Arthistorybycaterina

Arthistorybycaterina Pagina dedicata alla scoperta di Firenze e della Toscana, dei suoi capolavori e tradizioni, della cultura culinaria e della storia dell'arte in generale.
(7)

Per essere sempre aggiornato metti Mi piace alla pagina o seguici su Instagram

Normali funzionamento

IL LIBERO COMUNEMassa Marittima è un paese nelle colline metallifere della Maremma Toscana, ed è un centro antichissimo ...
31/07/2021

IL LIBERO COMUNE

Massa Marittima è un paese nelle colline metallifere della Maremma Toscana, ed è un centro antichissimo precedente alla civiltà etrusca, che poi si insedierà fortemente a partire dal Lago dell'Accesa.

Il suo sviluppo nel Medioevo si deve nell'XI secolo, quando la diocesi passò da Populonia, ormai indifesa e preda di costante razzie dei pirati provenienti dal mare, alla città collinare dove verrà dedicata la cattedrale a San Cerbone, figura carismatica di quell'area territoriale, in quanto straordinario divulgatore della Fede di Cristo, vescovo della stessa Populonia.

Nel 1225 ha la forza per acquisire autonomia di libero Comune, crescendo economicamente e culturalmente fino a essere autorizzata ad avere moneta propria, dal 1 maggio 1317 e fino al 1319; in quest'epoca si costruiscono le mura medievali e la Cattedrale dedicata a San Cerbone, in stile romanico fra le più belle della Toscana.

Centro di importanti reti di trasporto Massa Marittima avrà sempre una considerazione particolare; la manifestazione storica tipica di Massa è il Balestro del Girifalco, che consiste in una gara tra Balestrieri a cui partecipano i tre terzieri e viene dalla motivazione storica dell'affermarsi del libero Comune.

I rapporti con Siena furono di alleanza e libero rispetto, partecipando i massesi a fianco di Siena alla battaglia di Montaperti nel 1260, ma i senesi, nel 1335 provocarono una forte crisi e la perdita della libertà di azione e di movimento che il libero comune consentiva.

www.arthistorybycaterina.com


se ti è piaciuto il post, salvalo…..così mi aiuti a crescere…!!!!!

@arthistorybycaterina

#arthistorybycaterina #toscana #firenze #firenzemadeintuscany #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #arte #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹 #conoscifirenze #arthistory #corsodearte #museiitaliani #storiaitaliana #tuscany #florencia #florence #corsodelingua #estudaritaliano #artstagram #corsodeitaliano #historyart #historyartculture #studyitalian
#sbandieratori #girifalco #massamarittimatuscany #massamarittima

GINO BARTALI VINCE IL SUO PRIMO TOUR DE FRANCENel 1938 Gino Bartali, dopo la beffa dell'anno precedente, tornò con buoni...
31/07/2021

GINO BARTALI VINCE IL SUO PRIMO TOUR DE FRANCE

Nel 1938 Gino Bartali, dopo la beffa dell'anno precedente, tornò con buoni propositi di vittoria al Tour de France.

In effetti conquistò un successo strepitoso, con quasi 18 minuti di vantaggio sul secondo, e impreziosito dalla vittoria schiacciante sulla vetta di quell'Izoard che segnerà il destino di Bartali, anche 10 anni più tardi.

Bartali fu così il secondo italiano a imporsi in Francia, dopo Ottavio Bottecchia.

La carriera di Gino era solo all'inizio ed era ricca di aspettative; ma arrivò per lui l'ora delle decisioni irrevocabili e fu richiamato alle armi.

Prima di partire però, sposò la sua Adriana, conosciuta mentre faceva la commessa ai magazzini "48".

Durante la guerra, Gino compì numerosi gesti di solidarietà: contribuì alla fuga di 49 inglesi rifugiati a Villa Selva a Ponte a Ema, ma soprattutto trasportò, nascosti nel telaio della bicicletta, i documenti necessari agli Ebrei rifugiati nel convento di Assisi per scampare alla deportazione; fu questa, per Gino, la vittoria più grande, anche se al traguardo non poté alzare le mani per gioire.

www.arthistorybycaterina.com
@arthistorybycaterina
https://www.youtube.com/channel/UCKkyWaJtOXQuzIiS205WcFg

#arthistorybycaterina #quadri #firenzecityofficial #storia #firenze #firenzemadeintuscany #museide #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #arte #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹 #conoscifirenze #arthistory #corsodearte #museiitaliani #storiaitaliana #fotoarte #florencia #florence #corsodelingua #estudaritaliano #artstagram #divulgazionedartelibera #corsodeitaliano #historyart #historyartculture #studyitalian

31/07/2021

Sabato 31 luglio

Il GIGLIO

Aiutami a crescere.......salva il post nella tua libreria!!!!!

#ifiorentino #firenze #modididire #florence #florenceitaly #florencia #firenzegram #firenze🇮🇹 #firenzetoday #firenzemia #arthistorybycaterina #arthistory #history #historia #storytime #stories #artistsoninstagram #artofinstagram #arthistoryflorence #storiadellarte

🇬🇧🇬🇧🇬🇧🇺🇸🇺🇸🇺🇸THE DEFENSIVE WALLS OF FLORENCE As we have seen in the previous post, thanks to the walls built by the Marqu...
30/07/2021

🇬🇧🇬🇧🇬🇧🇺🇸🇺🇸🇺🇸
THE DEFENSIVE WALLS OF FLORENCE

As we have seen in the previous post, thanks to the walls built by the Marquise Matilda di Canossa, in 1082 the army Henry IV gave up taking the city.

Florence has always had defensive walls; the first circle dates back to the Roman period with the doors arranged according to the cardinal points: to the north Porta Aquilonia, to the east Porta San Piero, to the south Porta Santa Maria and to the west Porta San Pancrazio.

After the fall of the Roman Empire, the population of Florence decreased considerably and new walls were built, but narrower.

The second circle created is also called Byzantine, which could also include the Pagliazza tower, which today is located in Piazza Santa Elisabetta.

Later the Carolingian walls were erected, a direct consequence of the city's demographic growth.

After the ancient circle it was the turn of the first of the municipal period, which includes the vault of San Pierino, probably today the only surviving thing of that ancient structure.

One hundred years later Florence was by now one of the most important cities in Europe and the development imposed a new enlargement of the city limits with the construction of a new defensive wall.

The new walls were one of the first works carried out in Florence by Arnolfo di Cambio and survived until 1865; they were where we are now driving and are the current Viali Di Circonvallazione.

www.arthistorybycaterina.com

se ti è piaciuto il post, salvalo…..così mi aiuti a crescere…!!!!!

@arthistorybycaterina

#arthistorybycaterina #toscana #firenze #firenzemadeintuscany #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #arte #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹 #conoscifirenze #arthistory #corsodearte #museiitaliani #storiaitaliana #tuscany #florencia #florence #corsodelingua #estudaritaliano #artstagram #corsodeitaliano #historyart #historyartculture #studyitalian

🇺🇸🇺🇸🇺🇸🇬🇧🇬🇧🇬🇧RENUNCIATION OF THE SIEGE OF FLORENCE The Marchesa Matilde di Canossa was a powerful feudal lord who exercis...
30/07/2021

🇺🇸🇺🇸🇺🇸🇬🇧🇬🇧🇬🇧
RENUNCIATION OF THE SIEGE OF FLORENCE

The Marchesa Matilde di Canossa was a powerful feudal lord who exercised her power over the lands of Lombardy, Emilia Romagna and Tuscany.

In the period of the investiture struggles she was an ardent supporter of Pope Gregory VII, who excommunicated the emperor Arrigo IV twice; in 1080, at the second excommunication, Henry IV had a new antipope elected, Clement III, from whom he had himself elected again emperor.

Among the consequences of that gesture there was also the deposition of Matilde from the land of feudal lord; however Florence was among the few Tuscan cities to remain faithful to the Marchesa, siding with the Pope and earning the emperor's wrath.
At the time it seemed a rash move, but in this way Florence laid the foundations for the achievement of municipal autonomy and for its subsequent political fortune.

On 21 July 1082, the army of Arrigo IV arrived under the city walls and camped in the area called Cafaggio, the current Piazza Santissima Annunziata, but the great heat of that summer forced the emperor to abandon his war intentions as early as July 30.

The defensive walls that Matilde herself had wanted a few years earlier also brought this idea to maturity; it was the fourth Florentine city wall in chronological order; the one mentioned by Cacciaguida in the Divine Comedy.

Florence has always been equipped with defensive measures; the first circle dates back to the Roman period, when the doors were arranged according to the cardinal points: to the north, Porta Aquilonia, where Borgo San Lorenzo begins today; to the east Porta San Piero, near via del Corso; to the south Porta Santa Maria, in via Por Santa Maria and to the west, Porta San Pancrazio, between via Tornabuoni and via Strozzi.
Do you want to know the history of the walls of Florence?

Follow the next post and you will find out the whole story.

www.arthistorybycaterina.com

se ti è piaciuto il post, salvalo…..così mi aiuti a crescere…!!!!!

@arthistorybycaterina

#arthistorybycaterina #toscana #firenze #firenzemadeintuscany #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #arte #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹

🇪🇦🇪🇦🇪🇦🇦🇷🇦🇷🇦🇷LOS MUROS DEFENSIVOS DE FLORENCIA Como hemos visto en el post anterior, gracias a las murallas construidas p...
30/07/2021

🇪🇦🇪🇦🇪🇦🇦🇷🇦🇷🇦🇷
LOS MUROS DEFENSIVOS DE FLORENCIA

Como hemos visto en el post anterior, gracias a las murallas construidas por la marquesa Matilda di Canossa, en 1082 el ejército Enrique IV abandonó la toma de la ciudad.

Florencia siempre ha tenido murallas defensivas; el primer círculo se remonta a la época romana con las puertas dispuestas según los puntos cardinales: al norte Porta Aquilonia, al este Porta San Piero, al sur Porta Santa Maria y al oeste Porta San Pancrazio.

Después de la caída del Imperio Romano, la población de Florencia disminuyó considerablemente y se construyeron nuevas murallas, pero más estrechas.

El segundo círculo creado también se llama bizantino, que también podría incluir la torre Pagliazza, que hoy se encuentra en Piazza Santa Elisabetta.

Posteriormente se levantaron las murallas carolingias, consecuencia directa del crecimiento demográfico de la ciudad.

Después del círculo antiguo le tocó el turno al primero del período municipal, que incluye la bóveda de San Pierino, probablemente hoy el único sobreviviente de esa antigua estructura.

Cien años después, Florencia era ya una de las ciudades más importantes de Europa y el desarrollo impuso una nueva ampliación de los límites de la ciudad con la construcción de una nueva muralla defensiva.

Los nuevos muros fueron una de las primeras obras realizadas en Florencia por Arnolfo di Cambio y sobrevivieron hasta 1865; eran donde ahora pasamos en coche y son el actual Viali Di Circonvallazione.

www.arthistorybycaterina.com

se ti è piaciuto il post, salvalo…..così mi aiuti a crescere…!!!!!

@arthistorybycaterina

#arthistorybycaterina #toscana #firenze #firenzemadeintuscany #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #arte #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹 #conoscifirenze #arthistory #corsodearte #museiitaliani #storiaitaliana #tuscany #florencia #florence #corsodelingua #estudaritaliano #artstagram #corsodeitaliano #historyart #historyartculture #studyitalian
#muradifirenze #cerchiamuraria #matildedicanossa

LE MURA DIFENSIVE DI FIRENZECome abbiamo visto nel post precedente, grazie alle mura volute dalla Marchesa Matilde di Ca...
30/07/2021

LE MURA DIFENSIVE DI FIRENZE

Come abbiamo visto nel post precedente, grazie alle mura volute dalla Marchesa Matilde di Canossa, nel 1082 l'esercito Enrico IV rinunciò alla presa della città.

Firenze ha sempre avuto delle mura difensive; la prima cerchia risale al periodo romano con le porte disposte secondo i punti cardinali: a nord porta Aquilonia, a est Porta San Piero, a sud Porta Santa Maria e a ovest Porta San Pancrazio.

Dopo la caduta dell'impero romano la popolazione di Firenze diminuì notevolmente e furono costruite delle nuove mura, però più strette.

La seconda cerchia realizzata è chiamata anche bizantina, di cui potrebbe far parte anche la torre della Pagliazza, che oggi si trova in piazza Santa Elisabetta.

Più tardi furono erette le mura Carolinge, diretta conseguenza della crescita demografica della città.

Dopo la cerchia antica fu la volta della prima del periodo comunale, di cui fa parte la volta di San Pierino, probabilmente oggi l'unica cosa sopravvissuta di quella antica struttura.

Cento anni più tardi Firenze era ormai una delle città più importanti d'Europa e lo sviluppo impose un nuovo allargamento dei confini della città con la costruzione di una nuova cinta difensiva.

Le nuove mura furono una delle prime opere realizzate a Firenze da Arnolfo di Cambio e sono sopravvissute fino al 1865; si trovavano dove ora passiamo in auto e sono gli attuali Viali Di Circonvallazione.

www.arthistorybycaterina.com


se ti è piaciuto il post, salvalo…..così mi aiuti a crescere…!!!!!

@arthistorybycaterina

#arthistorybycaterina #toscana #firenze #firenzemadeintuscany #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #arte #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹 #conoscifirenze #arthistory #corsodearte #museiitaliani #storiaitaliana #tuscany #florencia #florence #corsodelingua #estudaritaliano #artstagram #corsodeitaliano #historyart #historyartculture #studyitalian
#muradifirenze #muradifensive #matildedicanossa

🇦🇷🇦🇷🇦🇷🇪🇦🇪🇦🇪🇦RENUNCIA DEL SITIO DE FLORENCIA La Marchesa Matilde di Canossa fue un poderoso señor feudal que ejerció su p...
30/07/2021

🇦🇷🇦🇷🇦🇷🇪🇦🇪🇦🇪🇦
RENUNCIA DEL SITIO DE FLORENCIA

La Marchesa Matilde di Canossa fue un poderoso señor feudal que ejerció su poder sobre las tierras de Lombardía, Emilia Romagna y Toscana.

En el período de las luchas de investidura fue una ardiente defensora del papa Gregorio VII, quien excomulgó en dos ocasiones al emperador Arrigo IV; en 1080, en la segunda excomunión, Enrique IV hizo elegir un nuevo antipapa, Clemente III, de quien él mismo había elegido de nuevo emperador.

Entre las consecuencias de ese gesto estaba también la destitución de Matilde de la tierra del señor feudal; sin embargo, Florencia fue una de las pocas ciudades toscanas que se mantuvo fiel a Marchesa, poniéndose del lado del Papa y ganándose la ira del emperador.

En ese momento parecía un movimiento temerario, pero de esta manera Florencia sentó las bases para el logro de la autonomía municipal y para su posterior fortuna política.

El 21 de julio de 1082 el ejército de Arrigo IV llegó bajo las murallas de la ciudad y acampó en la zona denominada Cafaggio, la actual Piazza Santissima Annunziata, pero el gran calor de ese verano obligó al emperador a abandonar sus intenciones bélicas ya el 30 de julio.

Los muros defensivos que la propia Matilde había querido unos años antes también llevaron esta idea a la madurez; fue la cuarta muralla florentina en orden cronológico; el mencionado por Cacciaguida en la Divina Comedia.

Florencia siempre ha estado equipada con medidas defensivas; el primer círculo se remonta a la época romana, cuando las puertas estaban ordenadas según los puntos cardinales: al norte, Porta Aquilonia, donde comienza hoy Borgo San Lorenzo; al este Porta San Piero, cerca de via del Corso; al sur Porta Santa Maria, en via Por Santa Maria y al oeste, Porta San Pancrazio, entre via Tornabuoni y via Strozzi.

¿Quieres conocer la historia de las murallas de Florencia?

Sigue la siguiente publicación y descubrirás toda la historia.

www.arthistorybycaterina.com

se ti è piaciuto il post, salvalo…..così mi aiuti a crescere…!!!!!

@arthistorybycaterina

#arthistorybycaterina #firenze #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹

GIORGIO VASARIIl 30 luglio del 1511 nasce ad Arezzo il grande Giorgio Vasari, artista poliedrico e architetto, scrittore...
30/07/2021

GIORGIO VASARI

Il 30 luglio del 1511 nasce ad Arezzo il grande Giorgio Vasari, artista poliedrico e architetto, scrittore e storico, stratega politico per conto di Cosimo I de' Medici, regista di significativi eventi, ideatore dell'Accademia delle Arti del Disegno nel 1563.

Vasari nasce ad Arezzo con il padre Antonio commerciante di tessuti: il piccolo rivela subito l'attitudine all'arte e all'artigianato e l'incontro con il Cardinale Silvio Passerini di Cortona, gli cambierà la vita.

Da giovane fu chiamato da Papa Clemente VII, a seguire la formazione dei giovani di casa Medici, Ippolito e il futuro Duca Alessandro; entrerà così nella cerchia di corte.

Quando il Duca Alessandro viene ucciso nel 1537, tornerà ad Arezzo, anche per aiutare la famiglia dopo la morte del padre.

Realizzò altre esperienze a Napoli, Venezia, Roma, fino ad arrivare a scrivere la biografia de "Le vite de' più eccellenti pittori, scultori e architettori".

Rientrerà a Firenze nel 1553 con Cosimo I de' Medici; Vasari fu un vero e proprio Ministro della Cultura con la ristrutturazione di Palazzo Vecchio, realizzazione dei nuovi uffici, necessari per l'allargarsi del Granducato, il passaggio che collega Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, di 960 metri fra case e palazzi, chiamato appunto "Corridoio Vasariano".

Realizzerà molte opere e strategie per esaltare e magnificare la casata dei Medici e sarà così vicino a Cosimo I che morirà lo stesso anno, nel 1574.

Ricordiamo che adesso il Corridoio Vasariano è chiuso al pubblico; all'inizio del 2021 sarebbero dovuti iniziare i lavori per l'adeguamento e messa in sicurezza del corridoio stesso, ma attualmente i lavori non sono iniziati, per cui la data di riapertura prevista per il 2022 sarà sicuramente posticipata.

www.arthistorybycaterina.com


se ti è piaciuto il post, salvalo…..così mi aiuti a crescere…!!!!!

@arthistorybycaterina

#arthistorybycaterina #toscana #firenze #firenzecityitaly #storiadellarte #musei #arte #museitaliani #firenzegram #firenze🇮🇹 #conoscifirenze #arthistory #corsodearte #museiitaliani #storiaitaliana #tuscany #florencia #florence #corsodelingua #corridoiovasariano #corridoiovasarianofirenze

Indirizzo

Florence
50100

Orario di apertura

Lunedì 08:30 - 22:00
Martedì 08:30 - 22:00
Mercoledì 08:30 - 22:00
Giovedì 08:30 - 23:30
Venerdì 08:30 - 23:30
Sabato 09:00 - 23:45
Domenica 09:00 - 23:45

Telefono

+393473657791

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Arthistorybycaterina pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Arthistorybycaterina:

Digitare

Musei nelle vicinanze