Accademia dei Georgofili

Accademia dei Georgofili L'Accademia dei Georgofili, fondata nel 1753, si propone di contribuire al progresso delle scienze e Presidente: Massimo Vincenzini
Vicepresidenti: Pietro Piccarolo, Amedeo Alpi
(34)

Normali funzionamento

L’olio estratto, chiamato “Palatinum” è identificato da un’apposita etichetta creata per l’occasione, ispirata agli affr...
02/06/2021
Al Colosseo torna l’olio extravergine degli antichi romani

L’olio estratto, chiamato “Palatinum” è identificato da un’apposita etichetta creata per l’occasione, ispirata agli affreschi della Casa dei Grifi sul Palatino.

Torna l’olio extravergine degli antichi romani al Parco Archeologico del Colosseo, che ha riaperto le porte alle scuole, per divulgare la conoscenza dell’olio e dei suoi prodotti. Un’ iniziativa ideata in collaborazione con Coldiretti e Unaprol, dedicata agli oltre 200 alberi di olivo presenti...

Il progetto DATI (Digital Agriculture Technologies for Irrigation efficiency), coordinato dall’Istituto per la bioeconom...
02/06/2021
Consumare meno acqua, mantenendo la qualità dell’agricoltura

Il progetto DATI (Digital Agriculture Technologies for Irrigation efficiency), coordinato dall’Istituto per la bioeconomia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibe), rafforzerà la capacità dei piccoli agricoltori di ottimizzare strategie di irrigazione più efficienti ed efficaci, aumentando lo scambio di conoscenze tra la ricerca e gli operatori del settore.

Dal primo giugno 2021 prende il via il progetto di ricerca DATI (Digital Agriculture Technologies for Irrigation efficiency), coordinato dall’Istituto per la bioeconomia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibe) e finanziato con 1,5 milioni di euro con il programma d’azione Euro-Mediterra...

Le vespe oltre a nutrirsi di specie di insetti e invertebrati dannosi per le piante, contribuiscono all’impollinazione e...
02/06/2021
Vespe da rivalutare: dall’agricoltura all’alimentazione umana, i ruoli di questi preziosi insetti

Le vespe oltre a nutrirsi di specie di insetti e invertebrati dannosi per le piante, contribuiscono all’impollinazione e sono anche osservate speciali come possibili fonti di farmaci: nella loro saliva si trovano potenziali nuovi antibiotici, mentre il veleno ha già mostrato proprietà antitumorali.
Infine, le larve sono ottime come fonte alimentare, e infatti sono già utilizzate in alcuni paesi in questo modo.

Le vespe non godono di ottima reputazione, perché sono predatrici e perché la loro puntura può provocare gravi reazioni allergiche. Eppure andrebbero rivalutate, perché occupano una nicchia fondamentale negli ecosistemi, perché potrebbero essere utilizzate per impieghi agricoli dall’enorme va...

Con la fine dell’inverno nelle città meridionali sono esplose le fioriture di piante coltivate e delle cosiddette wildfl...
02/06/2021
La "Vespa scavatrice", Ammophila sabulosa, in città

Con la fine dell’inverno nelle città meridionali sono esplose le fioriture di piante coltivate e delle cosiddette wildflowers che svolgono un ruolo importante nell’ecosistema urbano. Offrono a numerosi organismi animali pabulum, riparo e substrato riproduttivo. Un elevato numero di specie di insetti antofili accorre sui fiori di campo ai quali assicura l’impollinazione incrociata e la sopravvivenza anche in spazi di ridotte dimensioni.

on la fine dell’inverno nelle città meridionali sono esplose le fioriture di piante coltivate e delle cosiddette wildflowers che svolgono un ruolo importante nell’ecosistema urbano. Offrono a numerosi organismi animali pabulum, riparo e substrato riproduttivo; inoltre le piante concorrono a mig...

Ricercato nel vestire, sembra che il Duca di Wellington abbia anche gusti molto difficili in fatto di cibo e che i cuoch...
02/06/2021
Gli stivali di Wellington e il suo filetto

Ricercato nel vestire, sembra che il Duca di Wellington abbia anche gusti molto difficili in fatto di cibo e che i cuochi al suo servizio non riescono mai ad accontentarlo, nonostante gli propongano i più diversi piatti. Ma secondo una leggenda avrebbe gradito un tipo di arrosto cotto in crosta che per forma e colore una volta ricorda i suoi stivali. Sia gli stivali che questo secondo piatto sono infatti dorati, a forma cilindrica e con una crosta sottile e morbida e da qui sarebbe nata la denominazione del Filetto alla Wellington, un filetto di manzo avvolto in un involucro di pasta sfoglia.

Nelle celebrazioni del bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte non può mancare il Duca di Wellington, che con i suoi stivali è arrivato anche in cucina. Per questo bisogna partire dal 1815, anno della battaglia decisiva per la fine dell’impero napoleonico di Waterloo tra Napoleone Bonapa...

"Non è possibile fare una frittata senza rompere le uova” e nemmeno allevare maiali o bovini senza avere a che fare con ...
02/06/2021
Come conciliare produzione agrozootenica/industriale intensiva e benessere (o stare bene) globale?

"Non è possibile fare una frittata senza rompere le uova” e nemmeno allevare maiali o bovini senza avere a che fare con le loro deiezioni che sono, per ovvie ragioni, odorigene. Si può si ridurre al massimo l’impatto ambientale utilizzando il recupero dell’azoto ammoniacale o trattamenti enzimatici che promuovono la digestione della materia organica trasformandola in concime e in byproducts meno impattanti ...

Un indicatore specifico del nostro Benessere è la quantità di Stress subìto dall’essere umano, stress che a sua volta è indicatore del livello di attivazione sia fisica che mentale nei confronti delle situazioni in cui l’essere umano vive. In alcuni casi lo Stress può assumere un carattere ...

Le ricerche svolte sinora sull'utilizzo di prodotti derivati da insetti nell’alimentazione delle specie di interesse zoo...
02/06/2021
Alghe, insetti e altre fonti alternative alla soia: stato dell’arte

Le ricerche svolte sinora sull'utilizzo di prodotti derivati da insetti nell’alimentazione delle specie di interesse zootecnico si sono concentrate principalmente su specie ittiche ed avicole, mentre i dati sulla loro introduzione nelle diete per altre specie animali, come suini e conigli, sono ancora limitati. I risultati sono molto promettenti e mostrano come, avendo cura di bilanciare le diete e di coprire i fabbisogni nutrizionali degli animali, i parametri produttivi e di salute degli animali sono confrontabili a quelli ottenuti utilizzando diete di riferimento.

L’uso delle farine proteiche derivate dagli insetti in alimentazione animale è argomento di crescente interesse in quanto, grazie al loro elevato tenore di proteine (variabile in funzione della specie considerata e del processo produttivo applicato) e buon apporto di amino acidi essenziali, rappr...

Nella primavera di quest’anno In occasione dei negoziati relativi alla riforma della Politica Agricola Comune, in riferi...
02/06/2021
Sulla dealcolizzazione de vini, meglio evitare decisioni affrettate

Nella primavera di quest’anno In occasione dei negoziati relativi alla riforma della Politica Agricola Comune, in riferimento al Regolamento Ocm 1308/2013, nel trilogo (riunione congiunta di commissione, consiglio e parlamento UE) è stato riproposto il tema della dealcolizzazione dei vini, proponendo in particolare che la pratica possa essere estesa ai vini DOP e IGP e che possa essere “ristorata” la parte di acqua che si perde con la dealcolizzazione. Occorre infatti considerare che con le tecniche di separazione a membrana non si separa alcol puro, ma una miscela di acqua e alcol, che porta a una riduzione del volume superiore a quello teorica raggiungibile sottraendo alcol. Quando si parla di ristoro dell’acqua sottratta, probabilmente, non si intende portare il vino al volume originale prima della dealcolizzazione, ma ripristinare solo l’acqua di vegetazione sparita insieme all’alcol. Il tema delicato è quale acqua utilizzare?

Recentemente ha fatto molto scalpore una notizia riportata da diversi organi di comunicazione secondo la quale l’Unione Europea vorrebbe proporre l’allargamento delle tipologie di vini su cui concedere la possibilità della dealcolizzazione, ammettendo anche che nell’operazione possa essere ag...

Quest’oggi la sede sarà aperta dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18 per una mostra di foto e acquerelli sul “27 maggio...
27/05/2021

Quest’oggi la sede sarà aperta dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18 per una mostra di foto e acquerelli sul “27 maggio 1993”.
Ingresso libero.
#pernondimenticaremai

27/05/2021

Buongiorno dalla chiesa di San Carlo in Via Calzaiuoli per la messa in ricordo delle vittime della bomba ai Georgofili, il 27 maggio 1993.

L’interesse per i frutti antichi non è mai stato alto come in questo momento, complice la crescente attenzione alle prod...
26/05/2021
La riscoperta dei frutti antichi resistenti ai cambiamenti climatici

L’interesse per i frutti antichi non è mai stato alto come in questo momento, complice la crescente attenzione alle produzioni sostenibili, alla stagionalità dei prodotti e a una territorialità fatta anche di tradizioni secolari.

Ha una forma schiacciata, un sapore intenso e un aroma di gran lunga superiore a quello delle mele moderne e mordendola potremo provare la stessa esperienza di un antico legionario romano, o quasi: le origini della Mela Rosa Romana, infatti, si perdono nella notte dei tempi e raccontano una storia m...

Rispetto  a  molti  suoi  cugini  sudamericani,  la  varietà  tedesca  è  meno  sensibile  al freddo ed è in grado di so...
26/05/2021
Ricercatori sviluppano la prima varietà tedesca di chia

Rispetto a molti suoi cugini sudamericani, la varietà tedesca è meno sensibile al freddo ed è in grado di sopportare meglio la durata del giorno alla latitudine locale.
Lo sviluppo della coltivazione a livello locale comporterebbe un bilancio ecologico del prodotto nettamente migliore.

I brillanti semini grigi sono un ingrediente praticamente immancabile in qualsiasi ciotola per i cereali, quanto meno su Instagram: da quando sono stati introdotti sul mercato tedesco i semi di chia, hanno spopolato su blog, riviste hipster e riviste di cucina. Un'università ha ora sviluppato la pr...

Il funzionamento dei moderni impianti antibrina usati per contrastare gli effetti del gelo sono basati su un principio m...
26/05/2021
Il ghiaccio contro le gelate

Il funzionamento dei moderni impianti antibrina usati per contrastare gli effetti del gelo sono basati su un principio molto interessante. “L'acqua si trasforma in ghiaccio alla temperatura di zero gradi e questo fenomeno avviene con emissione di energia. Se questo processo di trasformazione di acqua in ghiaccio viene mantenuto in continuo, lo strato che si forma fa sì che in qual punto la temperatura sia sempre a zero gradi, anche se intorno si raggiungono valori molto più bassi”

Le gelate primaverili rappresentano un costante pericolo per le colture, in particolare per i frutteti. Le tecniche per contrastare gli effetti del gelo sulle piante in fiore sono numerose e in continua evoluzione. Già in antico, soprattutto nell'arco alpino e nel Nord Europa, era diffusa la pratic...

Negli ultimi due decenni il miglioramento genetico ha contribuito ad aumentare la produttività, a salvaguardare la soste...
26/05/2021
Miglioramento genetico: dal 2000 a oggi rese aumentate dell'1% annuo in Europa

Negli ultimi due decenni il miglioramento genetico ha contribuito ad aumentare la produttività, a salvaguardare la sostenibilità ambientale, aiutando il settore a fronteggiare la crescita demografica e i cambiamenti climatici, e a soddisfare le richieste dei consumatori.

Negli ultimi vent'anni in Europa il miglioramento genetico ha permesso di aumentare le rese dell'1,16% ogni anno consentendo di non utilizzare a fini agricoli oltre 21,5 milioni di ettari di terreni. Sono alcuni dei dati emersi dallo studio "Il valore economico, sociale e ambientale del breeding veg...

I burri di torbiera (bog butter) sono depositi cerosi bianchi o gialli del peso che può arrivare fino a ventitré chilogr...
26/05/2021
B***o fossile di torbiera

I burri di torbiera (bog butter) sono depositi cerosi bianchi o gialli del peso che può arrivare fino a ventitré chilogrammi e talvolta oltre, presenti nelle torbiere dell’Irlanda e della Scozia, spesso conservati in contenitori di legno o avvolti in cortecce o membrane animali. Le determinazioni radiocarboniche mostrano che questa tradizione che risale all’età del bronzo arriva al periodo post-medievale, ma resoconti popolari ne indicano una sopravvivenza fino al XIX secolo. Questa consuetudine delle comunità agricole del passato costituisce una straordinaria testimonianza dell’agricoltura e alimentazione preistorica e delle epoche successive, anche se l’origine e il significato è ancora dibattuta

I grassi alimentari sono importanti marcatori culturali e come nel mediterraneo vi è l’olio con le sue anfore, nell’Europa settentrionale vi è quella del b***o in contenitori di legno. Il b***o di torbiera in Irlanda è una tradizione che ha oltre tremilaseicento anni perché il primo esemplar...

Si è finalmente capito che è meglio favorire la componente “buona” del microbiota a scapito dei “cattivi”, piuttosto che...
26/05/2021
Il microbiota del digerente ed il sistema immunitario degli animali

Si è finalmente capito che è meglio favorire la componente “buona” del microbiota a scapito dei “cattivi”, piuttosto che sparare delle cannonate di antibiotici che colpiscono sia i buoni che i cattivi, distruggendo tutto.
Dopo la messa al bando degli antibiotici come stimolatori di crescita in alimentazione animale, stanno prendendo sempre più piede i “probiotici” ed i “prebiotici”, in soccorso della componente utile della micropopolazione.

Gli animali, noi compresi, sono continuamente bersagliati da agenti patogeni di natura batterica, virale, protozoica. Il sistema naturale di difesa è costituito dal sistema immunitario, che reagisce con meccanismi molto complessi ma che, sostanzialmente, consistono nel riconoscimento del patogeno e...

L’utilizzo di siderofori “naturali” o “sintetici”, oppure l’impiego di microrganismi produttori di siderofori potrebbe e...
26/05/2021
I siderofori nella difesa delle colture agrarie

L’utilizzo di siderofori “naturali” o “sintetici”, oppure l’impiego di microrganismi produttori di siderofori potrebbe essere una strada percorribile in futuro nella la difesa delle piante.
Bisognerà, tuttavia, studiare meglio le caratteristiche delle singole specie vegetali e dei singoli fitopatogeni poiché le risposte potrebbero essere diverse e legate, di volta in volta, alle specificità di reazione “immunitaria” di difesa sensibilizzate da carenza o eccesso di ferro (sequestro/aggiunta).

Il ferro (Fe) è un elemento essenziale per la crescita di quasi tutti i microrganismi viventi perché agisce da catalizzatore nei processi enzimatici, nel metabolismo dell'ossigeno, nel trasferimento di elettroni e nelle sintesi di DNA e RNA (Aguado-Santacruz et al., 2012). A causa della sua bassa ...

Tali problematiche non sono solo italiane, ma abbastanza comuni a quelle di Spagna e Francia.Il problema dello spopolame...
26/05/2021
Aree interne e di Montagna: spopolamento e sistema primario

Tali problematiche non sono solo italiane, ma abbastanza comuni a quelle di Spagna e Francia.
Il problema dello spopolamento è, infatti, comune e va affrontato spingendo sul turismo, sulla attrattività delle aree interne garantendo in primo luogo una adeguata connettività digitale, il coinvolgimento culturale, i trasporti, i sistemi e le strutture educazionali, ma anche, e forse sopra tutto, un paesaggio curato e gradevole. Cioè garantendo la presenza di un sistema primario vivace e vivo, in grado di gestire il territorio, assicurare una adeguata presenza antropica e la biodiversità estendendo il concetto alla cultura rurale che tanto può dare anche in questo senso. Il tutto mediante programmi disegnati a livello centrale, demandandone la gestione a regioni e altre istituzioni periferiche.

Dal confronto di due rilievi aerofotogrammetrici effettuati a 25 anni di distanza (1990.-2015) in una valle dell’Appennino Ligure Piemontese emerge che in tale breve periodo ben il 37 % della SAU è stato abbandonato. Si tratta di un dato dirompente e preoccupante sia per l’assetto socioeconomic...

Il Presidente Vincenzini commenta i recenti fatti del DDL sull'agricoltura biologica."Da Georgofilo e uomo di scienza, p...
26/05/2021
Non saranno gli aggettivi a salvare l’agricoltura

Il Presidente Vincenzini commenta i recenti fatti del DDL sull'agricoltura biologica.
"Da Georgofilo e uomo di scienza, provo un grande disagio nel dover prendere atto che un disegno di legge del nostro Parlamento, nel 2021, tratti di equiparazioni assolutamente insostenibili sul piano scientifico e che sembrano riportarci indietro di secoli.
Ma, soprattutto, avverto la mancanza di un dibattito sulla visione strategica complessiva del settore agricolo del nostro Paese, chiamato ad affrontare sfide senza precedenti. Progettare il futuro a forza di nuovi aggettivi – qualunque essi siano – è la vera scelleratezza, poiché distoglie l’attenzione dai problemi reali dell’agricoltura e dalle molteplici emergenze a cui solo l’agricoltura nella sua interezza è chiamata a rispondere, dalla produzione di materie prime alimentari all’integrazione delle diverse filiere."

Lo scorso 20 maggio 2021, il Senato della Repubblica ha approvato quasi all'unanimità il disegno di legge sull'agricoltura biologica, DDL 988, con 195 voti a favore, uno contrario ed un astenuto. Il testo è quindi tornato alla Camera per la terza lettura, avendo Palazzo Madama introdotto modifiche...

In occasione della XXVIII ricorrenza dell’attentato di via dei Georgofili, il prossimo giovedì 27 maggio, l'Accademia de...
26/05/2021
Ricorrenza: 27 maggio 1993 - 27 maggio 2021

In occasione della XXVIII ricorrenza dell’attentato di via dei Georgofili, il prossimo giovedì 27 maggio, l'Accademia dei Georgofili organizzerà le seguenti iniziative: alle 9.00, celebrazione di una Santa Messa in suffragio delle vittime presso la Chiesa di S. Carlo in via dei Calzaiuoli;
alle 10.00, apertura al pubblico della Sede Accademica per la mostra "27 maggio 1993" – Acquerelli di Luciano Guarnieri ed Esposizione di immagini fotografiche.
Il Presidente Massimo Vincenzini ha commentato: "Sono davvero lieto che grazie al lavoro svolto dai Georgofili in tutti questi anni, l'Accademia sia diventata un 'luogo della memoria' conosciuto in tutto il Mondo. Ogni 27 maggio abbiamo infatti sempre ricordato il vile atto dinamitardo che uccise 5 vite innocenti. E questo ricordo è rimasto indelebile sulla facciata della torre che ci ospita, ricostruita volutamente con una asimmetria che ricorda lo squarcio provocato dalla bomba".
L'ingresso alla mostra sarà libero ma il numero dei visitatori sarà contingentato e regolato dal Protocollo di sicurezza predisposto dall’Accademia dei Georgofili.
La Sede resterà aperta tutta la giornata, con orario 10.00-12.30 e 15.00-18.00

Ore 10.00, apertura al pubblico della mostra "27 maggio 1993" – Acquerelli di Luciano Guarnieri ed Esposizione di immagini fotografiche

Indirizzo

Logge Degli Uffizi Corti
Florence
50122

Orario di apertura

Lunedì 15:00 - 18:00
Lunedì 09:00 - 13:00
Martedì 15:00 - 18:00
Martedì 09:00 - 13:00
Mercoledì 15:00 - 18:00
Mercoledì 09:00 - 13:00
Giovedì 15:00 - 18:00
Giovedì 09:00 - 13:00
Venerdì 15:00 - 18:00
Venerdì 09:00 - 13:00

Telefono

+39055212114

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Accademia dei Georgofili pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Accademia dei Georgofili:

Video

Digitare

Musei nelle vicinanze


Commenti

LA BELLEZZA e' qualcosa di cui non possiamo fare a meno e di cui sentiamo un bisogno profondo, ma spiegare che cosa sia e'molto difficile. Non e'un percorso di apprendimento, riguarda lo sviluppo dei nostri sensi. E' una necessità importante per l'essere umano. Un percorso estremamente personale in cui l' individuo sente il bisogno di far parte di questa sorta di alchimia, sperimentandola in modo naturale. CHRISTO. Prof. Giuseppe Gallingani Interdisciplinary Manager-Intergovernmental Ambassador EXPO EXPERT Agenda ONU 2030. Co-Founder ALFASSA Mobile 3396499969 HELPLANET H24 www.alfassa.net
Nell'anniversario della scomparsa del prof. Franco Scaramuzzi, voglio qui ricordare non solo lo studioso e l'accademico illustre ma anche la vivacità intellettuale dello studioso che aprì le porte della plurisecolare Accademia ai giornalisti dell'agroalimentare , consapevole dell'importanza della divulgazione dei temi agricoli al grande pubblico dei lettori di quotidiani e riviste. Lo specialista di un settore deve impegnarsi a far capire e divulgare con serietà e rispetto delle fonti i temi legati all'agribusiness, che vanno dalla globalizzazione dei mercati al cibo che portiamo in tavola tutti i giorni. Scaramuzzi l'aveva capito e va ricordato con stima e riconoscenza da parte di tutti noi giornalisti professionisti
LUSSO FRANCESCANO" LUSSINTERIORE" LUSSO CLASSICO" PLATINIUM LUSSO QUANTICO" BEND'ESSERE DELL'ANIMA" PLAYSTORMING IN WELLNESS EXPERIENCES CREA CHI SI DIVERTE. Prof. GIUSEPPE GALLINGANI INTERGOVERNMENTAL EXPERIENCES. BILATERALITA' E RECIPROCITA' TRA 193 DI 196 STATI ECONOMICAMENTE RILEVANTI.". DUBAI EXPO 2021 2022.
BUONE FESTE.
BUONE FESTE.
GIOCO DI SQUADRA.
LUSSINTERIORE" GENERATIVITA', ECOMPATIBILITA', COMPLESSITA' EPIPOLITICA,CONNESSIONE, META' TERRITORIALITA'. ARTE DELL'OSPITALITA'" AGRO PARCHI AGROCULTURA 5.0 PLATINIUM LUSSO QUANTICO".
LA BELLEZZA e' qualcosa di cui non possiamo fare a meno e di cui sentiamo un bisogno profondo, ma spiegare che cosa sia e'molto difficile. Non e'un percorso di apprendimento, riguarda lo sviluppo dei nostri sensi. E' una necessità importante per l'essere umano. Un percorso estremamente personale in cui l' individuo sente il bisogno di far parte di questa sorta di alchimia, sperimentandola in modo naturale. CHRISTO. Prof. Giuseppe Gallingani Interdisciplinary Manager-Intergovernmental Ambassador EXPO EXPERT Agenda ONU 2030. Co-Founder ALFASSA Mobile 3396499969 HELPLANET H24 www.alfassa.net
LA BELLEZZA e' qualcosa di cui non possiamo fare a meno e di cui sentiamo un bisogno profondo, ma spiegare che cosa sia e'molto difficile. Non e'un percorso di apprendimento, riguarda lo sviluppo dei nostri sensi. E' una necessità importante per l'essere umano. Un percorso estremamente personale in cui l' individuo sente il bisogno di far parte di questa sorta di alchimia, sperimentandola in modo naturale. CHRISTO. Prof. Giuseppe Gallingani Interdisciplinary Manager-Intergovernmental Ambassador EXPO EXPERT Agenda ONU 2030. Co-Founder ALFASSA Mobile 3396499969 HELPLANET H24 www.alfassa.net
Prof. GIUSEPPE GALLINGANI EDUCAZIONE ALLA BELLEZZA" PLATINIUM LUSSO QUANTICO" GRAND TOUR AL CALOR BIANCO" BEND'ESSERE" LUSSINTERIORE" INTERGOVERNMENTAL AMBASSADOR EXPORT EXPO EXPERT AGENDA ONU 2030, HUMAN TECHNOPOLE 2040, VISION 2050. GENERATIVITA',SOSTENIBILITA', COMPLESSITA'. NEO UMANESIMO RINASCIMENTALE.
Invio di seguito informazioni sul tema del corso su QUANTUM LASER THERAPY ,che ha lo scopo di creare un gruppo di interesse alla innovazione di terapie "non farmacologiche "basate sulla ricerca e sviluppo della Biologia Quantistica della Vita che vede la Laser Terapia come innovazione fondamentale di un cambio di paradigma. Saro lieto di ricevere a breve conferma del vs interesse a partecipare e collaborare . Paolo Manzelli (335/6760004) Firenze 18/09/2020 CORSO DI FORMAZIONE -Locandina Foto-Biomodulazione quantica della luce Laser/Led Terapia non farmacologica Le conoscenze di Biologia Quantica sono la base dell’innovazione non farmacologica dell’azione curativa della medicina del futuro. Il corso di formazione sulla Laser Led Terapia Quantica tratta della Bio-modulazione Quantica della Luce a scopo terapeutico, con un percorso articolato in 8 moduli di 2 ore ciascuno, in due giornate. I primi 2 moduli introdurranno i temi fondamentali delle relazioni tra Luce, Informazione ed Energia della Bio-Quantica e della Laser -Terapia. I moduli approfondiranno i diversi trattamenti terapeutici della Bio-modulazione Quantica e prenderanno in attenta considerazione la scelta delle fonti di luce LASER e LED, nonchè i parametri ottimali e le modalità di applicazione della luce (durata, intensità, potenza e forma) sia nella medicina tradizionale che in Agopuntura e nella Medicina energetica. DOCENTI Paolo Manzelli www.egocrea.net Leonardo Longo www.longolaser.it A CHI È RIVOLTO I contenuti sono orientati all'aggiornamento delle professioni che si occupano di infiammazione, dolore e riabilitazione fisica e mentale. Il corso è indirizzato a giovani medici, biologi, fisiologi, osteopati, dentisti e altri laureati e tecnici, interessati al tema delle terapie della Foto-Bio-modulaziome Quantica. COSTO La quota di partecipazione è stabilita in ""200,00 Euro""". CONDIZIONI La realizzazione del corso è subordinata ad un numero minimo di 7 iscrizioni. La conferma della realizzazione del corso è comunicata entro 5 giorni lavorativi precedenti allo svolgimento dello stesso. Ad avvenuta conferma NON sono accettate disdette, rimane quindi l’obbligo di pagamento della quota di iscrizione. PREISCRZIONE Inviare una email con nome, cognome, telefono, IBAN, dichiarazione di preiscrizione al corso all’indirizzo [email protected] PROGRAMMA Venerdì 30 ottobre 2020 09:00-11:00 Introduzione alla biostimolazione rigenerativa Laser//Led, Leonardo Longo 11:00-13:00 Dalla Quantistica alla Bioquantica della luce,energia ed informazione, Paolo Manzelli 14:00-16:00 Biofotonica del DNA-Antenna piezoelettrica, Paolo Manzelli 16:00-18:00 Biostimolazione e rigenerazione cellulare, Leonardo Longo Sabato 31 ottobre 2020 09:00-11:00 Biofotonica della trasmissione circolare sinaptica (Orto-Para ed enterica), Paolo Manzelli 11:00-13:00 Trattamenti di Foto-biomodulazione in relazione ai caratteri morfologici dei tessuti, Leonardo Longo 14:00-16:00 Parametri (frequenze, intensità, durata) nelle applicazioni di terapia Laser/Led, Leonardo Longo 16:00-18:00 Biofotonica ed attivazione Redox del circuito Mitocondriale, Paolo Manzelli SEDE Istituto Salesiano, Via del Ghirlandaio 40 - 50121 Firenze NOTE Il corso sarà tenuto in conformità con i requisiti di sicurezza Covid-19. Il numero massimo di partecipanti è limitato ad un massimo di 20 iscrizioniInvio di seguito informazioni sul tema del corso su QUANTUM LASER THERAPY ,che ha lo scopo di creare un gruppo di interesse alla innovazione di terapie "non farmacologiche "basate sulla ricerca e sviluppo della Biologia Quantistica della Vita che vede la Laser Terapia come innovazione fondamentale di un cambio di paradigma. Saro lieto di ricevere a breve conferma del vs interesse a partecipare e collaborare . Paolo Manzelli (335/6760004) Firenze 18/09/2020 CORSO DI FORMAZIONE -Locandina Foto-Biomodulazione quantica della luce Laser/Led Terapia non farmacologica Le conoscenze di Biologia Quantica sono la base dell’innovazione non farmacologica dell’azione curativa della medicina del futuro. Il corso di formazione sulla Laser Led Terapia Quantica tratta della Bio-modulazione Quantica della Luce a scopo terapeutico, con un percorso articolato in 8 moduli di 2 ore ciascuno, in due giornate. I primi 2 moduli introdurranno i temi fondamentali delle relazioni tra Luce, Informazione ed Energia della Bio-Quantica e della Laser -Terapia. I moduli approfondiranno i diversi trattamenti terapeutici della Bio-modulazione Quantica e prenderanno in attenta considerazione la scelta delle fonti di luce LASER e LED, nonchè i parametri ottimali e le modalità di applicazione della luce (durata, intensità, potenza e forma) sia nella medicina tradizionale che in Agopuntura e nella Medicina energetica. DOCENTI Paolo Manzelli www.egocrea.net Leonardo Longo www.longolaser.it A CHI È RIVOLTO I contenuti sono orientati all'aggiornamento delle professioni che si occupano di infiammazione, dolore e riabilitazione fisica e mentale. Il corso è indirizzato a giovani medici, biologi, fisiologi, osteopati, dentisti e altri laureati e tecnici, interessati al tema delle terapie della Foto-Bio-modulaziome Quantica. COSTO La quota di partecipazione è stabilita in ""200,00 Euro""". CONDIZIONI La realizzazione del corso è subordinata ad un numero minimo di 7 iscrizioni. La conferma della realizzazione del corso è comunicata entro 5 giorni lavorativi precedenti allo svolgimento dello stesso. Ad avvenuta conferma NON sono accettate disdette, rimane quindi l’obbligo di pagamento della quota di iscrizione. PREISCRZIONE Inviare una email con nome, cognome, telefono, IBAN, dichiarazione di preiscrizione al corso all’indirizzo [email protected] PROGRAMMA Venerdì 30 ottobre 2020 09:00-11:00 Introduzione alla biostimolazione rigenerativa Laser//Led, Leonardo Longo 11:00-13:00 Dalla Quantistica alla Bioquantica della luce,energia ed informazione, Paolo Manzelli 14:00-16:00 Biofotonica del DNA-Antenna piezoelettrica, Paolo Manzelli 16:00-18:00 Biostimolazione e rigenerazione cellulare, Leonardo Longo Sabato 31 ottobre 2020 09:00-11:00 Biofotonica della trasmissione circolare sinaptica (Orto-Para ed enterica), Paolo Manzelli 11:00-13:00 Trattamenti di Foto-biomodulazione in relazione ai caratteri morfologici dei tessuti, Leonardo Longo 14:00-16:00 Parametri (frequenze, intensità, durata) nelle applicazioni di terapia Laser/Led, Leonardo Longo 16:00-18:00 Biofotonica ed attivazione Redox del circuito Mitocondriale, Paolo Manzelli SEDE Istituto Salesiano, Via del Ghirlandaio 40 - 50121 Firenze NOTE Il corso sarà tenuto in conformità con i requisiti di sicurezza Covid-19. Il numero massimo di partecipanti è limitato ad un massimo di 20 iscrizioni