Palazzo Cini. La Galleria

Palazzo Cini. La Galleria La Galleria di Palazzo Cini è una casa-museo che custodisce una preziosa collezione di dipinti toscani e ferraresi, arredi e oggetti d'arte.

A Venezia a Palazzo Cini si è aperta la stagione della splendida Galleria di Palazzo Cini con la mostra #PiranesiRomaBasilico: un omaggio all’incisore Giambattista Piranesi con le sue vedute e un confronto con gli scatti del grande fotografo di paesaggi urbani Gabriele Basilico, un viaggio nel tempo nell’intramontabile bellezza di Roma. La mostra curata da Luca Massimo Barbero, direttore dell'Ist

A Venezia a Palazzo Cini si è aperta la stagione della splendida Galleria di Palazzo Cini con la mostra #PiranesiRomaBasilico: un omaggio all’incisore Giambattista Piranesi con le sue vedute e un confronto con gli scatti del grande fotografo di paesaggi urbani Gabriele Basilico, un viaggio nel tempo nell’intramontabile bellezza di Roma. La mostra curata da Luca Massimo Barbero, direttore dell'Ist

Normali funzionamento

19/11/2021

Apre oggi al Centre d'Art Hôtel de Caumont, di Aix-en Provence, la grande mostra "Trésors de Venise. La collection Cini", curata da Luca Massimo Barbero, direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte con l’architetto Daniela Ferretti

Sono esposte per la prima volta tutte insieme oltre 90 opere della prestigiosa collezione della Fondazione Giorgio Cini, comprendenti i capolavori di Palazzo Cini ed esemplari raramente visibili al pubblico,

La mostra è aperta al pubblico fino al 27 marzo 2022.
Per info: https://www.caumont-centredart.com/

#HoteldeCaumont #TresorsdeVenise #Art #Artlovers #Italy #Venise #AixenProvence #lucamassimobarbero @Palazzo Cini. La Galleria

DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖OPERE LEGATE A VENEZIADomenico Bigordi detto il Ghirlandaio, "Madonna in adoraz...
04/11/2021

DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖

OPERE LEGATE A VENEZIA

Domenico Bigordi detto il Ghirlandaio, "Madonna in adorazione del Bambino tra due angeli"

L’opera datata intorno al 1490-1494, venne scoperta da Enrico Brunelli a Venezia presso la famiglia dei conti Caragiani.
Nel gennaio 1939 il dipinto venne acquistato da Vittorio Cini che trovandolo in pessime condizioni lo fece restaurare portandolo miracolosamente al suo splendore.
L'esistenza di una copia, attribuita a Bartolomeo Veneto, databile al secondo decennio del ‘500 e conservata nella collezione di Luigi Gerli a Milano, rivela la presenza precoce a Venezia del tondo Cini. La tela attribuita al cognato del Bigordi, Sebastiano Mainardi, è stata recentemente ricondotta al Ghirlandaio.
Di questo dipinto si conoscono altre tre versioni di cui una molto più grande conservata presso il Metropolitan Museum di New York.

Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il quarto diario condividendo in un post un tuo personale omaggio a Venezia, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra prossima “Guida” che pubblicheremo questa domenica!

E non dimenticare, esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta!

DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖

OPERE LEGATE A VENEZIA

Domenico Bigordi detto il Ghirlandaio, "Madonna in adorazione del Bambino tra due angeli"

L’opera datata intorno al 1490-1494, venne scoperta da Enrico Brunelli a Venezia presso la famiglia dei conti Caragiani.
Nel gennaio 1939 il dipinto venne acquistato da Vittorio Cini che trovandolo in pessime condizioni lo fece restaurare portandolo miracolosamente al suo splendore.
L'esistenza di una copia, attribuita a Bartolomeo Veneto, databile al secondo decennio del ‘500 e conservata nella collezione di Luigi Gerli a Milano, rivela la presenza precoce a Venezia del tondo Cini. La tela attribuita al cognato del Bigordi, Sebastiano Mainardi, è stata recentemente ricondotta al Ghirlandaio.
Di questo dipinto si conoscono altre tre versioni di cui una molto più grande conservata presso il Metropolitan Museum di New York.

Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il quarto diario condividendo in un post un tuo personale omaggio a Venezia, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra prossima “Guida” che pubblicheremo questa domenica!

E non dimenticare, esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta!

#Malabotta Chiude oggi la Galleria di Palazzo Cini: non perdete l'ultima occasione per poter vedere la mostra "Arturo Ma...
31/10/2021

#Malabotta

Chiude oggi la Galleria di Palazzo Cini: non perdete l'ultima occasione per poter vedere la mostra "Arturo Martini, Giorgio Morandi, Filippo De Pisis. Il Lascito Franca Fenga Malabotta" e ammirare il dipinto "San Giorgio e il drago" di Paolo Uc***lo, che tornerà a Parigi al Musée Jacquemart-André.

Al secondo piano la mostra "Piranesi Roma Basilico."

#staytuned presto vi daremo altre novità sulle prossime mostre e attività.

#ArturoMartini #GiorgioMorandi, #FilippoDePisis #arte #
#arteatrieste #ManlioMalabotta #FrancaFengaMalabotta #depisis #gamc #museodepisis #galleriadartemodernaeconte#arte @lucamassimobarbero

Ultimo weekend per vedere il celebre San Giorgio e il drago di Paolo Uc***lo prestato dal Musée Jacquemart-André di Pari...
30/10/2021

Ultimo weekend per vedere il celebre San Giorgio e il drago di Paolo Uc***lo prestato dal Musée Jacquemart-André di Parigi, in reciproco scambio con Il giudizio di Paride di Botticelli e bottega (esposto a Parigi nella mostra Botticelli: un laboratoire de la Renaissance fino al 24 gennaio 2022).


Dal 19 novembre sarà visitabile al Centre d’art Hôtel de Caumont ad Aix-en-Provence, per la prima volta nella storia dell’istituzione veneziana, la straordinaria selezione di capolavori d’arte antica dell’Istituto di Storia dell’Arte, in occasione delle celebrazioni per i 70 anni di attività della Fondazione Cini

#paolouccello #sangiorgioeildrago #arteantica @jacquemartandre #vittoriocini #tresordevenise @hoteldecaumont

Ultimo weekend per vedere il celebre San Giorgio e il drago di Paolo Uc***lo prestato dal Musée Jacquemart-André di Parigi, in reciproco scambio con Il giudizio di Paride di Botticelli e bottega (esposto a Parigi nella mostra Botticelli: un laboratoire de la Renaissance fino al 24 gennaio 2022).


Dal 19 novembre sarà visitabile al Centre d’art Hôtel de Caumont ad Aix-en-Provence, per la prima volta nella storia dell’istituzione veneziana, la straordinaria selezione di capolavori d’arte antica dell’Istituto di Storia dell’Arte, in occasione delle celebrazioni per i 70 anni di attività della Fondazione Cini

#paolouccello #sangiorgioeildrago #arteantica @jacquemartandre #vittoriocini #tresordevenise @hoteldecaumont

#Malabotta ARTURO MARTININatura morta, 1945, olio su cartoneAcquistato da Malabotta nel 1951, proviene, come attesta la ...
29/10/2021

#Malabotta ARTURO MARTINI
Natura morta, 1945, olio su cartone

Acquistato da Malabotta nel 1951, proviene, come attesta la dichiarazione autografa apposta sul retro, dalla collezione di Giovanni Comisso, con il quale il notaio e collezionista triestino aveva stretto una densa amicizia negli anni passati a Montebelluna. Insieme a Carlo Conte, erano stati protagonisti di quel sodalizio intellettuale e amicale che si riuniva nel secondo dopo-guerra a Treviso, la ‘piccola Atene’ sulle rive del Sile, presso la casa editrice Canova, diretta da Ciro Cristofoletti.

Ultimi giorni per vedere dipinto "San Giorgio e il drago" di Paolo Uc***lo prestato dal Musée Jacquemart-André di Parigi e la selezione di opere di #ArturoMartini, #GiorgioMorandi, #FilippodePisis, della donazione di Manlio Malabotta e la mostra Piranesi Roma Basilico

#paolouccello #arteantica #vittoriocini #fondazionecini
Musée Jacquemart-André #ArturoMartini #GiorgioMorandi #filippodepisis #malabotta
#romapiranesibasilico Contrasto - Official Fan Page

#Ultimo weekend per visitare la Galleria di Palazzo con la sua collezione permanente e  per poter ammirare il celebre di...
28/10/2021

#Ultimo weekend per visitare la Galleria di Palazzo con la sua collezione permanente e per poter ammirare il celebre dipinto "San Giorgio e il drago" di Paolo Uc***lo prestato dal Musée Jacquemart-André di Parigi e la selezione di opere di #ArturoMartini, #GiorgioMorandi, #FilippodePisis, della donazione di Manlio Malabotta.

Al secondo piano la mostra Piranesi Roma Basilico

#paolouccello #arteantica #vittoriocini #fondazionecini
Musée Jacquemart-André #ArturoMartini #GiorgioMorandi #filippodepisis #malabotta
#romapiranesibasilico Contrasto - Official Fan Page

#Malabotta #ArturoMartiniNel 1948 Manlio Malabotta acquista, dall’antiquario trevigiano Antonio Dalla Pace, il gesso "La...
26/10/2021

#Malabotta #ArturoMartini

Nel 1948 Manlio Malabotta acquista, dall’antiquario trevigiano Antonio Dalla Pace, il gesso "La sete" (1932), bozzetto preparatorio per l’omonima scultura del 1934 in pietra di Finale, oggi al Museo del Novecento di Milano: corpi scabri e belluini di madre e figlio protesi nella tensione spasmodica che anela all’acqua, ispirati, nella sintesi tra simbolico e mitico, ai giacenti pompeiani sorpresi dall’eruzione e alle loro pose estreme, che avevano colpito Martini nel 1931. Dal gesso deriva anche il bronzo presente in collezione.
Nelle immagini:
-- La sete, 1932 gesso; La sete, 1932-1933 bronzo
-- Morte di Ofelia, 1932 terracotta
#ArturoMartini #GiorgioMorandi, #FilippoDePisis #arte
#arteatrieste #ManlioMalabotta #FrancaFengaMalabotta #depisis #gamc #museodepisis #galleriadartemodernaeconte#arte @lucamassimobarbero

#ArturoMartini A rendere speciale il lascito Malabotta alla Fondazione Cini è senza ombra di dubbio il nucleo di opere d...
21/10/2021

#ArturoMartini

A rendere speciale il lascito Malabotta alla Fondazione Cini è senza ombra di dubbio il nucleo di opere del grande artista trevigiano, rivoluzionario della plastica nel Novecento italiano, Arturo Martini.

Un nucleo che è «rappresentativo microcosmo di quel punto di osservazione, laterale e periferico, delle “gesta” martiniane che è diventata, dagli anni ’30 in poi, la terra trevigiana» Nico Stringa
- - L’Ofelia è opera cardine nella serie delle opere che Martini dedica all’eroina tragica shakespeariana, diversa dal gesso del 1922, oggi a Brera, – dormiente in
posizione ‘fetale’ che guarda al primitivismo di Carrà e alla scultura romanica – così come dalla
terracotta Jesi del 1933, sempre a Brera, – salma etrusca deposta nell’avello asfittico che mostra i
suoi debiti con celebri prototipi antichi – l’Ofelia Malabotta, realizzata lo stesso anno della Venere
dei porti del Museo Civico di Treviso, si lascia cogliere nell’intimo respiro di un’esercitazione segreta, distante dai ‘teatrini spaziosi’ di un sacro arcano e popolare; in questo più vicina alla terracotta La tempesta (Naufragio), del 1933-1944, maggiormente graffiata ma simile nel concepimento e nella modellazione liquida e atmosferica tendente all’informe.

- - - Volume Lirici minori del XIII e XIV secolo, a cura di L. Anceschi e S. Quasimodo, Milano, Edizioni della Conchiglia, 1941,

- - - - Cavallino, 1943 ca. bronzo. Acquistato da Malabotta nel 1951 dall’albergatore e collezionista veneziano Arturo Deana,

#ArturoMartini #GiorgioMorandi, #FilippoDePisis #arte
#arteatrieste #ManlioMalabotta #FrancaFengaMalabotta #depisis #gamc #museodepisis #galleriadartemodernaeconte#arte @@lucamassimobarbero

#dePisis                                                                                                                ...
19/10/2021

#dePisis
Nella raccolta Malabotta spicca il notevole corpus di fogli litografici, con numerose prove di stampa, e alcuni libri illustrati di Filippo de Pisis, di cui si offre in mostra qualche esempio.

«Capolavoro del nostro Novecento segreto» (Arbasino) è la litografia Bobby, il giovinetto, «pastore antico», che è promessa di ‘troppi paradisi’ carnali, tra innocenza e bellezza, nel fremere del colore liquido e mosso; visione di un ricordo di seduzione, canto della «gioia dei vent’anni» e della «grazia», conforto alla solitudine degli anni veneziani.

📍 La mostra sarà aperta fino al 31 ottobre, tutti i venerdì, sabato e domenica dalle 12 alle 20

#ArturoMartini #GiorgioMorandi, #FilippoDePisis #arte
#arteatrieste #ManlioMalabotta #FrancaFengaMalabotta #depisis #gamc #museodepisis #galleriadartemodernaeconte#arte @lucamassimobarbero

#GiorgioMorandi Nella collezione Malabotta ed esposte nella mostra "Arturo Martini, Giorgio Morandi, Filippo De Pisis. I...
14/10/2021

#GiorgioMorandi

Nella collezione Malabotta ed esposte nella mostra "Arturo Martini, Giorgio Morandi, Filippo De Pisis. Il Lascito Franca Fenga Malabotta", troviamo tre opere su carta di Giorgio Morandi: "opere di altissima qualità caratterizzate da un elemento comune: la rarità" Marilena Pasquali

"Natura morta con scatole e bottiglie, su sfondo ovale", 1921, acquaforte su carta;
"Natura morta con vasetto e tre bottiglie", 1945-1946, acquaforte su carta
"Natura morta", 1963 acquerello su carta.

📍 La mostra sarà aperta fino al 31 ottobre, tutti i venerdì, sabato e domenica dalle 12 alle 20

#ArturoMartini #GiorgioMorandi, #FilippoDePisis #arte
#arteatrieste #ManlioMalabotta #FrancaFengaMalabotta #depisis #gamc #museodepisis #galleriadartemodernaeconte#arte @lucamassimobarbero

DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖.OPERE LEGATE A VENEZIA.I Diari del Miglio di Dorsoduro Museum Mile proseguono ...
07/10/2021

DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖
.
OPERE LEGATE A VENEZIA
.
I Diari del Miglio di Dorsoduro Museum Mile proseguono con il quarto tema: OPERE IN COLLEZIONE LEGATE A VENEZIA. Le quattro istituzioni che fanno parte del #DDMM, @gallerieaccademiavenezia, @palazzo_cini, @guggenheim_venice e @palazzo_grassi - Punta della Dogana, racconteranno attraverso un post che verrà pubblicato giovedì 4 novembre le opere, presenti nelle rispettive collezioni, che abbiano un qualche legame con la città di Venezia. I post convoglieranno nella quarta “Guida” Instagram dedicata appunto ai lavori più significativi ispirati alla città lagunare, esposti nei musei del DDMM.
.
Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il quarto diario condividendo in un post un tuo personale omaggio a Venezia, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra quarta “Guida”. E non dimenticare! Esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta!
.
.
#Walkthemile1600
#DDMM1600
#Venezia1600
@venezia1600_official

DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖
.
OPERE LEGATE A VENEZIA
.
I Diari del Miglio di Dorsoduro Museum Mile proseguono con il quarto tema: OPERE IN COLLEZIONE LEGATE A VENEZIA. Le quattro istituzioni che fanno parte del #DDMM, @gallerieaccademiavenezia, @palazzo_cini, @guggenheim_venice e @palazzo_grassi - Punta della Dogana, racconteranno attraverso un post che verrà pubblicato giovedì 4 novembre le opere, presenti nelle rispettive collezioni, che abbiano un qualche legame con la città di Venezia. I post convoglieranno nella quarta “Guida” Instagram dedicata appunto ai lavori più significativi ispirati alla città lagunare, esposti nei musei del DDMM.
.
Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il quarto diario condividendo in un post un tuo personale omaggio a Venezia, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra quarta “Guida”. E non dimenticare! Esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta!
.
.
#Walkthemile1600
#DDMM1600
#Venezia1600
@venezia1600_official

La Galleria di Palazzo Cini espone una selezione di opere dei tre artisti, #ArturoMartini, #GiorgioMorandi, #FilippodePi...
06/10/2021

La Galleria di Palazzo Cini espone una selezione di opere dei tre artisti, #ArturoMartini, #GiorgioMorandi, #FilippodePisis, tra i più rappresentativi del gusto e delle predilezioni collezionistiche di Manlio Malabotta, scrittore, critico d’arte e collezionista triestino

"Morte di Ofelia", (1932) di Arturo Martini, esposta al primo piano della Galleria, venne acquistata da Manlio Malabotta per settemila lire presso Giovanni Comisso, la splendida terracotta, plasmata con rapida sprezzatura nella morbida e calda materia della creta, è opera cardine nella serie delle opere che Martini dedica all’eroina tragica shakespeariana.

Il bronzo con "Donna al mare", sempre del 1932, si distacca dalle coeve terrecotte, materiale che si presta alle sperimentazioni su forme più aperte e mobili; dalle linee più raccolte, compatte, levigate, di matrice sintetista, la scultura dimostra come sia difficile racchiudere in rigidi schemi evolutivi lo stile polimorfo e inquieto del genio di Martini.

📆 Palazzo Cini è aperto venerdì, sabato e domenica dalle ore 12 alle ore 20.

#ArturoMartini #GiorgioMorandi, #FilippoDePisis #arte #
#arteatrieste #ManlioMalabotta #FrancaFengaMalabotta #depisis #gamc #museodepisis #galleriadartemodernaeconte#arte @lucamassimobarbero

La Galleria di Palazzo Cini espone una selezione di opere dei tre artisti, #ArturoMartini, #GiorgioMorandi, #FilippodePisis, tra i più rappresentativi del gusto e delle predilezioni collezionistiche di Manlio Malabotta, scrittore, critico d’arte e collezionista triestino

"Morte di Ofelia", (1932) di Arturo Martini, esposta al primo piano della Galleria, venne acquistata da Manlio Malabotta per settemila lire presso Giovanni Comisso, la splendida terracotta, plasmata con rapida sprezzatura nella morbida e calda materia della creta, è opera cardine nella serie delle opere che Martini dedica all’eroina tragica shakespeariana.

Il bronzo con "Donna al mare", sempre del 1932, si distacca dalle coeve terrecotte, materiale che si presta alle sperimentazioni su forme più aperte e mobili; dalle linee più raccolte, compatte, levigate, di matrice sintetista, la scultura dimostra come sia difficile racchiudere in rigidi schemi evolutivi lo stile polimorfo e inquieto del genio di Martini.

📆 Palazzo Cini è aperto venerdì, sabato e domenica dalle ore 12 alle ore 20.

#ArturoMartini #GiorgioMorandi, #FilippoDePisis #arte #
#arteatrieste #ManlioMalabotta #FrancaFengaMalabotta #depisis #gamc #museodepisis #galleriadartemodernaeconte#arte @lucamassimobarbero

Indirizzo

San Vio, Dorsoduro 864
Venice
30123

Orario di apertura

Venerdì 12:00 - 20:00
Sabato 12:00 - 20:00
Domenica 12:00 - 19:00

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Palazzo Cini. La Galleria pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Palazzo Cini. La Galleria:

Video

Digitare

Our Story

LA GALLERIA RIAPRIRA’ AD APRILE 2020 La Fondazione Giorgio Cini apre nuovamente al pubblico la casa-museo che custodisce un prezioso nucleo della raccolta d’arte antica di uno dei più importanti collezionisti del Novecento italiano: il mecenate e filantropo Vittorio Cini.

Musei nelle vicinanze


Altro Museo d'arte Venice

Vedi Tutte

Commenti

DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖⁣ OPERE LEGATE A VENEZIA⁣ ⁣ Zoe Leonard “Campo San Samuele, 3231”, 2012⁣ ⁣ Esposta nel 2021 a Palazzo Grassi, in occasione della mostra “La voce delle Immagini”, l’opera di Zoe Leonard “Campo San Samuele 3231”, 2012, Pinault Collection, è un omaggio a Venezia ma anche una riflessione sulla percezione delle immagini, trasformando lo spazio espositivo in “camera obscura”. In una sala immersa nel buio, la luce che penetra da un piccolo foro rimanda su una superficie piana un’immagine rovesciata dell’ambiente esterno alla stanza. Alle origini della tecnica fotografica e cinematografica, la camera oscura si avvicina qui all’installazione artistica, proponendo allo spettatore una proiezione senza proiettore. Investita di una valenza che va ben oltre quella di artificio larga-mente utilizzato dai pittori nella storia dell’arte, la camera oscura diventa mezzo per esplorare i confini tra immagine e realtà e di ricordare in un certo senso la sovranità dell’osservatore.⁣ Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il quarto diario condividendo in un post su #Instagram un tuo personale omaggio a Venezia, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra prossima “Guida” che pubblicheremo questa domenica!⁣ E non dimenticare, esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto Gallerie dell'Accademia di Venezia, Palazzo Cini. La Galleria, The Peggy Guggenheim Collection e Palazzo Grassi - Punta della Dogana, puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta!⁣ ph. ORCH
Lo straordinario corpus di Palazzo Cini. La Galleria comprende volumi illustrati, fra gli altri, da #Carrà, #Rosai, #Guttuso e #deChirico, incisioni di #Chagall, #Marini e #Vedova, a cui si aggiunge il nucleo di lavori di Arturo #Martini. #mostreavenezia
DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖 OPERE LEGATE A VENEZIA I Diari del Miglio di Dorsoduro Museum Mile proseguono con il quarto tema: OPERE IN COLLEZIONE LEGATE A VENEZIA. Le quattro istituzioni che fanno parte del #DDMM, Gallerie dell'Accademia di Venezia , Palazzo Cini. La Galleria, The Peggy Guggenheim Collection e Palazzo Grassi - Punta della Dogana, racconteranno attraverso un post che verrà pubblicato giovedì 4 novembre le opere, presenti nelle rispettive collezioni, che abbiano un qualche legame con la città di Venezia. I post convoglieranno nella quarta “Guida” Instagram dedicata appunto ai lavori più significativi ispirati alla città lagunare, esposti nei musei del DDMM. Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il quarto diario condividendo in un post un tuo personale omaggio a Venezia, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra quarta “Guida”. Raggiungici su Instagram! E non dimenticare, esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta! #Walkthemile1600 #DDMM1600 #Venezia1600 Venezia1600 ph Zoe Leonard, Untitled, 2012, Site-specific and site-determined installation of a camera obscura © the artist. Installation view “Voice of Images” at Palazzo Grassi, 2012, ph. Orch orsenigo_chemollo
DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO📖 . OPERE LEGATE A VENEZIA . I Diari del Miglio di Dorsoduro Museum Mile proseguono con il quarto tema: OPERE IN COLLEZIONE LEGATE A VENEZIA. Le quattro istituzioni che fanno parte del #DDMM, Gallerie dell'Accademia di Venezia, Palazzo Cini. La Galleria, The Peggy Guggenheim Collection e Palazzo Grassi - Punta della Dogana, racconteranno attraverso un post che verrà pubblicato giovedì 4 novembre le opere, presenti nelle rispettive collezioni, che abbiano un qualche legame con la città di Venezia. I post convoglieranno nella quarta “Guida” Instagram dedicata appunto ai lavori più significativi ispirati alla città lagunare, esposti nei musei del DDMM. . Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il quarto diario condividendo in un post un tuo personale omaggio a Venezia, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra quarta “Guida”. E non dimenticare! Esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta! . . #Walkthemile1600 #DDMM1600 #Venezia1600 Venezia1600
#TheVeniceGlassWeek2021 📌Si è tenuta oggi la conferenza stampa della quinta edizione di The Venice Glass Week, il festival internazionale dedicato all'arte del vetro 🔹250 appuntamenti in presenza e online 🔹180 realtà italiane e internazionali partecipanti 📆 Dal 4 al 12 settembre 2021 🎙Gabriella Belli, Direttore della Fondazione MUVE, ha presentato le molte iniziative diffuse nel territorio fra attività, mostre, incontri e laboratori. Scopri le attività organizzate dai Musei Civici di Venezia, a partire dall'apertura straordinaria del Museo del Vetro 👉 https://bit.ly/TVGW2021_MUVE #VivaVetro! Comune di Venezia Venezia1600 Palazzo Cini. La Galleria Consorzio Promovetro Murano LE STANZE DEL VETRO Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
#Ferragosto2021 Palazzo Cini. La Galleria #NiccolòdiSegna
DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO | ARTISTI VENETI⁣ I Diari del Miglio di Dorsoduro Museum Mile proseguono con il terzo tema: ARTISTI VENETI. Le quattro istituzioni che fanno parte del #DDMM, Gallerie dell'Accademia di Venezia, Palazzo Cini. La Galleria, The Peggy Guggenheim Collection e Palazzo Grassi - Punta della Dogana, racconteranno attraverso un post che verrà pubblicato giovedì 2 settembre alcuni degli artisti veneti e veneziani presenti nelle rispettive collezioni. I post convoglieranno nella terza “Guida” Instagram dedicata alle opere più significative, e ai loro rispettivi autori, esposte nei musei del DDMM.⁣ .⁣ Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il terzo diario condividendo in un post su Instagram un tuo personale omaggio agli artisti veneti nelle collezioni del DDMM, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra terza “Guida”. E non dimenticare! Esibendo il biglietto d’ingresso, o la Membership Card, di una delle istituzioni coinvolte nel progetto puoi accedere alle altre con una tariffa agevolata. Il miglio dell’arte ti aspetta!⁣ Raggiungici su Instagram → bit.ly/3e3z4L0 Buon viaggio! #Walkthemile1600⁣ #DDMM1600⁣ #Venezia1600⁣ Venezia1600
👩‍🏫 A quanti chilometri corrisponde un miglio? Corrisponde a uno straordinario percorso museale attraverso mille anni di arte e di storia, per campi, campielli ponti e calli lungo il Sestiere di Dorsoduro: il #DorsoduroMuseumMile. 🖼 Un viaggio dai capolavori della pittura veneziana medievale e rinascimentale delle Gallerie dell’Accademia, ai protagonisti dell’arte contemporanea esposti a Punta della Dogana, passando per Palazzo Cini e Peggy Guggenheim Collection. ⭐Adesso che sai a cosa corrisponde un miglio, perché non lo percorri? Venezia1600 Comune di Venezia Palazzo Cini. La Galleria Gallerie dell'Accademia di Venezia The Peggy Guggenheim Collection Palazzo Grassi - Punta della Dogana
DDMM – VENEZIA 1600. I DIARI DEL MIGLIO 📖. FONDATORI La Pinault Collection nasce grazie alla passione di François Pinault per l’arte contemporanea, che da oltre 50 anni l’ha portato a costituire una delle collezioni più importanti al mondo con oltre diecimila opere dagli anni 60’ ad oggi. L’attività museale legata alla collezione si sviluppa a Venezia in due luoghi d’eccezione: Palazzo Grassi, inaugurato nel 2006, e Punta della Dogana, aperta nel 2009, che presentano allestimenti delle opere della Pinault Collection regolarmente rinnovati, e vedono gli artisti spesso coinvolti direttamente e invitati a creare opere in situ o a produrre lavori commissionati appositamente. Dal 2021, l’apertura della Bourse de Commerce, il nuovo museo della Pinault Collection a Parigi, segna una nuova tappa nel progetto culturale di François Pinault, articolato anche attorno a un programma espositivo extra muros in diverse sedi espositive e ad attività di sostegno agli artisti e di promozione della storia dell’arte. Vuoi scrivere con noi una pagina dei “Diari del Miglio”? Partecipa anche tu e arricchisci il secondo diario condividendo in un post un tuo omaggio ai musei del #DDMM, Gallerie dell'Accademia di Venezia, Palazzo Cini. La Galleria e The Peggy Guggenheim Collection, con l’hashtag #walkthemile1600. I contenuti più creativi verranno inseriti nella nostra seconda “Guida”, che pubblicheremo questa domenica! #Walkthemile1600 #DDMM1600 #Venezia1600 Venezia1600
🎙️Per la rassegna #CiniTalk della Fondazione Giorgio Cini Luca Massimo Barbero racconta l'Istituto di Storia dell'Arte che dirige dal 2013. 👉🏻Fondato nel 1954, all’Istituto fanno riferimento la più grande fototeca di storia dell'arte d'Italia, il Centro Studi del Vetro e Palazzo Cini. La Galleria che ha recentemente riaperto con un "ospite" d'eccezione: il San Giorgio e il Drago di Paolo Uc***lo, in prestito dal Musée Jacquemart-André 🎙️For the #CiniTalk series organised by the Fondazione Giorgio Cini Luca Massimo Barbero talks about the Institute of Art History which he has directed since 2013. 👉🏻Founded in 1954, in the Institute there is the largest photo library of the history of art in Italy, the Centro Studi del Vetro and Palazzo Cini. La Galleria which has recently reopened with an exceptional "guest": Paolo Uc***lo's Saint George and the Dragon, on loan from the Musée Jacquemart - André in Paris. https://fb.watch/6lFHAjn_NG/
In occasione dei 70 anni della Fondazione Giorgio Cini, Palazzo Cini. La Galleria espone il celebre dipinto di Paolo Uc***lo, prestato dal Musée Jacquemart-André di Parigi. Mentre al secondo piano riapre con nuove opere la mostra di Piranesi e Basilico. Il video.