La Casina delle Storie

  • Home
  • La Casina delle Storie

La Casina delle Storie Casa, Libreria, Museo, Ascolto, Scrittura. Un progetto di ricerca artistica sul lutto e il sacro a c

La Casina delle Storie e le mie parole sull'Archivio della finesu OltreMagazine, periodico di informazione dell'imprendi...
18/10/2023

La Casina delle Storie e le mie parole sull'Archivio della fine
su OltreMagazine, periodico di informazione dell'imprenditoria funeraria e cimiteriale.

Grazie a Camilla Savelli e Alberto Leanza per l'ascolto e la cura.

Potete leggere l'articolo qui:
https://oltremagazine.com/site/casina-delle-storie.html

LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE sarà un percorso intimo tra ventidue oggetti visitabile negli spazi di uau microfestival ⚇...
28/08/2023

LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE sarà un percorso intimo tra ventidue oggetti visitabile negli spazi di uau microfestival ⚇ ⚉ le cose non sono le cose durante gli orari dell’evento | sabato 02 settembre dalle 16 alle 24 e domenica 03 settembre dalle 11 alle 22

la mostra e il workshop notturno dedicato, che si svolgerà sabato alle 22, ci immergeranno negli oggetti, donando un nuovo significato alle parole perdita e memoria

saranno due momenti unici e irripetibili per scoprire una parte dell’Archivio La Casina delle Storie | un progetto di arte pubblica che indaga i temi del lutto e della fine delle cose e che si fa materia in una collezione di oggetti che abita una casa privata in Toscana

domenica 03 settembre alle ore 18 in occasione del finissage della mostra ci sarà una visita guidata in presenza dell’autrice | i partecipanti potranno vivere un’esperienza unica immergendosi nel buio della voce e nella luce della memoria

l’ingresso è come sempre libero e gratuito | per la visita guidata non è necessario prenotarsi ma si richiede di essere in loco almeno dieci minuti prima dell’orario in programma

il workshop notturno PENSARE CON GLI OCCHI necessita invece un’iscrizione | per maggiori informazioni scrivere a [email protected]

Alessandra Cussini è nata a Bologna nel 1978 e ha fondato e diretto per quasi dieci anni un centro di produzione artistica in Emilia Romagna | abita una Casa Museo in cui custodisce oggetti narrati e libri abbandonati, in un piccolo paese tra i Monti Pisani

fotografie Matteo Fenili | grafiche ∇ il peso del corpo ∆
Da un'idea del cuore di UAU

sto come il prezzemolo a uau microfestival ⚇ ⚉ le cose non sono le cose  sabato 02 settembre16-22 LE COSE CHE ABBIAMO IN...
27/08/2023

sto come il prezzemolo a uau microfestival ⚇ ⚉ le cose non sono le cose

sabato 02 settembre
16-22 LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE
mostra di oggetti che si raccontano dall'Archivio La Casina delle Storie
22-24 PENSARE CON GLI OCCHI
workshop notturno (ci sono ancora posti, prenotatevi a [email protected] ❤️)
domenica 03 settembre
18-19 LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE
finissage mostra con visita guidata da me vestita elegante
19-20 È GIUSTO CHE FINISCA COSÌ groupie per CTRL magazine che presenta il primo dei libri della vertigine in cui trovate il reportage fotografico di Mattia Balsamini sulla mia casa e l'archivio della fine che la abita

FACITE LUCE, UAGLIÙ 💡👁️‍🗨️🔦

lo sai che non mi piacciono più le cose che luccicano?quindi faremo questo incontro nel buio della notte — per cominciar...
25/08/2023

lo sai che non mi piacciono più le cose che luccicano?
quindi faremo questo incontro nel buio della notte — per cominciare a pensare con gli occhi
potremo dare alle cose nomi nuovi e poi illuminarle con un fiammifero

se il suono della loro voce ci farà stare bene potremo abbagliare camminando i loro contorni e sfibrarne le ombre
se poi — ombre smagrite come alberi alla luna — vorremo vestirci con gli abiti di una festa potremo lasciare che le braccia e le mani rappresentino scrivano disegnino

accenderemo la luce che portiamo sulla testa e lo sguardo che portiamo dietro gli occhi
acquisteremo un sesto senso come i pipistrelli — nel buio riusciremo ad abbracciare la luce nascosta delle cose

PENSARE CON GLI OCCHI
workshop notturno a cura di Alessandra Cussini e UAU il festival

SABATO 02 SETTEMBRE 2023
Spazio Polaresco Bergamo
per informazioni e iscrizioni scrivici a [email protected]

Alessandra Cussini è nata a Bologna nel 1978
il suo progetto di ricerca artistica La Casina delle Storie indaga i temi del lutto e del sacro in tutte le loro declinazioni attraverso la scrittura e la pratica performativa
ha fondato e diretto per quasi dieci anni un centro di produzione artistica in Emilia Romagna
abita in una Casa Museo in cui custodisce oggetti narrati e libri abbandonati in un piccolo paese tra i Monti Pisani

NEL MESE DI LUGLIO SONO IN PUGLIASE VUOI INCONTRARMI, OSPITARE IL MIO LAVORO, PUOI SCRIVERMILE LETTERE DI CARTA NON ARRI...
18/06/2023

NEL MESE DI LUGLIO SONO IN PUGLIA
SE VUOI INCONTRARMI, OSPITARE IL MIO LAVORO, PUOI SCRIVERMI

LE LETTERE DI CARTA NON ARRIVANO MAI IN TEMPO
[email protected]

Il giardino dell'Eden ha fatto da carta assorbente per la pioggia, ha partorito lumache e noi siamo divenute formiche ne...
06/06/2023

Il giardino dell'Eden ha fatto da carta assorbente per la pioggia, ha partorito lumache e noi siamo divenute formiche nere alla luce della casa, tra le sedie strette, il lembo del mio cappotto che toccava la pelle di chi guardava, una lanterna, la parola pronunciata dalla bocca, dalla voce, dal corpo, dagli occhi.

Aldilà dei resti è entrato in una dimora bellissima.

Grazie Laura. Grazie Tommaso.
Mi aiutate a vedere l'invisibile.

Se bussano alla porta, aprite.Dentro, da dentro parlano le storie.CTRL magazine e il suo nuovo libro vertiginoso.È GIUST...
05/06/2023

Se bussano alla porta, aprite.
Dentro, da dentro parlano le storie.
CTRL magazine e il suo nuovo libro vertiginoso.
È GIUSTO CHE FINISCA COSÌ ha 64 pagine di immagini che spiano con le unghiette della memoria la mia casa e il mio archivio di oggetti.
Potete ordinarlo alla vostra libreria preferita o direttamente alla casa editrice.
Io canto.

Poi capirete tutto.
Il nostro nuovo libro sta arrivando in tutte le librerie di fiducia e nella vostra buca delle lettere.

Per tutte le informazioni, questo è il posto giusto: bit.ly/GiustoCheFiniscaCosi_CTRL

"È giusto che finisca così" è un lavoro di squadra fatto da:
*Gli autori e le autrici:
Anonima
Bartolomeo Cafarella
Giulia Callino
Francesca Mattei
Valerio Millefoglie
Alessandro Monaci
Martino Pinna
Maria Giulia Mancuso Prizzitano
Stefano Valenti

*Le fotografie:
Mattia Balsamini

*Direzione editoriale:
Nicola Feninno

*Photoediting:
Chiara Cherry Generali
Michele Perletti

*Grafica:
Studio Temp

Madonna de Rose m'ha fatta bruciante di fuoco, di gioia🌹🔥🌹
04/06/2023

Madonna de Rose m'ha fatta bruciante di fuoco, di gioia
🌹🔥🌹

Napoli, Madonna de Rose L' infinito potere emotivo del sud, il vero, la festa sacra, la festa pagana 🌹🔥🌹
04/06/2023

Napoli, Madonna de Rose
L' infinito potere emotivo del sud, il vero, la festa sacra, la festa pagana
🌹🔥🌹

Libro Aperto - Festival della Letteratura per Ragazzi   è bellissimo e amo ogni tassello dell'aria di chi lo ha costruit...
04/06/2023

Libro Aperto - Festival della Letteratura per Ragazzi è bellissimo e amo ogni tassello dell'aria di chi lo ha costruito. Custodiamo molti segreti, io, i libri, il mare, la costiera, il futuro.

Aldilà dei resti arriva a Baronissi sabato 10 giugno.
Racconto la fine delle cose a chi le cose le ha cominciate ad attraversare.
Racconto di un archivio che nasce dai pochi oggetti di famiglia rimasti, che continua con le voci di chi, come me, ha perso qualcosa.

La Casina delle Storie è la mia piccola gigantesca eredità e sono felicissima di regalarla agli occhi e alle orecchie di ragazze e ragazzi.

📣A Libro Aperto Festival tutta la bellezza dell’arte di Alessandra Cussini!

📅Sabato 10 giugno alle 19:30
📌c/o il Museo FRaC di Baronissi

👉Alessandra Cussini presenta Aldilà dei resti - primo studio, una performance che si nutre della sua parola e del suo corpo proponendosi di manifestare e narrare un vuoto, il morire, i resti, il dopo.

👉Il progetto prende avvio dall'Archivio di oggetti e narrazioni conservato all'interno de La Casina delle Storie

👉L'archivio raccoglie, custodisce oggetti simbolici investiti di profondo valore e memoria che le persone non sanno dove posizionare, far sostare, trattenere, poiché divenuti emotivamente troppo pesanti. Gli oggetti vengono accolti, numerati e le storie ascoltate, riscritte e conservate in antichi schedari cartacei.

➡Uno spettacolo intimo denso di spunti di profonda riflessione assolutamente da non perdere 🔝
la performance è consigliata ad un pubblico di giovani adulti

ᶠᵒᵗᵒ ᵈᶦ ᴱⁿʳᶦᶜᵒ ᴹᵃʳᶦᵃ ᴮᵉʳᵗᵃⁿᶦ

Giacomo Micheletti scrive del nuovo libro di CTRL magazine per La Balena Bianca mentre io perdo il dizionario delle mie ...
29/05/2023

Giacomo Micheletti scrive del nuovo libro di CTRL magazine per La Balena Bianca mentre io perdo il dizionario delle mie voci per l'emozione.
GRAZIE.

Luogo di narrazioni impreviste – perché ricetto di quei detriti che raramente il temporale della storia lascia dietro di sé, generazione su generazione – è infatti la Casina delle Storie di Buti, in provincia di Pisa, oggetto del reportage fotografico di Mattia Balsamini, dove da qualche anno Alessandra Cussini raccoglie gli oggetti personalmente consegnati da visitatori che poi, nella trascrizione delle loro storie, vengono tenuti anonimi, perché «esistono storie universali in cui potersi riconoscere, anche senza sapere da chi provengono».

Nella numerazione progressiva che orienta il percorso ad anello della casa di Alessandra, dove come spiega lei c’è sempre «un luogo per ogni cosa», è dato ritrovare lo stesso principio che, nella “vertigine” cui la collana si richiama, regge l’intera raccolta di storie che abbiamo tra le mani. Centro strutturale e figurativo del libro, la collezione della Casina si percorre infatti come un ordinato cabinet di «semantiche individuali» (così Chiara Generali, a margine), un reliquiario malinconico dove riposano le speranze di senso che i rispettivi proprietari, prima di donarli o di scomparire dal mondo, hanno affidato agli oggetti in questione.

Alcuni di essi restano come la silenziosa, minima parte di un tutto, o il paradossale tutto di quel niente verso cui scivola la vita (i vasetti di terra a memoria dei parenti; la copia di un romanzo di Stieg Larsson posseduta da un “invisibile”, suo unico lascito; un braccialetto d’oro appartenuto a una famiglia finita sul lastrico e scampato alla fusione; un’anfora ammaccata sopravvissuta al terremoto…); altri si propongono come l’emblema (talvolta ironico, talaltra angosciante) di un momento o condizione terminale in cui l’esistenza del loro possessore si potrebbe immortalare (il porta-anelli sporco di terra «trovato su strada provinciale asfaltata pochi minuti dopo la fine di una storia d’amore», la cassetta di legno di ulivo appartenuta all’uomo che un giorno ha deciso di togliersi la vita sotto i suoi amati alberi in fiore; l’antico pallottoliere di un padre che, ora, invita il figlio a “farci i conti”). Altri oggetti, ancora, sono il puro residuo delle nostre modeste fughe, come tracce nella neve a ricordarci che, se non altro, da qualche parte nel tempo e nello spazio, siamo stati (una spugnetta blu rimasta fuori dall’ultimo sacco nero alla fine di un trasloco: a fianco, in evidente richiamo, frammenti di piastrelle raccolti tra le macerie del vecchio bagno demolito; o il cartoncino rosa-azzurro di un regionale Bologna-Ferrara, di ritorno come centinaia di altre volte dal lavoro, dall’università, dall’appartamento della ragazza di un tempo). Qualche oggetto, infine, sembra alludere a una metafora, a cose dette pensate o vissute al posto di altre, secondo un’idea di montaggio di ascendenza vagamente surrealista, come nella coppia costituita da una grattugia e dall’ineffabile gabbia dello zoo o testamento tenuta in piedi da pochi chiodi e fildiferro arrugginito.

Giacomo Micheletti ha letto in anteprima la nuova impresa di CTRL books: 10 reportage narrativi e 1 reportage fotografico tra loro correlati.

È GIUSTO CHE FINISCA COSÌè il nuovo libro di CTRL magazine Al suo interno, 64 pagine di fotografie mostrano l'invisibile...
13/05/2023

È GIUSTO CHE FINISCA COSÌ
è il nuovo libro di CTRL magazine
Al suo interno, 64 pagine di fotografie mostrano l'invisibile, 64 didascalie degli alveoli silenziosi, millimetriche misure e una mappa raccontano La Casina delle Storie, la mia casa, il mio archivio di oggetti e parole di cui sono custode.
Gli scatti sono di Mattia Balsamini
La parola di Chiara Generali.
L'amore per il mio progetto, la vicinanza, le sorprese all'improvviso, la fiducia di Michele Perletti
La gioia silenziosa, l'ultimo sguardo, e il primo di tanti anni fa di Nicola Feninno.
Sono felicissima. Siamo felicissimi.

Il testo è in pre-order sino al 28 maggio.
Poi, siamo pronti a raccontarlo a tutto il mondo. 🔥🔥🔥🔥🔥🔥

https://www.ctrlmagazine.it/libri/e-giusto-che-finisca-cosi/

È bastato rimettere il corpo in viaggio per ricordare la strada di casa, le pareti senza muri, il cielo, il pane, le cos...
03/05/2023

È bastato rimettere il corpo in viaggio per ricordare la strada di casa, le pareti senza muri, il cielo, il pane, le cose che non hanno i confini, la custodia degli animali liberi, la lingua, la parola.

La Terra mi Tiene mi ha condotta tra il sacro popolare più vero, torno dove abito con un'icona di San Ciro nello zaino, un reperto di prugnolo, 'na busta di verdure, i cipodd, due libri nuovi.
Un sacco di numeri di telefono nella rubrica.
Ieri a Salerno ho perso un treno perché guardavamo il mare, io, un uomo e un cane.
Perché un'amica mi ha chiamata sulla passerella dei fiotti, la notte ho dormito in una camera di bambina.
Dov'è casa? Dove parto? Dove torno?
Intanto, felicità dalla bottega degli oggetti votivi, in cui ho ascoltato storie con le mani sul sale protettore.
La foto di questa mia gioia è di Pietro Costa, artista di sangue e carne, incredibilismo umano di una certa altitudine.

Grazie alla mia famiglia d'introsangue
Ivan Asineria Equinotium Capeciuccio e Valentina Arienzo

W SAN CIRO
W SANT'ANTONIO
W IL PANE
🔥🔥🔥

Chiedimi se sono felice ❤️‍🔥La Terra mi Tiene 24 e 25 aprile 2023, Atena LucanaINDA FORA bruciamo, uagliù 🔥
18/04/2023

Chiedimi se sono felice ❤️‍🔥

La Terra mi Tiene
24 e 25 aprile 2023, Atena Lucana

INDA FORA bruciamo, uagliù 🔥

"Quando alcuni uomini si sono spinti oltre le geografie abitate, conosciute, riparate, quando hanno calpestato il tappet...
03/04/2023

"Quando alcuni uomini si sono spinti oltre le geografie abitate, conosciute, riparate, quando hanno calpestato il tappeto di carte dei bambini solitari, sono entrati con le fiaccole del fuoco in mano, e i piccoli si sono spaventati.
Si correva il rischio di mandare in pezzi il vetro lugubre del sonno, gli orologi fermi, la colazione servita sempre alla stessa ora, l’imbottitura degli orsetti di pezza.

Quando sono arrivati dai vecchi, il saluto delle braccia li ha impauriti così tanto che in molti hanno cominciato a muoversi come un tempo nelle balere, e nel frastono dei corpi, la fiamma ha bruciato gli ultimi capelli bianchi.

Tutti hanno pensato ad un’invasione.
Era invece, solo un tentativo d’amore.

Chi aspetta la pioggia con una torcia ardente in mano non sa quali vermi soffocano gli intestini di chi ha smesso di attendere l’acqua, e la luce.

Allora, chi da un qualche piccolo tempo è divenuto uno degli uomini del fuoco, non entri subito in servizio, ma attenda.
Nella sua casa, può trovare l’angolo di un tavolo su cui accendere una candela bianca, al riparo dal vento e dagli sguardi, continuare ad ascoltare la musica più dolce, leggere libri, cucinare facendo di sè l’ospite più desiderato, torcere la bocca e silenziare il cuore, che non è ancora giunto il tempo dei roghi."

Aldilà dei resti, 22 marzo 2023, negli occhi di Enrico Maria Bertani, creatura incredibile, fotografo d'altri mondi.

Grazie 🖤💀🖤Ieri è stata una serata fortissima e intima, gigantesca e piccolissima insieme.Grazie ad ogni persona che mi h...
23/03/2023

Grazie 🖤💀🖤
Ieri è stata una serata fortissima e intima, gigantesca e piccolissima insieme.
Grazie ad ogni persona che mi ha regalato il suo tempo e il suo ascolto.
C'è chi è arrivato da molto lontano e mi ha fatto una sorpresa inaspettata, chi ha passato con me giorni lunghi e difficili sino ad oggi, chi è tornato dopo tanto tempo.
C'è chi è andato a letto tardi ieri sera, e so che va a dormire presto, chi mi ha ascoltata tenendosi per mano, chi mi ha abbracciata forte, chi è scappato e poi mi ha scritto, chi ha visto un'altra parte di me finora celata.
C'è chi non mi ha mai conosciuta ed ora sa un pochino di cosa sono fatta.

Mi sono curata di regalare il mio corpo e la mia parola. Spero di aver portato un po' di luce, oltre al sollevamento dei ricordi.

Dico GRAZIE ad ogni persona che ha scelto di essere con me.
È la mia parola preferita.

Le fotografie di Aldilà dei resti sono di Mauro Francioni, amico bellissimo.
Grazie al Comune di Vicopisano, casa preziosa.

Attese.Stasera alle 21 replica Aldilà dei resti, la mia performance sul tema del lutto e della fine delle cose, che racc...
22/03/2023

Attese.

Stasera alle 21 replica Aldilà dei resti, la mia performance sul tema del lutto e della fine delle cose, che racconta l'Archivio de La Casina delle Storie, la Casa Museo in cui vivo.

Vi aspetto.

"Sarà un anno di parola amatissima", scrivevo il primo gennaio scorso.Il primo nato di questo tempo ha 1 guscio di carta...
19/03/2023

"Sarà un anno di parola amatissima", scrivevo il primo gennaio scorso.

Il primo nato di questo tempo ha
1 guscio di carta spessa
15 tuorli di storie
1 albume di memoria

Uno schedario
Le storie e le immagini di 15 oggetti
Una drammaturgia

Aldilà dei resti è un libro d'artista in copie numerate che accompagna il mio spettacolo sulla fine delle cose e racconta una parte dell'Archivio della mia Casa Museo.

La produzione e il progetto grafico sono di Matteo Fenili.
Mia la parola, giunta dalle orecchie alle mani.

Lo stamperemo poco alla volta, su richiesta.
Potete scrivermi per averlo nella vostra casa.

La Casina delle Storie comincia il suo grande viaggio.

Si, si replica ❤️‍🔥Si, vi aspetto ❤️‍🔥Aldilà dei resti - primo studioUn lutto, una casa, una collezione.parola e perform...
10/03/2023

Si, si replica ❤️‍🔥
Si, vi aspetto ❤️‍🔥

Aldilà dei resti - primo studio
Un lutto, una casa, una collezione.
parola e performance di Alessandra Cussini
Mercoledì 22 marzo 2023 ore 21.00
Teatro di Via Verdi - Via Giuseppe Verdi 12, Vicopisano (PI)
Evento realizzato con il patrocinio del Comune di Vicopisano

Aldilà dei resti - primo studio è una performance che si nutre della mia parola e del mio corpo e si propone di manifestare e narrare un vuoto, il morire, i resti, il dopo.
Il progetto prende avvio dall'Archivio di oggetti e narrazioni conservato all'interno de La Casina delle Storie, una Casa Museo privata nata il 22 aprile 2018 in un luogo remoto, che abita ora una casa di forma semicircolare in un piccolo borgo del Monte Pisano, in Toscana.
L'archivio raccoglie, custodisce e si fa sacrario laico di deposizione per gli oggetti simbolici investiti di profondo valore e memoria che le persone non sanno dove posizionare, far sostare, trattenere, poichè divenuti emotivamente troppo pesanti. Gli oggetti vengono accolti, numerati e le storie ascoltate, riscritte e conservate in antichi schedari cartacei.

In scena, nell'atto performativo, il lavoro di parola scritta si manifesta in voce e corpo. Il teatro diviene casa di memorie, sguardi, luogo di specchi.
Ciò che accade in un luogo interno è custodito in silenzio, in silenzio si chiede di entrare come in un rito pubblico.
_ _ _

Alessandra Cussini è nata a Bologna nel 1978. Il suo progetto di ricerca artistica, La Casina delle Storie, indaga i temi del lutto e del sacro in tutte le loro declinazioni attraverso la scrittura e la pratica performativa.
Ha fondato e diretto per quasi dieci anni un centro di produzione artistica in Emilia Romagna. Abita in una Casa Museo in cui custodisce oggetti narrati e libri abbandonati, in un piccolo paese tra i Monti Pisani.

_ _ _

L' ingresso alla serata è gratuito, è richiesta la prenotazione a [email protected]

Per info sul progetto e sulla distribuzione
alessandracussini.wix.com/lacasinadellestorie
[email protected]

Per un nuovo progetto di ricerca artistica sul sacro cerco alcuni oggetti di grande bellezza in considerevole quantità:I...
04/03/2023

Per un nuovo progetto di ricerca artistica sul sacro cerco alcuni oggetti di grande bellezza in considerevole quantità:

Immagini e sculture
Acque benedette
Santini
Rosari
Antichi libretti di preghiera
Vesti e paramenti

Tutti gli oggetti che vorrete donarmi saranno parte di una installazione artistica che accompagnerà la riscrittura laica di un rito religioso in un atto performativo.
La mia prossima opera di arte pubblica.

Il dizionario di questo progetto non possiede al suo interno l'aggettivo dissacrante.
È un profondo lavoro di studio di alcune scritture che restituiranno parole di preghiera.
Un rito collettivo altissimo.

Potete contattarmi in privato, posso fornirvi un indirizzo per la spedizione.
Vi rigrazio in anticipo della cura e dei doni che vorrete farmi.

Le foto esemplificative sono di C. che mi scrive da Fatima.

Grazie.Aldilà dei resti è stata una immersione infinita nella mia complessità, nel mio n**o interno, nel mio dolore, nel...
23/12/2022

Grazie.

Aldilà dei resti è stata una immersione infinita nella mia complessità, nel mio n**o interno, nel mio dolore, nella mia parola, nel mio corpo ormai grande, nelle voci che custodisco.
Ho ricevuto in dono ascolto, silenzio, sacralità.
Abbracci, parole, lacrime, stupore.
Smarrimento, ricomposizione.

Io ho portato solo quello che ho.
Gli occhi, la pelle, le parole, la lingua.

Grazie.
A chi c'era. A chi ho visto. A chi è andato.
A chi ho sentito. A chi è rimasto.
A chi era lontano e mi ha riempita di amore.
A chi non c'era e mi ha regalato un pensiero, una festa, una celebrazione silenziosa, un pranzo ricco di fuoco del camino il giorno dopo.
Grazie.

Le tre parole LASCIARE LA CASA sono di Elena Nina Ferretti e Cecilia Edera Lattari, le ho portate con me.

Le tre pistole sono delle mani di Marco Piardi, le ho portate con me.

Le budella nere, il filo bianco sono di Tonja Pierallini e di Grossomodo, le ho portate con me.

Il fazzoletto ricamato è di mia madre bambina, che con la sua morte ha fatto nascere tutto questo, l'ho portato con me, ho portato lei con me.

La lanterna della luce è del negozio piccolo di Anna, che è andata in pezzi nel punto esatto in cui l'avrei lasciata cadere, se fosse stato previsto nel copione. La porterò con me.

Il solstizio d'inverno è della natura, mi ha portata con sé.

Grazie al Comune di Vicopisano, una dimora.
Grazie a Juri Filippi, il primo a credere in me.
Ed è vero, Le parole contano.
Grazie a Simona Caroti, nata distante, scoperta sorella.
Grazie a Simona Morani, il volto della soglia della mia casa di ieri.
Grazie a Matteo Fenili, amico profondissimo e presente, alle fotografie degli oggetti, alla sua forma nobile di Archivio.
Grazie a Filippo Mori, sue sono le immagini incredibili che i suoi stessi occhi hanno rubato.

Continuiamo a soffiare.

Comune di Vicopisano del cuore wrote:
18/12/2022

Comune di Vicopisano del cuore wrote:

La Gorgone che si è impossessata della mia gola è andata in letargo, io ci ho aggiunto un mese di eremitismo. Ci riprovi...
16/12/2022

La Gorgone che si è impossessata della mia gola è andata in letargo, io ci ho aggiunto un mese di eremitismo.
Ci riproviamo, vi aspetto.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

ALDILÀ DEI RESTI, Primo studio.
🖤💀🖤
Una performance di e con Alessandra Cussini
Fotografia e materiali di archivio Matteo Fenili
Un progetto de La Casina delle Storie

Festival Le parole contano
Mercoledì 21 Dicembre 2022, ore 21.15
Teatro di Via Verdi, Vicopisano (PI)
un progetto del Comune di Vicopisano
Grazie a Juri Filippi, Simona Caroti, Simona Morani

"Avendo perso tutte le cose della mia infanzia ed ogni mia eredità, l’unico modo per toccarle di nuovo era farlo con le parole"

Aldilà dei resti è il primo studio di una performance di arte pubblica che si propone di costruire un percorso narrativo e dialogico sulla fine delle cose, sulla perdita, sul lutto.
È una voce che racconta, un archivio di storie da leggere, una collezione di oggetti reali e ibernati in chirurgici scatti fotografici, un cerchio di parole, un percorso relazionale.
Il teatro diviene casa di memorie, scambi, luogo di specchi.
Ciò che accade in una casa è custodito in silenzio, in silenzio si chiede di entrare come in un rito pubblico, che lo spazio interno delle persone è cosa sacra.
Lo spettacolo sarà preceduto da una lettura di Cecilia Nieri.

Ingresso gratuito, è gradita la prenotazione scrivendo alla email: [email protected]

Info:
https://www.comune.vicopisano.pi.it/Novita/Eventi/SPOSTATO-PER-LIEVE-INDISPOSIZIONE-DELL-ARTISTA-L-appuntamento-di-Le-Parole-Contano-Aldila-dei-resti

"Aldilà dei resti", la mia performance prevista per stasera al Teatro di Via Verdi di Vicopisano (PI) all'interno della ...
18/11/2022

"Aldilà dei resti", la mia performance prevista per stasera al Teatro di Via Verdi di Vicopisano (PI) all'interno della rassegna Le parole contano del Comune di Vicopisano, è rimandata per motivi di salute a Mercoledì 21 dicembre ore 21.15.

Ringrazio infinitamente Juri Filippi, Simona Caroti e Simona Morani per tutto il lavoro extra che contempla questo cambiamento, e per l'amore e la gentilezza con cui accolgono i mutamenti delle cose.

Mi dispiace moltissimo, credo non serva dirlo, pensarlo, scriverlo, ma mi sfugge dalla bocca senza voce.
Eravate tantissimx ed io ero super emozionata e felice, ma nulla avviene per caso e gli spiriti della gola sempre ci accompagnano con le loro visioni.
Tutto è collegato e mai possiamo dimenticarcene.

Vi aspetto, qualcunx di voi potrà esserci di nuovo, qualcunx altrx forse no, qualcunx potrà arrivare.
Accolgo ciò che accade, che racconta e narra cose grandissime del dentro e del fuori.

Buon brodo e zenzero a tuttx

NASCITE.Felicissima di invitarvi ad attraversare la mia nuova produzione di arte pubblica.ALDILÀ DEI RESTI, Primo studio...
10/11/2022

NASCITE.

Felicissima di invitarvi ad attraversare la mia nuova produzione di arte pubblica.

ALDILÀ DEI RESTI, Primo studio.
🖤💀🖤
Una performance di e con Alessandra Cussini
Fotografia e materiali di archivio Matteo Fenili
Un progetto de La Casina delle Storie

Festival Le parole contano
Venerdì 18 Novembre 2022, ore 21.15
Teatro di Via Verdi, Vicopisano (PI)

"Avendo perso tutte le cose della mia infanzia ed ogni mia eredità, l’unico modo per toccarle di nuovo era farlo con le parole"

Aldilà dei resti è il primo studio di una performance di arte pubblica che si propone di costruire un percorso narrativo e dialogico sulla fine delle cose, sulla perdita, sul lutto.
È una voce che racconta, un archivio di storie da leggere, una collezione di oggetti reali e ibernati in chirurgici scatti fotografici, un cerchio di parole, un percorso relazionale.
Il teatro diviene casa di memorie, scambi, luogo di specchi. Ciò che accade in una casa è custodito in silenzio, in silenzio si chiede di entrare come in un rito pubblico, che lo spazio interno delle persone è cosa sacra.

Lo spettacolo sarà preceduto da una lettura di Cecilia Nieri.

Ingresso gratuito, è gradita la prenotazione scrivendo alla email: [email protected]

Info:
https://www.comune.vicopisano.pi.it/Novita/Eventi/Nuovo-appuntamento-del-Festival-Le-Parole-Contano-Aldila-dei-resti-di-e-con-Alessandra-Cussini

Dal 21 al 23 agosto a Stigliano appARTEngo Festival, I salotti dell'arteospitano un mio lavoro di scrittura e arte relaz...
19/08/2022

Dal 21 al 23 agosto a Stigliano
appARTEngo Festival, I salotti dell'arte
ospitano un mio lavoro di scrittura e arte relazionale

PICCOLE DIVINAZIONI DA TAVOLO E COMPITI A CASA
Un mazzo manoscritto di cento carte.
Cento atti psicomagici da compiere.
La parola, la scrittura.
Un tavolo del dono in piazza.
Il silenzio, il tocco delle mani, lo sguardo, il sale, l'acqua sacra, l'incontro.
La benedizione del nuovo.

Vi aspettiamo

Il mazzo di carte, la dicotomia delle budella, i sassi nella pancia, il cordone ombelicale, gli inchiostri per la pelle,...
24/05/2022

Il mazzo di carte, la dicotomia delle budella, i sassi nella pancia, il cordone ombelicale, gli inchiostri per la pelle, le tavolette dei corpi conclusi.

Decostruire un libro, un testo, una voce
Già Piccola cucina della mente

Domani a Bologna, ore 21
RENZ, Via della Grada 9/B

🖤🤍 Le mie visioni sono possibili grazie al salvataggio e alla custodia dei materiali di Grossomodo 🖤🤍

ESAUDIRE.La parete dei desideri.
21/04/2022

ESAUDIRE.
La parete dei desideri.

Catarsi.Non avrò più paura. La terra mi tiene.🔥
20/04/2022

Catarsi.
Non avrò più paura.
La terra mi tiene.
🔥

I giorni segreti dell'alchimia, le sere buie con gli acidi nella cucina, il corpo che copre le fessure di luce, il caso,...
20/04/2022

I giorni segreti dell'alchimia, le sere buie con gli acidi nella cucina, il corpo che copre le fessure di luce, il caso, la scatola antica che impressiona.
"Piccola cucina della mente" negli occhi di Matteo Fenili.
Una preziosissima opera d'arte fotografica nata dalle parole del mio libro.

Address


Alerts

Be the first to know and let us send you an email when La Casina delle Storie posts news and promotions. Your email address will not be used for any other purpose, and you can unsubscribe at any time.

Contact The Museum

Send a message to La Casina delle Storie:

Shortcuts

  • Address
  • Alerts
  • Contact The Museum
  • Claim ownership or report listing
  • Want your museum to be the top-listed Museum?

Share

La Casina delle Storie

“La Casina delle Storie nasce il 22 Aprile 2018, il giorno del compleanno di mia Madre a quasi due anni dalla sua scomparsa. È una piccola dimora emotiva dedicata a lei, al femminile presente in ognuno di noi e alla forza della creazione.”

​È un luogo di custodia della memoria in cui la storia delle persone viene narrata attraverso oggetti che hanno posseduto, toccato, attraversato.

È una piccolissima casa visitabile su appuntamento sita nell’Appennino Bolognese, in cui portare oggetti e memorie, che dopo un incontro, dopo l'ascolto, diventano narrazioni, storie e vengono custodite in questo sepolcro laico.

È uno spazio poliedrico, un archivio, un museo, un laboratorio, un ventre, ma anche uno spazio vuoto che accoglie.