Museo della Civiltà Normanna

Museo della Civiltà Normanna Sui lati si affacciano sette sale. Seguono tre sale dedicate, rispettivamente, una a proiezioni di documentari e filmati, una a Ruggero II e una a Federico II.

La nuova sede museale, ubicata nel secentesco Palazzo Bevere-Gambacorta, di proprietà comunale, recentemente restaurato, consta di una Galleria lunga 27 metri, che si apre con una volta a crociera e prosegue con quattro grandi arcate. Nella nuova sede sono ospitati il Museo della Civiltà Normanna e il Museo e Centro Studi delle armi in asta “Mario Troso”, entrambi frutto del trentennale impegno de

l Centro europeo di Studi Normanni, proprietario dei reperti e delle installazioni multimediali e curatore dell’allestimento. Sullo sfondo della Galleria, in una grande teca, campeggia una copia in seta damascata del celebre mantello di Ruggero II, indossato da Federico II nell’incoronazione imperiale in San Pietro (l’originale è conservato nel museo imperiale di Vienna, Weltliche Schatzkammer della Hofburg). La prima sala del Museo della civiltà normanna è dedicata alla “quadrisfera”, una suggestiva installazione multimediale che offre una fantasmagorica rappresentazione della storia del regno normanno-svevo, intrecciando la grande storia con le vicende della contea di Ar**no, primo insediamento normanno nel Sud- Italia. In esposizione: una significativa collezione di monete auree, argentee e bronzee del regno normanno-svevo (in particolare risalto il Ducato argenteo, il cui conio fu decretato da Ruggero II in Ar**no e l’Augustale aureo di Federico II, considerato la più bella moneta del Medioevo); sigilli plumbei di Ruggero II; reperti lapidei, argentei e pergamenacei; cinquecentine e altre rare edizioni antiche. Nel Museo è consultabile, su di un monitor touch screen, un archivio digitalizzato di fonti documentarie del regno normanno-svevo. Le tre sale sul versante destro della Galleria ospitano Il Museo e Centro Studi delle armi in asta “Mario Troso”, dedicato all’ing. Mario Troso, instancabile studioso e collezionista di armi antiche che, con generose donazioni, ha arricchito il nucleo originario di nuove armi e di una cospicua biblioteca specialistica. Nelle sale sono allineate oltre duecento cinquanta armi in asta originali realizzate tra V e XVIII secolo. Sono inoltre esposte una spada (makhaira) e una punta di lancia di guerriero greco del V secolo a.C.; un raro pilum romano; quattro scramasax longobarde; un raro sperone del XII secolo; una scure da decapitazione del XII secolo; un’armatura del XVI secolo. In una sala è esposto un grande plastico della battaglia di Hastings del 1066. Il nuovo allestimento museale è stato realizzato grazie al generoso sostegno della Fondazione Cultura e arte, fondata e presieduta dal Prof. Emmanuele F. M. Emanuele, presidente onorario del Centro europeo di Studi Normanni.

21/11/2023

Sarà il Museo della Civiltà Normanna di Ar**no ad accogliere il 27 novembre il confronto dedicato al libro di Francesco Barra Una pandemia medievale-Regno di Napoli e Principato Ultra tra peste nera e crisi del Trecento, edito da Terebinto. Introduce Giuseppe Muollo

Sabato pomeriggio 18 novembre, animati dal desiderio di scoprire le proprie radici sono giunti al Museo accompagnati dal...
20/11/2023

Sabato pomeriggio 18 novembre, animati dal desiderio di scoprire le proprie radici sono giunti al Museo accompagnati dal parroco della chiesa di San Giovanni Evangelista di Ar**no Irpino Don Marco,il gruppo Scout Agesci Ar**no 1. Sono stati attratti dalla Quadrisfera e sorpresi da come con una moderna installazione multimediale si riesca a raccontare la storia in maniera cosi suggestiva ed emozionante. Un sentito grazie a Mariarosaria Russolillo per l’assistenza prestata ai giovani Scout.

Continuano le visite degli alunni delle Scuole al Museo. Questa mattina un percorso della conoscenza per gli studenti de...
17/11/2023

Continuano le visite degli alunni delle Scuole al Museo. Questa mattina un percorso della conoscenza per gli studenti delle classi III A e B dell’IISS Ruggero II di Ar**no Irpino, accompagnati dalle professoresse Lucilla Mingolelli e Roberta Purcaro. Due ore intense di visita che hanno visto gli studenti interessati ed attenti alle vicende storiche della loro città durante l’età Normanno-Sveva ed attratti dalla grande esposizione delle armi in asta.

Nella Sala del Museo dedicata a Federico II, è esposta una pergamena intitolata ad Enrico VI e a lui attribuita. La data...
11/11/2023

Nella Sala del Museo dedicata a Federico II, è esposta una pergamena intitolata ad Enrico VI e a lui attribuita. La data cronica e topica sono riportate sul margine inferiore del documento: Acta sunt hec Anno Dominice Incarnationis Millesimo Centesimo Nonagesimo sexto. Indictione nona. Regnante domino Henrico sexto Romanorum Imperatore glorioso et Imperii sui anno sexto. Datum apud Barum decimo Kalendas octobris. Con questo Atto il re concede ai nobili viri Uberto e Riccardo Ubaldini de Tipherno e ai loro eredi alcuni territori. Ad una attenta analisi paleografica e diplomatica il documento è un falso in forma di originale, sopravvissuto all’applicazione della famosa disposizione di Federico II emanata nella Dieta di Capua del 1220, al suo rientro dalla Germania, nota col nome di De Resignandis Privilegis alfine di verificare l’autenticità dei titoli di possesso dei beni da parte dei feudatari. Di contro, distruggere tutti i falsi realizzati in sua assenza per legittimare usurpazioni varie e incamerare alla corona i beni o in alternativa, distruggerli. Gli Ubaldini furono fortunati perché questo documento sfuggi al controllo degli incaricati.

Da qualche giorno la Sala di prima accoglienza con il bookshop del Museo è sta impreziosita da un banner riproducente lo...
03/11/2023

Da qualche giorno la Sala di prima accoglienza con il bookshop del Museo è sta impreziosita da un banner riproducente lo splendido portale d’ingresso di Castel del Monte, simbolo di perfezione e armonia, voluto da Federico II quale segno visibile del suo “sacro”potere regale. La copia del portale inserita tra i piedritti e l’arco a tutto sesto della prima campata dell’ampia galleria funge da ingresso alle stanze del Museo. Il portale considerato un capolavoro unico dell’architettura medievale accoglierà i visitatori congiungendo idealmente il nipote(Federico II) al nonno Ruggero II, fondatore del Regnum.

Venti graditi ospiti dell’Universita’ della Terza età di Avellino, guidati dalla energica Signora Settembrino, hanno vis...
27/10/2023

Venti graditi ospiti dell’Universita’ della Terza età di Avellino, guidati dalla energica Signora Settembrino, hanno visitato questa mattina il Museo della Civiltà Normanna. Entusiasti di tanta Bellezza, accompagnati e guidati nella visita dalla Signora Russolillo, hanno trascorso due ore interessati ad un periodo importante della nostra Storia ed alle armi inastate.

In visita al MCN questa mattina, 38 allievi della III A e B del Liceo linguistico dell’Istituto Ruggero II di Ar**no Irp...
26/10/2023

In visita al MCN questa mattina, 38 allievi della III A e B del Liceo linguistico dell’Istituto Ruggero II di Ar**no Irpino, accompagnati dalla Prof.ssa De Pasquale e il Prof. De Palma, per approfondire le loro conoscenze sulla presenza dei Normanni nell’Italia Meridionale e il ruolo svolto dalla città di Ar**no prima, durante e dopo il consolidamento del Regnum attraverso la Narrazione per immagini suoni e parlato di uno strumento tecnologico quale è la Quadrisfera di cui il Museo è dotato e dai tanti oggetti esposti nonché dall’affascinante esposizione di 270 armi originali delle quali 240 sono inastate, databili dal V a.C al XVIII d. C. Ha guidato la visitaa Mariarosaria Russolillo.

Questa mattina un gruppo di 80 alunni della Scuola elementareDon Milani di Ar**no Irpino e l. C. Gianni Rodari di San Sa...
13/10/2023

Questa mattina un gruppo di 80 alunni della Scuola elementareDon Milani di Ar**no Irpino e l. C. Gianni Rodari di San Salvo di Chieti, uniti da un progetto comune:”Amici di penna”accompagnati dalle loro rispettive insegnanti, hanno letteralmente invaso il Museo, assetati di conoscenza di bellezza e animati da tanta curiosità. Complimenti ai ragazzi che hanno interagito con me e con Mariarosaria Russolillo,con tante domande intelligenti e complimenti alle loro insegnanti per il loro impegno e dedizione al lavoro difficile che svolgono.

Sono lieto di annunciare la presentazione del volume di Ortensio Zecchino dal titolo : La Costituzione di Ruggero II per...
08/10/2023

Sono lieto di annunciare la presentazione del volume di Ortensio Zecchino dal titolo : La Costituzione di Ruggero II per il Regno di Sicilia, edito da Rubbettino nella Collana del Cesn “Fonti e Studi”, Nuova serie 6,diretta da O. Zecchino, A. Cernigliaro, E. Cuozzo, pp. 446;il volume contiene anche l’edizione dei testi della Costituzione tradita nei due codici : Vat. lat. 8782 e Cassinese 468 con relativa traduzione italiana a fronte a cura dell’autore del volume nonché,il Codex graecus 314 del Museo Storico Statale di Mosca, con a fronte le corrispondenti disposizioni vaticane. Chiudono il volume la foto riproduzione dei tre manoscritti; la foto riproduzione del diploma di Ruggero II, del luglio 1142, emanato nella località Silva Marca di Ar**no; la cartula securitatis del1019 con la quale il catepano Basilio Bojoannes delimita il territorio di T***a a richiesta dei Normanni che lasciata volontariamente la contea di Ar**no, avevano popolato la nuova città bizantina; la cartula concessionis di Ubbertus conte di Ar**no ad una data anteriore al 1047. Presenteranno il volume, nella Sala di Palazzo Forte di Ar**no Irpino il 18 c. m. alle h. 17.30, i proff. Kennet J. Pennington, Giancarlo Vallone, Errico Cuozzo
Dalla quarta della sovracoperta pubblichiamo:

Questa mattina il Museo ha ricevuto la visita degli alunni della seconda e terza media sezione D, dell’Istituto Comprens...
29/09/2023

Questa mattina il Museo ha ricevuto la visita degli alunni della seconda e terza media sezione D, dell’Istituto Comprensivo Statale “Don Lorenzo Milani” di Ar**no Irpino, accompagnati dalla Professoressa Maria Carmela Grasso e da altri tre insegnanti. Con piacere pubblico un breve testo di ringraziamento e considerazioni sull’esperienza vissuta dagli alunni che la prof.ssa ha voluto inviarmi assieme a delle immagini afferenti la visita al museo. Con me, ad aiutarmi durante la visita: Mariarosaria Russolillo.

Buon inizio con le giornate Europee del Patrimonio: alle 10.50, 22 alunni della seconda media dell’Istituto Covotta di A...
23/09/2023

Buon inizio con le giornate Europee del Patrimonio: alle 10.50, 22 alunni della seconda media dell’Istituto Covotta di Ar**no con le loro professoresse hanno fatto visita al Museo per due ore. Ordinati, attenti, interessati, hanno fatto un’esperienza immersiva ed interattiva approfondendo le loro conoscenze sulla città in un periodo importante della sua storia: il tempo normanno-svevo. Tantissime le domande . Complimenti alla professoressa de Iesu e alla sua collega prof.ssa Francesca Anelli per l’impegno profuso a scuola, propedeutico alla visita.

Giornate Europee del Patrimonio: il Museo della Civiltà Normanna c’è
21/09/2023

Giornate Europee del Patrimonio: il Museo della Civiltà Normanna c’è

Il prossimo 29 settembre verranno in visita al Museo gli alunni della classe II D dell’Istituto Comprensivo Statale “don...
16/09/2023

Il prossimo 29 settembre verranno in visita al Museo gli alunni della classe II D dell’Istituto Comprensivo Statale “don Lorenzo Milani” di Ar**no Irpino. Gli allievi saranno accompagnati dalla Prof.ssa Maria Carmela Grasso. È per me un vero piacere pubblicare la piccola brochure con il programma della visita che la Prof.ssa Grasso ha preparato per i suoi alunni e che gentilmente mi ha inviato. La brochure costituisce una sintesi del lavoro propedeutico
alla visita in loco che la Prof.ssa ha svolto con i suoi allievi. Complimenti Prof.ssa per l’impegno e la dedizione che profonde per la formazione umana e culturale dei giovani allievi.

Il Museo della Civiltà Normanna partecipa alle giornate europee del Patrimonio
16/09/2023

Il Museo della Civiltà Normanna partecipa alle giornate europee del Patrimonio

Partendo dalla quadrisfera, ha inizio una esperienza irripetibile di conoscenza e di apprendimento del nostro vissuto storico. La...

Domenica 10 settembre, si è concluso al Biogem la Quindicesima Edizione del Meeting le 2due Culture, ideato dal Presiden...
12/09/2023

Domenica 10 settembre, si è concluso al Biogem la Quindicesima Edizione del Meeting le 2due Culture, ideato dal Presidente Ortensio Zecchino nel solco tracciato da Charles Snow nel 1959 con il suo The TwoCultures and the Scientific Revolution. Quest’anno il Meeting ha avuto come tema”Mondo Verde”. Nelle cinque sessioni, biologi, medici, architetti, filosofi, bioetici, botanici, agronomi, hanno fatto il punto sullo stato di salute del pianeta per i danni subiti a causa dell’utilizzo degli idrocarburi e dagli uomini, proponendo i possibili rimedi per evitare la catastrofe totale. Sono intervenuti il ministro della salute che ha dato l’avvio ai lavori, scienziati quale Stefano Mancuso, Eugenio Mazzarella, Luisella Battaglia, Fabrizio Zichichi, Luigi Paganetto, Mario Panizza, Paolo Caputo, Giuseppe Remuzzi, Francesco Sottile, Paola Villani, Paolo Vincenzo Genovese, Michael Barry, l’ambasciatore Cosimo Risi, il Musicista e musicologo Nazareno Carusi e il premio Nobel per la medicina Martin Chalfie.Un folto pubblico interessatissimo al problema ha animato la discussione dopo ogni intervento. Sabato 9, alle 10.00, tutti i convegnisti hanno voluto visitare il Museo della Civiltà Normanna, interessati al racconto dell’epopea Normanna nell’Italia meridionale e sorpresi di aver trovato un Museo multimediale interattivo ed immersivo e stupefatti per la Quadrisfera.

Sono al Museo della Civiltà Normanna da questa mattina per il servizio al Museo e per l’assistenza ai visitatori; in un ...
18/08/2023

Sono al Museo della Civiltà Normanna da questa mattina per il servizio al Museo e per l’assistenza ai visitatori; in un momento di pausa esco sull’uscio ed osservo un cielo grigio che impedisce alla luce solare di filtrare attraverso di esso, rientro e mi soffermo ad osservare un’armatura esposta nella Galleria, su di un manichino rivestito di velluto rosso. Si tratta di un corsaletto leggero, da cavallo, ascrivibile al primo quarto del XVI secolo, composto da goletta con spalletti di sei lame, petto con guardascelle a falda con tre lame di panziera, alle quali sono attaccate le scarselle dì quattro lame. Il corsaletto è stato impropriamente fissato alla goletta con ribattini perché manca la schiena alla quale sarebbe dovuta essere collegata con due cinghie di cuoio per risultare essere appeso alle spalle assieme alla schiena stessa.

Indirizzo

Via P. S. Mancini, 33, Palazzo Bevere-Gambacorta, Ar**no Irpino (Av)
Ar**no Irpino
83031

Orario di apertura

Giovedì 09:00 - 12:30
16:00 - 19:00
Venerdì 09:00 - 12:30
16:00 - 19:00
Sabato 09:00 - 12:30
16:00 - 19:00
Domenica 09:00 - 12:30
16:00 - 19:00

Telefono

+390825827952

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Museo della Civiltà Normanna pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Museo della Civiltà Normanna:

Video

Condividi


Altro Ar**no Irpino musei

Vedi Tutte