crocifisso” appena smontata dalla sua cornice originale, prima del restauro.

museitaliani Ministero della Cultura





San Marco - Firenze


Sillabe Editore

Angelo Tartuferi, Direttore del Museo di San Marco, interviene sulla tela attribuita a Piero del Pollaiolo con "Sant'Antonino ai piedi del Crocifisso", nel g...

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quadern...
16/01/2024

Venerdì 19 gennaio 2024, alle 16.30, presso la Biblioteca monumentale del Museo di San Marco, sarà presentato il Quaderno di San Marco n. 5, dedicato a Sant'Antonino Pierozzi.

Priore del convento di San Marco all’epoca della fondazione medicea, poi arcivescovo di Firenze, Antonino fu figura esemplare di riformatore, teologo e scrittore del primo Quattrocento italiano.

Il 2023 è stato l’anno del quinto centenario dalla sua canonizzazione, avvenuta il 31 maggio 1523. Per celebrarlo, è stata restaurata da Lisa Venerosi Pesciolini, con il finanziamento dei Friends of Florence, la tela che lo rappresenta ai piedi del Crocifisso attribuita a Piero del Pollaiolo.

Nell’attesa della presentazione di venerdì, vi proponiamo il video dello smontaggio del dipinto dalla sua cornice lignea originale, avvenuto il 2 febbraio 2023, prima del restauro.

museitaliani Ministero della Cultura




San Marco - Firenze
Sillabe Editore

Smontaggio della tela raffigurante "Sant'Antonino ai piedi del Crocifisso" di Piero del Pollaiolo dalla sua cornice, il 2 febbraio 2023, prima del restauro.I...

Alla BiblioteCaNova Isolotto, martedì 16 gennaio, alle 17,00, Anna Soffici, curatrice del Museo di San Marco, interverrà...
15/01/2024

Alla BiblioteCaNova Isolotto, martedì 16 gennaio, alle 17,00, Anna Soffici, curatrice del Museo di San Marco, interverrà su Cosimo il Vecchio e la Biblioteca di San Marco.

È nel convento domenicano di San Marco (oggi Museo), che nasce la prima biblioteca “pubblica” d'Europa, grazie alla munificenza di Cosimo il Vecchio, alla passione bibliofila di un umanista come Niccolò Niccoli e ai consigli di un intellettuale coltissimo come Tommaso Parentucelli, che in seguito sarebbe diventato papa col nome di Niccolò V. Progettata dall'architetto Michelozzo per essere una biblioteca moderna, di consultazione e non solo di conservazione, doveva essere accessibile a chiunque, laico o religioso, avesse titolo e ragioni per frequentarla. Utopia realizzata di umanisti come Coluccio Salutati, che sognavano un luogo aperto e inclusivo in cui ritirarsi a studiare.

L'incontro è il secondo di otto appuntamenti dedicati alla storia dei libri e delle Biblioteche nella Firenze del 400 e del 500, a cura della BiblioteCaNova Isolotto, in collaborazione con il Dipartimento SAGAS Unifi dell'Università degli Studi di Firenze, e la consulenza scientifica di Valentina Sonzini.

Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 055710834 oppure scrivere a [email protected]

L'incontro si potrà seguire anche in diretta streaming sulla pagina Facebook di BiblioteCanova.

museitaliani Ministero della Cultura





Con questo contributo di Angelo Tartuferi si conclude la nostra "inchiesta" sul Museo di San Marco, cominciata con le in...
09/01/2024

Con questo contributo di Angelo Tartuferi si conclude la nostra "inchiesta" sul Museo di San Marco, cominciata con le interviste a Giorgio Bonsanti, Magnolia Scudieri, Marilena Tamassia e la ripubblicazione di un articolo di Luciano Bellosi.

L'idea che ci ha guidato fin qui è stata quella di costruire un archivio di testimonianze, saperi e visioni museografiche che ci consenta di mettere in prospettiva storica il difficile lavoro di tutela, riordino, valorizzazione e amministrazione di un’istituzione museale.
Angelo Tartuferi, attuale Direttore del Museo, ci dice la sua.
Buona lettura!

museitaliani Ministero della Cultura


San Marco - Firenze

L’idea di far parlare coloro che hanno diretto il nostro museo dalla metà degli anni Settanta del secolo scorso ad oggi, è parsa subito azzeccata e stimolante ad Anna Soffici e a me. Si tratta quan…

04/01/2024

Una bella iniziativa che ci ha coinvolti direttamente. Un progetto realizzato con tecnologia 360°, girato all’interno del Museo di San Marco, prodotto da KAOS Balletto di Firenze in collaborazione con il Ministero della Cultura.

Il video "Le visioni di Plautilla" è ispirato alla vita e alle opere di Suor Plautilla Nelli, prima "pictora fiorentina", che all’inizio del 1500, nel Convento di Santa Caterina da Siena in Cafaggio, iniziò come autodidatta e poi, divenuta priora, fondò con le sue consorelle un vero e proprio atelier femminile di pittura.

Suor Plautilla è una delle poche artiste ad aver avuto, mentre era ancora in vita, un profilo biografico nella seconda edizione delle “Vite dei più eccellenti pittori scultori e architettori” di Giorgio Vasari del 1568.

Un video, un’azione coreografica e un racconto avvincente di un'artista religiosa, nelle sale del Museo di San Marco.
Buona visione!

Concept: Rossella Battisti. Regia e coreografie: Roberto Sartori. Danzatrici: Giada Molinario, Francesca Roini, Letizia Filippucci, Cristina Moro. Musiche originali: Stefano Simmaco. Riprese e montaggio: Cristian Doti e Francesca Lombezzi. Voce: Patrizia Hartman. Assistente alle coreografie: Paola Monno. Organizzazione e logistica: Elena Reni. Fotografi: Alessio Nozzoli, Giulio Frizzi.

museitaliani Ministero della Cultura






Il Museo di San Marco partecipa alle celebrazioni per i 500 anni dalla canonizzazione del domenicano Antonino Pierozzi, ...
16/12/2023

Il Museo di San Marco partecipa alle celebrazioni per i 500 anni dalla canonizzazione del domenicano Antonino Pierozzi, arcivescovo di Firenze, fra i massimi riformatori e teologi del Quattrocento, dedicandogli un nuovo quaderno di studi, due importanti restauri, una mostra e il nuovo allestimento della cella dove Antonino abitò come priore all'epoca della fondazione medicea di San Marco e dell'impresa decorativa di Beato Angelico.
museitaliani San Marco - Firenze Frati Domenicani di Santa Maria Novella Frati Domenicani - Provincia Romana di Santa Caterina da Siena

Il Museo di San Marco partecipa alle celebrazioni in onore di Sant’Antonino Pierozzi (Firenze, 1389-1459), frate domenicano e compatrono di Firenze, di cui si ricordano i Cinquecento anni dalla can…

6 dicembre 2023. Apertura straordinaria e "sperimentale" del Cenacolo del Fuligno. Un tuffo nella pittura di Perugino e ...
06/12/2023

6 dicembre 2023. Apertura straordinaria e "sperimentale" del Cenacolo del Fuligno.
Un tuffo nella pittura di Perugino e degli artisti legati all'eredità della sua bottega.
Presto sarà noto il calendario con le nuove aperture.
Stay tuned!

Ministero della Cultura museitaliani





̀difirenze

«Personalità artistica di primo piano nella Firenze del Seicento, Vignali lavora esattamente nel drammatico periodo dell...
05/12/2023

«Personalità artistica di primo piano nella Firenze del Seicento, Vignali lavora esattamente nel drammatico periodo della peste, vale a dire tra il 1620 e il 1630 circa, e ciò lo porterà a introdurre nelle opere di questi anni i temi opposti, ma al tempo stesso inscindibili e correlati, della malattia e della cura, espressi figurativamente mediante l’elemento sacro-naturale dell’acqua del Battesimo e dal comune medicamento».

Un articolo di Giovanni Arsenio su Jacopo Vignali, artista formatosi nella bottega fiorentina di Matteo Rosselli e maestro di Carlo Dolci.

Vignali è presente a San Marco con quattro dipinti provenienti dall’antica Farmacia del convento, esposti nel corridoio tra i due chiostri del Museo.
Buona lettura!

Ministero della Cultura museitaliani







Jacopo Vignali (Pratovecchio, 1592 – Firenze, 1664), come si apprende dalla biografia redatta dall’erudito Sebastiano Benedetto Bartolozzi, dimostra sin da giovanissimo una «geniale inc…

24/11/2023
Al minuto 13.15 della puntata di Bellitalia di sabato 11 novembre 2023, all'interno della rubrica del Tgr Rai dedicata a...
11/11/2023

Al minuto 13.15 della puntata di Bellitalia di sabato 11 novembre 2023, all'interno della rubrica del Tgr Rai dedicata ai beni culturali, si parla dello sportello dell'Armadio degli Argenti con le storie dell'infanzia di Gesù di Beato Angelico, in mostra al Museo Diocesano di Milano dal 28 ottobre 2023 al 28 gennaio 2024. Il servizio è di Cristina Sanna Passino.

Commissionata a Beato Angelico da Piero de’ Medici nel 1448, la tavola, dipinta tra il 1450 e il 1452, è una delle ante esterne dell'Armadio degli Argenti: un "mobile" che doveva custodire gli ex-voto preziosi donati dai fedeli all'affresco trecentesco dell'Annunciazione, venerato nella chiesa fiorentina della Santissima Annunziata di Firenze.

«È un'opera incredibile in cui le singole storie dell'infanzia di Cristo sono inanellate in un racconto meraviglioso, quasi un fumetto verrebbe da dire – chiosa Nadia Righi, Direttrice del Museo Diocesano di Milano - Un racconto di luce dove emerge la straordinaria abilità di Beato Angelico, uno dei pittori più importanti del Rinascimento fiorentino».

«Beato Angelico è un pittore straordinario e meditativo per eccellenza – spiega Direttore del MUSEO DI SAN MARCO Firenze, prestatore dell'opera - Il suo spessore spirituale e teologico, visto che era un grandissimo pittore dell'Ordine domenicano, è davvero molto importante».

Grazie al sostegno della Fondazione Bracco in collaborazione con lo spin off di Iuss-Pavia DeepTrace Technologies, l’Università Milano-Bicocca, l'Università Statale di Milano e il Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale" la mostra è stata l'occasione per sottoporre l’opera a una serie di indagini diagnostiche non invasive che hanno accresciuto la conoscenza della tecnica e dei materiali impiegati dall’artista. Per il pubblico, un'opportunità imperdibile per approfondire la comprensione di un'opera matura di un maestro indispensabile come Beato Angelico.

Ministero della Cultura museitaliani




TGR Bellitalia. "Bellitalia" è l'appuntamento settimanale della TGR dedicata ai beni culturali, ai musei e ai restauri, ma anche al paesaggio, ai centri urbani, alle tradizioni, a personaggi e curiosità collegati alla storia e alla cultura del nostro Paese. - Puntata del 11/11/2023 - 10:55

01/11/2023
Al Museo Diocesano di Milano, dal 28 ottobre al 28 gennaio, in prestito dal Museo di San Marco di Firenze, è in mostra l...
28/10/2023

Al Museo Diocesano di Milano, dal 28 ottobre al 28 gennaio, in prestito dal Museo di San Marco di Firenze, è in mostra lo sportello dell’Armadio degli argenti dedicato alle storie dell'infanzia di Cristo.

La mostra è curata da Angelo Tartuferi, Direttore del Museo di San Marco di Firenze, Nadia Righi, Direttrice del Museo diocesano di Milano, e Gerardo de Simone, uno dei più noti specialisti di Beato Angelico, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara.

“È una sintesi della formazione dell’Angelico nella corrente gotica e preziosa di Gentile da Fabriano con la spazialità razionale e prospettica di Masaccio. Fu proprio questa equilibrata commistione fra due opposte idee della pittura a rendere subito particolarmente affascinante la maniera dell’Angelico: ossia la capacità di trasporre in luce e colore la nuova idea rinascimentale di spazio e volumi. Non solo: questa formula rinnovava in senso moderno l'arte sacra che, pur mantenendo l'aspetto mistico e contemplativo, apriva tuttavia alla scienza dell’Umanesimo”.

Da Francesca Bonazzoli, L’Armadio delle meraviglie, Corriere della Sera, 28 ottobre 2023, p.13

Ministero della Cultura museitaliani


L'opera, su cui sono rappresentate le Storie dell'Infanzia di Cristo, arriva al Museo diocesano dal San Marco di Firenze. Il ciclo pittorico resterà in esposizione fino al 28 gennaio

Luciano Bellosi (1936-2011), illustre storico dell'arte e docente presso l' Università degli Studi di Siena, fu direttor...
17/10/2023

Luciano Bellosi (1936-2011), illustre storico dell'arte e docente presso l' Università degli Studi di Siena, fu direttore del dal 1976 al 1979, gli anni del grande restauro degli affreschi di , che si concluse nel 1983 sotto la direzione di Giorgio Bonsanti.
A Bellosi si deve un primo bilancio critico degli affreschi appena restaurati, in un breve articolo del 1984 che la rivista "Prospettiva" ci ha gentilmente concesso di pubblicare sul blog.
Un ricordo di con cui si conclude il ciclo dedicato agli storici dell'arte che hanno diretto il museo negli ultimi cinquanta anni.
museitaliani Ministero della Cultura

«Uomo schivo, mite e sensibile, incarnava un’idea di storia dell’arte del tutto particolare, inconfondibile, lontana dalle mode e dagli opportunismi, concentrato come era ad inseguire un suo filo r…

«Penso che sia utile e produttivo stabilire un dialogo, un contatto diretto con il pubblico, soprattutto dei più giovani...
09/10/2023

«Penso che sia utile e produttivo stabilire un dialogo, un contatto diretto con il pubblico, soprattutto dei più giovani, più abili e interessati ai social media. È sempre interessante avere un ritorno rispetto alle iniziative promosse. È anche molto utile promuovere la conoscenza del patrimonio conservato nel museo con post cadenzati nei diversi periodi dell'anno, continuando l'esperienza attuale».

Terza puntata della nostra inchiesta sul Museo di San Marco attraverso le parole dei funzionari storici dell'arte che l'hanno diretto in passato. Questa è la volta di , che ha curato, tutelato e valorizzato San Marco dal 2015 al 2020.

Tutte le interviste sul blog del MUSEO DI SAN MARCO Firenze
Ministero della Cultura museitaliani







San Marco - Firenze

Laureata in Storia dell’Arte all’Università di Bologna, perfezionatasi in Storia dell’Arte Medievale e Moderna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze, Maril…

Dopo l’intervista a Giorgio Bonsanti, prosegue con   - un archivio vivente di memorie - il nostro ciclo di incontri su S...
02/10/2023

Dopo l’intervista a Giorgio Bonsanti, prosegue con - un archivio vivente di memorie - il nostro ciclo di incontri su San Marco.
Magnolia Scudieri ha diretto il Museo di San Marco dal 1982 al 2015. Trentatré anni di cura, tutela e valorizzazione.
Sul blog del Museo di San Marco le sue risposte alle nostre domande.
Buona lettura!

Ministero della Cultura
museitaliani







Quando hai abitato per più di trent’anni una casa, prendendotene cura, abbellendola e rendendola accogliente, una volta che sei andato altrove, non è facile ritornarci. Ci passi davanti e pro…

Indirizzo

Piazza San Marco, 3
Florence
50121

Telefono

+390550882000

Sito Web

http://www.museodisanmarco.blog/info

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando MUSEO DI SAN MARCO Firenze pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a MUSEO DI SAN MARCO Firenze:

Video

Condividi

Digitare


Altro Museo d'arte Florence

Vedi Tutte