Sinagoga e Museo Ebraico Firenze

Sinagoga e Museo Ebraico Firenze A pochi passi dai principali attrattori turistici svetta imponente la cupola orientaleggiante della Sinagoga di Firenze, aperta al pubblico tutti i giorni tranne il sabato e le principali festività ebraiche.
(67)

Temporaneamente chiuso

#MEFCollezione Il sefer Torah, il rotolo in pergamena su cui è scritto il testo del Pentateuco (i primi cinque libri del...
19/02/2021

#MEFCollezione Il sefer Torah, il rotolo in pergamena su cui è scritto il testo del Pentateuco (i primi cinque libri della Bibbia), è avvolto e abbellito da un mantello di stoffa preziosa e ricamata che si chiama meil (mantello appunto.)

📷 Quello in foto è un particolare del meil in raso di seta rossa al centro del quale sono raffigurate, con filato in oro e seta, le tavole della Legge con i Dieci Comandamenti. Intorno è ricamato il Salmo 29, il cui canto accompagna i rotoli quando vengono riposti nell’armadio sacro.

✨✨Appena il Museo potrà nuovamente aprire al pubblico vi invitiamo a scoprire dal vivo la preziosità della stoffa, la delicata precisione delle iscrizioni e la bellezza di questo manufatto realizzato nel 1730 da Anna Galligo, una tra le ricamatrici più importanti dell'epoca.✨✨
#DaVedere
#italiaebraica
#laculturanonsiferma

Terzo appuntamento 👉 giovedì 18 febbraio alle 18.30 con le iniziative di #ItaliaEbraica, progetto che unisce i musei ebr...
16/02/2021

Terzo appuntamento 👉 giovedì 18 febbraio alle 18.30 con le iniziative di #ItaliaEbraica, progetto che unisce i musei ebraici italiani
📌 La serie di eventi online, sulla piattaforma Zoom un appuntamento al mese con due musei protagonisti, conduce i partecipanti alla scoperta del patrimonio culturale ebraico.
Due musei, un unico racconto che spazia fra i beni culturali ebraici italiani, le persone, le famiglie, gli usi e i costumi che li accomunano mettendo in luce l’intreccio di storie che legano una comunità all’altra.

🧐 Nel terzo incontro, dedicato alla Sinagoga di Firenze e alla Sinagoga di Torino, il viaggio si muoverà fra la storia dei quartieri ebraici delle due città dopo l'apertura dei ghetti e l'Unità d'Italia.
Intervengono:
✨ Dora Liscia Bemporad - Direttore del Museo Ebraico di Firenze
✨ Baruch Lampronti - Comunità Ebraica di Torino

Per prenotarsi: https://i7a2c.mailupclient.com/frontend/forms/Subscription.aspx?idList=1&idForm=48&guid=aafa5375-bcf1-4e06-965a-e3a98b626156 IL LINK PER ACCEDERE VERRÀ INVIATO PRIMA DELL'INIZIO DELL'EVENTO

Firenze Ebraica
Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah
Sinagoga Di Torino
Comunita' Ebraica di Torino

#nuovachiusuraCovid Nel rispetto dei provvedimenti normativi del Ministro della Salute (ordinanza 37 del 13/2/21) relati...
15/02/2021

#nuovachiusuraCovid Nel rispetto dei provvedimenti normativi del Ministro della Salute (ordinanza 37 del 13/2/21) relativi al contenimento dell’emergenza Covid-19, siamo temporaneamente chiusi.

Speriamo di potervi accogliere nuovamente quanto prima.

http://www.jewishtuscany.it/orari-di-apertura/

13/02/2021
Sinagoga e Museo Ebraico Firenze's cover photo
13/02/2021

Sinagoga e Museo Ebraico Firenze's cover photo

#MEF #curiosità In sinagoga, sopra l'Aròn HaKòdesh che custodisce i rotoli della Torà, sono raffigurate le tavole del pa...
12/02/2021

#MEF #curiosità In sinagoga, sopra l'Aròn HaKòdesh che custodisce i rotoli della Torà, sono raffigurate le tavole del patto o tavole della legge.
Durante recenti lavori di restauro della sinagoga sono stati scoperti sul retro delle tavole le firme dei diversi muratori e artigiani che hanno restaurato l'armadio tra fine Ottocento e metà Novecento: tra i primi firmatari troviamo Giovanni Panti, artefice anche delle decorazioni parietali.
#italiaebraica

🧐 Vi ricordiamo i nostri orari di apertura.Vi aspettiamo
10/02/2021

🧐 Vi ricordiamo i nostri orari di apertura.

Vi aspettiamo

#Booklovers 🖊«Nessuno scrittore di gialli aveva mai assassinato un uomo in una stanza in cui era impossibile entrare». L...
09/02/2021

#Booklovers 🖊«Nessuno scrittore di gialli aveva mai assassinato un uomo in una stanza in cui era impossibile entrare». Lo scrive l’autore, Israel Zangwill uno dei più famosi scrittori ebrei del primo Novecento, nell'introduzione al suo romanzo «Il grande mistero di Bow»; un testo che diventerà un classico della letteratura poliziesca e che vi proponiamo oggi per la nostra rubrica.

📚 Il romanzo fu pubblicato a puntate su una rivista nel 1891; l’autore scartava, puntata per puntata, le soluzioni proposte dai lettori. Un giovane filantropo, nobile e ricco, è ucciso con un taglio alla gola nella camera del quartiere popolare di Bow in cui, per scelta, vive. Manca il movente, il suicidio è escluso, e soprattutto nessuno avrebbe potuto entrare nella stanza e commettere il delitto.
Israel Zangwill non era un esperto del settore giallo, scriveva romanzi d'impegno, saggi, commedie; arrivò a utilizzare il genere e il meccanismo che nel tempo troverà molte imitazioni, quasi per caso, come succede per molte scoperte. A distanza di oltre un secolo dalla pubblicazione è un romanzo che pur nelle limitazioni di plot, riesce ancora a piacere.

Buona lettura
#italiaebraica
#coopculture

La scorsa settimana Hershey Felder, sceneggiatore, compositore, direttore e pianista ha registrato negli spazi della Sin...
07/02/2021
"Before Fiddler", in anteprima lo show online di Hershey Felder dalla Sinagoga di Firenze

La scorsa settimana Hershey Felder, sceneggiatore, compositore, direttore e pianista ha registrato negli spazi della Sinagoga l’evento musicale “BEFORE FIDDLER”, con la partecipazione della Klezmerata Fiorentina diretta da Igor Polesitsky.
L'evento sarà trasmesso in live streaming, in anteprima mondiale (e dal 10 di febbraio sarà disponibile con i sottotitoli in italiano).
La Comunità Ebraica di Firenze riceverà il 100% dei ricavi dalla vendita dei biglietti (acquistati tramite il link) per il musical "Before Fiddler" (tramesso in streaming online).
http://theflr.net/before-fiddler

Firenze Ebraica

Portalegiovani del Comune di Firenze : notizie, informazioni e servizi su Firenze e hinterland fiorentino

#MEFCollezione A che ora comincia lo Shabbat? Al tramonto del venerdì, e termina il sabato all'apparire in cielo delle p...
05/02/2021

#MEFCollezione A che ora comincia lo Shabbat? Al tramonto del venerdì, e termina il sabato all'apparire in cielo delle prime tre stelle (più o meno un'ora dopo il tramonto). Non c’è quindi un orario preciso, ma varia leggermente con lo svolgersi delle stagioni.
✨ Il primo pasto sabbatico è la cena del venerdì sera, così come la prima funzione dello Shabbat in sinagoga. Ogni venerdì, prima che inizi il giorno sacro della settimana, è compito della padrona di casa accendere in casa le candele dello Shabbat nella sala in cui si consumerà la cena o direttamente sulla tavola e lì continueranno a illuminare il pasto festivo fino a consumarsi completamente.
#DaVedere Al primo piano una sezione del Museo ospita il tavolo dello Shabbàt, apparecchiato con tutti gli oggetti che celebrano la festa. Le candele, il calice per il Kiddùsh, la benedizione sul vino, due pani interi intrecciati (challòt) coperti da una tovaglietta ricamata che viene tolta dopo la benedizione e il lavaggio rituale delle mani. La fine dello Shabbàt è invece rappresentata dal porta besamìm, o porta spezie, uno degli oggetti rituali per il momento di separazione tra la festa e la nuova settimana.
#italiaebraica
#laculturanonsiferma

👉 Il Museo ebraico e la Sinagoga sono aperti al pubblico ogni lunedì, mercoledì e giovedì dalle 11 alle 17

#Booklovers La scelta di questa settimana cade sul libro di Howard Jacobson «Kalooki Nights», La nave di Teseo. 🖊 Howard...
02/02/2021

#Booklovers La scelta di questa settimana cade sul libro di Howard Jacobson «Kalooki Nights», La nave di Teseo.

🖊 Howard Jacobson, scrittore, giornalista, saggista e umorista inglese di origini ebraiche, definito dal New York Times “il Philip Roth britannico”, cuce un romanzo ricco di sarcastico umorismo, a volte anche nero, in cui riesce a far ridere con la tragedia e commuovere con una risata. È il racconto in prima persona di un vignettista inglese, Max Glickman, di incerto successo alle prese con la sua famiglia, il suo quartiere, un rassicurante sobborgo di Manchester, e la sua appartenenza. Impegnato a scrivere un'ambiziosa storia a fumetti del popolo ebraico appropriatamente intitolata 'Cinquemila anni di amarezza', Max Glickman guarda il suo mondo con irritazione affascinata, osserva la madre impegnata in accese partite di kalooki (un gioco di carte simile al ramino) da cui si stacca solo per santificare le feste; guarda alle pareti le foto degli eroi della boxe amati dal padre, un pugile fallito, fervente comunista e ateo; si innamora solo di ragazze non ebree. Su tutto si affacciano le ombre della storia: i campi di sterminio, l'odio razziale e le deportazioni perseguitano la sua immaginazione come crimini che non si possono perdonare.

📚Buona lettura
#italiaebraica
#coopculture

🔊 Vi ricordiamo i nostri orari di apertura.📢 Vi aspettiamo domani
31/01/2021

🔊 Vi ricordiamo i nostri orari di apertura.
📢 Vi aspettiamo domani

Nel giardino della Sinagoga, sulla parete di sinistra, si osservano due grandi lapidi che ricordano gli ebrei deportati ...
29/01/2021

Nel giardino della Sinagoga, sulla parete di sinistra, si osservano due grandi lapidi che ricordano gli ebrei deportati da Firenze e uccisi nei lager nazisti. Fra i nomi il primo è quello del rabbino capo Nàthan Cassùto, arrestato in seguito alla delazione di una spia fascista.
Una terza e più piccola lapide ricorda invece alcuni ebrei fiorentini assassinati nell'attentato del 1948 al convoglio medico diretto all'ospedale gerosolimitano di Hadassà, alla vigilia della nascita di Israele. Tra loro anche Anna Di Gioacchino, moglie del rabbino capo Cassùto, che sopravvissuta ai lager era arrivata in Israele per ricongiungersi ai figli e iniziare una nuova vita.
#GiornoDellaMemoria
#MEFcollezione

#TuBishvat 🌳 Dal tramonto di ieri (15 di Shevat - 27 gennaio) è iniziata la festività di Tu Bishvat, il capodanno degli ...
28/01/2021

#TuBishvat 🌳 Dal tramonto di ieri (15 di Shevat - 27 gennaio) è iniziata la festività di Tu Bishvat, il capodanno degli alberi, ricorrenza legata alla celebrazione della terra e alla fertilità.

🌳 Per l'occasione si usa mangiare frutta, in particolar modo i sette frutti simbolo di Israele: grano e orzo, uva, fichi, melagrano, olive e datteri.

#calendarioebraico
#festività
#goccediebraismo

Le nostre visite guidate gratuite di oggi in occasione della Giornata della Memoria.Domani saremo nuovamente aperti, com...
27/01/2021

Le nostre visite guidate gratuite di oggi in occasione della Giornata della Memoria.

Domani saremo nuovamente aperti, come ogni lunedì, mercoledì e giovedì, dalle ore 11.00 alle ore 17:00

#GiornodellaMemoria

27/01/2021

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
(Articolo 1 della legge 20 luglio 2000 n. 211)
#GiornodellaMemoria

👉  Torna alle 15.30, in occasione della Giornata della Memoria, la speciale visita guidata gratuita.📌 Un'occasione per a...
27/01/2021

👉 Torna alle 15.30, in occasione della Giornata della Memoria, la speciale visita guidata gratuita.

📌 Un'occasione per approfondire la conoscenza degli spazi sinagogali, e la loro funzione, e per scoprire la storia e la cultura della Comunità ebraica fiorentina attraverso gli oggetti custoditi al Museo.

ℹ Si accede con il solo biglietto di ingresso, per partecipare non è obbligatoria la prenotazione ma è necessario presentarsi in anticipo per le pratiche di accesso, ingresso consentito fino a esaurimento posti disponibili.

#GiornodellaMemoria

Domani si celebra la Giornata della Memoria, ogni anno il 27 gennaio è dedicato al ricordo delle vittime della #Shoah. O...
26/01/2021

Domani si celebra la Giornata della Memoria, ogni anno il 27 gennaio è dedicato al ricordo delle vittime della #Shoah. Oggi vogliamo proporvi per #booklovers il libro «Una voce sotti-le» di Marco Di Porto, Casa Editrice Giuntina

✨✍️ Siamo negli anni trenta del Novecento e Solly è un ragazzo sensibile e intelligente che fa par-te della piccola comunità sefardita di Rodi, dove gli ebrei in fuga dalla Spagna avevano trova-to riparo alla fine del XV secolo. La sua vita scorre lieta, intrecciandosi con i destini di altri personaggi che popolano i tortuosi vicoli della juderia, il quartiere ebraico di Rodi città. E co-sì, inseguendo i protagonisti di Una voce sottile, ci ritroviamo in un piccolo mondo, antico e vitale, “un mondo straordinariamente felice”, dove le vessazioni imposte dal fascismo sono stemperate dalla gioia degli affetti e delle tradizioni. Ma mentre sull’isola la primavera sem-bra non finire mai, le fosche nubi di violenza che agitano l’Europa stanno per travolgere an-che la “rosa dell’Egeo”. Con l’ausilio di un’accurata ricerca storica e di una sensibilità non comune, Marco Di Porto racconta la storia di suo nonno, Salomone Galante, attraverso un romanzo storico che è anche il tentativo di ricostruire la vita di una comunità ebraica ai mar-gini del Mediterraneo nei feroci anni del nazifascismo.

Buona lettura
#GiornodellaMemoria
#GiornataDellaMemoria
#italiaebraica
#coopculture

👉 Mercoledì 27 gennaio alle 11 e alle 15.30, in occasione della Giornata della Memoria, sono in programma due speciali v...
25/01/2021

👉 Mercoledì 27 gennaio alle 11 e alle 15.30, in occasione della Giornata della Memoria, sono in programma due speciali visite guidate gratuite.

📌 Un'occasione per approfondire la conoscenza degli spazi sinagogali, e la loro funzione, e per scoprire la storia e la cultura della Comunità ebraica fiorentina attraverso gli oggetti custoditi al Museo.

ℹ Si accede con il solo biglietto di ingresso, per partecipare non è obbligatoria la prenotazione ma è necessario presentarsi in anticipo per le pratiche di accesso, ingresso consentito fino a esaurimento posti disponibili.
#GiornodellaMemoria

Siamo nuovamente aperti al pubblico ✨ Da lunedì 25 gennaio, con orario 11:00 - 17:00, nei giorni di lunedì, mercoledì e ...
25/01/2021

Siamo nuovamente aperti al pubblico
✨ Da lunedì 25 gennaio, con orario 11:00 - 17:00, nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì ✨

http://www.jewishtuscany.it/

📣📣 Finalmente!La Sinagoga e il Museo ebraico riaprono al pubblico ✨✨ Da lunedì 25 gennaio, con orario 11:00 - 17:00, nei...
22/01/2021

📣📣 Finalmente!
La Sinagoga e il Museo ebraico riaprono al pubblico

✨✨ Da lunedì 25 gennaio, con orario 11:00 - 17:00, nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì

Firenze Ebraica

##MEFCollezione Una sezione del Museo documenta la storia dell’insediamento ebraico fiorentino dalla nascita, attraverso...
22/01/2021

##MEFCollezione Una sezione del Museo documenta la storia dell’insediamento ebraico fiorentino dalla nascita, attraverso il ghetto e la sua demolizione, le antiche sinagoghe e la fase della progettazione e realizzazione del tempio attuale. La documentazione si muove fra fotografie, planimetrie, fotografie e plastici in legno.

✨In particolare gli antichi oratori di via delle Oche, quello di rito italiano e quello di rito sefardita della confraternita Mattìr Assurìm (libera i prigionieri), inaugurati nel 1884 affinchè vi fossero luoghi di preghiera anche in pieno centro, dopo l'abbandono del ghetto e la costruzione del nuovo tempio maggiore nel quartiere decentrato della Mattonaia, sono documentati da acquarelli dipinti da Ottavio Levi nel 1911.

📷Quello in foto è l’oratorio Mattìr Assurìm
#DaVedere
#italiaebraica
#laculturanonsiferma

📖 Oggi dedichiamo #booklovers ai più piccoli, con il libro di Anna Sarfatti «Pane e ciliegie. Israel Kalk, l'uomo che di...
19/01/2021

📖 Oggi dedichiamo #booklovers ai più piccoli, con il libro di Anna Sarfatti «Pane e ciliegie. Israel Kalk, l'uomo che difendeva i bambini ebrei sotto il Fascismo», Libri Mondadori.

📍 Milano, 1939. Israel accompagna suo figlio a giocare ai giardini di Porta Venezia, qui il piccolo Motele incontra Brigitte e Werner, due bambini ossuti vestiti con abiti tropo piccoli: sono profughi ebrei, costretti a sopravvivere come possono nell'Italia della dittatura fascista. Israel li invita subito a fare merenda: sarà la prima di tante altre, con sempre più partecipanti. Nasce così la Mensa dei Bambini, un'istituzione dove sono molteplici le attività pensate per garantire ai bambini un'infanzia dignitosa. Tra i suoi tavoli si intrecciano le vite di tanti ragaz-zi, come Miriam, che incanta i più piccoli con le sue storie avventurose; Arturo, un virtuoso del violino, e Brigitte che dipinge ritratti.

👉 Il libro di Anna Sarfatti narra la storia vera e mai raccontata di Israel Kalk, un uomo corag-gioso che a partire da un semplice atto di generosità ha contribuito a salvare la vita di molti bambini e delle loro famiglie. Dall’Archivio della Fondazione CDEC l’autrice, accompagnata da storici e studiosi, ha tratto informazioni sugli avvenimenti, le persone e i luoghi, tessendo in-torno a queste una trama di relazioni e piccole grandi vicende.
Dalla quarta di copertina del libro: “Aiutare i bambini non può limitarsi a placare la loro fame. Ho parlato tanto con loro e vi dico che molti sono distrutti, perché hanno perso ogni sicurez-za e la fiducia negli altri e nel futuro. Vorrei provare a rammendare anche gli strappi delle lo-ro vite“.

👀 Consigliato ai bambini dai 10 anni in su.

Buona lettura
#italiaebraica
#coopculture

Questa sera
18/01/2021

Questa sera

Il documentario “Aharon Appelfeld. Kaddish per i bambini”, in onda questa sera lunedì 18 gennaio alle 21.15 su Rai5 racconta il grande scrittore israeliano che, nei suoi romanzi, ha tenuto in vita il mondo ebraico perduto nell'Olocausto.

Nei suoi racconti e romanzi, i sopravvissuti, i bambini e i contadini della terra dove, prima della follia nazista, si parlava yiddish tornano in vita per condividere gioie e miserie in un grande affresco pervaso di nostalgia.
Per rendere omaggio a quelle anime scomparse, Aharon Appelfeld ha lavorato fino agli ultimi giorni di vita, combattendo per loro la dura battaglia contro l'oblio.

21 gennaio ore 18.30 EVENTO ONLINE#ITALIAEBRAICA Il potere in festaGli apparati effimeri tra Roma e #SienaSinagoga di Si...
18/01/2021

21 gennaio ore 18.30 EVENTO ONLINE
#ITALIAEBRAICA Il potere in festa
Gli apparati effimeri tra Roma e #Siena
Sinagoga di Siena
#italiaebraica

21 gennaio ore 18.30 EVENTO ONLINE
#ITALIAEBRAICA Il potere in festa
Gli apparati effimeri tra Roma e Siena

🏛Tornano le iniziative di #ITALIAEBRAICA, il progetto che riunisce i musei ebraici italiani.
La nuova serie di eventi online, inaugurata sulla piattaforma Zoom lo scorso dicembre, ci conduce alla scoperta della straordinaria ricchezza del patrimonio culturale ebraico.

➡Il secondo appuntamento, previsto giovedì 21 gennaio alle 18.30, è dedicato al Museo Ebraico di Roma e alla Sinagoga di Siena. Al centro dell'incontro, la tradizione degli apparati effimeri, decorazioni sceniche temporanee prodotte per addobbare le città in occasione delle celebrazioni, volute dalle autorità locali, di momenti particolarmente significativi.

✨Intervengono:

Olga Melasecchi - Direttore del Museo Ebraico di Roma

Anna Di Castro - Comunità Ebraica di Firenze, sezione di Siena

Per iscriversi, registrati qui:
https://i7a2c.mailupclient.com/frontend/forms/Subscription.aspx?idList=1&idForm=48&guid=aafa5375-bcf1-4e06-965a-e3a98b626156

https://www.meisweb.it/meisnews/news/italiaebraica_il_potere_in_festa

Nell'immagine in alto: Cartello effimero realizzato dall'Università degli Ebrei in occasione della cavalcata di Possesso di Clemente XII. Anonimo pittore romano 1730, acquerello e china su cartoncino. In deposito dall’Archivio Storico della Comunità Ebraica di Roma.
In basso: Incisione di Antonio Cioci, da un disegno di Giuseppe Zocchi. Stampatore Francesco Rossi. Acquaforte, Siena Archivio di Stato, n.53.
Museo Ebraico Di Roma Sinagoga di Siena

Indirizzo

Via Luigi Carlo Farini, 6
Florence
50121

Notifiche

Lasciando la tua email puoi essere il primo a sapere quando Sinagoga e Museo Ebraico Firenze pubblica notizie e promozioni. Il tuo indirizzo email non verrà utilizzato per nessun altro scopo e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Contatta Il Museo

Invia un messaggio a Sinagoga e Museo Ebraico Firenze:

Video

Benvenuti al Museo ebraico e Sinagoga di Firenze

A pochi passi dai principali attrattori turistici svetta imponente la cupola orientaleggiante della Sinagoga di Firenze, edificio monumentale di grande bellezza, centro della vita ebraica fiorentina, luogo di culto e parte integrante della storia della città.

Il Tempio Israelitico fu inaugurato nel 1882, dopo l’Emancipazione degli ebrei italiani, decentrato dalla zona del vecchio ghetto ebraico che venne abbattuto nell’ultimo decennio dell’800. Simbolo della libertà acquisita, all’interno l’edificio accoglie gli ospiti con un’atmosfera di grande suggestione. Il revival dello stile moresco che caratterizza la ricca decorazione parietale, le vetrate policrome, le tarsie marmoree dei pavimenti, gli arredi e tutto l’apparato decorativo, sono parte del gusto orientalistico tipico delle sinagoghe monumentali in Europa nel tardo Ottocento.

Il Museo ebraico, allestito su due piani all’interno della Sinagoga, completa e arricchisce la visita al Tempio monumentale. Esso conserva ed espone uno straordinaria collezione di antichi oggetti di arte cerimoniale ebraica, testimonianza dell’alto livello artistico raggiunto nel mondo ebraico italiano nel panorama delle arti applicate. Il percorso museale ripercorre la storia degli ebrei fiorentini dai primi insediamenti alla ricostruzione postbellica con l’ausilio di pannelli fotografici, filmati, fonti documentarie

Gestione servizi al pubblico: CoopCulture

Musei nelle vicinanze


Commenti

Vite sospese titolo Vite sospese sottotitolo 1938: Università ed ebrei a Pisa autori Michele Emdin, Barbara Henry, Ilaria Pavan argomenti Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche Collezione accademica Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche editore Pisa University Press formato Libro pagine 272 pubblicazione 11/2019 ISBN 978-883339-2738 Abstract Il 5 settembre 1938 venivano emanate le leggi “per la difesa della razza”, le leggi della vergogna: lo Stato italiano, per mano di chi lo reggeva discriminava, chi aveva origine familiare e credo israelita, con il suggello falso di un attributo razziale inesistente. La Nazione italiana in larga parte accoglieva indifferente il dispositivo che spezzava il legame tra i suoi cittadini ebrei e la società civile. Le Università e le Scuole “sos...
In 9-6-1937, Bagnoles-de-l’Orne, Carlo and Nello Rosselli were killed by a group of "cagoulards", militants of the Cagoule, a French fascist group, with archival documents implicating Mussolini's regime in authorizing the murder. In 1929, Rosselli brothers established the anti-fascist movement "Giustizia e Libertà". "Justice and freedom for these they died, for these they live" Piero Calamandrei
WhatsApp +233 27 93 21 759* Témoignage* je m'appele * François Haïti je suis gagner mais actuellement je suis au Ghana j'ai rencontré un marabout guérisseur traditionnel dans un groupe de WhatsApp et dans sons texte il a écrit la porte-monnaie magique qui produit d'argent par jour jusqu'à 80.0000 et ,et je l'ai contacter et je lui est posé mon problème que je suis intéressé par le porte-monnaie magique et il m'a dit les conditions et les interdictions et comme je n'est rien il m'a demandé de payer juste l'argent des ingrédients pour qu'il me faxe cette porte-monnaie magique et je lui est envoyé après trois jours j'ai reçu mon porte monnaie et après une semaine d'utilisation je lui est remboursé mes dette depuis se jour Jusqu'à présent je suis alaise si vous avez besoin de lui contacter sons numéro de WhatsApp *+229 91 94 40 74 ☎91 94 40 74* *vous aurez le bonheur dans votre vie*
Was really looking forward to my visit to this beautiful place I walk past daily on my holiday. Arrived at 3.43 today and was enjoying soaking up the atmosphere and history. When I got to the top floor the movie showing on the problems faced by the Jewish Community during the war, and the Nazi occupation, had just finished. The male attendant refused to let it run again for us to view, he said they were closing at 5pm. It was 4.15pm. After wandering in the gardens, I was leaving at 4.35 and they were still letting people pay to go in!! The lady in the ticket office was very unhelpful and was not informing the visitors and was quite rude. The experience left a sour taste in my mouth as a large part of the reason for going, was to see how the Jewish people, with the help of the Florentines overcame their adversity.
IL MODELLO CONCORDATARIO E LA LEGGE SULLA LIBERTA' RELIGIOSA (CHE NON C'E') A SETTANT'ANNI DALLA COSTITUZIONE - Firenze 28 novembre 2018 Motivo: perché cessi finalmente la situazione attuale di privilegio per taluni e di marginalità per molti altri. Tra gli oratori: Giulio Disegni (vice presidente Unione delle Comunità Ebraiche), Valerio Di Porto, Francesco Margiotta Broglio e tanti altri.
Più di 1000 registrazioni video di lezioni divise per argomento
Nuovo Machazòr di Kippùr rito Spagnolo per Firenze Con traduzione italiana a fronte
3 luglio il Balagan va in città! Un'occasione unica per conoscere la SCENA TEATRALE ISRAELIANA attraverso i suoi PROTAGONISTI!! Le Murate/Progetti d’Arte Contemporanea 70 anni di israele: focus sul teatro Israeliano ore 17:30 Laura Forti conversa con Moshe Perlstein capo del Comitato Artistico dell’International Exposure of Israele theatre, e Roy Chen dramaturg del Gesher Theatre a seguire: delizie gastronomiche ebraiche curata da Ruth’s Kosher Restaurant (prenotazioni allo 055 2346654 o 245252) Ore 21,00 la giovane rivelazione del teatro israeliano, Nofar Sela, interpreta Israele nella performance interattiva “SURFACE” nella sala Laura Orvieto: mostra di manifesti e locandine di produzioni teatrali israeliane Un’occasione per conoscere meglio la realtà israeliana attraverso il teatro. Non mancate e diffondete!
#IlTuffo contiene in se attimi sospesi di #Follia... Oggi #DomenicaAlMuseo (Musei gratis la 1a Domenica del mese) e #gratis anche #IlTuffatore -in versione ebook-! Iniziamo il 2018 alla scoperta del nostro immenso patrimonio culturale! https://www.amazon.it/Tuffatore-Massimo-Mangiola-ebook/dp/B071SG4F67
Shana Tova!!! שנה טובה!!!