Montefollonico 1915 - 1918

Montefollonico 1915 - 1918 Dopo 100 anni dalla scellerata Dichiarazione di Guerra dell'Italia all’Austria, il 23 Maggio a Montefollonico si ricorderanno i nostri caduti in guerra
(14)

Non a “l’ombra…”, ma da sotto il sudicio “de cipressi” si “scoprono le tombe, si levano i morti, i nostri martiri son tutti risorti….” Nell’anniversario dei 100 anni dalla scellerata Dichiarazione di Guerra del governo italiano all’Austria-Ungheria (Vienna, 23 maggio 1915), a Montefollonico si ricorderanno i nostri concittadini caduti durante la grande guerra. Tutto iniziò una domenica mattina durante uno dei miei soliti giri a tirare pedate al sudicio, quando a Montefollonico nel Viale della Rimembranza, mezza sotterrata sotto le frasche secche dei cipressi, balzò fuori una delle lapidi in ricordo dei caduti del quindici-diciotto. Un po’ per gioco un po’ per non disperdere la nostra storia, pian piano, cercando tra frasche e terra, sono saltate fuori tutte le lapidi e cippi commemorativi. Così, con tanta fatica, con l’aiuto economico di tanti nostri concittadini, con la collaborazione del Centro Culturale di Montefollonico e l’approvazione dell’Amministrazione Comunale, dopo il riposizionamento dei cippi e dei cipressi mancanti o malati, il 23 maggio 2015, con una cerimonia commemorativa alla presenza della Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri, si potranno ricordare tutti i nostri giovani concittadini caduti in guerra. Il loro ricordo, e simbolicamente il ricordo di tutti i caduti, ci sia di monito affinché tali tragedie non si ripetano più. Andrea Tonini

09/11/2019

Domani commemorazione dei Caduti di Montefollonico al monumento dei giardini sotto la Torre del Cassero....
Sarebbe bello che venissero commemorati anche sulla Via dei Frati, originale e primo monumento ai Caduti montanini.
Piccola nota: il monumento ai giardini ha anche due errori piuttosto grossi. I due nostri soldati decorati, Gabriello Stellini e Francesco Lardori hanno ricevuto la Medaglia d'Argento al valore militare alla memoria: nel monumento ai giardini è invece indicata Medaglia d'Oro. Eppure nel libro che fu scritto subito dopo la Grande Guerra e ristampato dall'Accademia degli Oscuri ("Perchè la memoria vinca sull'oblio") è chiaramente indicata la corretta versione...

Domenica prossima, 10 novembre ai giardini di Montefollonico verranno commemorati i nostri Caduti. Una corona d'alloro v...
08/11/2019

Domenica prossima, 10 novembre ai giardini di Montefollonico verranno commemorati i nostri Caduti. Una corona d'alloro verrà posizionata dall'Amministrazione comunale ai piedi del Monumento dei Caduti.

Celebrazioni 4 novembre ✔️domenica 10 novembre #torrita #montefollonico

24/10/2019
Iron Maiden - Paschendale

Curiosando in qua e là mi sono imbattuto nel nome di una località particolare: Passchendaele. E' una località nel Belgio vicino alla città di Ypres tristemente nota per i primi attacchi col gas asfissiante da parte dei tedeschi durante la Prima Guerra Mondiale, tanto che il gas prese il nome di Yprite. La Battaglia di Passchendaele nota anche come Terza Battaglia di Ypres, si svolse tra Tedeschi e inglesi.
La resistenza della 4ª armata tedesca, il tempo insolitamente piovoso, l'arrivo dell'inverno e altri fattori permisero ai tedeschi di evitare una ritirata generale, che in ottobre era apparsa quasi inevitabile. In particolar modo ebbe grande importanza la disfatta di Caporetto delle truppe italiane, che costrinse i britannici e i francesi a inviare divisioni di rinforzo per evitare che l'Italia uscisse dal conflitto; di conseguenza il fronte di Ypres ne risentì. La campagna terminò in novembre, quando le truppe canadesi catturarono Passchendaele.
Per le elevatissime perdite subite, i modesti risultati e l'incapacità dei generali britannici, la battaglia di Passchendaele nella storiografia britannica è sinonimo di fiasco militare, mentre Basil Liddell Hart l'ha definita "il più triste dramma della storia militare inglese. La Battaglia di Passchendaele è stata ricordata anche in una canzone del gruppo Heavy Metal degli Iron Maiden. Il ritmo quasi ossessivo e la grafica possono rendere un minimo dell'idea della sanguinosità degli scontri.
https://www.youtube.com/watch?v=Mx3UPfzGeN4

Click "more" to view lyrics: In a foreign field he lay Lonely soldier, unknown grave On his dying words he prays Tell the world of Paschendale Relive all tha...

Eccola qua la campana. I Caduti indicati sono solo 4: Francesco Lardori, Martino Cappelli, Elvio Rossi e Venanzio Bulghe...
09/07/2019

Eccola qua la campana. I Caduti indicati sono solo 4: Francesco Lardori, Martino Cappelli, Elvio Rossi e Venanzio Bulgherini, due della Grande Guerra e due della II Guerra Mondiale. Credo però che comunque siano rappresentativi di tutti i nostri Caduti. La campana è stata fusa nel 1961 con contributo per la sua realizzazione degli abitanti e amici di Montefollonico,per la ricorrenza del I Centenario dell'Unità d'Italia e con l'occasione vi sono stati iscritti anche i nomi dei quattro nostri Caduti. La campana è una delle tre campane di S. Leonardo, quella che guarda verso Ponente e praticamente quella che suona le ore tutti i giorni.

08/07/2019

Forse nessuno lo sa, ma anche Montefollonico ha la sua Campana dei Caduti...ma dove sara????

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo
21/06/2019

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo

Pro Loco Montefollonico
20/06/2019

Pro Loco Montefollonico

Buonasera a tutti,
sabato prossimo, quindi fra una settimana, verrà presentata la trascrizione del libro di memorie dal fronte della I Guerra Mondiale del sergente Giuseppe Zadi di Montefollonico caduto in battaglia e sepolto a Fagarè della Battaglia.
Il libro comprende le lettere trascritte dagli studenti delle medie della Scuola "G: Parini" di Torrita di Siena. L'incontro, come la trascrizione, sono stati organizzati dall'Accademia degli Oscuri torritese: sede della presentazione sarà l'agriturismo Ficopazzo presso Montefollonico alle ore 17.00.
A tale evento seguirà la tradizionale cena del Solstizio aperta a tutti coloro che volessero partecipare.
E' un momento particolare, per ricordare la sofferenza di tanti ragazzi, che come il Sergente Zadi, non sono ritornati a casa dalle famiglie.

24/05/2019
La leggenda del Piave

Buongiorno a tutti: oggi è il 24 maggio. 104 anni fa ’Italia entra in guerra contro l’impero austro-ungarico, gettandosi nella Prima Guerra Mondiale dieci mesi dopo l'inizio delle ostilità in Europa. Alle 3:30 le truppe italiane oltrepassano il confine italo-austriaco, puntando verso le «terre irredente» del Trentino, del Friuli, della Venezia Giulia. La grande Guerra terminerà nel mondo l’11 novembre 1918. Il conflitto coinvolgerà ventisette paesi, provocando 15 milioni di morti, la dissoluzione dell'Impero austroungarico, di quello ottomano e la fine di quello degli Zar, travolto dalla rivoluzione bolscevica del 1917.
La Canzone del Piave fu scritta da Giovanni Ermete Gaeta, pseudonimo di E.A.Mario nato a Napoli. Lo slancio patriottico, a cui seguì quello artistico, nacque a E.A.Mario, per il timore dell'offensiva austriaca, così gli nacque l'idea di comporre quei versi. E la Canzone del Piave, in un certo senso, fu propizia alle truppe italiane. Proprio mentre E. A Mario la scriveva, gli austriaci furono scacciati con la Seconda Battaglia del Piave. Il successo della canzone fu così grande che dopo Vittorio Veneto al compositore fu chiesto di aggiungere una quarta strofa.che per anni. E in seguito rimase così impressa nel cuore degli italiani, che già nell'Italia repubblicana, fu usata come inno nazionale, ma Alcide De Gasperi si oppose e presto impose l'Inno di Mameli.
VIVA L'ITALIA, SEMPRE!
ONORI AI CADUTI!
https://www.youtube.com/watch?v=fhCQxa85PMI

31/12/2018

Buongiorno a tutti,
questa pagina era mia intenzione chiuderla alla fine delle celebrazioni del Centenario...ma ancora persone si registrano, guardano e magari si aspettano altre notizie.
Quindi si decide di andare avanti aggiungendo nuove notizie e scoperte eventuali.
Intanto la prima è che la Proloco di Montefollonico chiederà ufficialmente al Comune di Torrita di Siena la gestione della manutenzione del Viale dei Caduti di Montefollonico stipulando una convenzione, sulla base anche di quanto stabilito dallo Statuto della Proloco stessa.
Il Consiglio direttivo Proloco ha già approvato all'unanimità questo punto.
Per non cadere nuovamente nel degrado totale a cui il Viale è stato strappato tre anni fa.
Buon anno a tutti e buon proseguimento delle feste.

03/11/2018

Confermata Messa domani ore 11.00 in San Leonardo. Concelebrazione Don Pietro e Sua Ecc. Vescovo emerito Divo. Chiunque voglia, dopo la Messa ci sposteremo verso la Via dei Frati. Breve sosta alla lapide di Palazzo Pretorio quindi benedizione delle lapidi sulla Via, a meno di pioggia ovviamente.
Si ricorda domani pomeriggio il concerto-conferenza di chiusura delle Celebrazioni a Montefollonico, Teatro Bruno Vitolo, con la pianista torritese Elena Minetti e Gaston Fournier-Facio direttore artistico dal 2014 del Teatro Regio di Torino , Croce d'Onore per l'Arte e la Scienza della Repubblica austriaca. Ore 18.00 circa. Il concerto è gratuito. Grazie a chiunque interverrà. E GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO CONTRIBUITO ALLA REALIZZAZIONE DI QUESTE GIORNATE A MONTEFOLLONICO.

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo
31/10/2018

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo

31/10/2018

Aggiornamento sul programma degli eventi: le conferenze previste per il 30 e 31 al teatro Bruno Vitolo di Montefollonico sono state spostate ai giorni 5 e 6 novembre nell'aula magna dei Licei poliziani. Quella del 30 il giorno 5 dalle ore 11.20 alle ore 13.20, quella del 31 il giorno 6 dalle ore 12.20 alle ore 13.20. Rimane invariata la data e l'orario della conferenza del 2 novembre a Montefollonico dove saranno presenti oltre 80 studenti delle classi terze della Scuola Primaria di Torrita e Trequanda. Il giorno 4 la Messa verrà celebrata in San Leonardo invece che sul Viale dei caduti, poi, a fine celebrazione e a chi interessa, ci sposteremo per la benedizione delle lapidi dei soldati sul viale. Salvo eventuali variazioni improvvise.
Grazie

Viale dei Caduti, Fanfara e Autorità
31/10/2018

Viale dei Caduti, Fanfara e Autorità

29/10/2018

Ieri ha avuto inizio la settimana delle Commemorazioni relative alla fine delle Grande Guerra..
Il tempo non è stato per niente clemente...le modifiche sono state fatte lì per lì durante lo svolgimento cercando di combinare piccoli spazi di calma atmosferica con ciò che si doveva fare all'esterno. Importante la sfilata al Viale della Rimembranza che ha avuto luogo senza problemi per gli Onori ai Caduti di Montefollonico. Saluti del Sindaco e un intervento anche della rappresentanza della Croce Rossa Italiana. Non ci scordiamo della Fanfara dei Bersaglieri di Siena ovviamente che ci ha accompagnato per tutto il pomeriggio, a partire dalla Messa per i Caduti in San Leonardo.
Importante anche l'inaugurazione della mostra dei reperti bellici sia della Grande Guerra che della II Guerra Mondiale quest'ultimi provenienti per la maggior parte dal territorio di Montefollonico e raccolti in molti anni di costanti ricerche. La mostra rimarrà aperta sicuramente fino al 4 novembre, ma potrebbe subire anche delle proroghe...
Per la eventuale visita nel caso di momentanea chiusura contattare il presidente della Proloco di Montefollonico al 349 5241481.

Montefollonico 1915 - 1918
29/10/2018

Montefollonico 1915 - 1918

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo
29/10/2018

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo

Finalmente si rende noto il programma delle giornate dal 28 ottobre al 4 novembre che avranno luogo a Montefollonico in ...
14/10/2018

Finalmente si rende noto il programma delle giornate dal 28 ottobre al 4 novembre che avranno luogo a Montefollonico in occasione della commemorazione della fine della Grande Guerra. Si evidenzia il fatto che gli orari delle conferenze potrebbero subire modifiche che verranno però rese note il prima possibile.

26/08/2018

La copertina nuova è una cartolina spedita da Montefollonico: nelle prime righe si legge:" Bisogna davvero rendere grazie al Signore per la Vittoria riportata..."
La data del timbro è 18.11.1918.

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo
26/08/2018

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo

Volantino di propaganda bellica dopo la disfatta di Caporetto...Museo della Guerra di Rovereto
26/08/2018

Volantino di propaganda bellica dopo la disfatta di Caporetto...Museo della Guerra di Rovereto

Montefollonico 1915 - 1918
26/08/2018

Montefollonico 1915 - 1918

04/08/2018

4 agosto 1916
"La notizia che ieri circolava vaga per il nostro ritorno al fronte viene subito confermata nelle prime ore di stamattina, è sospesa ogni specie di istruzione; tutta la giornata è impiegata nei preparativi, cosa un pò difficile dato che tutto il personale della mia sezione, compresi i conducenti, è tutto personale nuovo: Nelle ore pomeridiane sappiamo che in serata partirà un battaglione e tre sezioni di mitragliatrici; ma queste pare siano le tre appartenenti al 1° Battaglione, che è quello che dovrà mettersi in marcia all'imbrunire per raggiungere il fronte. Infatti a ore 19 il 1° battaglione parte alla volta del fronte noi partiremo certamente domani."

03/08/2018

3 agosto 1916
" Sono già passati 18 giorni che siamo in riposo si parla che domani torneremo di nuovo in trincea,ma la notizia non è ancora confermata. Intanto per le retrovie è un continuo andare avanti e indietro di carri, autocarri e altri veicoli che avvicinano al fronte armi e munizioni; le strade sono affollate di giorno e di notte, si prevvede che tra qualche giorno incominceranno delle azioni offensive per tutto il fronte. In ogni reggimento sono state raddoppiate le sezioni Mitragliatrici; e sono stati fatti ogni sorta di preparativi: certamente, siamo alla vigiglia di giorni decisivi: speriamo che tutto vada bene e che la fortuna ci assista"

01/08/2018

Il giorno 1 di agosto 1916: dal diario di guerra, trincea Cima 3 Monte S. Michele
"Appena giorno il tenente Vandone ha definitivamente diviso il personale della nuova sezione, formando le sezioni di tiro e gli scaglioni munizioni: Io sono stato assegnato vice tiratore della 2° arma, poscia ci siamo recati al tiro per provare le armi, che funzionano magnificamente; abbiamo sparato circa a 100 colpi: Nel pomeriggio apprendiamo che il tenente Vandone abbandona la sezione, pare che verrà ad assumere il comando un aspirante che attualmente comanda la 3° sezione."
Scritto dal Sergente Giuseppe Zadi, matr. 1717.

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo
26/07/2018

Montefollonico 1915 - 1918's cover photo

20/06/2018

Ieri era il 19 giugno: esattamente cento anni fa in località Nervesa dell Battaglia moriva Francesco Baracca, asso dell'aviazione della I Guerra Mondiale. Era nato a a Lugo di Romagna e li attualmente è sepolto. L'insegna di Baracca, come sappiamo, era il Cavallino Rampante:questo deriverebbe dallo stemma della città tedesca di Stoccarda. Gli aviatori di un tempo, infatti, venivano considerati "assi" solo dopo l'abbattimento del quinto aereo, di cui assumevano talvolta le insegne in onore del nemico sconfitto. Baracca, noto per la sua lealtà e il suo rispetto per l'avversario, avrebbe quindi fatto dipingere sulla carlinga del suo velivolo il cavallino rampante (già nero, secondo questa tesi) visto su quella del quinto aereo da lui abbattuto, un Aviatik (o, secondo altri, un Albatros B.II) tedesco probabilmente guidato da un aviatore di Stoccarda. Se così fosse, allora i cavallini (o meglio le giumente: Stutengarten - da cui Stuttgart, il nome tedesco di Stoccarda cui l'arma parlante fa riferimento - in antico altotedesco significava "recinto delle giumente") che compaiono negli attuali stemmi della Ferrari e della Porsche (quest'ultimo desunto direttamente dallo stemma della città tedesca) avrebbero, benché leggermente diversi nella grafica, la medesima origine.
In ogni caso, qualche anno dopo il termine della prima guerra mondiale, nel 1923, la madre di Francesco Baracca diede ad Enzo Ferrari l'autorizzazione a utilizzare l'emblema usato da suo figlio.

25/05/2018

Carissimi tutti,
per celebrare il Centenario della Vittoria stiamo preparandoci ad organizzare qualche cosa a Montefollonico...
Il 28 ottobre sarà con noi la Fanfara dei Bersaglieri di Siena che darà una splendida nota di colore ai festeggiamenti: E' prevista inoltre una mostra su documenti e reperti della I e, in minima parte, anche II Guerra Mondiale che riguardano Montefollonico e persone di Montefollonico che si articolerà probabilmente in due postazioni distinte. Per ora nessun tipo di anticipazione sul materiale esposto, ma credo che ci saranno dei pezzi notevoli. Chiunque avesse materiale che ritiene di poterci affidare per una settimana circa per mettere in esposizione può rivolgersi a me, Andrea Tonini e alla Proloco di Montefollonico. Vi terremo comunque aggiornati su eventuali cambiamenti e sviluppi.
Grazie in anticipo a tutti coloro che parteciperanno ai festeggiamenti.

Commemorazione del 25 aprile a Sinalunga con la Fanfara di Siena.
25/04/2018

Commemorazione del 25 aprile a Sinalunga con la Fanfara di Siena.

Un ricordo del viaggio a Fagarè della Battaglia, dove è sepolto il Sergente Giuseppe Zadi.
30/03/2018

Un ricordo del viaggio a Fagarè della Battaglia, dove è sepolto il Sergente Giuseppe Zadi.

Indirizzo

Via Dei Frati
Montefollonico
53049

Telefono

349 5241481

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Montefollonico 1915 - 1918 pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Video

Musei nelle vicinanze