La Bellezza mi riempie fino a morirne. Arte e Poesia

  • Home
  • La Bellezza mi riempie fino a morirne. Arte e Poesia

La Bellezza mi riempie fino a morirne. Arte e Poesia LA VERA BELLEZZA SI TROVA NEL CUORE
(9)

Gli attori conquistano il nostro cuore ma non danno il loro; però ingannano con grazia. (Johann Wolfgang Goethe).Art Car...
28/02/2024

Gli attori conquistano il nostro cuore ma non danno il loro; però ingannano con grazia. (Johann Wolfgang Goethe).

Art Caro Guarinos
Lauren Bacall, Humphrey Bogart....
Carbón y algo de pastel sobre papel Ingres

Scrivo perché tu esista”: una poesia di Rafael Ángel HerraScrivo perché tu esista,ti scrivoperché è un altro modo di inv...
24/02/2024

Scrivo perché tu esista”: una poesia di Rafael Ángel Herra
Scrivo perché tu esista,
ti scrivo
perché è un altro modo di inventarti
e perché tu sappia
che so godere di te anche da lontano.
Ti scrivo
perché una tua parola prenda forma;
ti scrivo
perché la nostra immaginazione
attenui la brace dei corpi;
ti scrivo in balia delle vocali,
immaginandoti fortemente.
Ti scrivo per farti trepidare,
ti scrivo perché ti si inumidiscano gli occhi,
ti scrivo perché tu smetta di essere una finzione.
Oggi ti dico una sola parola,
te la affido tra le ceneri
e il silenzio.
Rafael Ángel Herra

Art Gianni Strino

Non temiamo il destino. Non ci tireremo indietro. Prima di essere schiuma saremo indomabili onde. Cesare Pavese Léopold ...
24/02/2024

Non temiamo il destino. Non ci tireremo indietro. Prima di essere schiuma saremo indomabili onde.

Cesare Pavese

Léopold Burthe - Angelique (1852) è raffigurata Angelica, personaggio dell'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto. Angelica è legata una roccia per essere data in sacrificio ad un mostro marino, ma Ruggero, in groppa all' Ippogrifo sconfiggerà il mostro e la libererà. La vicenda riprende il mito di Perseo e Andromeda.

Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono.Honoré de BalzacMother and BabyJose Frapp...
24/02/2024

Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono.

Honoré de Balzac

Mother and Baby
Jose Frappa

Ognuno di noi è un filo unico e irripetibile nell’intricata rete della vita ed è qui per dare un contributo.(Deepak Chop...
24/02/2024

Ognuno di noi è un filo unico e irripetibile nell’intricata rete della vita ed è qui per dare un contributo.
(Deepak Chopra)

Art Frederick Von Amerling

Sognate! I sogni plasmano il mondo. I sogni ricreano il mondo, ogni notte.Neil GaimanArt Tina Spratt
23/02/2024

Sognate! I sogni plasmano il mondo. I sogni ricreano il mondo, ogni notte.

Neil Gaiman

Art Tina Spratt

Ti guardo dormire e non so se chi sogna sono io o sei tu.   (French, 1823–1903)La Bellezza mi riempie fino a morirne. Ar...
23/02/2024

Ti guardo dormire e non so se chi sogna sono io o sei tu.



(French, 1823–1903)
La Bellezza mi riempie fino a morirne. Arte e Poesia
23 febbraio 2024

La goccia di rugiada che si stava sciogliendo, mi sussurrò: non dubitare, tornerò come tempesta. (Fabrizio CaramagnaLa B...
23/02/2024

La goccia di rugiada che si stava sciogliendo, mi sussurrò: non dubitare, tornerò come tempesta.

(Fabrizio Caramagna

La Bellezza mi riempie fino a morirne. Arte e Poesia 23 febbraio 2024

Chi è veramente assorto nei suoi pensieri è al sicuro."(Hermann Hesse)Jean-Auguste-Dominique Ingres: Comtesse d'Haussonv...
23/02/2024

Chi è veramente assorto nei suoi pensieri è al sicuro."
(Hermann Hesse)
Jean-Auguste-Dominique Ingres: Comtesse d'Haussonville - 1845

Questa bellezza fu Louise (1818-1882), Princesse de Broglie, Contessa d'Haussonville, la nipote di Madame de Staël. Era conosciuta per le sue opinioni liberali, la sua vita sociale attiva e come autrice di diversi libri.
Ingres la raffigura nel suo bo***ir alla moda, appoggiata a una studiata casualità contro un caminetto tappezzato di velluto blu, che si abbina meravigliosamente all'azzurro più pallido del vestito. La mensola del camino è ingombra di fiori e porcellane e di vari oggetti di scena, per i quali Ingres ha chiesto al suo modello di aiutarli a ambientare la scena. Ci sono i binocoli da teatro e le carte dei visitatori, alcuni con gli angoli rivolti verso il basso (era prassi comune nei circoli raffinati di pagare le visite sociali giornaliere e lasciare le carte; se la persona visitata era assente, la carta veniva lasciata con l'angolo piegato), che suggerire che Louise è appena tornata a casa, forse dall'opera.

Sebbene il suo sguardo pesantemente concentrato si concentri sullo spettatore, la sua espressione è stata descritta come distante, anche vacante; questo tuttavia può riflettere il suo carattere. "La vita dell'immaginazione era per me più grande della vita reale", scrisse nelle sue memorie; 'Ho vissuto in un sogno'.
Uno specchio riflette il pettine e il nastro di tartaruga nei capelli lucenti alla moda di Louise e il dito che posa sul suo giro, il mento incredibilmente cremoso. Tuttavia, l'angolo del riflesso non è corretto e l'artista non vedrebbe il dito di Louise nello specchio

Chi è veramente assorto nei suoi pensieri è al sicuro."(Hermann Hesse)Jean-Auguste-Dominique Ingres: Comtesse d'Haussonv...
23/02/2024

Chi è veramente assorto nei suoi pensieri è al sicuro."
(Hermann Hesse)
Jean-Auguste-Dominique Ingres: Comtesse d'Haussonville - 1845

Questa bellezza fu Louise (1818-1882), Princesse de Broglie, Contessa d'Haussonville, la nipote di Madame de Staël. Era conosciuta per le sue opinioni liberali, la sua vita sociale attiva e come autrice di diversi libri.
Ingres la raffigura nel suo bo***ir alla moda, appoggiata a una studiata casualità contro un caminetto tappezzato di velluto blu, che si abbina meravigliosamente all'azzurro più pallido del vestito. La mensola del camino è ingombra di fiori e porcellane e di vari oggetti di scena, per i quali Ingres ha chiesto al suo modello di aiutarli a ambientare la scena. Ci sono i binocoli da teatro e le carte dei visitatori, alcuni con gli angoli rivolti verso il basso (era prassi comune nei circoli raffinati di pagare le visite sociali giornaliere e lasciare le carte; se la persona visitata era assente, la carta veniva lasciata con l'angolo piegato), che suggerire che Louise è appena tornata a casa, forse dall'opera.

Sebbene il suo sguardo pesantemente concentrato si concentri sullo spettatore, la sua espressione è stata descritta come distante, anche vacante; questo tuttavia può riflettere il suo carattere. "La vita dell'immaginazione era per me più grande della vita reale", scrisse nelle sue memorie; 'Ho vissuto in un sogno'.
Uno specchio riflette il pettine e il nastro di tartaruga nei capelli lucenti alla moda di Louise e il dito che posa sul suo giro, il mento incredibilmente cremoso. Tuttavia, l'angolo del riflesso non è corretto e l'artista non vedrebbe il dito di Louise nello specchio
La Bellezza mi riempie fino a morirne. Arte e Poesia 23 febbraio 2024

“Il mio peccato principale è il dubbio. Io dubito di tutto e mi trovo sempre nel dubbioTolstoj Art Detail Tina SprattPer...
23/02/2024

“Il mio peccato principale è il dubbio. Io dubito di tutto e mi trovo sempre nel dubbio

Tolstoj

Art Detail Tina Spratt
Per vedere il dettaglio intero cliccate sull'immagine

“Il mio peccato principale è il dubbio. Io dubito di tutto e mi trovo sempre nel dubbio.Tolstoj Art Tina Spratt
23/02/2024

“Il mio peccato principale è il dubbio.
Io dubito di tutto
e mi trovo sempre nel dubbio.

Tolstoj

Art Tina Spratt

La vita è una danza di paura e speranza, un'altalena di piacere e pena. ( Alessandro Morandotti)La PrimaveraAutore: Pier...
22/02/2024

La vita è una danza di paura e speranza, un'altalena di piacere e pena.
( Alessandro Morandotti)

La Primavera

Autore: Pierre-Auguste Cot

1873
New York, Metropolitan Museum
Questa Primavera è opera del pittore francese Pierre-Auguste Cot (Bédarieux, 1837 - Parigi, 1883), esponente di punta della pittura accademica della Francia tra gli anni Sessanta e Ottanta dell'Ottocento, e allievo di Bouguereau e Cabanel. La Primavera raffigura due giovani che s'abbracciano dondolandosi sopra un'altalena, nel mezzo di un boschetto rigoglioso. La ragazza, che è nuda e coperta solo da un velo trasparente, si getta al collo del suo amato lanciandogli uno sguardo languido, e lui ricambia guardandola con espressione trasognata. L'opera intende celebrare la primavera anche intesa come "primavera della vita": il dipinto di Cot è dunque un inno alla giovinezza. In ragione di ciò, quando fu esposto per la prima volta, al Salon del 1873 (dove riscosse un grande successo, anche se più di pubblico che di critica), fu accompagnato da un paio di versi in italiano: "O primavera! gioventù dell’anno! / O gioventù! primavera della vita!!!"
Non mancano nel dipinto alcuni simboli tipici della primavera: i fiori che sbocciano e le farfalle che volano tra le foglie rimandano alla stagione che inizia, ma anche all'amore appena nato tra i due giovanissimi protagonisti. Ci sono anche riferimenti erotici che ci fanno prefigurare lo sviluppo della relazione: la stessa nudità della ragazza, oppure la posa delle gambe sono richiami che stimolano l'immaginazione dell'osservatore. L'opera si distingue anche per l'interessante utilizzo della luce: i raggi di sole filtrano tra le frasche posandosi sui riccioli della ragazza, sulla sua pelle, sulle foglie dell'albero a destra, su una porzione di terreno. Si tratta, infine, di un'opera che incontrava pienamente il gusto dei contemporanei: un racconto idilliaco d'un amore tenero e giovane narrato con una pittura accademica, descrittiva, chiara e facile.
L'opera fu acquistata da un magnate americano, John Wolfe, che la portò in america, dov'è rimasta fino a oggi: è entrata infatti a far parte della raccolta del Metropolitan Museum di New York nel 2012, come regalo degli ultimi proprietari,

Avrei potuto amarti in modo più piacevole per te. Infatuarmi della tua superficie e restar là. E’ quello che tu hai volu...
22/02/2024

Avrei potuto amarti in modo più piacevole per te. Infatuarmi della tua superficie e restar là. E’ quello che tu hai voluto a lungo. Ebbene no. Io sono andato al fondo.
Non ho ammirato quello che tu mostravi, che tutti potevano vedere, che stupiva il pubblico.
Sono andato al di là e ho scoperto dei tesori. Un uomo che tu avessi sedotto e dominato non si godrebbe come me il tuo cuore in ogni suo recesso. Quello che provo per te non è un frutto d’estate dalla buccia liscia, che cade dal ramo al minimo soffio e sparge sull’ erba il suo succo vermiglio. Ha a che fare con il tronco, con la scorza dura come una noce di cocco, o guarnita di spine come i fichi d’India.
Fa male alle dita, ma contiene del latte».
(Gustave Flaubert,
“Lettera a Luoise Colet”

detail william adolphe bouguereau
Girl_with_a_Pomegranate_

Non piange chi non trova una fonte dove versare il suo pianto.(Antonio Porchia)dipinto: Biblis, William-Adolphe Bouguere...
22/02/2024

Non piange chi non trova una fonte dove versare il suo pianto.
(Antonio Porchia)

dipinto: Biblis, William-Adolphe Bouguereau, 1884

il mito: Biblide, figlia di Mileto e di Ciane, si annamorò perdutamente del fratello Cauno. Non riuscendo a resistere a questa irresistibile attrazione glielo confessò ma lui fuggi per mari e monti inseguito dalla sorella. Alla fine non riuscendo a raggiungerlo cadde disperata. Gli dei ebbero pietà di lei e la trasformarono in una fonte.

Nella tempesta più forte, c'è sempre un uc***lo per rassicurarci. È l'uc***lo sconosciuto. Canta prima di volare.” (René...
22/02/2024

Nella tempesta più forte, c'è sempre un uc***lo per rassicurarci. È l'uc***lo sconosciuto. Canta prima di volare.” (René Char).

Art Digital

Ma alcuni uccelli non sono fatti per la gabbia, questa è la verità. Sono nati liberi e liberi devono essere. E quando vo...
21/02/2024

Ma alcuni uccelli non sono fatti per la gabbia, questa è la verità. Sono nati liberi e liberi devono essere. E quando volano via ti si riempie il cuore di gioia perché sai che nessuno avrebbe dovuto rinchiuderli. Anche se il posto in cui vivi diventa all' improvviso grigio e vuoto senza di loro.

Dal film le ali della libertà
Per vedere il dipinto intero cliccate sull'immagine

Il tuo n**o corpo dovrebbe appartenere solo a chi amerà la tua nuda anima." Charlie Chaplin.Louis-Jean-François_Lagrenée...
21/02/2024

Il tuo n**o corpo dovrebbe appartenere solo a chi amerà la tua nuda anima." Charlie Chaplin.

Louis-Jean-François_Lagrenée
Mars and Venus; an allegory of Peace, (1770).

In questa dolce allegoria della pace di Louis Jean François Lagrenée, Marte, il dio romano della guerra, getta indietro le ricche tende verdi che incorniciano la scena. Mentre le parti di panneggio si estendono, la luce del mattino si riversa per rivelare la forma della Venere addormentata, la dea romana dell'amore. Marte la guarda incantato dalla sua bellezza. Il suo amore ha temperato il suo carattere feroce e il suo scudo e la sua spada giacciono abbandonati sul pavimento. Facendo eco alla felicità degli innamorati, un paio di colombe bianche, che simboleggiano la Pace, costruiscono un nido nel casco di Marte

Come fate a sapere, quando pensate al blu – quando dite blu –, che state parlando dello stesso colore che pensano tutti....
21/02/2024

Come fate a sapere, quando pensate al blu – quando dite blu –, che state parlando dello stesso colore che pensano tutti.
Il blu è inafferrabile.
Blu, o azzurro, è il cielo, il mare, l’occhio di un dio, la coda di un diavolo, una nascita, un volto cianotico, un uccellino, una battuta spinta, la canzone
più triste, il giorno più splendente.
Il blu è astuto, sornione, sguscia nella stanza di sbieco, è subdolo e scaltro.
Questa storia parla del colore blu, e al pari del blu non vi è niente di vero.
Blu è la bellezza, non la verità. In inglese si dice true blue, ma è un giochetto, una rima: ora c’è, ora non più. È un colore profondamente ambiguo, il blu.
Anche il blu più intenso ha le sue sfumature.
Blu è gloria e potere, un’onda, una particella, una vibrazione, una risonanza, uno spirito, una passione, un ricordo, una vanità, una metafora, un sogno.
Blu è una similitudine.
Blu, lei, è come una donna.
(Christopher Moore)

Art Slava Fokk

L'estasi era sulle tue labbra/ nettare degli dei fu il tuo dono../tutto nel bacio di una ragazza.E.WallaceArt Carla Secc...
21/02/2024

L'estasi era sulle tue labbra/ nettare degli dei fu il tuo dono../tutto nel bacio di una ragazza.
E.Wallace

Art Carla Secco

POESIA DI GABRIELE D’ANNUNZIO AMA IL TUO SOGNO SE PUR TI TORMENTA AMALO COME …Ama il tuo sogno se pur ti tormentaAmalo c...
21/02/2024

POESIA DI GABRIELE D’ANNUNZIO AMA IL TUO SOGNO SE PUR TI TORMENTA AMALO COME …

Ama il tuo sogno se pur ti tormenta
Amalo come se fosse l’unico
amalo come se avesse l’anima
amalo e raccontagli di te
amalo e ricordalo in te
amane il suo passato
amane il suo presente
ora
raggruppa tutto quest’amore
e raccontalo a me, anima mia
affinché io non debba tormentare
il nostro sogno: poter procedere
insieme
nell’armonia dei nostri sensi uniti
appagati dal nostro incontro
breve stavolta
il fiore reciso
oggi ci ha lasciato il suo profumo
che nei ricordi accende i sensi
e che nel donarci
l’incontro univoco
ci ha lasciato un segno
di reciproca appartenenza,
e nell’accarezzarne il tempo.
mia amata,
ne ascolterò i sospiri,
per sempre ricorderò quel suono
per sempre amerò quel nostro sogno
per sempre ne sottrarrò il suo tormento.
“Ama il tuo sogno se pur ti tormenta

Art Gianni Strino

La felicità è un attimo ,prendila al volo e vivila!Rosanna RussoFranco Cisternino art
21/02/2024

La felicità è un attimo ,prendila al volo e vivila!

Rosanna Russo

Franco Cisternino art

21/02/2024

Attenzione
La pagina la bellezza è lo splendore del vero sta copiando alcuni dei nostri post

Poi si fermava a pensare.Alla sua vita.A quella che volevae a quella che le era capitata.Ai sogni e ai segni.Alle rinunc...
21/02/2024

Poi si fermava a pensare.
Alla sua vita.
A quella che voleva
e a quella che le era capitata.
Ai sogni e ai segni.
Alle rinunce
e a tutte quelle maledette volte in cui ci era andata così vicino da toccarla quasi quella fottuta felicità.
Sembrava rassegnata.
Sembrava.
Ma ci avrei scommesso.
Scommesso e vinto.
Che stava solo disegnando un cielo nuovo,
dove aprire quelle ali e volare.
Alla faccia di chi aveva calpestato il suo essere per farne un'altra donna.
Lei avrebbe deciso di rimanere lei.
E,
come lei,
nessuna al mondo.

Angelo De Pascalis

art art lin jinfu

La vita è tutto un continuo girare la clessidra, in attesa che al posto della sabbia inizino a scendere sogni e colori.(...
19/02/2024

La vita è tutto un continuo girare la clessidra, in attesa che al posto della sabbia inizino a scendere sogni e colori.
(Fabrizio Caramagna)

Non ho intorno che un senso di buio e di incertezza.L’inquietudine è soverchia. Paralizza persino i miei movimenti.E ciò...
19/02/2024

Non ho intorno che un senso di buio e di incertezza.
L’inquietudine è soverchia. Paralizza persino i miei movimenti.
E ciò nonostante, credo che dentro questo buio troverò una via d’uscita.
Tendo l’orecchio ai possibili rumori, ai suoni, al disegno dell’alba. Ma nulla che venga a travolgermi, a coinvolgermi.
Il mio guscio deve essere di durissimo osso, impenetrabile.
E allora mi accoccolo per terra, vinta, ma con il proposito di tornare a combattere. Questa non è che una pausa; non può essere che una pausa segreta.
Io voglio che la vita mi tocchi, che mi dia i suoi contatti.



Art 🎨
Per vedere il dipinto intero cliccate sull'immagine

VOGLIO CHE LA VITA MI TOCCHI.....Non ho intorno che un senso di buio e di incertezza.L’inquietudine è soverchia. Paraliz...
19/02/2024

VOGLIO CHE LA VITA MI TOCCHI.....
Non ho intorno che un senso di buio e di incertezza.
L’inquietudine è soverchia. Paralizza persino i miei movimenti.
E ciò non...ostante, credo che dentro questo buio troverò una via d’uscita.
Tendo l’orecchio ai possibili rumori, ai suoni, al disegno dell’alba. Ma nulla che venga a travolgermi, a coinvolgermi.
Il mio guscio deve essere di durissimo osso, impenetrabile.
E allora mi accoccolo per terra, vinta, ma con il proposito di tornare a combattere. Questa non è che una pausa; non può essere che una pausa segreta.
Io voglio che la vita mi tocchi, che mi dia i suoi contatti.
Alda Merini

Veiled II, oil on linen, 46” x 24”, Sold
Tina Stratt
Per vedere il dipinto intero cliccate sull'immagine

La sera, la vita scorre soffusa. E la candela attende che le altre luci si spengano per iniziare ad essere se stessa. (F...
19/02/2024

La sera, la vita scorre soffusa. E la candela attende che le altre luci si spengano per iniziare ad essere se stessa.

(Fabrizio Caramagna

P: RUBENS

Con un niente gli uccelli fanno cose meravigliose - un nido, una piuma, un canto". (Fabrizio Caramagna) -victor nizovtse...
19/02/2024

Con un niente gli uccelli fanno cose meravigliose - un nido, una piuma, un canto".

(Fabrizio Caramagna) -

victor nizovtsev

Address


Website

Alerts

Be the first to know and let us send you an email when La Bellezza mi riempie fino a morirne. Arte e Poesia posts news and promotions. Your email address will not be used for any other purpose, and you can unsubscribe at any time.

Shortcuts

  • Address
  • Alerts
  • Claim ownership or report listing
  • Want your museum to be the top-listed Museum?

Share

La Bellezza mi riempie fino a morirne ...

Benvenuti Nella Pagina Di Arte e Pesia La Bellezza mi riempie fino a morirne

Molti dipinti sono affiancati da poesie e aforismi di autori e artisti famosi. Questa è una pagina di Arte e Poesia sono stati già caricati molti post che la pagina vi invita a visitare... Ci sono pittori del passato, moderni e contemporanei di molti sono stati iniziati degli album...spero che la pagina sia di vostro gradimento...

La bellezza mi riempie fino a morirne | Bellezza abbi pietà di me | ma se dovessi spirare oggi | lascia che sia guardando te.“ -

Emily Dickinson