Art Gallery Book - La Galleria d'Arte virtuale

  • Home
  • Art Gallery Book - La Galleria d'Arte virtuale

Art Gallery Book - La Galleria d'Arte virtuale Art Gallery Book è una pagina creata da Francesco Toscano per diffondere la conoscenza dell'arte

08/09/2023
● CAMILLE CLAUDEL. Nata nel 1864 e morta nel 1943. Dimenticata da tutti in un ospedale psichiatrico. Cosa aveva fatto? V...
07/09/2023

● CAMILLE CLAUDEL. Nata nel 1864 e morta nel 1943. Dimenticata da tutti in un ospedale psichiatrico.

Cosa aveva fatto?

Viene a studiare a Parigi in un tempo in cui la scuola delle Belle Arti é aperta SOLO agli uomini Allora prende lezioni negli studi d’artista che accettano le DONNE. Incontra e diventa l’amante dello scultore più famoso del momento: Auguste Rodin. Sarà una relazione passionale e artistica, lavorano insieme, scolpiscono insieme (il museo Rodin e il museo d’Orsay hanno belle opere di questo periodo).

Poi lui la lascia, lui che da anni vive con un’altra donna, lui, l’artista amato e rispettato da tutti…lei viene denigrata, abbandonata e accantonata anche “artisticamente”. Vive da SOLA, non si fida più di nessuno e le sue opere non si vendono. A questo ci aggiungiamo che ha come fratello il famoso poeta, scrittore, diplomatico e accademico: Paul Claudel.

La FAMIGLIA decide di farla INTERNARE, questa donna troppo “moderna” per l’epoca é l’onta della casa. Abbiamo delle lettere che lei scrive ad amici e parenti chiedendo aiuto, per 30 anni cercherà di spiegare al personale dell’ospedale l’INGIUSTIZIA che sta vivendo.

Sono testimonianze strazianti, che lasciano trasparire la lucidità della donna internata. Muore praticamente di FAME il 19 ottobre 1943 in un ospedale pubblico francese e nessun componente della sua famiglia assisterà al suo FUNERALE. I suoi resti saranno messi in una fossa comune.

Oggi CAMILLE CLAUDEL é stata completamente RIABILITATA, le sue opere sono esposte accanto a quelle di Rodin e a pochi chilometri da Parigi un museo le é completamente DEDICATO.

(Da La città delle donne).

01/09/2023
25/08/2023

18 Αυγούστου 2015. Ο αρχαιολόγος που θυσίασε τη ζωή του για να προστατέψει τα αρχαία από το Ισλαμικό Κράτος

Γονατιστός περιμένει τον αποκεφαλισμό του. Είναι ο Σύριος αρχαιολόγος Δρ. Khaled al-Asaad, επικεφαλής της ανασκαφής στο Palmir (Παλμύρα). Ο Khaled al-Asaad αρνήθηκε να αποκαλύψει την τοποθεσία των θησαυρών και αρχαιοτήτων του Tadmur (η σύγχρονη Παλμύρα) που είχε κρύψει πριν την άφιξη του ΙΣΙΣ. Ο Αλ-Άσαντ αποκεφαλίστηκε στην πλατεία μπροστά από το μουσείο στο οποίο εργαζόταν για περισσότερα από 50 χρόνια. Το ακρωτηριασμένο σώμα του κρεμάστηκε στη συνέχεια σε ένα φωτεινό σηματοδότη. Ο Khalid al-Assad ήταν ο βασικός φροντιστής των αρχαιοτήτων της Παλμύρας, και τον Ιούλιο του 2015 αιχμαλωτίστηκε από μαχητές του ISIS. Παρά τα εκτενή βασανιστήρια, δεν φανέρωσε την τοποθεσία των θησαυρών του Μουσείου και εκτελέστηκε στην κεντρική πλατεία της Παλμύρας. Όταν έγινε σαφές ότι οι μαχητές θα αιχμαλωτίσουν την Παλμύρα, οι επιστήμονες με επικεφαλής τον Αλ Άσαντ έκαναν ό,τι μπορούσαν για να κρύψουν τις μοναδικές και ανεκτίμητες αρχαιότητες της Παλμύρας. Ήταν αυτός που έπαιξε πρωταγωνιστικό ρόλο στη σωτηρία εκατοντάδων τεχνουργημάτων, μεταφέροντάς τα από την Παλμύρα σε ασφαλή τοποθεσία.

Ο Khaled al-Asaad μιλούσε πέντε γλώσσες εκτός από έξι αρχαίες, ιδιωματικές γλώσσες, μερικές από τις οποίες έχουν εξαφανιστεί πλέον. Αρκετές ευρωπαϊκές χώρες του πρόσφεραν κατοικία και ιθαγένεια, αλλά αρνήθηκε να εγκαταλείψει τη Συρία.

Θεωρείται ένας από τους σημαντικότερους αρχαιολόγους στον κόσμο, και η ανθρωπότητα του χρωστάει ευγνωμοσύνη.

(Πηγή: https://en.wikipedia.org/wiki/Khaled_al-Asaad )

31/07/2023

This Street Art By [IG]

09/07/2023
28/06/2023
18/04/2023
04/04/2023

La Chiesa Madre o S. Maria Maggiore di Polizzi Generosa.
Resta sconosciuto l'anno della sua fondazione si ritiene possa risalire all'XI secolo, epoca normanna, successivamente fatta ampliare dalla Contessa Adelasia Signora di Polizzi e nipote del re Ruggero.
Foto di Francesco Toscano

25/02/2023
14/02/2023

Quello a Castel di Lucio è un labirinto molto particolare: all’interno non esistono bivi o vicoli ciechi.🌀 C’è un’unica strada da seguire, fino al centro, dove troverai un piccolo alberello d’ulivo, il simbolo greco della saggezza e della conoscenza. E dopo questo suggestivo viaggio interiore, fai tappa al borgo a due passi dalla collina su cui sorge il Labirinto di Arianna, magari a gustare la provola tipica del posto.

The labyrinth of Castel di Lucio is unique in its own way: there are no crossroads or blind alleys inside.🌀 There is only one road that leads to the centre, where you will find a small olive tree, the Greek symbol of wisdom and knowledge. And after this heartfelt inner journey, stop at the village situated right next to the hill of Arianna's Labyrinth, to taste the typical provola cheese. Discover this and many other secret locations at ▶️ https://bit.ly/40RI9z9



📍Labirinto di Arianna, Sicilia

Visit Sicily

Photo by:
INSTAGRAM
francescolarosa ph

07/01/2023

Il legno è una risorsa molto usata dall'uomo. Versatile e rinnovabile, se usato in modo responsabile ci permette di avere dei mobili stupendi e destinati a durare per tantissimi anni. Avere un mobile di legno antico a casa vuol dire avere una ricchezza inestimabile, spesso associata a ricordi o a p

28/12/2022

Il Tempio di Poseidone a Capo Sunio: com’era, com’è.

📸

Il capolavoro di Bosch...
17/12/2022

Il capolavoro di Bosch...

Un’esplorazione dei contorni artistici e sociologici del Giardino delle delizie di Hieronymus Bosch, uno dei più misteriosi quadri del mondo IN COPERTINA: Hieronymus Bosch, Il giardino delle delizie, 1490-1500 Questo testo è tratto da "L'icona che delira" di Stefano Cristante. Ringrazi

16/12/2022

Sono passati quasi 2.000 anni e tutt'oggi si rimane a bocca aperta quando lo si vede da vicino... 😲

Immaginare quanto potesse essere maestoso quando è stato costruito è ardua impresa‼️

Il , originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio, è il più grande anfiteatro romano del mondo (in grado di contenere un numero di spettatori stimato tra 50.000 e 87.000) 🏟

L'acqua in arte.Foto di Francesco Toscano
13/12/2022

L'acqua in arte.
Foto di Francesco Toscano

26/11/2022

Nuovo ritrovamento al monastero di Santa Caterina d’Alessandria, a Palermo. Venerdì prossimo (25 novembre), giorno in cui il mondo cristiano celebra la santa...

19/11/2022

📜Titolo: Cacciatori nella neve 👨‍🎨Autore: Pieter Bruegel il Vecchio 🕰️Anno: 1565 🏛 Ubicazione: Kunsthistorische Museum, Vienna (Tempera su tavola cm 117x162)
Questo splendido dipinto è parte di una serie incompleta che Bruegel dedicò ai diversi mesi dell’anno. Qui è rappresentato l’inverno al suo culmine intorno a gennaio. Le cronache ci ricordano che il 1565 è stato uno degli anni più freddi della storia.

Il titolo rimanda ad alcuni cacciatori, posti nella parte sinistra del quadro, che rientrano al villaggio dopo una battuta con al seguito diversi cani. Stanno passando accanto ad una locanda chiamata, come recita l’insegna, “il cervo”.

Seguendo l’incedere lento dei cacciatori e grazie anche ad un filare di alberi spogli, il nostro sguardo è portato ad osservare un vasto paesaggio coperto di neve. Nella parte destra notiamo ampie superfici ghiacciate dove adulti e bambini si dilettano in svariate attività: alcuni pattinano, altri sono trainati da slitte; addirittura troviamo alcuni personaggi che giocano a curling ed altri che si dilettano con delle mazze che ricordano quelle da hockey. Riconosciamo anche dei pattinatori caduti a terra; la cura del dettaglio è davvero straordinaria.

Sotto un cielo plumbeo si perde a vista d’occhio il paesaggio dove scorre un fiume ghiacciato e si trovano altri villaggi fino alle pendici rocciose delle montagne.
Bruegel realizza con questo dipinto uno dei paesaggi più belli della storia, coniugando la cura dei particolari con l’ampio respiro della veduta.

In questo quadro sentiamo l’inverno pungente ma anche cogliamo la vita che scorre tranquilla e gioiosa negli gli sperduti villaggi.
Il dipinto è stato anche citato dal grande regista Tarkovskij nel film Solaris.

Buona giornata, Sig

08/11/2022

"È la scoperta più importante dai Bronzi di Riace e certamente uno dei ritrovamenti di bronzi più significativi mai fatti nella storia del Mediterraneo antico". Così Massimo Osanna, direttore generale musei del Ministero della Cultura, ha definito la scoperta di 24 statue di bronzo, sepolte per millenni, e riemerse dagli scavi a San Casciano dei Bagni, in Toscana.

Divinità, matrone, fanciulli, imperatori. Protetto per 2300 anni dal fango e dall'acqua bollente delle vasche sacre, è venuto alla luce un deposito votivo incredibile per ricchezza e qualità: insieme a migliaia di monete, ex voto e una immensa quantità di iscrizioni in etrusco e in latino, sono riaffiorate 24 statue in bronzo, cinque delle quali alte quasi un metro, perfettamente integre.

"Una scoperta che riscriverà la storia" annuncia in anteprima all'Ansa l'archeologo Jacopo Tabolli, docente dell'Università per Stranieri di Siena che dal 2019 guida il progetto con la concessione del ministero della Cultura e il sostegno anche economico del piccolo comune toscano. Anche il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha già visitato il laboratorio di restauro che ha appena accolto le statue: "Un ritrovamento eccezionale che ci conferma una volta di più che l'Italia è un paese fatto di tesori immensi e unici. La stratificazione di diverse civiltà è un unicum della cultura italiana".

Su Repubblica l'articolo completo

16/10/2022

La città di Bologna è chiamata la “dotta”, perché qui nacque la prima università del mondo occidentale, la “grassa”, per la tipica cucina non propriamente "dietetica" e la “rossa”, per il colore dei mattoni con cui sono costruiti i palazzi del centro storico (ma anche per le generali...

05/10/2022

BREAKING NEWS (ahimè, è proprio il caso di dire "breaking"): danneggiati due busti antichi ai Musei Vaticani. Autore dell'atto vandalico è, a quanto pare, una persona con problemi mentali.

20/06/2022

Il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo, partecipa all'iniziativa nazionale "Fossili Regionali", con un fossile la "Cassidaria (Sconsia) minae", trovata dal Minà Palumbo, classificata come specie nuova nel 1881 dal marchese Antonio De Gregorio che gliela dedicò. Clicca sul link e vota il nostro fossile.

Nata dalla sinergia tra il gruppo dei giovani della società “Palaeontologist in Progress” e il Consiglio SPI, e preparata con l’aiuto di numerosi paleontologi italiani, l'iniziativa Fossili Regionali si propone di favorire la divulgazione e la conoscenza delle ricchezze del patrimonio paleontologico del nostro Paese attraverso la selezione di un fossile simbolo per ogni regione italiana. E questo grazie al voto di chiunque sia interessato alle ricchezze preistoriche d’Italia.
Tra mammut, impronte di dinosauro, foglie e conchiglie fossili, paleontologi esperti riuniti in comitati ad hoc hanno selezionato un massimo di cinque fossili rappresentativi della propria regione, per ciascuno dei quali è poi stata preparata una scheda informativa.

Per scoprire i fossili candidati e votarli cliccare collegarsi alla pagina della SPI a questo link: https://www.paleoitalia.it/patrimonio-paleontologico/fossili-regionali/

I fossili vincitori verranno annunciati in corrispondenza delle Giornate di Paleontologia 2023 a Lecce.

18/06/2022
14/06/2022

🌺 Stefania Cordone, Responsabile Dipartimento Educazione Museo Civico e Francesco Toscano Direttore del Museo Naturalistico Francesco Mina' Palumbo coordinano i due appuntamenti di 𝐅𝐨𝐠𝐥𝐢 𝐝𝐢 𝐟𝐨𝐠𝐥𝐢𝐞, laboratorio educativo gratuito per bambini dove presseremo, essiccheremo e classificheremo piante e fiori!

Un’occasione grazie alla quale i giovani partecipanti potranno apprendere nozioni base della botanica, il ripristino del contatto con la natura e la capacità di organizzare il materiale raccolto 🍃
_______________________

📨 Evento gratuito con prenotazione obbligatoria scrivendo alla mail [email protected] indicando nome e cognome, l’età del bambino o della bambina e la disponibilità a partecipare ad entrambi gli appuntamenti
https://www.museonaturalisticominapalumbo.it/2022/06/14/%f0%9d%90%85%f0%9d%90%a8%f0%9d%90%a0%f0%9d%90%a5%f0%9d%90%a2-%f0%9d%90%9d%f0%9d%90%a2-%f0%9d%90%9f%f0%9d%90%a8%f0%9d%90%a0%f0%9d%90%a5%f0%9d%90%a2%f0%9d%90%9e-laboratorio-educativo-gratuito-per-bambi/

29/05/2022

Atto vandalico nei confronti della Gioconda di Leonardo Da Vinci: un uomo ha lanciato una torta ricoperta di panna contro il celebre quadro ospitato al...

Fra il cielo e la terraFoto di F. Toscano
26/05/2022

Fra il cielo e la terra
Foto di F. Toscano

15/05/2022
24/02/2022

Address


Website

Alerts

Be the first to know and let us send you an email when Art Gallery Book - La Galleria d'Arte virtuale posts news and promotions. Your email address will not be used for any other purpose, and you can unsubscribe at any time.

Shortcuts

  • Address
  • Alerts
  • Claim ownership or report listing
  • Want your museum to be the top-listed Museum?

Share