Area Sacra Etrusca di Camucia di Cortona

Area Sacra Etrusca di Camucia di Cortona SALVIAMO l'area sacra etrusca di Camucia, un'area archeologica già devastata dalle ruspe, per colpa dell'ignavia di chi doveva tutelarla.
(2)

UN SUPERMERCATO DI BUGIEL'Etruria del 15 febbraio 2020.
14/02/2020

UN SUPERMERCATO DI BUGIE

L'Etruria del 15 febbraio 2020.

ATTENZIONARE.Noi abbiamo "attenzionato" i sigg. Meoni ed Attesti in diverse occasioni a settembre ed a novembre scorso. ...
06/02/2020

ATTENZIONARE.
Noi abbiamo "attenzionato" i sigg. Meoni ed Attesti in diverse occasioni a settembre ed a novembre scorso. Siamo a febbraio ed ancora niente:
UNA PARTE DELLA RECINZIONE DEGLI SCAVI DI VIA CAPITINI E' CADUTA VERSO L'INTERNO CREANDO UN PERICOLOSO PASSAGGIO DI FIANCO AD UNA STRADA MOLTO FREQUENTATA ANCHE DA BAMBINI ED ANZIANI.
Si può finalmente passare dall'attenzionare all'agire?

“Supermercato Camucia/M5S: “sosteniamo la raccolta firme. Assetto del territorio sia frutto di scelte partecipate”
22/01/2020
“Supermercato Camucia/M5S: “sosteniamo la raccolta firme. Assetto del territorio sia frutto di scelte partecipate”

“Supermercato Camucia/M5S: “sosteniamo la raccolta firme. Assetto del territorio sia frutto di scelte partecipate”

Il 17 gennaio oltre 100 famiglie, per la maggior parte residenti in via XXV Aprile e dintorni, hanno sottoscritto una petizione presentata al Sindaco di Cortona, Luciano Meoni, per chiedere un incontro e ridiscutere la scelta di autorizzare la…

10/01/2020

Maialina: Conferenza stampa o presa in giro?
Niente di nuovo; La soprintendenza ha ripetuto le stesse cose che ci aveva scritto lo scorso ottobre e che noi abbiamo presentato nella riunione del 26 novembre. Meoni/Attesti anche loro hanno confermato il loro progettino già sbandierato come loro elaborazione dimenticandosi che la base del disegno era stata prodotta dai ragazzi delle scuole di Camucia.
Stesse bugie: “la modifica al piano urbanistico interessa solo la strada di accesso” (non sanno o fanno finta di non sapere che c’è una differenza sostanziale fra “attività commerciale” e “media distribuzione”).
Stesso metodo intimidatorio: ci invitano alla conferenza stampa, ci offendono e non ci danno la possibilità di controbattere.
Stessa miopia: Il progetto che abbiamo presentato il 26 novembre riguardava non solo l’archeologia, riguardava anche la riqualificazione urbana, il traffico, la qualità della vita, il recupero del valore degli immobili. L’archeologia per noi è una importantissima risorsa per ridare dignità storica alla città di Camucia e per inserirla nei circuiti turistici.

Non è un problema di partito di appartenenza. E' un problema di visione politica e civile.
29/12/2019

Non è un problema di partito di appartenenza.
E' un problema di visione politica e civile.

Etruschi o meno,c’è chi dice no

09/12/2019

GRAZIE.
Nei giorni scorsi sono aumentate in maniera molto significativa le persone che hanno effettuato accesso a questo profilo.
Vogliamo ringraziarle perché sono la testimonianza tangibile che il nostro messaggio, che abbiamo voluto lanciare con la riunione pubblica alla sala civica, è stato interpretato come volevamo che fosse:
- Informare la popolazione sui progetti nell'area "Maialina";
- Ragionare sull'ultima opportunità per dare a Camucia uno spazio pubblico immerso nel verde, dove trascorrere ore piacevoli, fuori dal traffico, sicuro per grandi e piccini;
- Invertire la consuetudine di cancellare, sotterrare o distruggere le origini, tutt'altro che insignificanti, di Camucia;
- Ragionare sui pro e contro l'eventuale insediamento di un supermercato in quell'area;
- Proporre soluzioni alternative in maniera trasparente, fuori da contrapposizioni ideologiche, men che meno partitiche;
- Insieme per la collettività e non contro qualcuno.

La normalità è informarsi e confrontare le idee prima di fare azioni che possono incidere negativamente sull'assetto urb...
02/12/2019

La normalità è informarsi e confrontare le idee prima di fare azioni che possono incidere negativamente sull'assetto urbano.
Tutto il resto è arroganza.

Condividiamo il programma dettagliato della giornata di venerdi. Tutto si svolgerà in plenaria, si avvicenderanno diversi panel e dopo ciascuno ci sarà tempo per interventi. Saremo tanti, ognuno con storie e competenze, tante voci ma un unico desiderio di portare alla luce un movimento di pensiero che ci rende orgogliosi e che vogliamo che diventi sempre più forte.

Questa sera ore 21.15 Sala Civica Camucia
26/11/2019

Questa sera ore 21.15 Sala Civica Camucia

MARTEDI, 26 novembre 2019A CAMUCIA, presso la SALA CIVICA (Via Sacco e Vanzetti) ore 21,15
21/11/2019

MARTEDI, 26 novembre 2019
A CAMUCIA, presso la SALA CIVICA (Via Sacco e Vanzetti) ore 21,15

22/10/2019

Scandalizzarsi che Leonardo viene festeggiato a Parigi ed accettare che nel 2020 ai turisti mostreremo un nuovo supermercato?

Informarezzo
18/10/2019
Reperti Etruschi a Camucia di Cortona. | InformArezzo

Informarezzo

Arte e cultura Reperti Etruschi a Camucia di Cortona. Di Informarezzo - 17 Ottobre 2019 0 Facebook Twitter Google+ Pinterest WhatsApp Al Ministro dei Beni Culturali, On. Dario Franceschini e p.c. Al Soprintendente per l’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezz...

Grazie Ivo Camerini, e grazie ai Camuciesi.
14/10/2019
Io sto con Carola

Grazie Ivo Camerini, e grazie ai Camuciesi.

Il futuro di Camucia nelle discussioni tra la gente comune. Domenica mattina c’era molto fervore e animazione politica al mio solito bar- circolo culturale camuciese dove mi reco per il consueto caffè mattutino. Era tutto un: “ io sto con Carola” , “…

12/10/2019
Comitato Tutela di Cortona

Comitato Tutela di Cortona

Il Parco della Maialina.



E’ proprio questo il nome che vorremmo rimanesse per l’area di cui si discute in questi giorni.

E’ stato e dovrà rimanere la testimonianza del nostro passato, recente e lontanissimo.

Dovremmo andare fieri delle nostre origini etrusche e conservarne degna testimonianza; dovremmo non disconoscere che parte del benessere piano piano raggiunto, dal dopoguerra in poi, deriva dall’agricoltura e dagli allevamenti di bestiame vario, maiali in primis.

Da lì si svilupparono i commerci e i servizi relativi, che tanto lavoro hanno procurato ai nostri concittadini , fermando una iniziale fuga verso le città industriali, che stava spopolando le campagne.

Da lì prese il via quella rincorsa alla casa di proprietà per gli ex mezzadri, cellule derivate dalla scissione di innumerevoli famiglie patriarcali, che inseguivano il progresso e l’ indipendenza economica.

Non solo da questo, ma anche per questo, esplose l’edilizia a macchia d’olio, la cementificazione selvaggia, le palazzine sorte senza nessuna logica urbanistica, le aree residenziali senza spazi verdi e viabilità adeguata . Una esplosione che riempì le casse comunali di soldi, tanti soldi, troppi soldi, da far credere che il flusso non si sarebbe mai fermato, che ci sarebbe stato il tempo per riprogrammare.

In nome di tutto questo si è calpestata, triturata e sotterrata la storia di Camucia, quella più antica, e forse quella adesso più necessaria, vista l’evoluzione socio economica che ha interessato la nostra area: città d’arte, turismo, eccellenze agroalimentari, QUALITA’DELLA VITA , tutte da godere, proporre ed esportare. Emozioni sensoriali uniche, altrove scomparse o dimenticate.

Tante occasioni sono andate irrimediabilmente perdute. Ne rimangono poche e sarebbe imperdonabile sprecarle in nome di altri edifici da costruire lì, proprio lì, alla Maialina.

Pertanto elenchiamo alcune riflessioni che solo la volontà politica può ragionevolmente indirizzare verso il raggiungimento di soluzioni condivise con e a vantaggio della collettività.

1) A chi appartiene lo spazio della Maialina? Che sia comunale oppure oggetto di lascito alla collettività camuciese poco importa: Neppure un centimetro di superfice va distolto da un interesse che non sia esclusivamente di pubblica utilità.

2) I Proprietari dei terreni contigui hanno tutto il diritto di trarre il massimo vantaggio economico dai loro beni e di goderne proprietà piena , “ entro i limiti e con l’osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico ( artt 42,43 cost. e art 832 c.c.). Va quindi loro riconosciuta la legittimità di qualsiasi atto dispositivo consentito.

3) E’ oramai elemento acclarato che sotto quell’area ci siano importanti testimonianze storiche, da non ignorare ulteriormente ( lo stesso dicasi nell’area di via Capitini) , tanto che sono previste, per qualsiasi progetto che ne modifichi l’utilizzo della superfice, indagini archeologiche controllate dalla Sovrintendenza.

4) Tante grandi superfici sono in fase di edificazione a scopo di media e grande distribuzione. Una grande superfice edificata e da recuperare è attualmente sul mercato immobiliare ( ex mobilificio). Tante altre, piccole e medie , sono o saranno a breve sfitte e disponibili.

E’ proprio necessario costruire ancora in area archeologica, residenziale e già fortemente compromessa da un traffico veicolare copioso e disordinato?

5) E’ proprio impraticabile una acquisizione di queste aree da parte del Comune? Magari uno scambio?

E magari informarsi presso altre municipalità dell’ Etruria toscana e laziale su come abbiano risolto casi analoghi?

6 )

Quanti posti di lavoro e ricchezza potremmo ricavare dalla realizzazione e gestione di una più vasta e articolata area archeologica, collegata non solo idealmente a quella del Sodo e melone Francois? Tutta ricchezza che rimarrebbe nel territorio, a differenza di quella generata dai supermercati che, al netto degli stipendi per i lavoratori, prende e prenderà altre direzioni!



Lasciamo in sospeso, perché vogliamo restarne fuori, tante altre riflessioni che attengono esclusivamente alla sfera politica e delle opposte tifoserie , e che, a parere della scrivente, rappresentano il vero ostacolo a soluzioni di buon senso, giuste e soddisfacenti.

Il giallo delle responsabilità: MEONI E' IMPOTENTE DI FRONTE ALLA DISTRUZIONE  DEFINITIVA DELL'AREA ARCHEOLOGICA DI CAMU...
10/10/2019

Il giallo delle responsabilità: MEONI E' IMPOTENTE DI FRONTE ALLA DISTRUZIONE DEFINITIVA DELL'AREA ARCHEOLOGICA DI CAMUCIA O PRENDE IN GIRO I CAMUCIESI?

Speriamo che il 2017 porti davvero un cambiamento.

03/10/2019

Post su Area archeologica di Camucia:
Dal 2016 contro Basanieri
Dal 2019 contro Meoni.
Si confrontano i commenti: siete pronti?

29/09/2019

SIAMO MOLTO DELUSI

Abbiamo incontrato un Assessore molto sensibile rispetto ai temi culturali, abbiamo incontrato un Sindaco che ha dichiarato di aver perso dei clienti della sua azienda privata perché, a suo dire, avrebbe difeso negli anni passati la grande opportunità di disporre di reperti sulla vita quotidiana degli Etruschi, abbiamo dato la nostra completa disponibilità all’Assessore per cercare (e trovare) linee finanziarie ed operative per rendere fruibili in breve tempo gli scavi a tutta la popolazione ed ai turisti, abbiamo accettato di collaborare con gli uffici tecnici (richiesta fatta dal Sindaco ma dimenticata) per identificare forme amministrative che salvaguardassero gli interessi pubblici.
Ma tutto questo, purtroppo, non è servito a niente.

Il 30 settembre verrà sottoposta al Consiglio Comunale una delibera con la quale la giunta fa un altro passo in favore della distruzione e dello spreco di territorio. Il 30 settembre il Comune di Cortona dichiarerà formalmente che per questa giunta il “cambiamento” è stata solo una vuota parola dettata da opportunismo elettorale.

A coloro che vogliono farci credere che questo sia un atto dovuto possiamo garantire che faremo di tutto per smontare questa bufala inventata solamente “per non aver problemi” e per chiara e netta volontà politica o incapacità amministrativa. Questi signori non hanno ancora imparato che il territorio Comunale è gestito esclusivamente dagli organi comunali, e che questo diritto/dovere viene meno solamente per importanti ragioni di interesse nazionale o per limitazioni imposte da precise leggi nazionali o regionali.

I consiglieri comunali dovranno assumersi la responsabilità, se manifestata con la votazione di lunedì prossimo, che se a Camucia verrà dato il colpo di grazia alla sua storia ed alle sue origini sarà perché i singoli votanti lo avranno deciso.

E non sarà soltanto una “responsabilità politica” (espressione molto usata ma che non vuol dire niente); sarà loro responsabilità il voler anteporre l’interesse privato a quello dell’intera comunità.

Enzo Moretti - Santino Gallorini e Comitato per Cortona

Camucia non ha bisogno di nuovi supermercati e Centri Commerciali. Via Matteotti foto 04
23/09/2019

Camucia non ha bisogno di nuovi supermercati e Centri Commerciali. Via Matteotti foto 04

Camucia non ha bisogno di nuovi supermercati e centri commerciali (via Matteotti foto 03)
21/09/2019

Camucia non ha bisogno di nuovi supermercati e centri commerciali (via Matteotti foto 03)

Camucia non ha bisogno di nuovi Supermercati e Centri Commerciali. (Via Matteotti foto 02)
21/09/2019

Camucia non ha bisogno di nuovi Supermercati e Centri Commerciali. (Via Matteotti foto 02)

Camucia non ha bisogno di nuovi Supermercati e Centri Commerciali. (via Matteotti foto 01)
21/09/2019

Camucia non ha bisogno di nuovi Supermercati e Centri Commerciali. (via Matteotti foto 01)

15/09/2019

ARCHEOLOGIA A CAMUCIA; SIAMO AD UNA SVOLTA?
Sabato scorso abbiamo avuto un incontro molto proficuo con l’assessore e vicesindaco Francesco Attesti, poi allargato anche al Sindaco Luciano Meoni.
L’argomento, ovviamente, verteva sull’area archeologica di Camucia e sulla possibilità di poter, finalmente, usufruire delle testimonianze di vita quotidiana lasciate dagli Etruschi nel nostro territorio.
L’Assessore e poi il Sindaco ci hanno mostrato il progetto di massima previsto dalla Giunta per la sistemazione dell’area della Maialina. Una idea progettuale che prevede la sistemazione di un paio di “particolarità archeologiche” (in particolare il pozzo etrusco), una porzione dedicata a parco per bambini ed infine un’area dedicata a parcheggi.
Abbiamo preso atto della volontà di non “scatolare” l’intera area della Maialina ma abbiamo anche illustrato un’altra ipotesi che potrebbe rappresentare un vero punto di svolta rispetto agli scempi perpetrati fin dagli anni ’80 dello scorso secolo.
In sintesi abbiamo fatto il punto della situazione: al momento attuale ci sono tre aree coinvolte con scavi archeologici: appunto la Maialina, l’area attualmente adibita a vivaio per la quale è stato richiesto il permesso di costruzione di un supermercato e di abitazioni civili e l’area posta in via Capitini. Solo la prima è di proprietà pubblica mentre sia la seconda che la terza sono di proprietà privata.
Per noi è ovvio che una netta inversione di tendenza rispetto al passato può essere rappresentata solo dalla utilizzazione pubblica di questa intera area per poter rappresentare (anche se in forma parziale e purtroppo non esaustiva) la Camucia di oltre 2.000 anni fa con ricostruzioni virtuali e pannelli esplicativi di quello che è rimasto e di quello che è stato “nascosto” o distrutto.
Alla fine della riunione non ci sono state promesse ma l’impegno a lavorare affinché chi poi è chiamato a decidere possa disporre di tutti gli elementi necessari per una seria e ragionata scelta.

Noi, naturalmente, non ci tiriamo indietro.

20/06/2019

Post a futura memoria.
Una variante al Piano Urbanistico non è un atto dovuto.
Noi continueremo a difendere con tutte le nostre forze gli scavi archeologici di Camucia.

14/05/2019

La Basanieri decide che gli scavi della Maialina vanno ricoperti.
Ma non poteva uscire di scena in rispettoso silenzio?

19/02/2019

Scavi ex Campo Sportivo Maialina: vasta area etrusca la cui destinazione è ancora incerta e che si sviluppa ....
sotto la rotonda

Un'interessante proposta.
13/06/2018
Oltre la buca delle nane.

Un'interessante proposta.

A quando una ricostruzione in 3D dell’urbanistica etrusca di Camucia e dintorni?. Nei giorni scorsi, tramite i social, è pervenuta al nostro giornale una lunga mail da parte di un giovane ingegnere cortonese, che però ha chiesto di non apparire come…

LETRURIA.IT
10/05/2018
"Area Ex Manutenzione del Comune di Cortona, una procedura da manuale"

LETRURIA.IT

Nell’estate 2017 destò molta preoccupazione nell’opinione pubblica cortonese, apprendere che l’area Ex Manutenzione del Comune di Cortona, situata in Camucia - non lontano dalla celebre, ma devastata Area Sacra Etrusca - era stata venduta a privati e…

Area Sacra Etrusca di Camucia di Cortona
05/09/2017

Area Sacra Etrusca di Camucia di Cortona

I saggi archeologici a Camucia, nell'area ex manutenzione del Comune di Cortona.
Grazie a Pasquale Bernardini

I saggi archeologici a Camucia, nell'area ex manutenzione del Comune di Cortona.Grazie a Pasquale Bernardini
03/09/2017

I saggi archeologici a Camucia, nell'area ex manutenzione del Comune di Cortona.
Grazie a Pasquale Bernardini

SAGGI ARCHEOLOGICI a CAMUCIAAltri saggi archeologici, preliminari ad un nuovo  cantiere, a Camucia, nella famosa/famiger...
31/08/2017

SAGGI ARCHEOLOGICI a CAMUCIA
Altri saggi archeologici, preliminari ad un nuovo cantiere, a Camucia, nella famosa/famigerata Area Sacra Etrusca (zona i Vivai).
Il luogo esatto è sul retro degli edifici pertinenti all'ex area di manutenzione del Comune di Cortona.
Immaginiamo già prossimi ritrovamenti, prossime richieste e via ... di nuovo con il "vecchio". Fino all'obliterazione di quanto ritrovato.
Comunque, TUTTI VIGILI e ATTENTI. CONTROLLARE, SEGUIRE, VERIFICARE ...
Ormai siamo abituati ...

Cortona, Italia.
19/07/2017

Cortona, Italia.

Indirizzo

Via Gramsci - CAMUCIA
Cortona
52044

Telefono

3334565432

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Area Sacra Etrusca di Camucia di Cortona pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Digitare

Musei nelle vicinanze


Altro Museo d'arte Cortona

Vedi Tutte